Chiudi

Rispondi a: Parliamo un po’ del Karma.

#55316
Anonimo
Inattivo

@ Utha
parlare delle emanazioni non è mai facile, cercherò, ci proverò nel limite delle mie possibilità, di semplificare al massimo.

Quello che la nostra religione chiama Dio (sorvolo volutamente sulle altre) nel linguaggio spirituale si chiama Grande Luce o Energia Primigenia, dalla quale tutto si diparte e alla quale tutto torna!
Questa Grande Luce, emana una parte di Se stessa; per emanazione immagina una parte delle Grande Luce che esplode come i fuochi d’artificio (una riduzione peggiore non sono riuscito a trovarla…) dove ci saranno miliardi di miliardi di miliardi (all’infinito) di scintille piccole come granelli di polvere d’oro; ogni scintilla (o granello) è uno spirito; ogni spirito da quel momento inizia il percorso della sua evoluzione. Molti decideranno di restare Spiriti Elementali per tutta la durata dell’emanazione, occuperanno i ruoli di Guardiani della Natura, gli altri sceglieranno il percorso evolutivo che sarà così composto: Spiriti Elementali ad evoluzione lenta, Spiriti Elementali ad evoluzione veloce, Spiriti Elementari, Spiriti Evoluti (l’uomo) Superuomini ecc. ecc.
Alla fine del percorso, dove TUTTI chi prima, chi dopo arriveranno, verranno riassorbiti, trasfusi, nella Grande Luce… per essere riemanati di nuovo e ricominceranno da capo, ovviamente ad un livello spirituale molto più alto (quello raggiunto) e quindi con scenari all’altezza dell’evoluzione raggiunta.
Per forza di cose le emanazioni debbono intersecarsi.
Prendendo ad esempio quella che ci riguarda, secondo i Maestri del Cerchio Firenze’77 noi apparteniamo alla razza che ha iniziato la propria evoluzione 33.850 anni fa, e sempre secondo questi Maestri, dobbiamo ancora vivere il 3° periodo della 5ª grande età (2.450 anni) e tutta la 6ª e 7ª grande età (14.700anni) prima di giungere allo stadio di Superuomo, cioé alla fine delle incarnazioni umane di tutta la razza.
Questa emanazione è iniziata con Lemuria, è proseguita con Atlantide, poi c’è quella attuale e quella futura.
L’intersecazione delle emanazioni, dicevo, sono fondamentali per dare un continuum alle stesse, in modo da evitare che per ogni emanazione, necessitasse una nuova “creazione”, una evoluzione, una distruzione totale e di nuovo una “creazione” e così via all’infinito!

Non so, se e quanto, sia risultato chiaro nello stringere troppo l’argomento, ma in ogni caso, se avrai domande (e ne avrai…), non farti scrupoli, io rispondo sempre volentieri… sempre nel mio piccolo!

Per il discorso della prano, se non ti dispiace, te lo continuo domani, ho avuto una giornata piena e mi sento un po’ stanco.

Roberto :biggrin: