IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Si può dare credito all'astrologia?

Si può dare credito all'astrologia? 1 Anno 5 Mesi fa #1

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Utente bloccato
  • Messaggi: 786
  • Ringraziamenti ricevuti 148
  • Karma: -1
Mi sono sempre chiesto perchè l'astrologia in un'era spaziale come la nostra, possa avere un seguito che non conosce momenti di stasi. L'astrologia è una mantica, non una scienza. La mantica (dal greco mantikè-tèkne= arte divinatoria) secondo Platone è una capacità propria delle anime più elevate e superiore alla stessa facoltà razionale. Come trascendente la facoltà razionale, l'astrologia non può essere scientifica (come vorrebbero i "volponi" della stessa...) perchè ogni tentativo di giustificarla con le leggi fisiche conosciute (campi gravitazionali, elettromagnetici, ecc.) è sempre miseramente fallito, come fortunatamente doveva esserlo, inoltre, partendo anche dai presupposti astronomici errati (precessione degli equinozi, numero delle costellazioni, ecc.) è di fatto impossibile conciliarla con le attuali conoscenze dell'Universo.

Ci sarebbe però da chiedersi perchè, nonostante le persecuzioni, le condanne e le smentite, l'astrologia è passata indenne attraverso i millenni e rimane ancora viva nello spirito delle persone, dando a molte di esse più "certezze" di tutte le filosofie e le religioni?
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Si può dare credito all'astrologia? 1 Anno 5 Mesi fa #2

  • the_believer
  • Avatar di the_believer
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 643
  • Ringraziamenti ricevuti 140
  • Karma: 3
L'astrologia, quindi l'oroscopo, dà speranze, illusioni, prospettive per il futuro... quindi vivremo nuovi amori, cambieremo il lavoro che non ci piace, e magari arriverà una inaspettata piccola eredità, e quant'altro. Penso che la gran parte di noi esseri umani abbia bisogno di questa forma di speranza e di sottile lusinga... da qua il successo dell'astrologia.
"La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l'ignoranza è forza". George Orwell, 1984
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Si può dare credito all'astrologia? 1 Anno 5 Mesi fa #3

  • ParanormalStudio Emiliano
  • Avatar di ParanormalStudio Emiliano
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2457
  • Ringraziamenti ricevuti 533
  • Karma: 20
Soprattutto pensando che il presupposto dell'astrologia è la posizione dei pianeti nelle varie costellazioni che sono puramente un'invenzione umana. Le linee tratte nel cielo per disegnare qualcosa che servisse per orientarci è stato puramente "casuale", il fatto che un tratto che forma il nostro "disegno" si fermi a una stella piuttosto che a un'altra è stato puramente arbitrario. E la relazione che diamo noi a quelle stelle non esiste realmente tra le stelle stesse che spesso sono così lontane l'una dall'altra da non avere alcun tipo di interazione fisica: perfette sconosciute.
Paranormal Studio è un progetto Hunters 12 in collaborazione dal 2015 con Paranormale.com.

Il nostro sito:www.hunters12.com/paranormal
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Si può dare credito all'astrologia? 1 Anno 5 Mesi fa #4

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Utente bloccato
  • Messaggi: 786
  • Ringraziamenti ricevuti 148
  • Karma: -1
ParanormalStudio Emiliano ha scritto:
Soprattutto pensando che il presupposto dell'astrologia è la posizione dei pianeti nelle varie costellazioni che sono puramente un'invenzione umana. Le linee tratte nel cielo per disegnare qualcosa che servisse per orientarci è stato puramente "casuale", il fatto che un tratto che forma il nostro "disegno" si fermi a una stella piuttosto che a un'altra è stato puramente arbitrario. E la relazione che diamo noi a quelle stelle non esiste realmente tra le stelle stesse che spesso sono così lontane l'una dall'altra da non avere alcun tipo di interazione fisica: perfette sconosciute.


In effetti è sempre quello che ho pensato, non vedo possibilità di interferenze dirette da stelle distanti tra loro centinaia di anni luce, prese in considerazione solo per il fatto di essere "raggruppate" per la nostra posizione e visuale.
Dare addosso all'astrologia è un'attività antica e meritoria: da fonti antiche sappiamo che il pretore Cornelio, nel 139 a.C. mise al bando i caldei che la praticavano e malgrado ciò cent'anni dopo il pur grande Orazio ammoniva- "Quid sit futurum cras fuge quaerere", (non cercare di conoscere il tuo futuro).

Anche nel periodo del suo massimo splendore, l'astrologia fu attaccata duramente dal "Maestro" Giovanni Pico della Mirandola conte di Concordia. Ai nostri giorni è più facile attaccarla con le tante obiezioni scientifiche e filosofiche che possono esserle mosse contro: il numero delle costellazioni (12 o 13?), le lune che orbitano attorno ad alcuni pianeti, la conclamata "precessione degli equinozi", oltre alla generale tendenza di rendere la scienza (almeno in ambito astrologico...) sempre meno a misura d'uomo e quindi più astratta.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Si può dare credito all'astrologia? 1 Anno 5 Mesi fa #5

  • Guglielmo da Baskerville
  • Avatar di Guglielmo da Baskerville
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2244
  • Ringraziamenti ricevuti 600
  • Karma: 32
L'astrologia è una di quelle cose in cui non vedo proprio il senso. Così come non vedo il senso, per esempio, nel divinare guardando i fondi del caffè o del tè o altre pratiche simili. Sono quelle pratiche in cui si immagina di poter vedere correlazioni che in realtà sono totalmente ed illogicamente arbitrarie.
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Si può dare credito all'astrologia? 1 Anno 5 Mesi fa #6

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Utente bloccato
  • Messaggi: 786
  • Ringraziamenti ricevuti 148
  • Karma: -1
valle ha scritto:
L'astrologia è una di quelle cose in cui non vedo proprio il senso. Così come non vedo il senso, per esempio, nel divinare guardando i fondi del caffè o del tè o altre pratiche simili. Sono quelle pratiche in cui si immagina di poter vedere correlazioni che in realtà sono totalmente ed illogicamente arbitrarie.


Bisognerebbe distinguere. La divinazione è un rituale, un'arte (molto antica) di prevedere il futuro attraverso i segni esteriori, per esempio attraverso la oomanzia, pratica divinatoria che si attua osservando gli aspetti assunti dall'albume dell'uovo, versato in uno contenitore con acqua,... con la lettura delle carte, della mano, dei sogni, del globo di cristallo, delle braci, dell'acqua, perfino dalle anteriora degli animali, fino alla necromanzia, ecc ecc.

L'astrologia invece è tutt'altra cosa, "studia" il rapporto che intercorre tra la posizione degli astri dello Zodiaco al momento della nascita e le caratteristiche morfologiche e psicologiche della persona, compreso il suo destino... In questo senso, l'astrologia è (sarebbe...) lo studio delle relazioni matematiche (con tanto di righelli e di goniometri...) e al tempo stesso psicologiche, logicamente partendo dal presupposto dell'esistenza di uno psichismo universale.

Quindi mi sembra più esatto inquadrare il rituale della divinazione (delle innumerevoli arti divinatorie) come un responso dato da un sensitivo, mentre la lettura astrologica si basa espressamente sui calcoli matematici, in funzione di ore, giorni, mesi ed anno delle nascite, in rapporto alla posizione degli astri in quel momento.

Ribadisco che non ho mai creduto al posizionamento stellare con i risvolti umani. Al limite, ogni astrologo valido potrebbe essere soltanto un eccellente sensitivo, per il quale le configurazioni astrologiche non rappresenterebbero se non un "appoggio manifesto", un catalizzatore insomma.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Si può dare credito all'astrologia? 1 Anno 4 Mesi fa #7

  • Guglielmo da Baskerville
  • Avatar di Guglielmo da Baskerville
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2244
  • Ringraziamenti ricevuti 600
  • Karma: 32
Certo KitCarson, mi rendo conto che l'astrologia comprende una serie di calcoli anche piuttosto elaborati. Ma si possono fare calcoli elaboratissimi su un assunto di base che è fallace, e di conseguenza tutto ciò che ne consegue è inutile.
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Si può dare credito all'astrologia? 1 Anno 4 Mesi fa #8

  • the_believer
  • Avatar di the_believer
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 643
  • Ringraziamenti ricevuti 140
  • Karma: 3
valle ha scritto:
L'astrologia è una di quelle cose in cui non vedo proprio il senso. Così come non vedo il senso, per esempio, nel divinare guardando i fondi del caffè o del tè o altre pratiche simili. Sono quelle pratiche in cui si immagina di poter vedere correlazioni che in realtà sono totalmente ed illogicamente arbitrarie.

Beh, a ben vedere anche il pensare che le carte (ad es. gli arcani maggiori dei tarocchi, ma non solo) abbiano un significato divinatorio, e che si dispongano inoltre in modo non casuale durante la lettura, ma secondo un ordine ben preciso, potrebbe non essere considerato un modo di pensare non razionale.
"La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l'ignoranza è forza". George Orwell, 1984
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Si può dare credito all'astrologia? 1 Anno 4 Mesi fa #9

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1327
  • Ringraziamenti ricevuti 202
  • Karma: 3
Beh non è detto che proprio tutto é fallace... chi ci da la certezza che gli emblemi sull' eclittica siano stati inventati dall' uomo per adattarli alle personalitá? Cioè, voglio dire, che si é vero che le costellazioni sono formate da stelle lontane anni luce l' una dalle altre, é vero anche che é solo una questione di prospettiva, ma chi ci dice che sia stato l' uomo a ripartirle in quel modo ( tra l' altro ordinato e preciso) e che non si sia potuto trattare di un suggerimento supremo, un dettame, avvenuto chissá quale notte di quale tempo? Nel mentre personalmente do credito agli oroscopi, agli ascendenti che influenzano il carattere e le propensioni degli individui. Qualcosa di galatticamente ( se non cosmico) intrinseco, dato anche dal fattore della data e l' ora di nascita, c' è di sicuro, è questione di influenza cosmica e. .. calcoli complessi....
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Si può dare credito all'astrologia? 1 Anno 4 Mesi fa #10

  • Guglielmo da Baskerville
  • Avatar di Guglielmo da Baskerville
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2244
  • Ringraziamenti ricevuti 600
  • Karma: 32
Gemini ha scritto:
...chi ci dice che sia stato l' uomo a ripartirle in quel modo...e che non si sia potuto trattare di un suggerimento supremo, un dettame, avvenuto chissá quale notte di quale tempo? ....
La risposta più naturale che mi viene da dare è che l'uomo è estremamente antropocentrico: ci ha messo un bel po' di tempo per rinunciare alla convinzione che tutto girasse intorno alla Terra (e quindi intorno a lui); che il sole girasse intorno alla Terra, che le stelle e l'universo intero fossero incastonati in varie sfere tutte a girare intorno a noi.
E quando queste nozioni sono cadute, non solo ci siamo accorti che niente gira intorno a noi (a parte la Luna) ma che la Terra in fin dei conti è un granellino di materia sperduto in un angolino della nostra Galassia, la Via Lattea, che conta circa 250 miliardi di stelle, e la nostra galassia è solo una delle circa 100 miliardi di galassie nella fetta osservabile di universo, ma nessuno sa quante possano essere con esattezza.
Vista da questa prospettiva, la Terra è una nullità e viene difficile anche solo immaginare un piano divino che ci releghi in questo angolo di universo e poi disponga le stelle in modo da avere delle forme per noi significative.
Certo la Terra non è una nullità perché contiene la vita e tante belle cose, ma ricordiamoci che questa è la nostra prospettiva, ma nell'ordine dell'universo anche questo fenomeno chiamato vita, avvenuto sul nostro pianeta (e forse su altri?) potrebbe essere poco più che una scintilla che dura un istante nell'eternità, un piccolo bagliore di "fantasia" della natura.
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
Ultima modifica: 1 Anno 4 Mesi fa da Guglielmo da Baskerville.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Si può dare credito all'astrologia? 1 Anno 4 Mesi fa #11

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1327
  • Ringraziamenti ricevuti 202
  • Karma: 3
Si d' accordo Valle, ma ricordiamoci sempre della questione prospettiva...se ci è stato suggerito di "fare riferimento a" allora questo riferimento è stato iniziallizzato ad hoc per quelle che sono le forme di vita di questo piccolo granello fluttuante nel cosmo. Il mio è un ragionamento assai alternativo alla fine. Ma faccio notare che dalla Bibbia fino a Dante Alighieri l' elemento astrologico assume una rilevanza quasi solenne, per non parlare poi di Aztechi e Maia.Cristo è esistito durante l' era dei Pesci, il sommo Dante (che è del mio stesso segno) rivela la sua data di nascita nel canto del paradiso ( almeno cosí ricordo) ..."O gloriose stelle ( Gemelli ), o lume pregno
di gran virtù ( Giove ), dal quale io riconosco
tutto, qual che si sia, il mio ingegno,
con voi nasceva e s'ascondeva vosco
quelli ch'è padre d'ogni mortal vita ( Sole ),
quand'io sentì di prima l'aer tosco"....
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.