Chiudi

Rispondi a: Defunti e sogni….

#30317
Anonimo
Inattivo

Yuri la stessa cosa succede anche a me.
Durante il giorno lo stress quotidiano, la vita di tutti i giorni, i mass media, la tecnologia. il fare, fare fare.. ci allontana dalla vita spirituale, e per questo veniamo allontanati dai nostri cari defunti.
Penso anche che è il nostro cervello che non elaborando piu’ nulla del giorno mentre si dorme, si adopera a tirare fuori l’inconscio e tutte quelle cose che vengono ad essere nei sogni.
SCIENZA e RAZIONALITA’ alla mano quindi, “bisognerebbe” fare riferimento a FREUD di cui incollo lo spezzone tratto dal web che spiega bene la loro formazione:
-Condensazione: È il collegamento tra elementi che nella veglia sarebbero scollegati. Quindi ogni elemento manifesto del sogno rappresenta o può rappresentare una quantità di elementi latenti.
-Spostamento: È l’attribuzione di un carattere di un elemento ad un altro elemento.
-Drammatizzazione: I contenuti latenti del sogno sono rappresentati nel sogno manifesto tramite azioni o situazioni.
-Simbolizzazione: È un elemento accettabile alla coscienza che nasconde un contenuto inaccettabile. Freud stabilì un certo numero di simboli che considerava universali, ma ha sempre ritenuto che per dare significato al simbolo usato da una persona fosse indispensabile conoscerla bene.
-Rappresentazione per l’opposto Il contenuto manifesto è l’opposto del contenuto latente: Ossia ciò che ricordiamo di un sogno è l’opposto di quello che in realtà è il nostro desiderio, consistente appunto nel contenuto latente.
Concludo dicendo che secondo me, non bastano assolutamente le teorie Freudiane a spiegare a pieno i nostri sogni con i defunti cari…
:ok: