Chiudi

Rispondi a: I gusci.

#58699
Anonimo
Inattivo

Tutto nasce dall’interpretazione data dalla Parapsicologia per definire ( e mettere ordine ) determinati fenomeni che possono essere associati ad apparizioni;infatti si citano anche gli “spettri” oltre che ai “fantasmi”…

In realtà la Parapsicologia non ha fatto altro che dare la definizione “fantasma”che in realtà non è molto esauriente:

FANTASMA = APPARIZIONE

Certamente concordo con Ciuccolo e DEM nel ritenere che determinate manifestazioni appartengano ad eventuali forme di Entità senzienti..

La spiegazione allora,andrebbe ricercata nel processo immediatamente successivo al distacco dal corpo fisico da parte del Corpo Astrale.

Avevo accennato che l’Anima deve” lacerare”il Corpo Astrale per poter così iniziare il “Viaggio di ritorno”verso il proprio Spirito ed i relativi Corpi Emotivo e Mentale …Ho accennato anche ad una fase importante denominata << oblio>>…

Facciamo un passo indietro:dopo la morte fisica il Corpo Astrale permane nella nostra dimensione ancora per un certo periodo,ma molto limitato;infatti sono noti molti casi in cui i familiari ,gli amici ed i parenti assistono all’apparizione di un’Entità che ha tutte le fattezze fisiche ed i tratti somatici della persona deceduta.
Ma alcune Entità non sono ancora in grado di interferire con l’ambiente della nostra dimensione,e da questo scaturisce una sofferenza,in quanto Esse vorrebbero testimoniare e rassicurare che sono ancora”vivi”;ma non possono e vedono i loro cari disperarsi.

Molte entità appena decedute rimangono accanto al loro corpo fisico assistendo così alla decomposizione di quest’ultimo;
Altre Entità rimangono negli ambienti che hanno frequentato quando il corpo fisico era ancora vivo;specialmente gli esosi,gli avari,i cercatori di vendetta per torti subiti o perchè vittime di omicidio e non ultimi coloro che hanno passato una vita molto…lussuriosa…

Nel caso dei suicida ,la loro condizione è ancora più penosa e carica di sofferenza ,non tanto per l’insano gesto,quanto per la rinuncia all’esperienza che hanno rifiutato e che dovranno “ripetere”:nel loro caso,per esempio,la loro permanenza nella nostra Dimensione,permarrà sino a quando giungerà il tempo in cui effettivamente avrebbero dovuto finire la loro esistenza.

E’ comprensibile ( spero ) alla luce di queste considerazioni,la spiegazione di molte apparizioni …

In ogni caso però giungerà il momento in cui l’Anima dovrà cominciare quel processo di ritorno che accennavo,ed è allora che il loro Corpo Astrale ormai “vuoto”sarà appunto solo un guscio Astrale che vaga in attesa della sua dissoluzione.

Sono moltissimi i casi da analizzare per cercare di comprendere bene il fenomeno dei cosiddetti “fantasmi”.non può esistere una regola valida per tutto.ma ogni caso è a se…