Chiudi

Rispondi a: Parliamo un po’ del Karma.

#55273
Anonimo
Inattivo

Ciao Utha,
fai bene ad aspettare l’input prima di rispondere, vedi che poi le domende escono molto interessanti, per te e quanti dovessere leggere. Allora, tu chiedi:

Quote:
1) ….che il Karma nasce dopo che lo spirito ha acquisito la coscienza, e quindi, quando ha raggiunto il livello evolutivo di “Spirito evoluto”, e cioé l’uomo…
…a questo punto mi vengono due curiosità: a) prima che lo spirito acquisisca coscienza cosa siamo? Detto in altri termini esiste un “uomo Spirito non ancora evoluto”?

Certamente! Escludendo per ovvii motivi quegli spiriti che scelgono di restare “Spiriti Elementali” e cioè “Guardiani della Natura” per tutta la durata dell’emanazione che li riguarda, Il primo passo dell’evoluzione dello Spirito appena emanato è quello in cui inizia il percorso di “Spirito Elementale ad evoluzione lenta”, quello successivo riguarda il passaggio a “Spirito Elementale ad evoluzione veloce”, a seguire “Spirito Elementare”, ed infine “Spirito Elvoluto”…

Quote:
b) immagino che per acquisizione di coscienza si intenda il percepire in modo chiaro qual è il nostro specifico compito evolutivo (???)

Acquisizione delle coscienza significa essere giunti al livello evolutivo di “Spirito Evoluto”. Infatti, ciò che distingue l’uomo (Spirito Evoluto) dall’animale (Spirito Elementare), è la coscienza di esistere!

Quote:
2) Alla domanda tre avrei risposto che, tenendo conto anche della “Legge di Causa ed Effetto”, quando fossero terminati gli effetti appunto, delle cause precedentemente mosse, e quando, incarnazione dopo incarnazione, esperienza dopo esperienza, lo spirito si fosse finalmente mondato dal Karma negativo, avviene mano a mano l’estinzione del bagaglio karmico…
Quote:
….a questo punto si apre una foiba di curiosità Very Happy ma mi limito per brevità:
a) prima terminano gli effetti prodotti dalle precedenti azioni e poi inizia l’estinzione graduale del bagaglio karmico?

No, camminano di pari passo, mano a mano che si subiscano gli “effetti”, si estingue la parte di Karma interessata.
Guarda Utha, non limitarti alla brevità, esponi tutte le domande che vuoi, magari fai un favore a quanti vorrebbero farle ma non le fanno…

Quote:
Che differenza c’è tra la “fine degli effetti precedentemente mossi” e l’estinzione del bagaglio karmico?

Non c’è differenza, se così la vogliamo chiamare, l’estinzione degli “effetti” determina l’assottigliamento del bagaglio karmico fino alla sua graduale estinzione…

Quote:
Un ultima curiosità :
quando con Jack parlavi di aura mi hai fatto venire in mente l’effetto kirlian. E’ una bufala o realmente fotografa la corona dell’aura con tutti i sui strati?

Riguardo la scoperta dei coniugi Semyon e Valentina Kirlian, si tenne nel 1972 a Genova un congresso internazionale di parapsicologia, cui presero parte esperti del mondo intero, il tema era l’effetto Kirlian, l’effetto che rendeva visibile una luminosa e coloratissima aura intorno a tutti gli esseri viventi, comprese piante e animali.
Per rispondere alla tua tua domanda, sì è reale, fotografa l’aura con milioni di strati. Ma ti dirò di più: i suddetti coniugi, hanno fatto un esperimento sulle dita di un pranoterapeuta (io sono pranoterapeuta ndr), e hanno scoperto che quando il guaritore pone le mani sull’ammalato, le sue dita “perdono” la corona luminosa, che invece si accentua sul malato… a dimostrazione dell’esistenza dell’aura e della sua importanza vitale, della quale, a tutt’oggi i nostri esimi scienziati ancora non c’hanno capito ‘na mazza (come si suol dire…) :-)

Grazie per le tue domande :biggrin: