Chiudi

Rispondi a: Sugli effetti dell’aborto.

#54424
Anonimo
Inattivo

@Alceste
grazie per il benvenuto, non è mai tardi per un gesto di cortesia.
Pienamente d’accordo con te sul fatto che alcuni termini potrebbero risultare di difficile comprensione ad alcuni utenti, però ritengo sia il caso di usare i termini appropriati, che, anche se (di difficile?) comprensione all’inizio, alla lunga però porterebbe ad evitare di usare termini a sproposito o quantomeno inadatti o peggio, fuorvianti. Sarebbe come dire che non parlo l’italiano corretto perché alcuni utenti potrebbero non capirlo… io intanto parlo l’italiano corretto, quando anche gli altri avranno imparato a farlo, sicuramente ci capiremo tutti meglio, oppure no?

Scusami, ma usare i termini correti in un ambiente come quello del percorso dello spirito è fondamentale! Se non altro si eviterebbe molta confusione che invece al momento è ben radicata. Ad esempio, vedo che tu usi molti nomi per l’anima, alcuni dei quali suonano vagamente di provenienza Veda, come pure lo spirito o monade…

Voglio dirti una cosa: io non amo riempirmi la bocca di paroloni, per cui ignoro completamente certi testi che si trovano sugli scaffali delle librerie, che come tu ben saprai, sono abbondantemente filtrati, tagliati ed aggiustati ad arte dalle varie censure. Quello che fa parte in pianta stabile della mia conoscenza, l’ho ottenuto per esperienze dirette durante le mie riunioni medianiche (l’ultima delle quali si è conclusa meno di un’ora fa). Le entità che intervengono nelle nostre riunioni, usano un linguaggio universale, che sarebbe quello comprensibile da tutti, anche dalle persone meno colte, e generalmente usano un solo nome (ma appropriato) per ogni cosa, proprio per evitare la confusione che si verrebbe a creare usando diversi nomi per indicare la stessa cosa… spero di trovarti d’accordo su questo.

Non sono molto d’accordo invece, sul ripensamento, sull'”adombramento” e sulla formazione e percorso dello spirito.
Se vuoi possiamo parlarne.

A presto