Chiudi

Rispondi a: i bambini.

#55778
Anonimo
Inattivo

Pure io sono dell’idea che i bambini siano più sensibili, tuttavia non tutti. Insomma non fare di tutta la fanciullezza un fascio, ne uno stato di pura innocenza , in più nel caso dei bambini subentra anche l’altissima possibilità di suggestione. Ad esempio all’età di 9 anni mi trovavo in vacanza con i miei genitori e mio fratello(più grande di 6 anni) , i miei genitori sapendo di quando io adoravo( e adoro) il medioevo mi portarono a visitare un castello. Mentre giravo solo con mio fratello lui si inventò,credo, una storia di una battaglia, dicendomi che li erano morte molte persone e che se si ascolta bene possono ancora sentirsi il rumore di spade, ferraglia e grida, io effettivamente dei rumori del genere li sentivo(ricordo benissimo che eravamo quasi soli e non vi era nessuna fonte di rumore artificiale), tanto che più emozionato che spaventato lo dissi subito ai miei genitori, che immancabilmente fecero il cazziatone a mio fratello per avermi detto cose simili. Ora io a distanza di anni non so dirvi se ciò che ho sentito sia effettivamente qualcosa di paranormale oppure se fosse semplice suggestione.

Per quanto riguarda invece la perdita di tale sensibilità io credo che in molti dei casi sia inesorabile a prescindere dall’educazione o dallo stile di vita. E in un certo senso credo anche che sia giusto così. Numerosi esempi ci giungono da miti, leggende o dalla semplice storia, persone particolari con poteri particolari esistono in tutto il mondo da sempre ma tendenzialmente erano unici. Ve ne era 1 per villaggio oppure 1 nell’arco di molti giorni di cammino.