Chiudi

Rispondi a: Creazione Gruppo G.I.E.P Milano.

#39672
Anonimo
Inattivo

R.to ha scritto:

Quote:
Ghost… ho iniziato un po’ con le scartoffie… C’è qualcuno qui ferrato in legge????

Ho fatto un abbozzo di due liberatorie:

Liberatoria per le indagini

Liberatoria per la pubblicazione dei dati

Ditemi se vanno bene o vanno aggiunte delle cose…

Ciao! Iostudio scienze politiche, ma ho dato vari esami di diritto.

La normativa di riferimento sulla privacy ed il trattamento dei dati è il d.lgs 196/03. E’ un decreto abbastanza lungo ma non complesso, si può leggere facilmente. Per l’attività del giep è di fondamentale importanza rispettare l’articolo 13.1 della legge riguardante l’informativa, cioè i dati che è OBBLIGATORIO comunicare per ottenere la delibera da parte dell’interessato (in questo caso il ,proprietario)

ART:13

1. L’interessato o la persona presso la quale sono raccolti i dati personali sono previamente informati oralmente o per iscritto circa:

a) le finalita’ e le modalita’ del trattamento cui sono destinati i dati;

b) la natura obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati;

c) le conseguenze di un eventuale rifiuto di rispondere;

d) i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita’ di responsabili o incaricati, e l’ambito di diffusione dei dati medesimi;

e) i diritti di cui all’articolo 7;

f) gli estremi identificativi del titolare e, se designati, del rappresentante nel territorio dello Stato ai sensi dell’articolo 5 e del responsabile. Quando il titolare ha designato piu’ responsabili e’ indicato almeno uno di essi, indicando il sito della rete di comunicazione o le modalita’ attraverso le quali e’ conoscibile in modo agevole l’elenco aggiornato dei responsabili. Quando e’ stato designato un responsabile per il riscontro all’interessato in caso di esercizio dei diritti di cui all’articolo 7, e’ indicato tale responsabile. (nota mia: non è questo il caso, gli altri punti sono fonadamentali).

I diritti che NON POSSONO essere negati sono quelli di cui all’art.7, che riporto

1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:
a) dell’origine dei dati personali;

b) delle finalita’ e modalita’ del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita’ di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L’interessato ha diritto di ottenere:

a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e’ necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche’ pertinenti allo scopo della raccolta;

b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Scusate la disquisizione forse un pò troppo “dotta”, ma per chi si avventura in un territorio come questo ritengo sia doveroso avere un’ottima conoscenza e gli art. andrebbero letti per intero, onde evitare spiacevoli sorprese.

Le richieste di liberatoria ,mi sembrano conformi a ciò, ma siccome l’interessato deve conoscere PER LEGGE i suoi diritti, bisogna agiungere alla fine del paragrafo “l’interessato autorizza………….” la dicitura “ai sensi del d.lgs 196/03”.

Spero di essere stato di un qualche aiuto, ma tenete conto che non è esattamente il mio settore, per cui per sicurezza sarebbe opportuno consultare un avvocato o almeno uno studente di giurisprudenza se ne conoscete (ripeto sempre onde evitare azioni legali).

Vogliate scusare la prolissità e buon lavoro al giep! Se avete domande in merito e so rispondere contate sul mio aiuto. Consiglio comunque la lettura integrale del testo. Un saluto a tutti!