Chiudi

Rispondi a: Epistemologia: tra esoterismo e religioni.

#60584
Anonimo
Inattivo

@arpa_investigations

( Fino ad ora ci è andata bene…Siano fortemente off topic…! )

La coscienza planetaria si allarga e giunge ad una sintesi superiore,sviluppandosi gradualmente nella coscienza della più grande Vita,che include la vita planetaria,allo stesso modo che l’essere umano ,nella sua espressione fisica,include organi vitali,quali il cuore e il cervello.
Questa espansione dovrebbe portarlo verso la comprensione del significato della parola Spirito o Vita sottostante a tutte le forme ( cioè i corpi ),o Energia centrale che è la causa di tutta la manifestazione…

La prima reazione dello studioso,anche di evoluzione media,nel leggere quanto ho scritto sopra,è di pensare immediatamente alla natura umana come espressione di un qualche tipo di energia.Si arriva così a notare la “dualità” fra il soggetto e l’oggetto.
Eppure una delle principali necessità di un ricercatore è di cercare di pensare in termini della realtà una che è l’energia per se stessa e nient’altro.

E’ importante quindi far rilevare nel trattare questo astruso soggetto,il fatto che Spirito e Energia ( nel senso più alto dei termini )sono termini sinonimi che possono essere usati indifferentemente l’uno per l’altro ( naturalmente con coscienza di causa ! ).
Solo rendendoci conto di questo possiamo arrivare alla auspicabile conciliazione della scienza con la Religione e di conseguenza alla vera comprensione del mondo dei fenomeni,dai quali siamo circondati e nei quali ci muoviamo.

I termini organico e inorganico sono i maggiori responsabili di gran parte della confusione esistente nella mente di molte persone,e della differenza che esse fanno tra materia e Spirito.
Sono quei due termini che hanno indotto e inducono,l’uomo a rifiutare di riconoscere l’essenziale identità della natura del corpo e dello Spirito 8 anche se è chiaro che uno è mortale e l’altro no… );ma il mondo in cui noi viviamo è considerato dalla maggioranza come realmente solido e tangibile ( 5 sensi ),dotato anche di un suo “misterioso” potere che produce movimento,attività e trasformazione…
Forse questo è un modo rigido di presentare l’opinione vigente,ma così è attualmente.

Chiaramente non è possibile dare la definizione di Spirito e la definizione di un Dio…
Quando si afferma che lo Spirito è l’inesprimibile,l’indefinibile causa,la sorgente dell’essere,la totalità di tutte le forme,di tutti gli stati di coscienza,il Se e il non Se,in realtà non facciamo che evadere dalla conclusione tentando l’impossibile e nascondendo la Verità dietro le parole…
Questo non si può evitare fino a quando non si sia acquistata la piena Coscienza dell’Anima e non si possa percepire l’Uno senza forma,attraverso la chiara luce dell’Intuizione.