IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: La cartomanzia

La cartomanzia 3 Mesi 1 Giorno fa #1

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 572
  • Ringraziamenti ricevuti 108
  • Karma: 0
Il minimo comun denominatore è sempre necessario su cui basare le tante piccole verità. Nessuno è maestro nè scolaro, ma tutti possiamo portare un granello della nostra esperienza per cercare di risolvere l'eterno dubbio della nostra origine, del nostro essere, del nostro divenire. Detto questo, ho notato in questo forum una certa riluttanza a discutere di cartomanzia, come se fosse tutta roba da ridere, specchietti per le allodole, o meglio, per i gonzi, un metodo semplice per spillare soldi. Questo, va detto, è anche vero, il mondo è pieno di furboni che si avvalgono di autentiche tecniche ancestrali per il proprio tornaconto, questo è quello che ne deriva, che se ne ricava, ma sotto sotto... cosa c'è di vero?

Cuminzien dall'inizi... La cartomanzia affonda le sue origini nel passato più remoto. Anche se le carte sono relativamente recenti, l'arte di divinare con esse discende dal "gioco coi bastoncini" di Alfa, un greco che usava delle tavolette dipinte (già qui si nota l'analogia con le carte ). L'uomo (la donna ancor di più eh...) ha sempre temuto il proprio destino, cercando di diradare i veli del futuro in un inconfessato desiderio di poter piegare la sorte ai propri desideri. Il biblico doktor Saul ci rimise le penne per questo...

L'arte di divinare il futuro, qualunque sia il mezzo usato è forse tra le più antiche. Pare che la cartomanzia, eseguita con le carte da gioco, sia abbastanza recente. Attorno al 1770 un certo Aliette, un parrucchiere che, nei tempi morti tra un taglio di capelli e l'altro... trovò il tempo per scrivere un volume adatto "per fare le carte". Personalmente non credo che la disposizione delle carte possa veramente darci un quadro delle cose a venire.

Mi sembra più logico pensare che nei casi in cui la prova dei fatti ha confermato le "predizioni cartomantiche", si sia verificato un fenomeno che rientra nella parapsicologia, ovvero il cartomante , dotato evidentemente di facoltà paranormali, ha avuto una di tali manifestazioni (telepatia, veggenza, precognizione), di cui le carte sono state solo il mezzo di concentrazione e lo stimolo. In sostanza esse hanno funzionato da catalizzatore nei confronti delle reazioni subconscio del cartomante, provocando il fenomeno (sto escludendo gli imbroglioni). In soggetti dotati di certe (più spiccate potenzialità) facoltà, è possibile che tali fenomeni possano ripetersi con una certa frequenza, ogni qualvolta si riforma l'ambiente favorevole , ovvero quello stato di concentrazione di colui che opera, il quale usa le carte unicamente come fulcro per la polarizzazione del proprio pensiero.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 3 Mesi 23 Ore fa #2

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 234
  • Ringraziamenti ricevuti 54
  • Karma: 1
Ciao Kit. Sono un appassionato di arti divinatorie di tutti i tipi, anzi, sono state proprio queste il mio primo passo nel mondo del paranormale, fin da ragazzino. Cos'altro si può aggiungere a quanto già detto? Le carte possono essere appunto uno strumento al quale il Cartomante si affida per tirare fuori in realtà la propria sensitività, la propria veggenza ecc. Ma c'è anche da dire che bisognerebbe fare distinzione tra Divinazione vera e propria e Cartomanzia. La Divinazione la si può praticare praticamente con ogni cosa: carte, pendolo, acqua, sassi, specchi, persino ossa...in questo caso lo strumento non ha alcun potere, se non quello di permettere all'operatore di attingere alle proprie facoltà latenti. Facoltà che bene o male possediamo tutti, in misura e forma diversa. Poi c'è la Cartomanzia: prendiamo in esame gli Arcani maggiori dei Tarocchi: 22 carte, ogni carta con degli specifici significati. Ogni Arcano va interpretato sia nei suoi significati letterali, sia attraverso l'interpretazione e il simbolismo dei numeri e dei colori presenti nelle carte. C'è però una domanda alla quale è forse, almeno fino ad ora, impossibile rispondere: Quale fattore subentra, per far si che ad una specifica domanda rivolta ai Tarocchi, fa si che vengano estratte proprio le carte più attinenti alla domanda? la sincronicità di cui parlava Jung? oppure è il Cartomante che in modo inconsapevole, sempre avvalendosi delle proprie facoltà più o meno sviluppate, va a pescare proprio le carte specifiche? Oppure ancora, come in molti sono convinti, ci sono entità esterne che ci guidano nella scelta delle carte o addirittura le scambiano al momento del consulto? A questo non saprei cosa rispondere, certo è, che quando ci troviamo di fronte a qualcuno che sa realmente come interpretare gli Arcani, i responsi sono cosi dettagliati, precisi e veritieri che definire il tutto come un gioco oppure come una pratica da ciarlatani per spillar soldi a persone ingenue, risulta davvero impossibile.
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 3 Mesi 22 Ore fa #3

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 572
  • Ringraziamenti ricevuti 108
  • Karma: 0
Hola Mr.
La "lettura" delle carte può farla chiunque. Esistono diversi trattati di cartomanzia. Tutti possono "erudirsi" su quelli che è la simbologia assegnata a ciascuna carta. Sul risultato pratico però nessuno può garantire che ciò che è una sequenza di carte può esprimere, corrisponda veramente ad una realtà futura. Per restare nella sola lettura delle carte, se una persona non è dotata di un "plus" di facoltà paranormali, credo che la cartomanzia sia da considerarsi a livello di "gioco di salotto".
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 3 Mesi 22 Ore fa #4

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1154
  • Ringraziamenti ricevuti 178
  • Karma: 3
Io non ho mai dato troppa importanza alla divinazione tantomeno alla cartomanzia...gli approcci li ho fatti come pure mi son sottoposto a diverse sedute, ma sempre a titolo di curiositá e non perchè esercitassero un fascino su di me. Le uniche poche persone che hanno dato un responso abbastanza preciso sul mio passato e sul mio futuro, sono state quelle dotate di una empatia senza limiti, e che non hanno usato mezzi come i tarocchi o altro, ma l' hanno fatto solo con la loro estrema sensibilitá.
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Darth Vader

La cartomanzia 3 Mesi 20 Ore fa #5

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 234
  • Ringraziamenti ricevuti 54
  • Karma: 1
KitCarson1971 ha scritto:
corrisponda veramente ad una realtà futura.
Ecco, questo è un altro punto interessante. il mio pensiero è che noi siamo dotati di libero arbitrio. Quindi, per quanto riguarda il futuro, quello che esce fuori dalle carte, dovrebbe essere inteso come un possibile futuro, o come dici tu una possibile realtà futura, ma non il futuro in modo assoluto come se non avessimo alcun potere decisionale. Se cosi non fosse, vorrebbe dire che non esiste libero arbitrio e tutti noi abbiamo un destino ben preciso. Sarebbe alquanto triste, vorrebbe dire che qualsiasi cosa facciamo, non abbiamo potere su nulla e non abbiamo alcuna libertà in quanto è tutto già scritto.
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 3 Mesi 19 Ore fa #6

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 572
  • Ringraziamenti ricevuti 108
  • Karma: 0
Libero arbitrio dunque Mr. Krueger? Volendo possiamo chiederci se sia moralmente giusto o meno voler conoscere il futuro. Arduo è rispondere... E' evidente che non dovremmo dare un senso limitativo al nostro libero arbitrio, i "Quisque faber fortunae suae"..., è la miglior molla a vivere la vita in maniera attiva, responsabile. L'uomo, anche quando si sente in balia degli eventi, dovrebbe trovare in sè la capacità, anche accettando la sconfitta, di combattere le sue battaglie e di vincere "la sua guerra".

Essere sconfitto non vuol sempre dire di essere vinto. la speranza e la fiducia andrebbero cercati e trovati dentro di noi, non in un mazzo di carte, o in una costellazione più o meno favorevole, atteggiamenti che conducono quasi sempre, inevitabilmente, ad adagiarsi su un senso di fatalismo deteriore ed abulico, quando addirittura non portano ad essere alla mercè del "maghetto" di turno che, se volesse, a quel punto, potrebbe agevolmente gestire la persona condizionandola ai suoi interessi.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 3 Mesi 17 Ore fa #7

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 234
  • Ringraziamenti ricevuti 54
  • Karma: 1
Nello specifico Kit, posso chiederti se hai effettuato uno studio approfondito sui Tarocchi? Perché sono certo che in realtà tu sappia bene che dietro ai 22 Trionfi si cela molto più di un semplice gioco di carte con il quale passare il tempo e divertirsi a formulare un oroscopo. Per quella che è la mia esperienza con le Lame, i Tarocchi sono un vero e proprio percorso iniziatico. Un viaggio estremamente affascinante che ci permette di metterci in contatto con il nostro IO più profondo. Non ti nascondo che "leggo" le carte ad amici e parenti da tanti anni, mentre per me stesso utilizzo i Tarocchi raramente, forse un due, 3 volte l'anno. Non per conoscere i numeri vincenti della lotteria, né per sapere quando troverò l'amore. Ma per aiutarmi a fare chiarezza, a capire su cosa posso e devo migliorare, e per chiedere consiglio su come procedere in determinate situazioni. Eppure, ti do la mia parola che non mi sono mai pentito di aver seguito i loro consigli, che si sono rivelati sempre per me straordinari.
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 3 Mesi 16 Ore fa #8

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 572
  • Ringraziamenti ricevuti 108
  • Karma: 0
Ciao Mr. Sapevo del tuo interessamento. Non mi sono spiegato bene. Vediamo di farlo. Mi fu spiegato ed ho usufruito per alcuni anni, e per alcune volte alla settimana di questo particolare mazzo di carte che gettai alle ortiche quando si verificò l'avverarsi, dopo ripetute e identiche letture, della morte di un mio figlio ancora in grembo a mia moglie. Fu in quel periodo che smisi i consulti con i "tarocchi" che, se "letti" bene, difficilmente danno responsi sbagliati. Si, a volte equivoci, non illuminanti, ma mai sbagliati. Detesto queste carte, anche se lo so bene che non sono altro che un mezzo e niente più, e non bisogna mai farsi condizionare da esse.

Il mazzo comprende 78 carte (dette lame), 22 delle quali costituiscono gli Arcani maggiori e 56 gli arcani minori suddivisi in 4 gruppi di 14 lame corrispondenti ai semi delle carte comuni. Gli arcani maggiori sono numerati da 0 (il matto, l'ambiguità) a 21 (il mondo, positività).
Come dicevo, gli arcani minori sono 4 gruppi di 14 carte distinte in 4 semi: bastoni, denari, coppe e spade. Tutte queste hanno una corrispondenza e una finalità di lettura. Ma questo credo tu lo sappia già.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 3 Mesi 15 Ore fa #9

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1154
  • Ringraziamenti ricevuti 178
  • Karma: 3
Non so di preciso se la domanda è pertinente ma mi viene di esporla: puó essere che tramite la lettura delle carte si possa attivare un processo che risvegli il potere quantico della mente sottoposta? Perchè questa infallibilitá dei tarocchi decantata da Kit non sembra appartenere prettamente all' arcanitá della pratica, ma ad un esoterismo scientifico puro.
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 3 Mesi 14 Ore fa #10

  • vanoli
  • Avatar di vanoli
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 201
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 0
la cartomanzia è la capacità di leggere il dopo, ma secondo me questo " per molti è un dopo povero benchè non sia comprovato.

chiunque può fare la lettura delle carte, in alcuni casi è possibile anche imparare da soli un metodo e funziona pure. una lettura con una persona esperta, non mostra solo la visione di voi, ma un " voi" e qui nasce la storia che dura da millennni o meglio miliardi di anni,

chi conosce la regola del " se " che in memoria è determinante e ci ha vissuto almeno 1 volta nella sua vita capisce tutto il concetto, per il resto della ciurma consiglio di dividersi in " multi io " perchè non ci siete solo voi adesso, ce ne sono tanti e questa è la realtà. tutto questo si genera appena si prova una forte emozione verso una cosa e persona, e sono veramente tante cose.

MrKrueger esistyono due tempi uno che va avanti e l'altro torna indietro entrambi contemporaneamente si muovono, io credo che non ti piacerebbe troppo entrare
in memoria, per il fatto che molti sentimenti nei primi momenti vengono assorbiti da essa, puoi tanto divertirti come spaventarti. Per cui se hai gia provato bene altrimenti :zucca: occhio all'evento

la legge dell'universo segue questa regola che è sempre esistita

vita che scorre, memoria che ritorna
in paradiso si cade come dei bambini, ma questo non è un buon segno di fede difronte a tutti i fratelli
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 3 Mesi 4 Ore fa #11

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 572
  • Ringraziamenti ricevuti 108
  • Karma: 0
Gemini ha scritto:
Non so di preciso se la domanda è pertinente ma mi viene di esporla: puó essere che tramite la lettura delle carte si possa attivare un processo che risvegli il potere quantico della mente sottoposta? Perchè questa infallibilitá dei tarocchi decantata da Kit non sembra appartenere prettamente all' arcanitá della pratica, ma ad un esoterismo scientifico puro.


Caro Gemini, sicùr al'è mort... anche se per un grande sensitivo "le carte" sono un mezzo "quasi" infallibile di riscontro. Così non è per una sensitività relativa o labile. Io ho avuto risultati oggettivi ed altri del tutto ingarbugliati, a misura delle mie potenzialità non eccelse. Resta comunque da chiedersi del perchè un vastissimo pubblico continui ad interrogare i "veggenti" sul proprio destino o a chiedere aiuti "trascendenti" per risolvere questioni complicate e anche dolorose, si hanno cospicue statistiche che dovrebbero dare una risposta e spiegare i profondi "perchè" di questo fenomeno sociale che ha raggiunto il livello di fenomeno di massa.

Le motivazioni dichiarate sono le più varie: per curiosità, per seguire una moda, per passatempo, per avvicinarsi ad un mondo sconosciuto, ecc. Tutte spiegazioni però che hanno il sapore di un mascheramento delle vere sollecitazioni che provocano questo dilagante interesse. Nelle inchieste non si sente mai dichiarare che la vera (conscia o inconscia) motivazione che sta alla base è una spinta interiore a voler credere alla possibilità di poter trovare una risposta all'interrogativo che anima allo stato latente ogni essere umano: il sapere cosa sarà di noi.
Il futuro ha sempre attanagliato l'uomo con la sua incognita. Ciò che ci aspetta "dietro l'angolo" ci da costantemente quell'inquietudine, mista a speranze e timori che l'inconoscibile ha sempre destato.

La precognizione esiste, ma è anche vero che accanto a reali manifestazioni di facoltà paranormali esistono capacità del tutto "normali"... che possono facilmente essere messe in atto da abili operatori dell'occulto con abili sensibilità psicologiche, ovvero l'abilità di far parlare (suo malgrado) l'interlocutore per poter cogliere i significati reconditi nelle sue parole. Questo per potergli dar modo di individuare le possibili conseguenze proiettate in un futuro più o meno lontano. Sono queste qualità normali che, se congiunte all'abilità del mestierante smaliziato, possono avere come risultato delle convincenti e abili esibizioni, che possono indurre a credere di trovarsi dinanzi ad un vero fenomeno di chiaroveggenza e di precognizione. Boiate e speculazioni spesso messe in mostra a "striscia la notizia"...
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 3 Mesi 3 Ore fa #12

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 234
  • Ringraziamenti ricevuti 54
  • Karma: 1
Mi dispiace per quanto vi è accaduto, anche se nulla accade per caso è sempre un dolore che segna a vita.
Tornando al mazzo però non mi è chiara una cosa, perché dici che se i Tarocchi sono "letti bene" non possono sbagliare, però affermi anche che sai bene che sono soltanto un mazzo di carte e basta. Quindi secondo te, quando le carte vengono lette correttamente ed i responsi sono sempre corretti, a cosa si deve ciò?
è vero poi caro Kit, che di ciarlatani ed imbroglioni che usano la cartomanzia per lucrare non ne mancano, e purtroppo il loro truffare va a discapito di chi si occupa di queste pratiche seriamente ed onestamente. Infatti molto spesso consiglio a chi va chiedendo letture di carte, di parlare il meno possibile. Deve essere il consultante a fare le domande e non il Cartomante, che deve dare risposte. Perché è molto facile mettere in pratica un po' di psicologia spicciola, e con poche parole pronunciate dal consultante riuscire a produrre un responso. L'ho fatto anche io più volte proprio per far capire quanto può essere facile ingannare le persone ingenue.
Buona domenica.
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 3 Mesi 1 Ora fa #13

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1154
  • Ringraziamenti ricevuti 178
  • Karma: 3
Beh che questo scenario pulula di impostori l' abbiamo ripetuto e straripetuto, e non solo qui sul forum, si sa dappertutto ormai. Nonostante l' estesa informazione a riguardo noto che sono ancora molte le persone che si lasciano abbindolare. La pratica in se è molto affascianante, cattura l' attenzione e la curiositá della gente, per non parlare della speranza...e la gente cerca di affidarsi al più rinomato cartomante. Se è difficile stabilire quale sia il potere reale delle carte, ovvero quali energie arcane siano coinvolte nella pratica, è altrettanto arduo riconoscere il confine tra chi ci vende menzogna o genuinitá. L' unico indizio per capire con cosa stiamo avendo a che fare non sono i responsi, o l' avverarsi o meno di quello predetto...ma è il praticante stesso col suo modus operandi a fornircelo...
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 2 Mesi 4 Settimane fa #14

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 572
  • Ringraziamenti ricevuti 108
  • Karma: 0
@MrKrueger e Gemini

I tarocchi se letti bene, parliamo di altissima sensitività, difficilmente sbagliano responso. I tarocchi sono "un'arte mantica" di cui l'esperto operatore stabilisce un contatto, ma altro non sono che uno dei tanti mezzi di intima chiaroveggenza, niente altro che un mezzo tra le arti mantiche di poter "vedere a distanza", sia nel tempo che nello spazio. E' una facoltà paranormale ormai accertata e della quale si hanno attestati fin dall'antichità. Non parlo quindi solo di quanto possa essere condizionante l'influenza di un responso mantico, se l'operatore (in buona fede o non) non gestisce con "tatto" quando "opera".

Come sempre insisto nel dire che la chiaroveggenza, sia essa spontanea o realizzata mediante lo stimolo, l'"appoggio" dei più svariati supporti (carte, fuoco, fondi di caffè, o sfera di cristallo... ecc.) non può essere liquidata in maniera semplicistica con un sorriso di sufficienza, negando il fenomeno e attribuendolo al caso. Certo che anche quando l'operatore è veramente "dotato", deve agire con estrema cautela e tenere presente che sempre c'è in agguato la possibilità dell'errore, quindi guardarsi da ingenerare illusioni pericolose, speranze illusorie, presunte certezze, tutte cose che possono avere gravi conseguenze psichiche nella persona che si è rivolta a lui.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 2 Mesi 4 Settimane fa #15

  • vanoli
  • Avatar di vanoli
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 201
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 0
però nessuno sa credo una cosa relativamente importante.

possono esserci condizioni assolute che anche i tarocchi possono dire, però se nostro padre non vuole quello quello non si fa, quindi non si verifica anche se ci sia una condizione chiara e precisa e tutta una circostanza prescritta e prefissata.

perchè ogni cosa deriva sempre dalla legge del caos, quindi puo cambiare in continuazione, ma questo caos è sempre ordinato benchè sempre sempre saputo.

ho visto sparire fratelli vicino a me, nel mio pellegrinaggio su, ho sentito e prendere decisioni al quale nessuno, poteva obiettare. e come mi è stato insegnato se prende una decisione va rispettata, perchè ha i suoi giusti motivi.
in paradiso si cade come dei bambini, ma questo non è un buon segno di fede difronte a tutti i fratelli
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 2 Mesi 4 Settimane fa #16

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 234
  • Ringraziamenti ricevuti 54
  • Karma: 1
Questo ero curioso di sapere Kit, quindi per te appunto le carte come altri strumenti utilizzati per la divinazione, sono solo appunto attrezzi che possono aiutarci a tirare fuori facoltà come la chiaroveggenza. Poiché ben sappiamo che ad esempio appunto tutti possono potenzialmente imparare a "leggere" i Tarocchi, questo conferma ancora una volta che queste capacità non sono a favore soltanto di presunte persone con particolari cosiddetti "doni", ma potenzialmente queste facoltà sono presenti già in ognuno di noi, seppur in maniera più o meno sviluppate in ognuno di noi.
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 2 Mesi 4 Settimane fa #17

  • vanoli
  • Avatar di vanoli
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 201
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 0
MrKrueger ha scritto:
Questo ero curioso di sapere Kit, quindi per te appunto le carte come altri strumenti utilizzati per la divinazione, sono solo appunto attrezzi che possono aiutarci a tirare fuori facoltà come la chiaroveggenza. Poiché ben sappiamo che ad esempio appunto tutti possono potenzialmente imparare a "leggere" i Tarocchi, questo conferma ancora una volta che queste capacità non sono a favore soltanto di presunte persone con particolari cosiddetti "doni", ma potenzialmente queste facoltà sono presenti già in ognuno di noi, seppur in maniera più o meno sviluppate in ognuno di noi.

però questo, porta poi a una domanda, vi piacerebbe vivere al rovescio della memoria, cioè come vivono tutti gli altri esseri piu sviluppati?
in paradiso si cade come dei bambini, ma questo non è un buon segno di fede difronte a tutti i fratelli
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 2 Mesi 4 Settimane fa #18

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 572
  • Ringraziamenti ricevuti 108
  • Karma: 0
MrKrueger ha scritto:
Questo ero curioso di sapere Kit, quindi per te appunto le carte come altri strumenti utilizzati per la divinazione, sono solo appunto attrezzi che possono aiutarci a tirare fuori facoltà come la chiaroveggenza. Poiché ben sappiamo che ad esempio appunto tutti possono potenzialmente imparare a "leggere" i Tarocchi, questo conferma ancora una volta che queste capacità non sono a favore soltanto di presunte persone con particolari cosiddetti "doni", ma potenzialmente queste facoltà sono presenti già in ognuno di noi, seppur in maniera più o meno sviluppate in ognuno di noi.


Ciao Mr. Mi verrebbe a mia volta di porre una domanda, un pò curiosa se vogliamo, sempre comunque in ambito di sensitività. Se ne ricavi un'eventuale connessione tra Alimentazione-Sensibilità psichica-Poteri paranormali, ovvero, i nostri amici sensitivi come si nutrono, consciamente, inconsciamente o istintivamente? Mangiano poco o molto? Usano digiunare? fanno movimento fisico? Usano eccitanti(caffè, sigarette, thè, ecc). Si possono notare qualche relazione tra uso del cibo e poteri della mente? Dopo queste domande il concetto dovrebbe -potrebbe spostarsi verso quei santi e beati che pur restii a crapulare, evidenziavano grandi possibilità sensitive-paranormali.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 2 Mesi 4 Settimane fa #19

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 234
  • Ringraziamenti ricevuti 54
  • Karma: 1
Quesito interessante, al quale però non so risponderti. l'unica cosa che posso dirti, sempre relativa alla mia personale esperienza, è che quando mi è capitato di fare delle letture poche ore dopo o comunque diciamo il giorno successivo ad una attività sessuale, ho avuto difficoltà e anche diversi riscontri negativi. Mentre ho notato nel tempo che migliori risultati li ho ottenuti il giorno dopo aver praticato attività fisica, una corsetta di 6,7 km nulla di che.
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La cartomanzia 2 Mesi 4 Settimane fa #20

  • vanoli
  • Avatar di vanoli
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 201
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 0
KitCarson1971 ha scritto:
MrKrueger ha scritto:
Questo ero curioso di sapere Kit, quindi per te appunto le carte come altri strumenti utilizzati per la divinazione, sono solo appunto attrezzi che possono aiutarci a tirare fuori facoltà come la chiaroveggenza. Poiché ben sappiamo che ad esempio appunto tutti possono potenzialmente imparare a "leggere" i Tarocchi, questo conferma ancora una volta che queste capacità non sono a favore soltanto di presunte persone con particolari cosiddetti "doni", ma potenzialmente queste facoltà sono presenti già in ognuno di noi, seppur in maniera più o meno sviluppate in ognuno di noi.


Ciao Mr. Mi verrebbe a mia volta di porre una domanda, un pò curiosa se vogliamo, sempre comunque in ambito di sensitività. Se ne ricavi un'eventuale connessione tra Alimentazione-Sensibilità psichica-Poteri paranormali, ovvero, i nostri amici sensitivi come si nutrono, consciamente, inconsciamente o istintivamente? Mangiano poco o molto? Usano digiunare? fanno movimento fisico? Usano eccitanti(caffè, sigarette, thè, ecc). Si possono notare qualche relazione tra uso del cibo e poteri della mente? Dopo queste domande il concetto dovrebbe -potrebbe spostarsi verso quei santi e beati che pur restii a crapulare, evidenziavano grandi possibilità sensitive-paranormali.
Un saluto

kit ognuno ha il suo stile e il suo modo di vivere, secondo me non per forza bisogna seguire un trend di alimentazioni.
tutto sta da dove provieni non da dove nasci, perchè se sei nato sei gia un derivato da dove sei venuto
in paradiso si cade come dei bambini, ma questo non è un buon segno di fede difronte a tutti i fratelli
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
Tempo creazione pagina: 0.194 secondi