Chiudi

Rispondi a: Domande, una caterva di domande..

#58625
Anonimo
Inattivo

Penso sia il caso di ridimensionare..l’idea che ti sei fatto di me o della mia esperienza. Anche soltanto per il tuo messaggio, devo tenermi google o uno scaffale di libri a braccetto. Troppi nomi e concetti a me risultano nuovi, sono di un’ignoranza pazzesca, alcune cose le avevo già cercate per tradurre i testi dei Gong, quando ancora non erano troppo diffusi scatoloni elettronici e valigette magiche.
**Respirazione e concentrazione. Lo Shotokan, o per lo meno il mio maestro di karate, pretendeva uno stile pulito, quasi inoffensivo e con le forze dosatissime nel..scoraggiare. L’attacco consisteva in mezzo secondo dove dovevi espellere il 100% delle tue forze, ricaricate e organizzate nei pochi istanti disponibili. Ecco perchè so respirare e ossigenare il sangue con praticità. Se nei miei attacchi non c’era il 100% pestava lui, e si imparava..
Durante e dopo una sofferenza in amore, mi ero fatto assumere come manovale muratore. La fatica scaricava i miei nervi, e la notte dovevo dormire invece che bere e piangermi addosso. Ho applicato le solite tecniche di respiro per togliere lei dai miei pensieri e poter cadere nel sonno.
Ma MAI avrei pensato di poter fare..voli del genere. Capisci ora con che impiastro hai a che fare?
**Colori e incontri. Io sono blu, e nella vita normale sono profondamente attratto dal blu. Tutto ciò che posso rendere blu lo trasformo. Non so se c’entri qualcosa..ma lo dico uguale.
Ampie parti del mio corpo sono argento, ma è il blue in linea di massima a trionfare.
Anche lo spazio che osservo in quella situazione è blu, con venature o spuzzate argentee che come dicevo, si..coagulano..come mercurio.
Le persone semitrasparenti sembrano..transitorie, poco rilevanti, direi “inferiori” ai blue, che a loro volto sono inferiori agli argentei. In ciò che ho intorno noto spesso filature color oro, che mi avvisano di un certo tipo di imminenti incontri. I dorati non sono ostili, ne mi respingono, semplicemente non riesco ad avere a che fare con loro. Non è come i mostricciatoli che incontro all’inizio, loro sono duri da oltrepassare o da cogliere in pieno. Posso solo prendere altre stade. Le poche parole che ricordo sono degli esseri blue o degli “autorevoli” argentei.
Mi stupisco delle mie capacità, del poter essere materia che non mi riguarda ad esempio. Eppure ho sempre la sensazione di essere..davanti alle tende rosse all’ingresso di un teatro ben più grande del mio immaginario.
A proposito di rosso… Mai visto esseri rossi, tantomeno è un colore che noto in quello “spazio”. E questo dovrebbe dirla lunga sulla bassezza del mio livello.
Sono cosciente di dover insistere con l’oro, è quel gruppetto snob a nascondere qualcosa.
**Emozioni. Non somigliano a quelle che ho di solito, trovo anch’io sia più giusto dire “stati d’animo”. So solo che sto bene, appena superati i..rospi..dei quadri di Goya.
Fanno davvero paura. Qualcosa che possa darti un’idea..prova cercare Slayer-Reign in blood, sono su quello stile, ma molto più terrificanti nelle deformità.
Eppure ho coscienza di poterli superare se non lascio che la paura rovini..l’incanto..
**Amore tantrico. Bo, lo avrò sentito al massimo in qualche film di Verdone..non ho idea su che sia. Ho migliorato abbandonando ogni forma di egoismo, concentrandomi solo sul piacere della donna, ad ogni livello.
La mia gratificazione spesso arriva semplicemente di riflesso, oppure quando lei mi travolge con la sua..volontà di pienezza e completezza dell’atto.
Ma qui è un campo dove rientrano fantasie, impulsi, e anche ciò che un tempo definivo ingenuamente..perversioni, o cose da tenere al buio. E facevo palestra, come un robotino idiota, con l’intimo bisogno di sentirmi..all’altezza.

Non ho mai avuto volontà precisa, ne una direzione. E conosci anche la banalità dei miei vecchi scopi, come ho raccontato all’inizio. So solo di dover andare avanti. O almeno, finchè la “soggezione” davanti agli esseri dorati lo permette. Non provo rancore ne dispetto, o il genere di sentimento che proverei se un cavolo di buttafuori non mi permette di entrare in un locale. Ho solo idea di dover rispettare la distanza. Dovrei insistere con loro? Sorvolarli? Farmi accettare forse? Puntare dritto all’oro?
O è il caso che io rinfoltisca la mia..letteratura..a riguardo?