IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Levitazione di Santi e di altre persone

Levitazione di Santi e di altre persone 2 Anni 8 Mesi fa #1

  • lunablu
  • Avatar di lunablu
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 251
  • Ringraziamenti ricevuti 37
  • Karma: 4
Lungo ma interessante...
"Durante la mia visita in Bhutan, uno dei miei compagni di viaggio ha fatto riferimento alla levitazione praticata nei monasteri tibetani e ho commentato che non avrei escluso che sia reale. "Sono felice che tu non lo rifiuti", ha detto la nostra guida.
"Nella nostra società", risposi, "si verifica tra due diversi tipi di persone: i mistici cristiani e i posseduti dal demonio".

Quindi partiamo dall'inizio: il Tibet. Ho già fatto riferimento al libro di Alexandra David-Néel, Magic and Mystery in Tibet (1929). Questa intrepida esploratrice si immerse nella cultura e nelle pratiche mistiche di questo regno misterioso, ma fece attenzione a distinguere tra ciò che vide e ciò di cui aveva appena sentito parlare. Ha assistito a eventi meglio intesi come rappresentazione della telepatia, ha imparato come aumentare la temperatura corporea, e è riuscita a produrre un tulpa, o allucinazione visibile. Quello che non ha visto è stata la levitazione, ma a lei è stata raccontata la teoria per impararla.

Tra questi esercizi, il seguente gode il più grande favore tra quelli di molti asceti tibetani che non sono di un tipo particolarmente intellettuale.
Lo studente siede a gambe incrociate su un cuscino grande e spesso. Inala lentamente e a lungo, come se volesse riempire il suo corpo di aria. Poi, trattenendo il respiro, salta in aria con le gambe incrociate, senza usare le mani e ricade sul cuscino, rimanendo sempre nella stessa posizione. Ripete quell'esercizio un certo numero di volte durante ogni periodo di pratica. Alcuni lama riescono a saltare molto in alto in quel modo. Alcune donne si allenano allo stesso modo.
Come si può facilmente capire l'oggetto di questo esercizio non e' il salto acrobatico. Secondo i tibetani, il corpo di coloro che si esercitano per anni, con quel metodo, diventa estremamente leggero; quasi senza peso. Questi uomini, dicono, sono in grado di sedersi su una spiga d'orzo senza piegare il suo gambo o di stare in cima a un mucchio di grano senza spostare alcun chicco. In effetti lo scopo è la levitazione.
Se il Buddha storico avesse approvato è una questione controversa... Uno degli aneddoti su di lui racconta di quando incontrò un asceta che gli raccontò come, dopo vent'anni di vari rituali e meditazioni, era stato in grado di camminare sull'acqua. "Povero amico," si dice che il Buddha abbia esclamato, "aver sprecato così tanto della tua vita, quando un traghettatore sarebbe stato disposto a portarti in giro per qualche soldo".
Comunque sia, Madame Néel-David ha sentito di un test in cui un monaco è stato posto in una fossa uguale alla sua altezza in profondità, e sormontato da una sorta di cupola di uguale altezza. Il candidato avrebbe dovuto levitare dal buco nella parte superiore della cupola. Khampas le disse che tali imprese erano state eseguite nel loro paese, ma non l'aveva mai vista da sé. Sarebbe interessante se un occidentale disinteressato potesse assistere a una simile esibizione sotto condizioni di controllo, perché in un'intervista il Dalai Lama ha affermato di non aver mai visto personalmente nessuno levitare. Tuttavia, fece menzione che una suora anziana gli aveva detto di aver visto, nella sua giovinezza, due monaci volare dalla cima di una montagna all'altro lato della valle - anche se si chiedeva se non fosse stata un'allucinazione. Se il capo della religione, che ha studiato a fondo i suoi insegnamenti, ed è in contatto con altri della stesso livello non può confermarlo, non dobbiam rimproverarci noi che siamo scettici.

Alcuni dei primi spiritualisti furono sospettati di aver levitato. In casa di Daniel Douglas, in particolare, c è stata una volta in cui era stato visto levitare da una finestra e entrare in una stanza adiacente. Tuttavia, Houdini, nel suo libro, A Magician Among the Spirits ha dichiarato categoricamente che sarebbe stato in grado di eseguire lo stesso trucco nelle stesse circostanze, e ha lanciato una sfida in tal senso. Sarebbe noioso esaminare ogni pretesa di questa natura, ma non si può negare che la frode diffusa fosse una caratteristica di molte sedute spiritiche e, in ogni caso, le loro imprese paranormali venivano tipicamente eseguite in condizioni di loro scelta, in condizioni di scarsa illuminazione , davanti a del pubblico simpatizzante e solitamente acritico.
Sono aperto a ulteriori prove, ovviamente, ma non penso che esista un caso molto valido per la levitazione volontaria. La levitazione involontaria, d'altra parte, è un'altra questione.
Possessione di demoni. Coloro che hanno visto il film del 1973, L'esorcista, potrebbero ricordare la scena della ragazza posseduta levitata dal letto. Questo non è accaduto nella storia del caso che ha ispirato il libro, anche se è stato riferito che un prete, seduto su una sedia, è stato spostato dall'altra parte della stanza. Nel caso del "possesso" del 2012-13 a Gary, nell'Indiana, una ragazza è stata davvero fatta levitare dal letto e un bambino è stato visto camminare su un muro.
Ancora una volta, possiamo prendere il caso di "Julia", come registrato dallo psichiatra, il dott. Richard Gallagher. Julia era solita cadere in trance durante le quali emerse una personalità malvagia. Sarebbe facile scrivere i suoi sintomi come una semplice disfunzione dissociativa, tranne che esibiva ESP e psicocinesi involontaria cioè fenomeni di poltergeist. In particolare, secondo il dott. Gallagher: sorprendentemente, per circa 30 minuti, ha effettivamente levitato circa mezzo piede in aria.

Devo ammettere, tuttavia, che quando ho fatto la dichiarazione in Bhutan, stavo pensando al Grande Amherst Mystery in Nova Scotia, 1878-9, che era in realtà un'infestazione da poltergeist. Rileggendo le prove, vedo che l'intero corpo e le membra della diciannovenne Esther Cox, il fulcro del fenomeno, sono state più volte viste gonfiarsi visibilmente e poi, dopo diversi rumorosi rapporti, altrettanto improvvisamente si sgonfiano. Ma lei non era levitata. Allo stesso modo, ci sono stati casi occasionali di poltergeist in cui i bambini sono levitati.
Il fenomeno è quindi piuttosto complesso, ma la stragrande maggioranza dei casi riguarda i mistici cristiani. Cos'è il misticismo? In inglese, a differenza di altre lingue, non facciamo distinzione tra conoscere un fatto e conoscere una persona. Un mistico cerca di conoscere Dio attraverso un legame personale ed emotivo. Al suo livello più basso può essere considerato un luogo comune, anche normale, poiché anche il non religioso riconosce che una "esperienza religiosa" è più di una semplice accettazione della dottrina. Ma quello che ci preoccupa è il tipo di stato alterato di coscienza indagato dal neurologo, il dott. Andrew Newberg, in cui il mistico sperimenta un'unione, con Dio e l'universo collegati, nel caso di un cristiano, con il senso di amore travolgente. Nel suo stato più profondo, cesserà di essere consapevole del suo ambiente fisico. Inutile dire che "l'estasi", per usare il termine teologico, è più probabile che venga vissuta da monaci o suore che trascorrono molte ore in preghiera e meditazione, piuttosto che qualcuno, per quanto devoto, che deve affrontare i problemi del mondo, come un parroco o un pastore o un laico.


Sebbene solo una piccola parte di essi sia stata registrata come levitante, la loro situazione è molto diversa da quella dei presunti medium levitanti. Questi ultimi l' hanno deliberatamente eseguita davanti al pubblico complice, in genere sotto scarsa luce, in condizioni sotto il loro controllo. I santi visti a levitare lo fecero spontaneamente, normalmente in buone condizioni di illuminazione e, significativamente, non desideravano il "dono", e il più delle volte richiedevano il silenzio da parte di alcuni testimoni, perché l'adulazione pubblica era un nemico dell'umiltà .
La levitazione, per quanto ne so, non era inclusa nelle molte leggende altamente immaginative dei santi comuni durante il Medioevo, ma i riferimenti ad essa cominciano ad apparire nei secoli XII e XIII. Il primo incidente potrebbe essere stato con l'anima gentile e conosciuta come San Francesco d'Assisi (1181/2 - 1226), che potrebbe anche essere stata la prima a introdurre il presepe di Natale, e la prima persona di spicco a mostrare le stimmate.

Il beato Francesco, un giorno mentre era in fervente preghiera, fu visto dai frati sollevato da terra con tutto il suo corpo, le sue braccia si estendevano verso il cielo: e una nuvola luminosa lo avvolse.
Bene, così disse il suo biografo ufficiale, San Bonaventura nella Legenda Maggiore, scritto nel 1261. A dire il vero, una precedente biografia del 1245 non menziona tali eventi, e nel 1320 le storie erano cosi arrivate a raccontare che tale santo era frequentemente levitato all'altezza di un faggio, o anche quasi completamente fuori dalla vista.
La mia sensazione è che, se questa storia fosse unica, potrebbe essere liquidata come una pia leggenda. Tuttavia, poiché la levitazione non sembra essere stata inclusa nelle precedenti leggende dei santi, e poiché ci sono casi ben documentati in seguito, penso che potremmo lasciarlo passare.

È possibile che la sua pretesa di essere stato il primo levitatore santo potrebbe dover passare a Christine the Astounding (c 1150 - 1224), che era nota per aver praticato straordinarie austerità. Si dice che la sua leggenda sia iniziata dopo aver subito un attacco a vent'anni e si è svegliata al suo stesso funerale, dopo aver ottenuto una visita guidata del purgatorio. In un precedente articolo, ho registrato diversi casi di persone che hanno avuto allucinazioni dettagliate mentre erano in coma, quindi questo racconto non può essere liquidato a caso. Allo stesso modo, noto che si suppone si sia verificato " all'incirca nei suoi primi anni '20", il che implica che la data esatta non è stata registrata. Questo lascia un po 'di dubbi sull'argomento. In ogni caso, quando si è svegliata, si dice che abbia levitato quasi fino al soffitto. Tuttavia, poiché questo è l'unico caso in cui io sappia in cui il levitatore non era in uno stato di coscienza alterato, preferirei vedere la documentazione completa prima di accettarlo.
La situazione diventa molto più certa quando lasciamo il periodo dei manoscritti e arriviamo all'età della parola stampata. Qui è possibile leggere i verbali dei testimoni oculari, molti dei quali sono stati interrogati durante le indagini per la canonizzazione

Prendiamo il caso di San Bernadino Realino (1530-1616). All'inchiesta tenuta nel 1621, un signor Tobias da Ponte depose sotto giuramento che, intorno al 1608, era venuto a chiedere consiglio spirituale al sacerdote. Mentre era seduto nell'atrio, notò che la porta della stanza del prete era leggermente aperta, e una luce raggiante filtrava attraverso. C'era un fuoco dentro? pensò. Sbirciando dentro, fu sorpreso di vedere Bernadino in preghiera, rapito dall'estasi, gli occhi chiusi e il suo corpo sollevò quattro mani, o 75 cm, sopra il pavimento. Dopo aver fornito le prove, gli fu chiesto dal ricercatore se fosse sicuro che la luce non fosse un'allucinazione, una fantasia del cervello o semplicemente i raggi del sole. (Questa è un'altra cosa: la luce soprannaturale, spesso dal volto dell'estatico, è un altro fenomeno ben attestato di misticismo.) Assolutamente no! affermò da Ponte; i raggi erano simili a quelli della fucina di un fabbro, e vide il santo sollevarsi da terra con la stessa chiarezza con cui vide l'interrogatore. Quest'ultimo poi lo ammonì di non esagerare, perché un santo non esige alcuna esagerazione. Di nuovo, da Ponte ha insistito che stava riportando la verità assoluta. Una terza volta è stato interrogato, ma si è attenuto alle sue prove. Quindi non pensate mai che questi fenomeni non siano stati investigati a fondo.

Certamente, quello di cui tutti parlano riguardo alla levitazione è Giuseppe di Copertino (1603-1663), per i dettagli della cui vita sono debitore alla biografia di p. Angelo Pastrovicchi. Certo, è stato scritto nel 1753, al momento della sua beatificazione, ma era basato sulla documentazione ufficiale preparata da testimonianze oculari prese pochi anni dopo la sua morte.
Personalmente, sono stato colpito da Giuseppe. La visione del monachesimo comune ai suoi tempi (e ancora oggi?) era che, se la semplicità è buona, allora l'abnegazione è migliore e l'autotortura migliore. Quindi, era solito rivestire il suo cibo con una salsa così disgustosa che nessun altro poteva ingoiarla. Digiunava sette volte l'anno per quaranta giorni ciascuno, e indossava una catena pesante intorno alla vita (ma non abbastanza pesante da tenerlo a terra).
Inoltre, sebbene la sua gentilezza e la sua virtù fossero ampiamente riconosciute, sembra che fosse una di quelle persone che sono così celestiali che non hanno alcun legame terreno. Sempre andò in estasi. Nel 1645, quando era di stanza ad Assisi, l'Alto Ammiraglio di Castiglia e sua moglie vennero a vederlo, con il loro numeroso seguito. Tuttavia, mentre Giuseppe entrava in chiesa per incontrarli, i suoi occhi si posarono all'improvviso su una statua dell'Immacolata Concezione sull'altare. Immediatamente, entrò in estasi, volò per dodici passi sopra le teste della gente fino ai piedi della statua, rimase lì in preghiera per un po ', poi diede il solito grido e tornò nella sua cella.
La devota Principessa Maria di Savoia ha spesso assistito alle sue estasi ad Assisi - non sempre riguardo la levitazione. Una volta, nella sua cappella privata, lo vide stazionare tre palmi dal pavimento mentre elevava l'ostia della comunione. Un'altra volta, dopo la messa, lo guardò volare sull'altare e rimanere lì in estasi.
A Napoli, davanti all'Inquisizione, disse messa presso la chiesa di San Gregorio Armeno, appartenente alle monache di San Ligorio. All'improvviso, mentre era impegnato in una preghiera privata in un angolo, emise un grido, poi volò sull'altare, dove si fermò, chinandosi sui fiori e le candele con le braccia tese come in croce, finché le suore gridarono che stava prendendo fuoco. Ma, dando un altro strillo, tornò al centro della chiesa.
Durante la sua prima visita a Roma, fu guidato dal Padre Generale per incontrare Papa Urbano VIII. Dopo aver baciato il piede del Papa, andò in estasi e fu sollevato in alto. Ma i suoi ultimi sei anni furono trascorsi ad Osimo, dove i suoi confratelli religiosi assistettero frequentemente alle sue levitazioni, di cui una molto lunga avvenne l'ultima volta che celebrò la messa, un mese prima della sua morte. Lo stesso giorno prima della sua morte, quando sentì la campana che annunciava l'avvicinamento del viatico, o comunione per gli ammalati, si alzò dal suo letto e volò dalla porta della sua stanza alle scale sopra la sua cappella. Tutti questi eventi, devo ricordare, sono stati attestati sotto giuramento solo pochi anni dopo.

Le levitazioni di Giuseppe erano famose nel corso della sua vita e settanta furono registrate negli atti della sua beatificazione. Il semplice numero dovrebbe essere sufficiente per superare ogni legittimo scetticismo su ogni singola istanza. E inutile dire che non importa se è successo settanta volte, o solo una volta, se ha levitato dieci piedi o dieci pollici, è ancora una violazione delle leggi della natura così come le conosciamo.
Si potrebbe pensare che fosse l'unico levitatore. Assolutamente no! Cerchiamo di consultare The Physical Phenomena of Mysticism di Herbert Thurston. In un saggio precedente ho raccontato come contenga una quantità enorme di documentazione sulle anomalie che non leggerete altrove. Purtroppo, non riesco a trovare il sito da cui ho scaricato il PDF. Tuttavia, i PDF possono essere scaricati e, inoltre, è possibile acquistare tascabili e persino edizioni Kindle da Amazon, e consiglio vivamente di farlo.
Thurston ha iniziato con la levitazione per l'ovvia ragione, come ha sottolineato, mentre considerando che un miracolo medico richiede la certificazione da un medico, non è necessario molto in termini di qualifiche per stabilire se i piedi di una persona sono sopra il terreno. Tali furono quelli che in diverse occasioni assistettero al "rapimento" di Teresa d'Ávila (1515-1582). Una volta, quando era priora, era in ginocchio per prendere la comunione, quando fu portata in aria da una forza irresistibile. Ha menzionato questo particolare incidente nella sua autobiografia (Thurston ha avuto accesso al facsimile del suo manoscritto in spagnolo), dove ha spiegato come lei non era assolutamente in grado di resistergli, sebbene fosse spaventata dall'atto di essere sospesa, e angosciata dall' idea del clamore che avrebbe provocato. Ha anche riferito che dopo tali eventi si sentiva sollevata, come se i suoi piedi non toccassero il terreno. Si noti che era completamente consapevole di ciò che lo circondava durante la levitazione.

Tra coloro che non sono stati dichiarati santi (non ancora), la "Monaca Blu", Maria di Gesù di Ágreda (1602-1665) ha compiuto cosi tanti sforzi per resistere alla levitazione che ha vomitato sangue, ma a differenza di Teresa, ha perso la consapevolezza di ciò che la circondava. Secondo il vescovo Samaniego, che la conosceva bene: le estasi della serva di Dio erano di questa natura. Il corpo era completamente privo dell'uso dei sensi, come se fosse morto, ed era senza sentimento se la violenza veniva compiuta; era sollevato un po 'sopra la terra e leggero come se non avesse peso proprio, tanto che come una piuma poteva essere spostata da un soffio, anche da lontano. . . . Spesso rimaneva in questo stato di estasi per due o anche per tre ore.
La mancanza di spazio proibisce una descrizione completa di tutte i casi esaminati da Thurston, per non parlare della sua valutazione della documentazione. In effetti, anche lui era limitato dallo spazio a registrare solo un paio di dozzine di casi, che seguì da una lista di ventidue altri, ammettendo che anche quello era poco completo. Tuttavia, c'è un altro caso che merita di essere discusso.

Maria Maddalena de 'Pazzi (1566 - 1607), come molti altri di questi mistici, aveva un insolito profilo psicologico. Una volta, mentre era in estasi, urlò a squarciagola in risposta a una domanda, e commentò a un terzo: "Non riesco a sentirvi laggiù, è troppo lontano". In altre parole, immaginava di essere nell'aria quando non lo era. Tuttavia, lei possedeva una relazione piuttosto sciolta con la gravità. Se santa Teresa si sentiva bene dopo le sue levitazioni, allora de'Pazzi, secondo il suo confessore, p. Cepari, era nota per muoversi intorno al convento con incredibile rapidità, salendo le scale con tale velocità e agilità che sembrava che i suoi piedi toccassero appena il pavimento. Nel 1532 sali nel il coro e saltò su un cornicione per spostare da lì un crocifisso. La cornice era di circa 30 piedi o 9 metri sopra il pavimento.
Il motivo per cui la menziono è perché, sebbene Madame David-Néel non abbia assistito a nessuna levitazione mentre era in Tibet, ha assistito a corridori lunggom, che erano in grado di correre a velocità straordinaria per lunghi periodi di tempo, in uno stato di profonda trance. A uno che osservava da vicino sembravano procedere con l'elasticità di una palla. Di un altro fu notato che mentre non correva era avvolto in pesanti catene per appesantirsi, perché gli esercizi praticati da questi corridori servono a renderli leggeri, anche se sospetto che sia più un caso del potere della mente sul corpo. Ma non è stato osservato che avrebbero potuto saltare nove metri in aria.


Cosa si può dire di questo fenomeno? Sembra essere un sottoprodotto non pianificato dello stato alterato di coscienza. Che dire della levitazione dei non mistici? Thurston ha adottato un atteggiamento più favorevole, ma non possiamo negare gli esperimenti Batcheldor e "Philip", di cui ho parlato in un precedente saggio:
Fondamentalmente, negli anni '60 uno psicologo chiamato Kenneth Batcheldor riunì un gruppo di sperimentatori per ricreare una seduta spiritica classica e scoprì che potevano influenzare il tavolo non solo per inclinarsi, ma per levitare e muoversi nella stanza. Basandosi su questo il decennio successivo, una squadra guidata da Iris Owen ha iniziato a evocare un fantasma immaginario chiamato "Filippo". E per assicurarsi che l'esperimento non fosse inquinato da un vero fantasma, concordarono di inventare una storia di vita che conteneva contraddizioni. Il risultato fu la produzione di tipici tocchi e colpi spiritualistici, che erano più pronunciati per domande per le quali la squadra aveva già concordato le risposte, sia vero che falso. Più precisamente, si sono verificati anche spettacolari movimenti "poltergeist" di tavoli e sedie, proprio sotto una serie di telecamere e gli occhi degli studiosi.
E, come ha commentato Thurston, se un tavolo può essere levitato, così può essere un essere umano (beh, uno piccolo). La maggior parte delle levitazioni poltergeist sono oggetti di piccole e medie dimensioni, ma alcune possono essere piuttosto grandi. Qualche strana forza naturale viene attivata in qualche modo misterioso. Il fatto che possa essere sfruttato da una scienza avanzata non dovrebbe sorprendere nessuno che si immerge nella letteratura sui rapimenti alieni.
Sarei interessato a saperne di più sui dati demografici. L'accessibilità dei documenti e delle lingue coinvolte ha limitato queste indagini ai paesi cattolici. Tuttavia, rimane una lunga tradizione di misticismo nel cristianesimo orientale. Ci sono casi documentati di levitazione nel grande complesso monastico del Monte. Athos in Grecia ad esempio? Inoltre, nonostante la tradizione tibetana, non sono a conoscenza di una levitazione ben attestata da mistici non cristiani, anche se non lo escluderei. O forse la loro forma di misticismo è diversa.
Questa non è una storia antica. Thurston intraprese le sue indagini tra il 1919 e il 1938, e l'esempio più recente che riuscì a trovare accadde nell'ultimo decennio del diciannovesimo secolo. In generale, tuttavia, la mia impressione è che il fenomeno abbia avuto inizio nel dodicesimo secolo, abbia raggiunto il suo picco nel sedicesimo e diciassettesimo, e da allora si sia esaurito. Ci sono tendenze o mode anche nel paranormale?"

Voi che ne pensate della levitazione? Realta' o leggenda?

Inviato dal mio SM-A300FU utilizzando Tapatalk
bluemoon
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.