IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: L'inevitabile trascorrere di tutto quanto

L'inevitabile trascorrere di tutto quanto 1 Settimana 1 Giorno fa #1

  • the_believer
  • Avatar di the_believer
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 545
  • Ringraziamenti ricevuti 121
  • Karma: 3
Ultimamente sto pensando molto al fatto che tutto quanto, nella nostra esistenza, è inevitabilmente destinato a diventare un ricordo del passato. Non vi fa un po' effetto? A volte mi affanno per cercare la cosa giusta da fare o le parole giuste da dire in determinate situazioni (ad es nel lavoro), ma poi penso: "Cavoli, in ultima analisi, cosa conta, dato che fra un'ora questa cosa sarà già un po' meno importante di adesso, che domani sarà già un ricordo di ieri, e che tra una settimana chi ne parlerà ancora sarà considerato prolisso / borioso / pesante? Tra un anno, poi, a chi importerà più."

Se penso ai problemi che avevo 10 ani fa, e alla serietà con cui li affrontavo, mi viene da sorridere, dato che il tempo e la vita li hanno ormai cancellati completamente.

Questo è vero però anche per le cose positive e i momenti più piacevoli. Tutto, prima o poi diventa un ricordo (nel migliore dei casi).

Voi che che pensate? Quali sono le vostre riflessioni al riguardo?
"La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l'ignoranza è forza". George Orwell, 1984
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:L'inevitabile trascorrere di tutto quanto 1 Settimana 1 Giorno fa #2

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1848
  • Ringraziamenti ricevuti 513
  • Karma: 30
Mai più di ora queste tue riflessioni potrei considerarle vicine al mio momento attuale.
Purtroppo la mia famiglia ha avuto uno sconvolgimento proprio in questi ultimi mesi, e ci si rende conto come davvero il tempo passi, travolgendo e trascinando tutto con sé.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

L'inevitabile trascorrere di tutto quanto 1 Settimana 1 Giorno fa #3

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 602
  • Ringraziamenti ricevuti 110
  • Karma: 0
the_believer ha scritto:
Ultimamente sto pensando molto al fatto che tutto quanto, nella nostra esistenza, è inevitabilmente destinato a diventare un ricordo del passato. Non vi fa un po' effetto? A volte mi affanno per cercare la cosa giusta da fare o le parole giuste da dire in determinate situazioni (ad es nel lavoro), ma poi penso: "Cavoli, in ultima analisi, cosa conta, dato che fra un'ora questa cosa sarà già un po' meno importante di adesso, che domani sarà già un ricordo di ieri, e che tra una settimana chi ne parlerà ancora sarà considerato prolisso / borioso / pesante? Tra un anno, poi, a chi importerà più."

Se penso ai problemi che avevo 10 ani fa, e alla serietà con cui li affrontavo, mi viene da sorridere, dato che il tempo e la vita li hanno ormai cancellati completamente.

Questo è vero però anche per le cose positive e i momenti più piacevoli. Tutto, prima o poi diventa un ricordo (nel migliore dei casi).

Voi che che pensate? Quali sono le vostre riflessioni al riguardo?



Momenti...Ricordi...
Difficile se non impossibile rispondere adeguatamente. Il perchè stesso della vita è tutto un rebus, vita che alla fin fine non accontenta mai nessuno, questa è forse la causa prima che ci porta indietro nel tempo, col suo codazzo di ricordi che ci seguono e che rimarranno per sempre inevasi. Si spende l'intera vita lottando per la libertà, senza mai trovarne una che ci soddisfi appieno, arrivando a credere perfino di avere la libertà di... non credere più alla libertà.

L'inevitabile trascorrere del tempo ci condiziona, e molte volte, secondo l'emotività del momento, la mente fa riaffiorare (proprio per bilanciare il momento critico) il tempo che fu , piacevole o meno, ma ugualmente intrigante, che ci vide protagonisti. L'insoddisfazione regna sovrana, caro amico. Ma questo è l'uomo, siamo noi, siamo così, un'intricato meccanismo ancora del tutto in evoluzione.

La coscienza e gli psichismi umani sono un insondabile mistero, infatti il campo di attività del pensiero è ancora il regno più imperscrutabile di tutti. E così profondo è il mistero che ci compone, che troviamo (quasi) del tutto impreparati gli studiosi a chiarirlo.
Se può consolarti caro The_Believer, sappi che non sei solo, la buona (o cattiva) compagnia non manca di certo.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

L'inevitabile trascorrere di tutto quanto 1 Settimana 1 Giorno fa #4

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 602
  • Ringraziamenti ricevuti 110
  • Karma: 0
Su col morale Valle, per star meglio pensa al peggio. Magari allo stress che proveresti chattando con il sottoscritto... :hahahaha:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:L'inevitabile trascorrere di tutto quanto 1 Settimana 1 Giorno fa #5

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1194
  • Ringraziamenti ricevuti 182
  • Karma: 3
Ma io più che altro parlerei di evoluzione personale, adattamenti vari alle regole sociali, rettifiche comportamentali involontarie dettate dalle esperienze di vita, piuttosto che di tempo che passa. I cambiamenti fisiologici non li annovererei in questo ragionamento solo per il fatto che sono inevitabili...ma se solo pensassimo di non poter fruire di elementi di confronto, tipo foto o video, credo proprio che di questi ultimi poco ci accorgeremmo se non lavorando molto con l' immaginazione. Se le cose che commettiamo ci fanno stare bene, giuste o sbagliate che siano, è difficile che torniamo a rimuginarci sopra. I ricordi di quello che eravamo non sono altro che le cose che abbiamo fatto in modo non conforme alla nostra indole...salvo casi in cui qualche elemento che viviamo in real time, come déjá vu, ci riporta alla mente qualche piacere/dispiacere. Anche il cambiamento delle persone, dei luoghi frequentati, ci portano elementi di confronto senza i quali non avremmo quasi ricordo se tutto filasse sempre allo stesso modo per anni ed anni...
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:L'inevitabile trascorrere di tutto quanto 1 Settimana 1 Giorno fa #6

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1848
  • Ringraziamenti ricevuti 513
  • Karma: 30
Grazie KitCarson,

figurati, se lo stress fosse soltanto quello di discutere con te, accetterei di venire tutti i giorni a casa tua a litigare sul paranormale :hahahaha:
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:L'inevitabile trascorrere di tutto quanto 1 Settimana 19 Ore fa #7

  • vanoli
  • Avatar di vanoli
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 220
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 0
sinceramente è gia un ricordo il domani che deve venire

in piu questo venerdi ho visto un posto sognato ai miei 20 anni, pocodopo il mio ritorno.
può essere piacevole però che ogni vita, porta sempre il suo pacchetto uguale, ma può cambiare il corso.

2% di differenza tra una vita e l'altra , può incrementare il benessere o il malessere dell'anima. tanto ricordare che chi va al demonio non rinasce piu.

dato che parliamo di memoria, vorrei puntualizzare l'esperimento delle vite precedenti:
pochi giorno fa ho espresso un desiderio vero e ne è risultato quello che ho gia visto vedendo la mia prima vita.
:luna: sinceramente mi ha scosso un po, perchè stavo guardando la mia casa e avevo sui circa 55 60 anni.
in paradiso si cade come dei bambini, ma questo non è un buon segno di fede difronte a tutti i fratelli
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

L'inevitabile trascorrere di tutto quanto 5 Giorni 23 Ore fa #8

  • Stefano Feruglio
  • Avatar di Stefano Feruglio
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 96
  • Ringraziamenti ricevuti 8
  • Karma: 0
the_believer ha scritto:
Ultimamente sto pensando molto al fatto che tutto quanto, nella nostra esistenza, è inevitabilmente destinato a diventare un ricordo del passato. Non vi fa un po' effetto? A volte mi affanno per cercare la cosa giusta da fare o le parole giuste da dire in determinate situazioni (ad es nel lavoro), ma poi penso: "Cavoli, in ultima analisi, cosa conta, dato che fra un'ora questa cosa sarà già un po' meno importante di adesso, che domani sarà già un ricordo di ieri, e che tra una settimana chi ne parlerà ancora sarà considerato prolisso / borioso / pesante? Tra un anno, poi, a chi importerà più."

Se penso ai problemi che avevo 10 ani fa, e alla serietà con cui li affrontavo, mi viene da sorridere, dato che il tempo e la vita li hanno ormai cancellati completamente.

Questo è vero però anche per le cose positive e i momenti più piacevoli. Tutto, prima o poi diventa un ricordo (nel migliore dei casi).

Voi che che pensate? Quali sono le vostre riflessioni al riguardo?

Se penso al presente, cioè il momento in cui sto scrivendo mi giro e vedo solo dei ricordi dei quali sempre più faccio a distinguerne la esatta collocazione temporale... (cioè il ricordo di 10 anni fa sta solo un po' più vicino di quello di 20).. Possono essere ricordi, sogni, sensazioni ecc.... poco conta perchè di fatto sono un qualcosa impresso da qualche parte. Guardando avanti vedi il futuro incerto sempre più corto, ma allo stesso tempo proporzionalmente e forse esponenzialmente cresce la quantità dei ricordi... probabilmente immagazzinati dalla coscienza. Forse vivi e muori appunto per creare questi ricordi... Che non penso possano svanire nonostante il decesso fisico.
xxx
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : the_believer

L'inevitabile trascorrere di tutto quanto 4 Giorni 10 Ore fa #9

  • vanoli
  • Avatar di vanoli
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 220
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 0
ma va stefano, in piu ne dovrai rispondere davanti a papà e mentire non puoi perchè saprai tutto e tutte le lingue, ma entrati poi nel regno le lingue svaniranno per parlare una lingua sola.

poi nella vita dopo ci si riprende ancora tutto il pacchetto ( completo ).
in paradiso si cade come dei bambini, ma questo non è un buon segno di fede difronte a tutti i fratelli
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

L'inevitabile trascorrere di tutto quanto 4 Giorni 6 Ore fa #10

  • Stefano Feruglio
  • Avatar di Stefano Feruglio
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 96
  • Ringraziamenti ricevuti 8
  • Karma: 0
Perdonami, ma anche sforzandomi non voglio comprendere... Se hai voglia esprimi il tuo concetto in un modo comprensibile... Credimi, non alla persona normale,,, ma al mio interesse di comprendere un qualcosa che già non so.....
xxx
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

L'inevitabile trascorrere di tutto quanto 3 Giorni 12 Ore fa #11

  • the_believer
  • Avatar di the_believer
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 545
  • Ringraziamenti ricevuti 121
  • Karma: 3
Stefano Feruglio ha scritto:
Se penso al presente, cioè il momento in cui sto scrivendo mi giro e vedo solo dei ricordi dei quali sempre più faccio a distinguerne la esatta collocazione temporale... (cioè il ricordo di 10 anni fa sta solo un po' più vicino di quello di 20).. Possono essere ricordi, sogni, sensazioni ecc.... poco conta perchè di fatto sono un qualcosa impresso da qualche parte. Guardando avanti vedi il futuro incerto sempre più corto, ma allo stesso tempo proporzionalmente e forse esponenzialmente cresce la quantità dei ricordi... probabilmente immagazzinati dalla coscienza. Forse vivi e muori appunto per creare questi ricordi... Che non penso possano svanire nonostante il decesso fisico.

Che dire Stefano, senza nulla togliere agli altri interventi il tuo post è quello che si avvicina di più al mio stato d'animo, anche se nel mio caso non ho difficoltà a collocare temporalmente i ricordi, dato che sono un "maniaco" delle date e tutto quanto... Ciò non toglie che il presente mi pare un' eterna illusione. Ad es. quello che ho fatto mezz'ora fa, e mi pareva così vissuto, così reale, già sta entrando nel patrimonio dei miei ricordi.

Ti auguri giustamente che tutti questi ricordi, questo vissuto, non scompaiano nel nulla, ed abbiano pertanto un significato. Speriamo, anche se la vedo dura... Un saluto
"La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l'ignoranza è forza". George Orwell, 1984
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.174 secondi