Chiudi

Rispondi a: Una gran fatica….

#55711
Anonimo
Inattivo

Il problema della religione è davvero un campo molto vasto. Si finisce per perdersi…
Purtroppo noi siamo condizionati dalla nostra famiglia d’origine. Se fossimo nati in un’altra zona del mondo magari avremmo creduto fermamente in religioni politeiste o chissà quali altre credenze. Il tuo distacco dalla tua “religione d’origine” per me, è una cosa molto positiva. Non xke quella cattolica non sia quella “giusta” ma xke significa che hai fatto un tuo percorso interiore e mentale che ti ha portato a rinnegare in qualche modo quello in cui credevi. Questo fa di te una persona x nulla superficiale ed è un bene se consideri che conosco tantissime (davvero tante, avendo a che fare con la chiesa pur non essendo cattolico) che credono in Dio solo xke glielo hanno detto i genitori e questo è molto triste xke (esclusi coloro che ci credono davvero), molti non si pongono assolutamente il dubbio e non ci pensano minimamente a cosa possa essere Dio.

Io stesso non credo in nessuna religione ma nonostante tutto voglio dirti che se sei fermamente convinta e credi fortemente in quello in cui credi, allora non c’è bisogno di sentirti attanagliata dal pensiero della Chiesa. Ormai la chiesa intesa come organo religioso non è altro che una sfera circondata dal pregiudizio e dalla voglia di apparire, fatta di persone che giudicano e basta.

Forse se solo preoccupata da ciò che il resto dei cattolici (famigliari, amici e conoscenti) possano pensare di te se racconti in giro di credere in qualcos’altro, ma se questo ti fa stare bene allora fregatene. Oppure fai come faccio io: quando frequento la chiesa (per varie questioni) evito il discorso. Cioè faccio finta di essere uno di loro. In cuor mio so bene che non credo in Dio però non lo do a vedere altrimenti non capirebbero. Pochissimi preti fino ad ora hanno saputo comprendere a pieno i miei dubbi.

Secondo me dai ascolto alla tua nuova religione o credenza che sia, senza pensare al resto del mondo. Anche xke se hai detto di essere profondamente convinta che ci sia la reincarnazione allora non puoi avere per niente paura dell’inferno. E’ come se io dicessi di avere una paura matta dei dinosauri. Non posso avere paura di loro se non ci sono!! Spero di essere stato chiaro!!

@luchino67 devo dire che il tuo pensiero di religione mi piace molto! Non l’avevo mai vista così… :)