Chiudi

Rispondi a: Domande, una caterva di domande..

#58628
Anonimo
Inattivo
DEM wrote:
@Lancillotto
Aggiungo qualche domanda anche io…

Cosa comporta il credere e sperare di raggiungere il Brahaman tentando e non riuscendo?

Se tu credi e vuoi (fiducia e volontà piena) andare in un paradiso, in un luogo, a vivere con un certo tipo di Entità e Dei .. tu farai di tutto per farlo.. e prima o poi CI RIESCI.

Se tu vuoi conoscere L’ATMAN e infine fonderti nell’ETERNO BRAHMAN … tu ci riesci.
E io sono la prova vivente di questo RIUSCIRE.

E ciò è stato detto e scritto da migliaia di asceti, bramani, guru e maestri.

Io dico : tutti costoro DICEVANO IL VERO. Ma poi .. perché tutti ..a modo loro .. avrebbero detto e scritto e tramandato la stessa identica cosa ?

Come tu sai .. io, seppure esperto del Mondo dello Spirito .. non ho letto che 100 pagine del Buddha.. eppure.. eppure.. con fiducia e volontà e “insistenza (perché ho testa dura) .. sono RIUSCITO.

Che cosa comporta? Ah ma è semplice, che tu non ti reincarnerai mai più ..a meno che tu voglia compiere una missione e in qualità di BRAHMAN verrai ricreato prima come Spirito Atman e poi come Avatara in terra o in un piano astrale dove tu VUOI compiere la tua missione.
Altrimenti .. fine : sei Eterno e Resti l’Eterno e.. magia magia .. ma gran democrazia … LO SEI IN PRIMA PERSONA.

Come dice Dattatreya : Io che sono tutto SIVA (che è sempre il BraHman ma in Realtà Suprema e senza Forma Divina ..cosa che ha invece quando appare in forma di Dio Supremo Krishna .. chiamato impropriamente Vishnu dagli induisti.. perché non voglio ammettere che invece Vishnu è il Buddha stesso… ecc.. ecc..).

..Io che sono Tutto Siva .. chi dovrei pregare? Me stesso ?
..a chi dovrei piegare il ginocchio e giungere le mani pregandolo ? a Me Stesso?
Io che sono in pace e senza attaccamenti, desideri e macchie, in me, qui, in ME .. non c’è posto nemmeno per gli Dei più alti

Quindi raggiunta la meta si RI-DIVENTA IL SIVA-BRAHMAN, quello che è detto L’Uno Permanente, il Non Manifesto, Il vero Brahman, il Vero e unico essere UOMO-MADRE primordiale che esiste nella Realtà assoluta.
Perché tutti noi .. siamo si suoi figli o sfere di luce o spiriti … ma siamo fuori e abbiamo preso una identità separata (la nostra falsa identità individualista) in spirito e poi lo spirito ne ha creata un’altra in qualità sua figlia come Anima, e l’anima ne crea un’altra in qualità di mente umana e la mente umana crea un fantasmino nero di difesa che io chiamo ego-inferiore.

Ma già lo spirito è EGO… io quando esco dal Brahman riprendo la mia misera individualità spirituale .. lo gaurdo da fuori e dico “oh finalmente non sono più lui in Lui, ora sono libero nuovamente di fare ciò che voglio, si io .. io sono io e non sono più LUI.. ora vado a spasso per i miei mondi.

Una cosa ben visibile ..sulla carta del MATTO dei Tarocchi, solo che il ns. Spirito, in piccolo, mantiene anche potenzialità “quasi infinite” però ..quasi .. e l’egoismo di rifiutare se stesso (cioè di essere l’eterno brahman) è il vero peccato originale di tutti quanti noi.

Mentre il peccato originale raccontato nella bibbia è una ciofega: perché Lord Brahma ..che è Dio Creatore ma è solo un admin in realtà di terra e astrali, ha spedito i suoi e li spedisce .. quando questi “hanno voglia e desiderio tantrico di amarsi ANCHE IN FORMA FISICA”.
Infatti il Singore dei Dea .. il signore Brahma, detto il lucente e da me riconosciuto quale Dio di Abraham (ebrei e cattolici ma anche indù) è un Dio che ama ma che deve essere lodato ..ed ha le sue “turbe psicopatiche riguardo alla sessualità”.
Se non vi è LUI al centro di una coppia … ciò non gli và bene, il rapporto secondo lui va fatto seguendo regole “sue” che però sono regole giuste solo a metà.. la metà che fa comodo a LUI .. per questo dice ” IO SONO IL TUO DIO.. IL TUO DIO E’ GELOSO ..ECC..”

Ma un guru o uno yogi svincolato come me non accetta regole ne da un dio ne da un uomo, e tutto vuol sapere.. sino alla radice estrema.

Uno Yogi conosce inevitabilmente ogni mondo e universo, sia esso umano, non umano, degli esseri dell’aria dell’acqua del fuoco e della terra, i paradisi e persino purgatori e inferi.. MA E’ TALMENTE FORTE DENTRO CHE NESSUNO LO COMANDA e non ci sono emozioni o paure o dubbi che lo mettano in ginocchio.
Un vero Cercatore è uno Yogi e prima o poi giunge alla sua meta ..diventare egli stesso il Signore dello Yoga Trascendentale, cosi egli diviene Krishna stesso e cosi egli diviene il SIVA-BRAHAMN stesso (che sono la stessa e unica persona esistente in REALTA’).

Quando si è raggiunta tale meta è detto che qui non si ritorna mai più, ma neanche si và in qualche paradiso o nirvana.. no, si resta Brahman nel Brahman.. in prima persona, avendo perso e rifiutato per sempre ogni falsa identificazione e cioè : spirito, anima, mente, ego.

Questa meta cosi alta, è il semplice ritorno in SE’ STESSI .. ed è meta ambita da tutti, persino dagli Dei, perché rifiuta qualsiasi forma di esistenza relativa e qualsiasi separazione dall’ETERNO e dalla ETERNITA’.

Ego e mente qui.. su questo piano relativistico invece si arrogano la fasullità di imitare tali concetti, infatti noi quotidianamente ci crediamo eterni e sempre nel domani, nel passato e intoccabili.. ma se restiamo mentalmente illusi e attaccati ai desideri nostri .. in realtà restiamo ancorati a queste false e illusorie sotto-realtà, da noi stessi volute e ben desiderate vogliosamente perché piene di batticuore, amore e odio, dualità, moto e movimento e.. grandi illusioni di gran bei colori e spettacoli.. fornitici da una falsa natura ..da noi stessi bramata, voluta e inventata… piena di vita, morte e miracoli, zeppa di eventi belli e brutti ma ansiosi e adrenalinici, eccitanti e variopinti, pieni di maschere e di attori .. come noi .. ognuno con un suo ruolo e un suo karma da fare.. una falsa evoluzione/involuzione.. anche questa .. anche il karma ci inventiamo.. ecco la ns. potenza .. nel ns. piccolo mondo “spirituale da ATMAN purusha.. il voglioso di vita e morte”.

Quindi DEM .. se tu ti riscoprissi essere in verità l’Aquila più forte di ogni universo.. torneresti a ricoprire il ruolo falso di Lucertola, Microbo o Insetto? Io credo di no.. a meno che tu ti imponga una missione.. ma in mondi irreali e relativi .. questa MISSION avrà un senso e una consistenza? Solo se ci sarà un grande vero motivo .. se no è NO.

Quote:
E mi chiedo aspetta solo qui nella vita fisica ritrovarsi con Brahaman?o una volta trapassati la ricerca puo andare avanti in altre dimensioni?

Guarda la fatica che faccio qui a spiegare l’ho fatta in parte persino con Entità molto evolute, poichè ho tenuto riunioni con molti anche in altre dimensioni di vita.
Se un Umano ha difficoltà serie ad abbandonare il fatto di CREDERSI umano (corpo e mente), per un’entità è anche peggio ,, un Dio ad esempio .. vedrebbe il perdersi la seggiola del Comando .. come fosse un politico o un uomo ricchissimo e agiato.. e qua subentra e c’è grande e più alta difficoltà a RINUNCIARE.. perché solo chi rinuncia persino a quello che credeva essere se stesso, l’attuale sé stesso, .. scoprirà alla fine che il suo VERO SE’ STESSO era da tutte altre parti .. e la realtà non era su misura del suo ego (umano, mentale, animico o mistico o divino o spirituale).

La differenza è come tra un operaio e un titolare d’azienda, se un operaio fa fatica a rinunciare al suo stipendio .. immagina un dirigente.
E poi ci sono collegati fattori come stima, gestionalità, l’essere al centro degli altri … ecc.. ecc.. la vanità e il potere.
Vanità e potere che non sono solo nel mondo demoniaco .. ma anche in un paradiso ..in modo molto sottile e “non detto ne spiegato” .. continuano ad esistere in qualche modo fine ma altrettanto pericoloso.. perché restano vivi e latenti, vanità e potere ..che spesso si traducono anche nell’essere utili e stimati.. altre illusioni dentro ad altri sogni nel cassetto chiamato DESIDERIO.

E chi cerca desideri .. non è completo e compiuto, mentre il Brahman è compiuto e pieno, pieno di pace e di potenza infinita.. di nulla abbisogna e nulla gli manca o gli serve..

Cio che io dico .. stranamente stà detto e scritto da millenni da mille prime di me. Forse ce ne sarà una ragione…

Quote:
La mia idea e’ che trapassiamo con piu consapevolezza se nella dimensione fisica siamo a conoscenza…ma bastera’ solo la conoscenza?

La conoscenza non è come credi ma è DIVENTARE .. perché lo Yogi facendo concentrazione e poi riflessione e discriminazione,, cerca ogni verità e la VIVE SULLA PELLE.. non solo la conosce o ne è consapevole .. la raggiunge e LA VIVE in pieno.

Questa è la maggiore differenza tra un teorico, un esperto di libri sacri, uno studioso razionalista di fedi mistiche, un sacerdote, un prete, un credente, un fideista, ecc..

Uno Yogi è un pratico che si fa si una cultura ma quella basilare per arrivare, mediante dura e costante pratica mentale e sovramentale oltre ogni dimensionalità.. sino ad atman e poi nel brahman .. fondendoci dentro, lui come Yogi .. direttamente e non per semplice “mera conoscenza teorica o di fede”..

E in questo garantisco che la PRATICA val più della GRAMMATICA.. però malgrado questo una guida e un buon allenatore è indispensabile, ma questo amico dovrà essere Lui stesso stato perfettamente istruito e conoscitore di persona della Realtà di spirito e dell’Eterno, e dovrà avere benevolenza e pazienza di aiutare il neofita ricercatore o l’ottimo yogi che, malgrado ogni loro tentativo, ancora non sono giunti alla Meta, all’Origine di tutto e di tutti… cioè L’UNO PERMANENTE.

Cosi che questi bagnandosi nel corpo e nella testa del Brahman alla fine riconosca che QUELLO è lui stesso, e che tutte le sue altre maschere erano sue finte prese di posizione, stati d’animo relativi e fluttuanti .. falsità e inesistenze.

Vissuta la cosa sulla propria pelle .. mente ed ego non riusciranno più a porre dubbi o domande, nemmeno anima e spirito lo potranno, tutte le parti capiranno che hanno una unica origine ed ESSERE vivente ancestrale e che il loro servigio era “limitato e temporaneo” e infine irreale e inconsistente ma cmq utile e voluto dall’Eterno Stesso.

Ogni cosa incomprensibile e paradossale sarà compresa senza che più alcuno dica qualcosa a questo Yogi completamente Svegliato dal sonno della Vera Ragione.. che non è quella umana..

Nessuno può fermare una tale persona DEM: puoi sparargli con un cannone e perderà il corpo, puoi bruciargli l’anima in un infero .. e LUI ANDRA’ AVANTI LO STESSO.. e in Atman si rifonderà nel Brahman Universale.

Impossibile fermare un Signore dello Yoga: neanche il più potente degli Dei lo può fare e può averla vinta.
Perché tale persona oramai appartiene solo a Se Stessa e a Tutto e Tutti.. è tornata in SE’ STESSA.. per sempre.



Ecco perché a una caterba di domande .. io ho per voi una infinità di risposte, e tutte vere, tutte dette bene e per il ben, dall’inizio alla fine, per amicizia lo faccio, come mi ha insegnato lo stesso Vishnu in persona, in massima correttezza e senza volere nulla, solo per dare benefico conforto a chi ne sente nell’animo il bisogno.. il bisogno di emanciparsi e ritornare a essere eterno nell’eterno Sé stesso.

E lo affermo qui, anche qui, nel mondo che l’uomo mondano crede reale, illudendosi che il mondo astratto sia irreale, e convincendosi cosi e confondendosi cosi alla soglia del massimo illusorio suo Miraggio.

Cosi la penso io che non sono neanche un “io”.