Chiudi

Rispondi a: Il sacrificio di un Salvatore del mondo.

#56538
Anonimo
Inattivo

@lechateau

…Noto che “approfondisci”il concetto…

Questa visione karmica ( in realtà filosofia ) dona dignità e allo stesso tempo responsabilità all’essere umano…Mi spiego:
le religioni monoteiste hanno anche in comune un Dio che premia o castiga se non si eseguono o si seguono gli insegnamenti da Lui impartiti attraverso i suoi profeti.

Di conseguenza i fedeli pensano ed agiscono secondo determinate Leggi imposte da un’Entità Superiore,non “sentita ne percepita”,perchè non ricercata;ma in questo modo si che sono dei burattini,poichè eseguono una pseudo-volontà superiore passivamente.E a questo punto è facile cadere nell’ipocrisia.

L’esempio classico di ipocrisia religiosa è rappresentato dalla lapidazione:la Legge dice >,allora io,per non sporcarmi le mani di sangue,uso le pietre !

Oppure in Africa,dove pullula l’AIDS,viene vietato l’uso di anticoncezionali,perchè lo dice una Legge,con il risultato che ormai questa piaga è inarrestabile e continua ad espandersi.

Stesso discorso per l’aborto…( che però andrebbe compreso più a fondo… ).

Insomma,tutti questi tabù e divieti,che un tempo potevano costituire anche una forma logica di comportamento sociale,”intruppano”l’uomo,rendendolo membro di un gregge,portato al pascolo senza una sua volontà.

Ma se l’uomo apprende che egli è responsabile in prima persona dei suoi comportamenti ed errori,allora egli automaticamente diventa l’artefice della sua vita,acquistando una libertà smisurata da dovere però controllare.
Egli diventa il giudice di se stesso,egli si auto-infligge una pena;ma nello stesso modo,si responsabilizza,traendo insegnamento dai suoi errori …