Chiudi

Rispondi a: Semplicemente “pesciolino”.

#60458
Anonimo
Inattivo

Un racconto molto bello e sentimentale. Mi dispiace un po’ intervenire con il mio punto di vista scientifico.

Cito due righe di un brevissimo articolo su Focus.it
“La durata della vita di un pesce rosso dipende molto dalla varietà cui appartiene e dal modo in cui lo si accudisce, ma in generale si tratta di pesci molto robusti e resistenti, veri campioni di sopravvivenza. I più longevi possono arrivare addirittura a 40 anni, anche se quelli che teniamo in casa difficilmente superano i 10 anni.

(“Difficilmente” non vuol dire che è impossibile).

Ho trovato anche il video di un esperimento in cui un pesce viene immerso in azoto liquido e si congela… e immerso nuovamente nell’acqua, dopo un po’, torna a vivere. Ecco il link per gli interessati: http://tv.liberoquotidiano.it/video/11838697/Il-pesce-viene-lanciato-nell-azoto.html

Tutto questo per dirti che l’ipotesi del pesciolino resuscitato mi piace ed è toccante, ma è possibile che si sia trattato anche di un malore passeggero.