Chiudi

Rispondi a: Oggetto maledetto.

#50545
Anonimo
Inattivo

La scritta era fatta con la biro sulla targa color oro che sta di fronte al tapiro…
Ragazzi da quando ho avuto in casa questo omaggio dell’amata cugina me ne sono successe di tutti i colori,a me e alla mia famiglia,andando indietro nel tempo mi ricordo una delle prime disgrazie successe dopo il giorno della visita della cugina:Ero a Cremona,località Torre De Picenardi era il 18 di marzo,un sabato e stavo gettando dei muretti con 6 miei operai ed in quel momento tenevo appoggiata alla spalla la pompa che serve per riempire il muro di calcestruzzo,si tratta di un braccio metallico pieno appunto di calcestruzzo cha ha una lunghezza di 40 metri ed un peso di 7000 kg.Ad un certo punto sento un botto e mi ritrovo con la schiena contro al muro parallelo a quello che stavo gettando,ad una distanza di circa sette metri,i miei operai e il mio socio che piangevano ed io non capivo il perchè,faccio per muovere le gambe ma niente non rispondono,allora avendo questo braccio metallico quasi appoggiato sopra di me provo a toccare le gambe,rimasi terrificato quando sentiicon la mano il femore che usciva al posto del ginocchio e vidi la parte inferiore della mia gamba sinistra che spuntava da sotto alla mia spalla…
Mi salvò un operatore dell’ambulanza che mi sollevò e mise la gamba in trazione evitando che l’arteria esplodesse,rendando necessaria l’amputazione.Successivamente fatti gli accertamenti l’assicurazione del proprietario della macchina mi disse che c’è una probabilità su due milioni che accada una cosa del genere,cioè che si rompa un braccio di questo tipo e faccia l’effetto frusta….

Può essere successo per caso…non saprei.