IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: I King

I KING 3 Anni 5 Giorni fa #1

  • Quandosioscuralaluna
  • Avatar di Quandosioscuralaluna
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1066
  • Ringraziamenti ricevuti 114
  • Karma: 4
Non ho trovato nulla su questo argomento con la ricerca , ma se è presente abbiate pietà della mia debolezza,ho cercato bene!! U.U

Allora, a breve studierò il Libro dei Mutamenti, un libro oracolare.
Riporto qui dal libro che ho qui davanti a me:

"La raccolta attuale dei 64 esagrammi proviene, secondo la tradizione generalmente accreditata, dal re Nenn, l'avo della dinastia Ciou, il quale scrisse brevi sentenze, mentre era prigioniero del tiranno Ciou Sinn. Il testo vero e proprio venne redatto però da suo figlio" (......)

(...)Porre domande all'I King era infatti una consuetudine molto diffusa della vita quotidiana cinese.(...)

Parole mie: Il simbolo esoterico, dato che non mi fa inserire immagini, è quello del Yin e Yang del Tao, contornato dagli 8 trigrammi fondamentali, il simbolo è noto come "cielo primigenio" oppure "ordinamento primordiale".

Bellissimo!

Questa pratica è allegata con tre monete di bronzo per la consultazione... Qualcuno lo ha già consultato?

Vi farò sapere.... Intanto che ne pensate?
:gattonero: :gattonero:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

I KING 3 Anni 5 Giorni fa #2

  • Isabelle
  • Avatar di Isabelle
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 105
  • Ringraziamenti ricevuti 38
  • Karma: 0
Ciao!
Anni fa io ho provato a consultarlo tre o quattro volte, basandomi sul bel volume edito dall’Adelphi che spiegava in modo esaustivo e curato tutta la faccenda.
Ricordo che aveva centrato abbastanza bene la situazione, tuttavia nel tempo non ho proseguito a utilizzarlo, perché sento molta più affinità con altri metodi. Comunque me ne è rimasto un ricordo positivo e anche “poetico”, se vogliamo, perché questi tipi di responsi sono in genere alati e immaginifici: è dunque necessario ancorarli bene alla domanda, soprattutto se questa riguarda un interrogativo concreto :sfera:
.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Quandosioscuralaluna

I KING 3 Anni 4 Giorni fa #3

  • Quandosioscuralaluna
  • Avatar di Quandosioscuralaluna
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1066
  • Ringraziamenti ricevuti 114
  • Karma: 4
Grazie per aver raccontato la tua esperienza Isabelle!
:gattonero: :gattonero:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

I KING 3 Anni 4 Giorni fa #4

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2386
  • Ringraziamenti ricevuti 423
  • Karma: 16
Perché il Libro dei mutamenti I Ching (pronunciato i cin) è diventato I King? Mi sorge spontaneo pensare che qualcuno che non conosceva la pronuncia corretta abbia iniziato a far circolare questa versione. Se è così, questa pratica mi ispira poca fiducia. Se, invece, esiste una spiegazione storica diversa, sono pronta a ricredermi e a prendere la cosa in considerazione.
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

I KING 3 Anni 4 Giorni fa #5

  • Isabelle
  • Avatar di Isabelle
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 105
  • Ringraziamenti ricevuti 38
  • Karma: 0
Nyma ha scritto:
Perché il Libro dei mutamenti I Ching (pronunciato i cin) è diventato I King? Mi sorge spontaneo pensare che qualcuno che non conosceva la pronuncia corretta abbia iniziato a far circolare questa versione. Se è così, questa pratica mi ispira poca fiducia. Se, invece, esiste una spiegazione storica diversa, sono pronta a ricredermi e a prendere la cosa in considerazione.

Penso si tratti semplicemente di un questione di diversa traslitterazione dal cinese da parte degli occidentali, quindi niente a che fare con il metodo in sè e per sè. L'Adelphi, ad esempio, ha scelto di tradurre "I Ching" :wink:
.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

I KING 3 Anni 4 Giorni fa #6

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2386
  • Ringraziamenti ricevuti 423
  • Karma: 16
Isabelle ha scritto:
Penso si tratti semplicemente di un questione di diversa traslitterazione dal cinese da parte degli occidentali, quindi niente a che fare con il metodo in sè e per sè. L'Adelphi, ad esempio, ha scelto di tradurre "I Ching" :wink:
Vedi, Isabelle, in cinese i mutamenti li ho visti sempre traslitterati in Yi Jing o I Ching. Il metodo per riportare la pronuncia da caratteri cinesi a romaji è il pinyin. Nel pinyin Jing e Ching sono pronunce molto simili e quasi interscambiabili, ma King proprio no. In lingua giapponese il "ch" viene pronunciato "k", ma in cinese il "ch" è pronunciato "ci". La cosa non mi convince.
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
Ultima modifica: 3 Anni 4 Giorni fa da Nyma.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

I KING 3 Anni 4 Giorni fa #7

  • Isabelle
  • Avatar di Isabelle
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 105
  • Ringraziamenti ricevuti 38
  • Karma: 0
Mi hai incuriosito, così sono andata a raccattare il libro :)
Spulciando velocemente la bibliografia, mi è venuto il sospetto che la traduzione "King" sia nata in ambito anglosassone. Già nell'Ottocento, infatti, in pubblicazioni inglesi trovi:
McClatchie, A Translation of the Confucian Yi King, 1876
The sacred books of the east, XVI: The Yi King, Clarendon Press, Oxford 1899
Poco male comunque,lo chiamino pure King, penso che l'importante sia che abbiano tradotto bene il testo vero e proprio... anche in ambito musicale gli inglesi spesso chiamano VAIBRADO il "vibrato" del violino, ma amen, se poi sanno suonarlo bene! :wink:
.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Nyma, Quandosioscuralaluna

I KING 3 Anni 4 Giorni fa #8

  • Quandosioscuralaluna
  • Avatar di Quandosioscuralaluna
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1066
  • Ringraziamenti ricevuti 114
  • Karma: 4
Isabelle è stata esauriente!
:gattonero: :gattonero:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

I KING 3 Anni 4 Giorni fa #9

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2386
  • Ringraziamenti ricevuti 423
  • Karma: 16
Riporto una cosa trovata in un blog e a sua volta ricopiata da un gruppo FB. Scusate la divagazione linguistica ma la cosa mi stava a cuore. :wink:
D: “I Ching”, “I King”, “Yi Jing”… ma come si scrive? e come si pronuncia?

R: Si scrive 易經 … Fino al 1979 non esisteva un sistema unico di romanizzazione della lingua cinese valido in tutto il mondo, ogni lingua seguiva le proprie regole fonetiche nella traslitterazione; in più, la pronuncia del cinese varia molto da zona a zona, per cui il Libro era conosciuto con diverse grafie, tra cui Yi King (Francia), I Ging (Germania), I King (Italia), mentre nel mondo anglofono prevaleva l’uso del sistema Wade-Giles, il che rese la variante “I Ching” la più diffusa. Nel 1979 l’International Organization for Standardization (ISO) ha adottato invece il sistema pinyin come romanizzazione standard del cinese moderno; dunque, seguendo il pinyin, dovremmo scrivere “yijing”, o meglio “yìjīng”. Ovviamente ognuno è libero di adottare la scrittura che preferisce… [...]
La pronuncia (sempre attenendosi al “cinese standard”) è comunque la stessa ed è impossibile da trascrivere in modo soddisfacente, in quanto il suono “j” di “jing” non esiste in nessuna delle nostre lingue, e in più bisognerebbe tener conto dei toni. Accontentiamoci di pronunciarlo “ìi ching”

Quindi, in definitiva, non è un errore dovuto a negligenza, anzi, testimonia che l'interesse per queste pratiche ha fondamenta antiche... in un epoca in cui la traslitterazione fonetica non era ancora stata universalizzata. Interessante! :thumright:
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.