Chiudi

Rispondi a: Satanismo: parola all’antropologo….

#30546
Anonimo
Inattivo

secondo me non è detto che vadano a bracetto ma nemmeno che si escludano a vicenda, come tutte le cose coperte da “segreti” più o meno ufficiali o ufficiosi viaggia su diverse teorie, se vuoi sapere la mia personale opinione, (nel ramo politico di cui sono una appassionata ma non pratico) ci sono molte lobby che se anche usassero il satanismo non lo fanno (penso) per un vero credo ma proprio per una più agevolata manipolazione delle persone che sono portate così più facilmente a commettere atti riprorevoli.
Il perchè è molto psicologico…
con rituali soprattutto sessuali, obbligatori per i nuovi adepti, (masturbazione in pubblico, orge, umiliazioni fisiche e psicologiche) viene schiacciata l’autostima di persone deboli, e sono soprattutto persone deboli che cadono in certe forme di aggregazione degenerata, questi poi sono avviliti fino al punto di covare una forma di rabbia e autodistruttività che può facilmente essere diretta contro gli altri, questo soprattutto perchè la persona umiliata e debole tende a cercare disperatamente e nuovamente la sua autostima, che gli verrà ridata sotto forma di ricatto psicologico al compimento di ciò che è utile alla setta, ciò che cerco di spiegare è che si prende un uomo adulto e lo sì riporta tramite umiliazioni a livello psicologico infantile e dipendente questo sarà soggiogata in tal modo da cercare l’approvazione di quello che per la sua psiche rappresenterà l’adulto…
lo sò è terribile solo a pensarlo!