IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3

ARGOMENTO: La vicina di casa, iettatrice inconsapevole?

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #21

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2166
  • Ringraziamenti ricevuti 381
  • Karma: 16
MrKrueger ha scritto:
Ma appunto perché ci troviamo nel forum di Paranormale, se non discutiamo qui di questi fenomeni, dove possiamo farlo? Se bisogna tacere perché di base si dà per scontato che non esiste nulla, e che sono tutte solo suggestioni e superstizioni, come facciamo a continuare un qualsiasi ragionamento? Ecco, in questo caso vado un po' nel pallone.
Ciao MrKrueger, mi inserisco nella discussione dopo aver letto quanto ho quotato e premetto il solito discorso già venuto fuori in altre discussioni: essere in un forum di paranormale non vuol dire che si deve per forza appoggiare la paranormalità di un presunto fenomeno.
Diciamo che se si vuole arrivare a qualcosa di concreto che abbia valore oggettivo e replicabile, il metodo scientifico (nullius in verba) è la soluzione migliore. Attenzione, nessuno ha mai detto di tacere. Per studiare certi fenomeni sono necessarie le testimonianze. Ma concentrarsi solo esclusivamente sulla soggettività porta a interminabili discussioni in cui non si arriva a nulla di replicabile e riscontrabile. Dunque non vedo perché ci si debba sentire a disagio a ragionare anche con chi è più legato al metodo scientifico. Personalmente quando mi addentro troppo nelle ipotesi scientifiche e pseudo l’unica cosa che mi manda un po’ in confusione è la mancanza di specializzazione in un determinato campo. Per esempio, se si parla di parapsicologia e penso alla potenzialità del cervello umano, il blocco arriva perché non ho una laurea in neurologia.
Riguardo il caso in questione, capisco sia chi sostiene l'impossibilità di stabilire oggettivamente che la signora abbia capacità, sia chi pensa che le abbia per certo. Uno si basa sul principio nullius in verba del metodo scientifico, l’altro su ciò che ha vissuto personalmente. Per quanto le visioni possano sembrare opposte, penso che in entrambi i casi ci sia curiosità e voglia di capire :wink:
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : ParanormalStudio Emiliano, Gingia

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #22

  • Gingia
  • Avatar di Gingia
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 90
  • Ringraziamenti ricevuti 4
  • Karma: 0
Mi trovo ad appoggiare il tuo pensiero
Anche io inizialmente entrai su questo forum per raccontare alcune esperienze vissute e altre raccontate. Purtroppo senza prove tangibili visto che ero piccola e non c'era, come oggi, la facilità di ripresa e documentazione varia.
Quando iniziai a scrivere c'erano utenti, che erano un pò saccenti nel dire le cose e mi sentivo derisa e presa in giro. Ho iniziato ad allontanarmi e non leggere più neanche le risposte. Un fatto è dire..."potrebbe esserci un riscontro scientifico su questo avvenimento" ecc E magari ti aprono altri orizzonti non presi in considerazione precedentemente. Un fatto è sentirsi dire, "è tutto inventato, scrivi in modo romanzato. Sembra la sceneggiatura di un film"
ora non ricordo di preciso, ma anche di altre risposte ad altri utenti che si sentivano come mi sentivo io. Ora leggo commenti di persone che hanno altre opinioni ma che le espongono in modo educato per confrontarsi, magari per farci ragionare ma non per forza dobbiamo necessariamente cambiare idea. Io credo nel paranormale. Credo troppo, ma grazie a questo forum mi sono ricreduta gia su tante cose, ma solo cose su cui avevo dubbi, incertezze perche quando sono sicura di quello che dico non mi schioda nessuno. Quindi apprezza questi commenti ma se ne sei convinto rimani fermo delle tue idee, anzi aggiornaci su nuove malefatte della tua vicina e magari mi spieghi come ti difendi, davvero mi hai incuriosita e magari imparo a difendermi anche io
Lo scetticismo è la fede delle menti ondeggianti (Emi Cioran)
Ultima modifica: 3 Mesi 1 Settimana fa da Gingia. Motivo: Errori ortografici
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #23

  • obmurt
  • Avatar di obmurt
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 125
  • Ringraziamenti ricevuti 14
  • Karma: -5
Io sono di solito scettico su quasi tutto ciò che riguarda la superstizione.
Ebbene, nel caso dei portasfiga, non metterei la mano sul fuoco.
Non proprio perché ci creda, ma da alcune cose che mi sono capitate (quasi subito), dopo aver fatto girare le balle ad alcune persone reputate menagrame, mi guardo bene, nel presente ed in futuro , di interagire con loro.
A meno che non sia costretto e sempre nella maniera più umile e pacata possibile.
Se qualcosa esiste, credo possa esser dovuta ad una specie di invidia o antipatia del momento. Poi, magari sono davvero coincidenze, ma alcune le ho trovate davvero sorprendenti.
Chi lo sa? io resto, su questo argomento, un po dubbioso .

Ps. Non credo ad alieni, fantasmi e tante altre amenità. Ma certe persone, le trovo abbastanza sinistre......

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #24

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1737
  • Ringraziamenti ricevuti 486
  • Karma: 30
Ciao a tutti,

mi rifaccio all'avvertimento di Dany, circa il rischio di isolare ingiustamente delle persone solo perchè "si dice che" portino jella. Ne abbiamo avuti esempi anche nel mondo dello spettacolo, come Mia Martini, Marco Masini, poveracci... Entrambi hanno subito enormi danni da queste voci messe in circolo da chissà chi e poi divenuti dei "dati di fatto".
Non ci sarebbe da stupirsi se nel caso di Mia Martini, questa etichetta della porta sfiga l'abbia addirittura portata al suicidio. Non direttamente, ovviamente, ma in una persona vulnerabile tutto può contribuire.
Quindi attenzione ad appiccicare qualunque etichetta senza conoscere la realtà, soprattutto quel tipo di etichette che fanno leva sulla superstizione, e che quindi spaventano oltremodo e precludono anche il ragionamento. Un po' come dire che non ci credo molto che aprire l'ombrello possa portare sfortuna, ma per esser più tranquillo non lo faccio, così mi evito i problemi. Quanti si comportano così? Tanti.

In secondo luogo, circa il fatto che la scienza non sia "ancora riuscita a spiegare certi fenomeni". L'enunciato stesso, in questo caso, risulta fallace. Non è che la scienza fallisca nella spiegazione. In prima istanza bisognerebbe dimostrare l'esistenza del fenomeno stesso, e poi pensare a cercarne una spiegazione.
Allora bisognerebbe condurre un qualche tipo di ricerca ed esperimento sul tizio in questione, lo "jettatore" o il porta sfiga, e valutare se statisticamente le maledizioni da lui lanciate, o la sua semplice presenza, producano davvero risultati che si discostano significativamente da ciò che la pura casualità può prevedere (esistono delle formule matematiche in tal senso).
Questo perché, non dimentichiamolo, la gente tende a sopravvalutare la coincidenza e a sottovalutare la non coincidenza, proprio perché la prima è più clamorosa. Quindi nel riportare fatti e circostanze, si tende a dimenticare ciò che non avvalora la tesi del porta sfiga e si ricorda benissimo ciò che l'avvalora. Questo non è un modo corretto di raccogliere i dati.

Una volta che si è creato il pregiudizio, il fenomeno si alimenta da sè, perché alla gente non importa indagare, capire, sperimentare. Alla gente importa stare fuori dai guai, e se questo vuol dire evitare un soggetto che è stato etichettato come porta sfiga, allora così sia, non si sa mai che capiti qualcosa.

Con tutto ciò non sto affermando che sicuramente la jella è un fenomeno inesistente. Sto dicendo che per poterlo dire con certezza bisognerebbe fare delle sperimentazioni obiettive. Il resoconto dei vicini di casa non è attendibile per una serie di ragioni. Può essere un indizio, ma non è conclusivo.
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : ParanormalStudio Emiliano

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #25

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 209
  • Ringraziamenti ricevuti 53
  • Karma: 0
No ragazzi, non ci siamo. Qua non si tratta di dicerie, di voci di corridoio, e neanche come dice Valle del resoconto, dei pettegolezzi, dei vicini di casa. Se io ho la certezza di quanto ho riportato su questa persona, torno a ripetere che è perché l'ho sperimentato sulla mia pelle. Non una volta, ma diverse volte. Quando ho capito che avevo a che fare con una persona...diciamo particolare, allora ho iniziato a cercare a modo mio altre "prove" e ne ho trovate a decine. Alcune decine di persone molte delle quali non si conoscono tra di loro e che quindi non hanno potuto condizionarsi l'un l'altro, che a loro volta hanno avuto disavventure anche gravi, subito in seguito all'aver avuto a che fare con questa persona. Questa persona, che a sua volta, ha avuto da ridire sulle persone "colpite" giusto qualche ora, o al massimo qualche giorno, prima che si verificassero gli eventi negativi. Tanto che la sua stessa famiglia la tiene lontana il più possibile. E ripeto ancora, la simpatica vicina è lei stessa, per prima, a ribadire ogni volta che quando lei vuole, le basta aprire bocca per non far avere più bene a una determinata persona. Solo che secondo lei, questo accade perché lei è sempre nel giusto ed è "Dio" a fare giustizia.
Riporto un altro episodio dello scorso anno: Si trovava in casa mia, discuteva con mia madre di cose futili. Si affaccia un attimo alla finestra, e di fronte a noi, nel condominio di fronte, abita una donna anziana, sopra gli 80 anni, che vive sola. Ma si tratta di quelle persone sempre attive ed indipendenti. Lei la osserva per qualche secondo mentre la donna fa le pulizie, e poi spara: "guarda là, quella c'ha 80 anni e guarda come sale e scende dalla scala per pulire casa, e fa questo tutti i giorni, vorrei arrivarci anche io a 80 anni cosi in salute e attiva, che caspita ma come fa a stare sempre cosi in forma?".
tre giorni dopo, ripeto tre, andando alla finestra noto questa signora seduta dietro la finestra, con una gamba completamente ingessata!
Ed è rimasta in quelle condizioni per almeno un mese.
Io avevo già le mie certezze sulla vicina, quindi appena la rivedo le dico: Avete visto, la vecchietta di fronte della quale parlavate pochi giorni fa, ha una gamba ingessata. Lei ride e risponde: "e vabbè, una volta tanto qualcosa di soldi in medicine dovrà spenderli anche lei".
Ripeto, di eventi simili nel corso di questi quasi 20 anni che la conosco, ve ne potrei raccontare a decine e decine. Come si può parlare quindi di casualità, coincidenze?
Infine, per rispondere all'utente Nyma: Ciao a te. No, in un forum sul Paranormale non bisogna sempre appoggiare tutto, ma neanche si può ad ogni esperienza personale riportata rispondere con un: sono tutte suggestioni, casualità, superstizioni, e ancora "non bisogna parlarne cose se fossero cose vere". Altrimenti non ci può essere alcun margine di ragionamento e il forum perde qualsiasi utilità in questo senso.
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
Ultima modifica: 3 Mesi 1 Settimana fa da ParanormalStudio Emiliano. Motivo: NO CAPS! leggere regolamento
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #26

  • ParanormalStudio Emiliano
  • Avatar di ParanormalStudio Emiliano
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2089
  • Ringraziamenti ricevuti 468
  • Karma: 20
MrKrueger ha scritto:
No, in un forum sul Paranormale non bisogna sempre appoggiare tutto, ma neanche si può ad ogni esperienza personale riportata rispondere con un: sono tutte suggestioni, casualità, superstizioni, ... e il forum perde qualsiasi utilità in questo senso.

Al contrario. Se i presunti eventi paranormali più diffusi e comuni che vengono riportati si possono ricondurre tutti a una ipotesi normale, è giusto dirlo. Anzi, forse è proprio per questo che sono così comuni e diffusi: perché non c'è nulla di paranormale dietro di essi. Se 10 persone segnalano un sintomo conforme ad un'illusione ipnagogica, è giusto dire a tutti e 10 che probabilmente si tratta di quello. E questo dovrebbe far riflettere proprio quelle persone sul fatto che forse non hanno vissuto nulla di "particolare", ma l'hanno solo interpretato come tale.

Il forum perde utilità se ci scordiamo l'ipotesi normale, perché quando si va ad analizzare qualcosa e per scelta si sceglie di guardare solo da una parte... allora quella si che è un'analisi inutile. Perché chi risponde riconducendo il fatto ad un caso di ipnagogica, suggestioni, pareidolie dovrebbe essere visto come un soggetto che sta banalizzando l'evento, mentre chi riconduce il fatto ad un caso di spiriti, premonizioni, iettature e poteri mentali dovrebbe esser visto diversamente? Entrambi stanno dando la loro valutazione ed entrambi la dicono con la propria certezza basata sulle proprie esperienze. Da così tanto fastidio sapere che c'è quasi sempre un'ipotesi del tutto normale dietro a fatti particolari? Forse sì, tutto perde fascino così... ma è l'unico modo per dare anche al paranormale la sua dignità.

E mi spiace che puntualmente si ricade in discussioni come queste. Vorrei non vederle più, davvero (se non nel topic apposito che era stato aperto). Chi pensa che viviamo in un mondo di allucinazioni è autorizzato a dirlo ad ogni persona che scrive qui dentro come chi crede che siamo immersi in piani spiritici differenti può rispondere che c'è qualcuno che tenta di comunicare ad ognuno dei medesimi post. Perché tutte le volte tirar fuori questo discorso? Sarà la persona che pone il quesito a pescare dal mazzo poi quello che più l'aggrada, giusto o sbagliato che sia. Impariamo dire la nostra e confrontarci se qualcosa non ci torna sì, ma anche a non giudicare le risposte degli altri utenti. Probabilmente io sono uno di quelli che risponde sempre pescando tra le suggestioni, le casualità, le superstizioni, ma ti assicuro che dal canto mio anche io potrei dire "certo che Tizio rispose sempre pescando tra i poteri mentali, i poteri della spiritualità, i fantasmi, ecc..." eppure certe osservazioni non le faccio. Mi limito a dire la mia. Facciamo tutti così magari e limitiamoci a discutere su cosa non ci quadra dell'ipotesi altrui, non sulle intenzioni.

Sperando di non dover ricadere più in discorsi come questi...
Paranormal Studio è un progetto Hunters 12.

Il nostro sito:www.hunters12.com/paranormal
Ultima modifica: 3 Mesi 1 Settimana fa da ParanormalStudio Emiliano.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #27

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1737
  • Ringraziamenti ricevuti 486
  • Karma: 30
Mr.Krueger,

io non ero lì con te quando la vicina jettatrice ha parlato dell'anziana signora che vive di fronte a voi, ma per come l'ho letta, non ci ho visto malignità. Certo, bisognerebbe aver visto l'espressione del volto e sentito il tono di voice, ma io l'ho immaginata come:

caspita, a ottant'anni, questa signora è davvero in gamba (appunto, la gamba... :hahahaha: ) ad essere così attiva, salire e scendere sulla scala, ecc... vorrei arrivarci anch'io così. Anzi, non lo sto immaginando perché è proprio ciò che hai scritto, parola più, parola meno. Vedendo l'anziana signora, è più o meno ciò che avrei espresso anch'io, ma mi sembra un complimento, una sana ammirazione, non un'invidia malevola. Anche perché, credo, l'anziana signora non aveva commesso nessun torto verso la vicina jettatrice e non era colpevole di nulla se non di essere mediamente più in forma (ma non della jettatrice, in quanto più giovane) della gente della sua età. E forse di risparmiare qualche soldino, visto che gli anziani vivono in maniera semplice, in genere.

Dopo che la vecchietta si è rotta la gamba, il commento "dovrà pur spendere dei soldi in medicine" è forse un po' infelice, ma ci sta anche questa come battuta, sempre se non detta con tono maligno.

Naturalmente io sto dando solo la mia interpretazione delle cose dette perché sono più o meno le stesse cose che avrei pensato anch'io, a parte la storia dello spendere in medicine.
Resta il fatto che io posso crederti Mr.Krueger, nel senso che posso credere che tu sia sincero nell'aver raccolto in vent'anni tutte queste stranezze sulla vicina. Mi rimane il dubbio che in tante altre circostanze la jettatrice abbia detto qualcosa e non sia successo niente di male. Oppure addirittura abbia parlato e sia successo invece qualcosa di buono a qualcuno, ma nessuno ha registrato questi episodi.
Infatti se la vicina di casa si rompe una gamba, tutti ne parlano, se invece riceve una bellissima notizia, o è particolarmente felice, nessuno se ne accorge. Capite il discorso statistico?
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #28

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2166
  • Ringraziamenti ricevuti 381
  • Karma: 16
MrKrueger ha scritto:
Ripeto, di eventi simili nel corso di questi quasi 20 anni che la conosco, ve ne potrei raccontare a decine e decine. Come si può parlare quindi di casualità, coincidenze.
Beh, in realtà si può, perché non c’è un modo certo di stabilire che i fatti sarebbero accaduti comunque, anche se la signora non avesse detto niente.
Ci sono più possibilità e tutte hanno motivo di essere prese in considerazione:
* Caso/coincidenza, e che si basa sul metodo scientifico.
* Possibilità che la signora faccia da catalizzatore a qualcosa.

Opinione personale: più che reputarla una iettatrice (povera), a me verrebbe da pensare che forse inconsciamente preveda eventi a breve durata. Bisognerebbe fare delle prove, le quali richiederebbero il mettere a conoscenza la signora riguardo i propri sospetti in modo pacato. Allora ogni volta che le viene in mente di dire qualcosa, le si potrebbe invece consigliare di scriverlo in un diario, e dopo un certo periodo verificare quante delle cose che effettivamente ha pensato sono accadute.
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
Ultima modifica: 3 Mesi 1 Settimana fa da Nyma.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #29

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 209
  • Ringraziamenti ricevuti 53
  • Karma: 0
@Nyma. Ti ringrazio per le tue parole. Sei praticamente L'UNICA, insieme credo a Gemini, che ha colto l'intento del mio topic. Che non è semplicemente bollare la vicina come iettatrice. Ma porre appunto l'attenzione sul perché di questa sua particolarità. Che siano fenomeni di chiaroveggenza, piuttosto che avere il "potere" di far accadere quello che pensa? Ecco, il topic come ho già detto è nato in modo quasi ironico, ed è su quanto appena detto che avevo voglia di discutere e sentire opinioni. Ma se appena si nominano questi fenomeni subito arriva qualcuno a dire: no, tutte queste cose non esistono e non bisogna parlarne come se esistessero, allora cosa resta da fare?
@Emiliano: Non si cerca a tutti i costi la spiegazione paranormale. Faccio un esempio: Mettiamo caso che io abbia 20 anni di esperienza nel campo del paranormale, e sono giunto ad essere sicuro e certo dell'esistenza dei "fantasmi", e mi ritrovo qui a postare qualche esperienza e a chiedere qualche opinione, è chiaro che io non voglio imporre le mie certezze a nessuno, ma allo stesso modo non è corretto che qualcun altro arrivi a dire "no, di queste cose non dobbiamo neanche parlarne, perché non esistono i fantasmi, sono solo credenze, suggestioni e superstizioni". Perché altrimenti, come detto, non si crea più modo di dialogare e di confrontarsi. Non c'è margine proprio di riflessione. Io, ripeto, non impongo le mie certezze a nessuno, però si presume che su un forum dedicato, si debba dialogare e scambiarsi opinioni e pareri, cercare un confronto reciproco, invece se si bolla tutto con "non esiste nulla, sono solo suggestioni", come può proseguire il dialogo?
Paradossalmente, visto che in questi giorni state postando il montaggio della vostra ultima ricerca, è come se io dicessi: non postate nulla, non c'è nulla da analizzare e sul quale discutere, tanto non esiste nulla e voi perdete solo tempo con le vostre ricerche. Non credo che sia in generale un atteggiamento sano e costruttivo, anzi. :birra:
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #30

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2166
  • Ringraziamenti ricevuti 381
  • Karma: 16
MrKrueger, penso tu abbia frainteso l’opinione di qualcuno tra i più scettici. Qui nessuno ha mai detto “non vale la pena di parlare di queste cose perché non esistono”, ok? Un simile approccio in un forum di discussione non è concepibile e io, Emiliano o Enzo saremo intervenuti. Forse hai colto questo senso nelle parole dell’amica Dany, ma credo che lei volesse darti solo un consiglio esprimendosi con la stessa sicurezza che tu hai nell'affermare che non si può parlare di caso e coincidenza perché sono cose che hai sperimento di persona per 20 anni. Queste due visioni opposte hanno una base di certezza comune e fino a prova contraria nessuna delle due esclude l’altra.
Spero che il fraintendimento ora sia chiarito e che la discussione possa continuare con serenità :wink:
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
Ultima modifica: 3 Mesi 1 Settimana fa da Nyma.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : ParanormalStudio Emiliano

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #31

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 513
  • Ringraziamenti ricevuti 104
  • Karma: 0
Ciao.
Vorrei mi fosse consentito di ritornare sull'argomento, non per pura polemica fine a sè stessa, ma esclusivamente per esporre, per la prima nonchè ultima volta, il mio pensiero a riguardo il metodo democratico di assentire o meno sugli argomenti qui trattati. Relazionando tramite una fredda tastiera non si può cogliere pienamente l'animo di chi scrive. Dico quindi da subito, che sono oltremodo pacato. Questo per non dare adito a dubbi. L'onestà intellettuale pretende però, specialmente su queste tematiche, oltre ad una apertura mentale consona a temi così difficili e di frontiera, anche la giusta misura di approccio, di non invalidare in mezzo rigo, eventuali studi comparati e, ancor più di prima mano. Non è offensivo, ma alquanto leggero, dare giudizi definitivi come--"non è vero niente-sono tutte palle- il malocchio non esiste -non esistono le fatture -nessuno ha poteri di sorta" -- Ecc ecc.

Giudizi che negano, possono in certi casi essere pure condivisibili se avessero una postilla soggettiva iniziale :"non è vero niente, almeno per me, per come la penso, pur non avendo esperienze dirette". Il dubbio è fecondo, ma non deve mai essere tassativo, quasi imposto, perchè, ripeto, una censura simile tende a disgregare sia il lavoro di ricerca e in più la credibilità di chi si espone, mettendoci la faccia in prima persona che viene così irriso, dandogli praticamente del bugiardo. Ora, al di là della mitomania, ogni utente che spera in un consiglio, deve essere tutelato, sia dalla facile ed illusoria spiegazione parapsicologica, ma pure dai dinieghi costanti di chi, magari, non conosce a fondo l'argomento di cui si parla.

Non sono offeso più di tanto, però tengo a ribadire che chi fa ricerca fin dalla fonte su questi argomenti, o chi come me è stato membro di un ex gruppo molto addentro a queste tematiche per più di 20 anni, dall'ufologia fino allo spiritismo e alla medianità, si senta toccato ingiustamente da chi lo giudica senza conoscerlo, di chi probabilmente non ha mai partecipato ad una seduta medianica di gruppo. Consentitemi di dire che ci vuole (quasi) temerarietà a raccontare fatti incredibili successi in prima persona, mi sono ripromesso di non farlo proprio per questo, come del resto non ho esplicitamente detto di essere master Reiki (si scrive così e non Raiki come ha scritto recentemente un utente), di avere fatto per anni esperimenti (in buona parte riusciti) di mandare energia a distanza a chi era sofferente di una qualche patologia, a sua insaputa.

Il mio non vuol essere uno sfogo, ma solo come vedo stiano le cose e come la penso. Il mondo non è tutto un imbroglio, nè tutte le persone che lo compongono lo sono. Un vero imbroglio a cui una volta eravamo presenti, fu quella di averci provato a farci credere fenomeni che portavano decisamente alla sopravvivenza, quando poi, di sopravvivenza non erano. Se uno poi mi chiede se ho raggiunto la sicurezza della sopravvivenza, rispondo di sì. Il mio gruppo era arrivato a questo. Basta così.

Che io me ne vada o rimanga è del tutto secondario, l'importante è sempre, per ognuno, poter esporre i propri intendimenti in totale libertà democratica, a visione aperta, senza dinieghi pre e post datati, ma a ragion veduta. Per non uscire totalmente dall'argomento trattato, ribadisco da parte mia che il fatto paranormale in questione (la iettatura) sembra implicare la presenza di energie che, pur di frontiera, rientrano nei limiti dell'essere umano.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : MrKrueger

Re:La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #32

  • obmurt
  • Avatar di obmurt
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 125
  • Ringraziamenti ricevuti 14
  • Karma: -5
Buongiorno a tutti!
Non mi pare ci si sia scaldati più di tanto, almeno in confronto ad altri topic , dove il sottoscritto, noto super scettico, ha (sbagliando) irriso altri utenti.
Utenti che però ne approfittavano ed erano tutt'altro che ragionevoli.
Mi pare che i suddetti non postino più niente.
Meglio così!
In questo topic e non solo ,invece , trovo che tutte le risposte siano date da persone che, seppur divise da visioni quasi opposte, siano molto interessanti ed aperte, anche riguardo agli albori (leggendo i vecchi topic) del loro avvento sul forum.
Trovo tutto questo molto piacevole ed interessante e capisco i molteplici punti di vista.
Vorrei fare i complimenti a tutti per il grande impegno, la cultura e l'intelligenza messa a disposizione.
Siccome amo fare ironia, sto ridacchiando su una cosa....
Me stesso !
Paradossalmente, da iper scettico, questo argomento trattato in particolare da Mr. Krueger, invece mi mette tanti, inquietanti dubbi.
Come già precedentemente accennato, anch'io, purtroppo, sono stato vittima o del caso o della jettatura, o della mia sbadataggine ma, le volte che è successo qualcosa, è stato subito dopo aver interagito con certe persone.
Allora: vagliato tutto e ammesso che siano solo coincidenze, come mai certe persone le disgrazie pare riescano a farle capitare?
Cioè, la loro nomea è nata dal nulla?
Possono comunque essere sempre tutte coincidenze, ma anche se lo fossero, visto che il destino pare dargli ragione , con poche possibilità di salvezza (e quindi non servirebbe a niente scacciare il malocchio), perché non poterle considerare jettatrici? Almeno a chi si vanta (e ce ne sono) di esserlo?
Sarò scettico su quasi tutto, ma sui portasfiga, la mano sul fuoco ,non ce la metto.
Poi, alcuni, poveretti, magari son stati tacciati ingiustamente di tale proprietà, ma altri, non saprei davvero.....
Concludo dicendo che questo è un argomento davvero interessante e forse l'unico che , per diverse ragioni, alcune già esposte in questo topic, non "dovrebbe" esser preso troppo sottogamba....
Buon weekend a tutti Sig.re&Sig.ri
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #33

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 209
  • Ringraziamenti ricevuti 53
  • Karma: 0
Chiaramente quoto quanto scritto da Kit, e ringrazio anche Obmurt. Neanche io sono offeso o altro, e non è mia intenzione creare polemiche inutili, tanto più da dietro un monitor dove effettivamente può sembrare tutto più pesante. Non ho altro da aggiungere a quanto scritto da Kit. è giusto che ognuno esprima le proprie opinioni, che siano a favore o a sfavore, diamo in democrazia, ma tutto ciò andrebbe fatto sempre nel rispetto degli altri, delle loro esperienze e del loro vissuto. Ad esempio, a me personalmente interessa poco se la scienza attuale riesce ad accettare e a spiegare o meno l'esistenza dei fenomeni medianici, se io ho avuto modo personalmente di accettarne la loro esistenza. E ci sta che chi non creda ponga le proprie perplessità, ma se si bolla tutto con un: eh no, per la scienza quella cosa non esiste, quindi di conseguenza tutto quello che dici è frutto o di menzogne, oppure di suggestioni e superstizioni, allora si perde tutto l'interesse nel postare e condividere le proprie esperienze e le proprie teorie e ci si sente appunto accusati di essere o mitomani, o bugiardi, o malati mentali.
Comunque lasciamo stare, eventualmente continuerò ad aggiornare il topic con nuovi episodi se ce ne saranno (sono certo di si) e vediamo come evolve il "potere" della vicina iettatrice! :hahahaha: :birra:
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #34

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2166
  • Ringraziamenti ricevuti 381
  • Karma: 16
Io ci ho provato a spiegarmi con molta pazienza, ma non sono riuscita a farmi capire. Ho provato a invitare a ritornare al tema della signora presunta iettatrice, ma invece si ritorna sempre al solito discorso che non mi va giù.
MrKrueger dove ti è stato detto "non si può parlare di queste cose perché la scienza dice che non esistono"? In che messaggio ti è stato scritto precisamente? Da nessuna parte è stato detto, è una cosa che hai interpretato tu dalle parole di qualcuno. E io dalle tue parole invece capisco che non si può parlare liberamente di ipotesi scientifiche perché sono viste con un certo pregiudizio. "Eh ma la scienza dice così e mi demolisce tutto il mistero" :( Diciamolo chiaramente a te la spiegazione scientifica non piace. Punto. Tutto qui. Basta con questa storia che non si può parlare liberamente perché qualcuno ha tirato fuori la scienza :marameo:
Attendo aggiornamenti su nuovi episodi, o se vuoi puoi raccontarcene altri di vecchi (hai detto che in 20 anni ne hai rilevati decine) ben venga! :cheers: :wink:
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #35

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 209
  • Ringraziamenti ricevuti 53
  • Karma: 0
Cara Nyma, sempre senza far polemica, se scorri dietro, e vai a sbirciare anche in altri topic anche freschi, recenti, troverai più volte frasi del tipo "smettiamola di parlare di queste cose come fossero vere, come fossero reali" "fino a prova (scientifica si presume) contraria, queste cose non esistono". Oppure anche frasi come (le fatture/maledizioni non esistono ecc..chi lo stabilisce che non esistono?) Quindi c'è poco da equivocare. Dici che a me la spiegazione scientifica non piace, Io dico soltanto che non posso negare l'esistenza di qualcosa che ho vissuto, che ho provato, che ho testato e ritestato io di persona, soltanto perché la scienza ufficialmente ancora non riconosce quella cosa. Benvenga la scienza quando e se un giorno riuscirà a dimostrare e a spiegare ad esempio i fenomeni medianici. Ma fino ad allora, io che ho le mie prove e il mio bagaglio in tal senso, non posso accettare e non posso ammettere che mi si dica che non devo credere in queste cose, perché la scienza non le ha dimostrate ufficialmente, quindi di conseguenza non esistono. Penso di non poter essere più chiaro di cosi :hahahaha:
Comunque, facciamo finta di nulla, mi sembra giusto tornare all'argomento primario. Eventualmente da oggi eviterò di rispondere a chi non è aperto al dialogo, e aspetta la scienza. :wink:
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #36

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1133
  • Ringraziamenti ricevuti 178
  • Karma: 3
Beh ormai gli schieramenti (se così possiamo chiamarli) sul forum sono chiari, inutile giocare a Ciao Darwin. Ma vedo che di tanto in tanto i ruoli vengono invertiti... io per primo che di base ( e per esperienza) affermo il mondo dell' ignoto, parto sempre da spiegazioni logiche, "normali" e scientifiche fin dove mi è possibile, per poi finire per analizzare quelle paranormali...e quest' ultime un range scientifico l' avranno di sicuro, il problema è che non ci si arriva per ora tutti noi messi insieme . Il gioco è semplice e basta avere naso, poi ognuno di noi ha le sue convinzioni che nostro malgrado non possiamo far passare per assolute...in ogni caso. Tornando alla sig.ra jellante, beh Krueger ha fatto notare che sia io che Nyma abbiamo espresso, alcuni post addietro, la stessa e identica opinione, che è quella che praticamente sostengo di più. Ho sempre ribadito che la nostra attenzione non è la somma dei miseri 5 sensi, bensì un vero e proprio senso ulteriore...e mi sa che queste persone, di nomea poco felice, godano proprio di questa peculiarità spiccata ai massimi livelli. La previsione di quello che nell' imminenza dovrà succedere, e se ci si ragiona appunto con causa si arriva davvero a conclusioni scientifiche e probabilistiche...altro che muro di Berlino tra le due cose.
πνεύματος
Ultima modifica: 3 Mesi 1 Settimana fa da Gemini.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #37

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 209
  • Ringraziamenti ricevuti 53
  • Karma: 0
@Gemini. Esatto. Ridendo e scherzando, anche io con il tempo sono arrivato a due possibili conclusioni: o la mia simpatica vicina possiede delle facoltà di chiaroveggenza, e quindi tutte le belle cose che accadono in seguito alle sue espressioni, sono soltanto da lei in qualche modo "sentite, previste", oppure seppur in modo inconsapevole ha una tale energia attraverso la quale riesce ad influenzare cose e persone che le girano intorno. Una sola volta ho provato a curiosare con lei direttamente, chiedendole se si fosse mai dedicata a qualcosa di paranormale, di occulto, ma l'unica cosa che mi ha riferito è che qualche anno fa aveva conosciuto un tizio, anziano, che si dichiarava cartomante e che per un paio di mesi aveva preso l'abitudine di invitare lei a casa sua il tizio per farsi leggere i Tarocchi (al modico costo di 10 euro). Però lei comunque è da quando la conosco che ha questa particolarità, quindi da molto prima dell'arrivo del cartomante. Dopodiché null'altro, e non posso che crederle, in quanto come detto si tratta purtroppo di una persona senza alcun titolo di studio, molto terra terra, quindi figuriamoci…
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #38

  • dany
  • Avatar di dany
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 173
  • Ringraziamenti ricevuti 23
  • Karma: 0
MrKrueger
Già Nyma, Emiliano ed altri utenti avevano risposto alle tue perplessità su quanto da me scritto molto meglio di quanto avrei saputo fare io e io avevo colto il loro invito ad astenersi dal fare altre inutili polemiche. Ma vedo che si continua ad oltranza a citarmi come es. negativo solo per aver detto la mia (e forse per aver fatto, in passato, un paio di interventi “infelici” a KitCarson, per i quali, peraltro, mi sono già apertamente scusata… e quindi… “mò bast, ià!” :marameo: ).

Perciò, krueger, per l’ultima volta: non ho mai detto che tu o altri non dovreste credere a queste cose perché la scienza non le ammette, ho solo suggerito che sarebbe preferibile evitare di parlarne come se fossero fatti certi.

Io non ho alle spalle 20 anni di studi e sperimentazioni sull’argomento; quello che ho sono le mie esperienze personali, di vita vissuta (che dicono che invece queste credenze sono infondate e dannose, per noi stessi e per gli altri) e pensavo potessero avere altrettanta “dignità” per contribuire al forum.

Anche io quando mi sono iscritta e ho raccontato la mia esperienza “paranormale” sono caduta nell’errore di rispondere ad alcuni utenti scettici (forse per la frustrazione del momento, nel non essere creduta, pur essendo in perfetta buona fede, proprio come lo sei tu!): “Ma allora se non credi a niente che ci fai qui?”… Salvo poi capire che un confronto con loro non era altro che costruttivo ed utile (oltre al fatto che mi stavano dedicando del tempo). E’ vero, sono rimasta della mia idea su quanto vissuto ma, da allora in poi, mi è molto più chiaro quanto sia importante, prima di parlare di “paranormale”, scartare prima ogni altra più ragionevole ipotesi, altrimenti, invece di fare dei ragionamenti, si rischia di fare solo delle “speculazioni”!

Rispettando il fatto che il tuo post era ironico, ho portato una mia esperienza più “leggera”, ma ti assicuro che avrei potuto raccontarti altre storie di vittime di certi pregiudizi sulle quali da ridere ci sarebbe ben poco. Ok, hai già chiarito che da ora in poi preferirai rispondere solo a chi ha idee più in sintonia con le tue e, anche se non so quanto questo potrà essere costruttivo per te e per il forum, lo rispetto.

Ma magari un giorno, su questo, potrei aprire un mio topic, dove avrò anche l’occasione di spiegare perché mi crea tanto malessere sapere che ancora esistono questi sistemi di credenze; un fatto fra tutti, è la storia di una ragazza che stava a scuola mia, bollata come “iettatrice”, la cui persecuzione è iniziata a scuola (per fatti apparentemente “clamorosi”, ma per me spiegabili facilissimamente), è proseguita all’università, e poi oltre, fino ad arrivare a pregiudicare la sua intera esistenza da adulta e poi culminare in un suo tragico gesto (forse anche perché nessuno ha mosso un dito per aiutarla, compresa la sottoscritta).

Questa, ragazzi, è la vera faccia della superstizione (che si concreta nella vita di noi “comuni ignoranti”), ossia: non] parliamo di “influssi positivi” spediti a non si sa chi e con risultati non verificabili; non parliamo di telepatia, chiaroveggenza ecc., bensì, preoccupiamoci delle conseguenze del pregiudizio, dell’oscurantismo, dell’odio, della violenza psicologica, del bullismo, dell’accanimento su alcuni soggetti, incolpevoli fino a prova contraria! Nella vita concreta, è solo di questo che si tratta.

Finisco e poi “mi taccio”, promesso: sarò stata un elemento disturbante del tuo post ma, se quanto ho scritto e testimoniato potrà servire ad accendere anche solo un minimo dubbio, anche solo in una persona che ci legge (convinta di queste cose), allora… non sarà stato inutile.
Ultima modifica: 3 Mesi 1 Settimana fa da dany.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #39

  • obmurt
  • Avatar di obmurt
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 125
  • Ringraziamenti ricevuti 14
  • Karma: -5
Dany, permettimi....
La penso esattamente come te riguardo al tacciare di portajella persone che non solo non se lo meritano, ma addirittura ne soffrono.
Qui si parla di chi ne è consapevole e ci ricama pure sopra.
Magari sono le prime persone ad aver autosperimentato questa singolarità, frutto di coincidenze o di occulti/scientifici poteri, ma solo loro stessi/stesse a farlo notare al prossimo, oppure ammettono di essere così.
Io per primo, ho avuto modo di vivere queste strane "coincidenze", sempre con risultato negativo e subito dopo aver interagito con certe persone.
Le prime volte in maniera del tutto non prevenuta, ovvero ho saputo dopo, da chi era presente e ha sentito una battuta a me rivolta, da una persona in particolare.
Poi ne sono successe davvero di brutte, anche con altre persone, sempre da parte delle stessa figura .
È costui si vanta di ciò e minaccia velatamente quando qualcuno lo irrita.
Quindi , per quanto dispiaccia che altri, abbiano avuto danni per una nomea inappropriata, ci sono situazioni fa valutare diversamente.
Io per primo, ho replicato al simpatico e preparatissimo Kit, in maniera quasi ironica riguardo argomenti su qui sono quasi inamovibile, cioè il reparto UFO.
Oppure ho addirittura irriso chi "veniva" dal futuro.... Ecco, io non credo a quelle cose li e soprattutto ormai, mi disinteresso al replicare chi si dimostra ottuso oltremodo.
Pare quasi che, si rifletta in tutti gli insiemi, l'inclinazione umana a barricarsi nettamente da una parte.
Ossia, chi non crede a niente e chi crede a tutto.
Gli argomenti trattati in questo Forum sono più disparati di quanto si creda, quindi se uno crede all'esistenza dei fantasmi, può non sentirsi autocostretto a credere quindi anche agli ufo , a spiegazioni esoteriche o viceversa.
Bisogna scindere, altrimenti non si riesce ad interagire.
Detto questo, credo infine che siano tutte coincidenze, tipo vincere al superenalotto dieci volte di fila.
È altamente improbabile ma non impossibile!
Ciò non toglie che , sebbene certe persone non abbiano nessun potere per produrre sfortuna, la loro vita è caratterizzata da questi avvenimenti, magari fatti propri come una sorta di potere.
In senso opposto vale per chi si trova al centro "quasi sempre" , di situazioni davvero fortunate, nei campi più disparati.
Ecco, prendiamo quel "quasi sempre" e mettiamolo in entrambe le condizioni.
Vedremo che per evidenza e prevalenza dei fatti caratterizzanti avremo l'impronta pobabilistica di ognuno di questi casi limite.
In altri magari il tutto è più bilanciato, ma sempre probabilità sono.
Io , che un fondamento al calcolo probabilistico lo do , mi tengo ben volentieri lontano da certi personaggi.
Ma solo da quelli che se lo autoassegnano e perfidamente ci speculano.



Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
Ultima modifica: 3 Mesi 1 Settimana fa da Nyma. Motivo: maiuscolo non necessario
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La vicina di casa, iettatrice inconsapevole? 3 Mesi 1 Settimana fa #40

  • Anathema
  • Avatar di Anathema
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 540
  • Ringraziamenti ricevuti 129
  • Karma: 4
Ogni tanto su questo forum riemerge questa sorta di faida: "scettici" vs "credenti"... Ovviamente lo dico in simpatia.
Solo che non è proprio così... io che forse qui sono uno dei più scettici, in realtà non lo sono affatto... O meglio, lo sono fintantoché non vengano vagliate tutte le ipotesi dimostrabili...
E penso che questo sia lo spirito che anima un po' tutti gli scettici qui dentro... Se veramente non pensassimo che determinate cose possano avvenire è evidente che passeremmo il nostro tempo libero su altri forum e non su questo.

Semplicemente, penso che se nel corso degli anni, anche il 10% dei fenomeni che sono stati descritti fossero stati genuinamente paranormali, il termine paranormale non avrebbe più senso di esistere, ma si tratterebbe di eventi assolutamente normali...
Molto più frequenti di un'eclissi solare e di tanti altri fenomeni naturali.

Detto questo... Ci sono degli episodi, come quello di questo topic, al quale è difficile dare una spiegazione.
Bisognerebbe fare un'analisi statistica e capire quante coincidenze sono "normali" nella vita di una persona per poi andare a confrontarli con la vita della signora per capire se abbia una storia di coincidenze "statisticamente significativa" maggiore di altre... Ovviamente si tratta di una cosa impossibile da fare.

Qui ci si può basare solo sulle sensazioni di chi ha vissuto questi episodi... E quindi ammettendo che si tratti di qualcosa di più di semplici coincidenze, le spiegazioni sono due: o la signora prevede determinati eventi... O li causa.
Non siamo necessariamente nel campo della chiaroveggenza ne ne nel campo della magia nera... Ci sono nella storia del paranormale moltissimi casi simili a questi...
Forse l'unica cosa che potrebbe essere utile (ma trattandosi di una vicina, io lo sconsiglio vivamente) è "l'indagine" sulla persona... Cioè cercare di capire se questa signora sia o meno consapevole di queste coincidenze parlandone direttamente con lei...
Magari si potrebbe scoprire qualcosa anche di molto interessante... Pur restando il fatto che io, onestamente, non me la sentirei di farlo.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Nyma
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3
Tempo creazione pagina: 1.086 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.