IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Hare Krishna

Hare Krishna 4 Anni 8 Mesi fa #1

  • alceste
  • Avatar di alceste
  • Offline
  • Utente bloccato
  • Messaggi: 1795
  • Ringraziamenti ricevuti 834
  • Karma: 7
Hare Krishna
Chi sono - Dottrine - Krishna e Cristo

adatt. da uno scritto di Filippo Chinnici



Vi sarà capitato di incontrare persone con i capelli parzialmente rasati, vestiti di abiti esotici, che cantano saltellando per le piazze e vi sarete domandati: chi sono? Da dove vengono? Sono dei religiosi? Cosa credono?

È una religione che prende il nome di "Società Internazionale per la Coscienza di Krishna" (ISKCON), più comunemente chiamati "Hare Krishna", ed è una religione Indù.

Quando si dice "Induismo" o "religione Indù" si usano termini molto generici che abbracciano una gamma immensa di concezioni filosofico-religiose. E per mettere un po' d'ordine in un campo molto complesso ed intricato, gli studiosi dividono lo sviluppo del pensiero indiano in vari periodi. Il movimento degli Hare Krishna, che si sta diffondendo in Italia e in tutto l'Occidente, appartiene al "periodo della rinascenza" iniziato attorno al 1800 d.C. e che è sfociato poi nel Neo-Induismo.


Cenni storici

L'Induismo insegna che esistono tre divinità principali: Brahma, Shiva (o Siva), e Vishnu (o Visnu), dette anche "trimurti". Le religioni più importanti dell'Induismo sono il Vishnuismo, lo Shivaismo e lo Shaktismo. Il vishnuismo è la religione che venera Vishnu come la divinità suprema. Nel vishnuismo è essenziale la teoria degli "avatara" (parola sancrita che significa etimologicamente "discesa"): discese che sarebbero manifestazioni della divinità in forma umana, animale o mista. Una di queste manifestazioni, forse la più popolare, è Krishna.

Caitanya Mahaprabhu (1485-1534) diede inizio ad una nuova forma di "devozione" verso Krishna, che presentò non più come una manifestazione o incarnazione di Vishnu, ma come la forma suprema del dio, di cui le altre divinità indù non sono se non manifestazioni secondarie. Egli insegnò che il modo migliore per eliminare l'ignoranza e il "karma negativo" (le conseguenze delle azioni sbagliate) e raggiungere la felicità perfetta, è esprimere la devozione (bhakti) attraverso la danza e i canti a Krisna.

Abhay Charan De Bhaktivedanta Swami Prabhupada (1896-1977), "maestro spirituale" dell'ordine di Caitanya, sostenuto finanziariamente da Sumati Moraji, proprietario della maggiore compagnia di navigazione indiana, lasciò l'India per cominciare a diffondere il messaggio della "Bhagavad Gita" (1) negli Stati Uniti. Iniziò la propria opera a New York, dove recitò e cantò i suoi primi "mantra", delle formule che sarebbero poi divenute tipiche del movimento degli Hare Krishna. Dopo un periodo iniziale, in cui tra l'altro insegnò presso un centro yoga frequentato da hippies e intellettuali, nel luglio del 1966 diede vita alla citata "Società Internazionale per la Coscienza di Krishna".

Tra i suoi adepti più famosi figura la stella dei rock George Harrison (uno dei Beatles), che fra l'altro ha finanziato lo sviluppo del movimento in Gran Bretagna. La sua canzone "My sweet Lord" è dedicata a Krishna.

La Società ha la sua sede principale in India, e precisamente a Vrndavana, nella regione dell'Uttar Pradesh. A essa fanno capo, sparsi per il mondo, più di 70 templi dedicati a Krishna.

Dal 1977, cioè dalla morte di Prabhupada, alla guida dei movimento vi è un organo collettivo di 24 membri, la "Governing Body Commission", già istituita dallo stesso Prabhupada nel 1970. Quest'organo è formato da due comitati dirigenti: uno, composto di undici persone, che si interessa dei problemi spirituali, l'altro che si interessa invece dei problemi amministrativi.

Le sue pratiche e le sue dottrine, si stanno propagando rapidamente dagli Stati Uniti al resto del mondo Occidentale, compresa l'Italia, ed essa rientra nel novero delle cosiddette "religioni giovanili". In Italia esistono quattro centri. I devoti sarebbero circa 200, mentre i seguaci e simpatizzanti che frequentano i centri, senza vivervi come i devoti, sarebbero circa 30.000, in massima parte giovani di ambo i sessi.


Austerità e Disciplina

I membri di questo movimento osservano una vita monastica, austera e disciplinata.

Per essi, i mali ed i problemi del mondo non sono che un effetto dell'ignoranza di Krishna da parte degli uomini. La "conoscenza di Krishna", oltre che alla liberazione dell'individuo, conduce alla salute e alla salvezza del mondo intero. Perché questa liberazione abbia luogo, l'adepto è tenuto alla rigorosa osservanza di quattro principi comportamentali:

1) Una vita alimentare impostata su un regime rigidamente vegetariano. Gli alimenti consentiti possono essere consumati solo dopo averli offerti al signore Krishna chiedendone la "prasada" (grazia).

2) L'assoluta astinenza da sostanze inebrianti o stupefacenti, quali il tabacco, gli alcolici, il tè, il caffè e, naturalmente, qualsiasi tipo di droga.

3) Una vita sessuale morigerata, che escluda qualunque rapporto illecito e sia finalizzata soltanto a scopi procreativi, praticata tra coniugi regolarmente sposati e con una frequenza non superiore a un rapporto al mese.

4) L'astensione da qualunque gioco d'azzardo e dagli sport dal carattere eccessivamente agonistico.

L'osservanza di questi precetti dovrebbe creare "uomini dal carattere perfetto". Ai devoti Hare Kirishna è richiesto poi di vivere in una sorta di associazione spirituale entro i templi di Radha Krishna, così chiamato in onore di Krishna e delle sua sposa Radha.

I bambini dei devoti Hare Krishna frequentano una scuola specifica organizzata dal movimento e denominata "gurukula" (scuola del maestro). Qui viene loro impartita un'educazione ispirata alla devozione a Krishna e alla preparazione per "una vita in cui vi sia la coscienza di Krishna".

Il principale servizio è comunque costituito dal canto in onore della divinità. Il più noto di questi canti è il cosiddetto "maha mantra", cioè quel canto che ripete sempre le stesse parole (da esse viene il nome "Hare Krishna" dato ai loro devoti). Questa formula fu ideata dal "Signore Chaitanya", che sarebbe un'incarnazione di Krishna. Essa ravviverebbe la coscienza spirituale trasportando in estasi chi canta e chi ascolta, e va recitata almeno 1728 volte al giorno.
Per tenere il conto esatto si fa ricorso, a mo' di rosario, ad una collana di cui ogni adepto è fornito (ricordiamo che la ripetizione rituale di preghiere, cattolica o induista che sia, è condannata da Cristo, che la definisce un'usanza pagana). I devoti fanno notare che l'esercizio non richiede più tempo di quanto un bambino americano trascorra davanti alla TV. Facciamo notare ai devoti che oltre a loro e ai bambini americani, con tutto il rispetto per questi, grazie a Dio esistono nel mondo anche modelli diversi.

Gli Hare Krishna, oltre la pratica della "devozione" personale e di gruppo a Krishna, praticano anche il cosiddetto "Sankirtana" (diffondere le glorie di dio nel mondo). I devoti con abito color zafferano e coi capo rasato formano gruppi itineranti che vanno per le diverse città a diffondere la Coscienza di Krishna. In Italia, ci sono una decina di tali gruppi, formati ognuno da dieci devoti, più un responsabile. Essi privilegiano per la loro propaganda i luoghi affollati, dove distribuiscono libri con la richiesta di una "offerta" (che serve per il finanziamento dell'Associazione), cantano, danzano, e indirizzano al loro tempio le persone che mostrano interesse per il movimento. C'è poi, un gruppo di 15 devoti che gira per l'Italia con lo scopo di organizzare nelle varie città festival, in cui tutti i devoti insieme cantano il "maha mantra", distribuiscono in massa il ''prasada" (cioè cibi vegetali offerti a Krishna), e tengono una "predica" sulla Coscienza di Krishna.

La giornata di un devoto Hare Krishna è così minutamente organizzata:

ore 3.30: sveglia, doccia e indicazione sul corpo dei 12 "segni" di Krishna
ore 4.00: canto comune
ore 4.30: canto individuale
ore 6.00: studio della Bhagavad-Gita
ore 7.30: colazione
ore 8.00: purificazione e lavori nel tempio
ore 10.00-12.00: raccolta delle offerte per le strade
ore 12.00: pranzo nel tempio
ore 13.00-18.00: raccolta delle offerte per le strade
ore 18.00: "pane della sera"
ore 18.30: studio
ore 19.00: servizio divino e canti
ore 20.15: ingestione del "latte bianco"
ore 20.30: lavori nel tempio e studio
ore 22.30-3.30: riposo notturno.


...Quanti ragazzi che negli anni '80 si "gettarono"in questo movimento,mi contattano oggi...
Loro stessi mi dicono che hanno "gettato"la loro gioventù in nome di un ideale che neanche loro potevano comprendere e ritenere nelle loro menti.

Ormai adulti,completamente avulsi dalla società e senza prospettive future di studio o lavoro sono vittime di depressione e depersonalizzazione.
Non ho ottenuto nulla...Ho gettato la mia vita.

Purtroppo sono questi i risultati del fanatismo e indottrinamento religioso.

Alcuni ne sono usciti,altri invece continuano imperterriti a fare proselitismo:non cadete in questa rete:
Siate sempre voi stessi,ad ogni costo !

Poi chiaramente ognuno decide da solo la strada che vuole percorrere,ma almeno toglietevi la benda che vi copre gli occhi.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : DEM

Hare Krishna 4 Anni 8 Mesi fa #2

  • Anathema
  • Avatar di Anathema
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 680
  • Ringraziamenti ricevuti 166
  • Karma: 4
Intanto grazie di questa spiegazione... Onestamente non conoscevo così nel dettaglio questa religione... Ma soprattutto condivido in pieno le tue conclusioni :ok:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Hare Krishna 4 Anni 8 Mesi fa #3

  • alceste
  • Avatar di alceste
  • Offline
  • Utente bloccato
  • Messaggi: 1795
  • Ringraziamenti ricevuti 834
  • Karma: 7
@Anathema

...Grazie a te.

E' solo un esempio dello squallido e pericoloso fenomeno delle sette a scopo apparentemente religioso.

Un'altra " chiesa" ( così si autodefiniscono ) è rappresentata da Dianetics.
Non scrivo di più perchè non è mia intenzione pubblicizzare questo squallore di sette per "lavaggi di cervelli" a scopo di lucro o peggio.

...In più oggi ci si mettono anche altri "fanatici"religiosi( penso che tutti intendano,perchè è attualità ).
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Hare Krishna 4 Anni 7 Mesi fa #4

  • Lancillotto2013
  • Avatar di Lancillotto2013
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Un amico è la cosa più preziosa che tu possa avere
  • Messaggi: 122
  • Ringraziamenti ricevuti 44
  • Karma: 3
Chi scopre Krishna scopre il Vero Se Stesso, il vero Sé che io chiamo il Vero Mè.

Fanatismi, sette, religioni e preti ..sono faccende umanoidi corrotte dall'egoismo e dalla sete di potere: tristi faccende umane che sono ovunque l'uomo si comporti male, cattolici e cristiani hanno massacrato e torturato come l'induismo e come ogni altro fanatico dedito a falsa conoscenza.
Cosi anche si può dire di politica, e di ogni attività umana, oivunque vi è il bene e invece CHI FA' IL MALE.
Mettere nel calderone è giusto, fare di tutto un'erba un fascio è tipico di è illuso e superficiale.

Qualsiasi aggregato umano, ancor prima dei tempi delle palafitte ha dimostrato che in mancanza di meglio I gruppi di preghiera e le religioni fanno politica, i politici fanno religione, i meccanici fanno gli idraulici, e ognuno costruisce le proprie idee miscelandole al vero, usando il vero per diffondere il falso.

La conoscenza di Krishna Krishna non è affare umano ne problema religioso, la conoscenza del Divino non è possibile ne tramite semplice fede, ne semplice per rituale e preghiera.

La conoscenza di Krishna richiede la Ricerca interiore di Se Stessi.

Cosa vantata da mille religioni e da mille sette, persino uno scienziato vanta la sua Fede nella Fisica.. vendendola al pubblico come VERITA' ASSOLUTA .. mentre invece sappiamo che è solo teoria che tra qualche anno sarà smontata e negata da una successiva ulteriore TEORIA.

Le sette, le chiese e le religioni dovrebbe divulgare senza fare Cieco Proselitismo e declamare il vero, il vero è che:
SOLO CHI FA' RICERCA INTERIORE raggiunge il Divino e anche lo supera.

Lo sforzo deve essere personale, quindi un gruppo non può declamarsi ma il singolo che RIESCE .. beh si quello può, e può anche ben spiegare come STANNO EFFETTIVAMENTE TUTTE LE COSE: dividendo e illustrando cio che è vero da cio che falso, cio che è possibile da cio che è impossibile, ciò che è mezza verità .. da ciò invece che è Verita assoluta.

Perché esistendo una verità e realtà relativa e da sapersi che ne esiste una Assoluta, ed è quella Assoluta che crea e didtruggendola la riprende .. la sotto- realtà ..del tutto Relativa e relativistica.

Tutto Non è Relativo, perché il tutto è Tutto, quindi lo dice la parola : è Assoluto.
Solo un ignorante può affermare che tutto è relativo, oggi. E persino molti nuovi scienziati affermatissimi .. confermano questo.

Poi c'è anche chi si illude che il relativo sia unico e possa cercare e costruire meccanicamente un Assoluto, ma questo paradosso è tipica svista paradossale di scientisti e scettici, .. problemi loro .. e non mai di chi ha fatto sforzi dentro se stesso sino a SE' STESSO.

Quindi che fare? Nella confusione che decidere?

Forse seguire quanto detto da antichi maestri, forse non cercare appoggio in sette occulte e forse forse .. usare la parte più alta della propria comprensione e logica, oltre ogni apparente paradosso, aprendo e sforzandosi DENTRO DI SE'..
Cosi forse riuscirete a provare, vedere e veramente capire.. con uno sforzo volontario e un'apertura maggiore delle possibilità eterne.

In altro modo tra sette religiose e Partiti politici e associazioni e sindacati .. che differenza c'è ?
Chi darebbe e ha dato meno scandalo tra tutti questi gruppi?
Per religione e per politica e partito .. entrambi questi .. l'intelligente e razionale e logico mondo mentale ... dei mostruosi pensieri "Umani Sociali" ha prodotto MILIONI DI MORTI E MILIONI DI ODIOSE STORTURE.

Bisogna essere puliti e evoluti, come un Sole che brilla, per conoscere Krishna, per conoscerlo ci vuole buona volontà e grande profonda ricerca e meditazione Nidra.

Il Brahman non è in vendita, non è in un tempio, non vive in un libro, non è umano ma è Sovrumano, non è una setta, non è un gruppo, è UNO, solo ed eterno, perché il due e il tre ..sono già meri riflessi, sogni, e credervi .. pura illusione.

Il Brahman può essere descritto ma non trasmesso, non è nella parola, ne nel cervello, non è un corpo fisico ne tantomeno una energia che non si sa dove viva e da dove sia uscita.

Il Brahman non è ne corpo ne mente e nemmeno coscienza o non-coscienza, non è ne bene ne male, ma è il Pacifico giusto in quiete equilibrata.

Quale setta può avere l'arroganza di illudervi di trasmettervi questo?
Solo voi, per vs. grande decisione interiore, potrete fare il giusto sforzo.
Gli antichi testi e gli antichi maestri .. vi saranno di appoggio .. ma solo per la giusta conoscenza.. e non per fare la Giusta Via, poiche quella dovrete alzarvi le maniche e farvela da voi stessi.. con le vs. mani e i vs. piedi spirituali ..nel vs. animo più profondo.. in voi.

Una cosa è vera . troppi pappagalli che come diceva il Buddha "parlano come fossero conoscitori di ciò che dicono.. mentre invece questi falsi profeti sono falsi e astuti maestri, pronti ad abbindolare e sfruttare chiunque".

Se qualcuno vi chiede soldi, servizio, tempo, sottomissione cieca, sesso volgare, uso di droghe e alcolici, e altre odiose stranezze .. sapete che è in malafede e che in lui non v'è vera CONOSCENZA DI KRISHNA.

La vera via, la detta VIA DEL NOBILE .. non è in quelle genti, in quei gruppi e in quelle sette e religioni.

E a belle parolone e gran discorsi .. tutti siamo capaci di metterci sul palco, sul balcone e alla finestra a DIRE AGLI ALTRI COSA è meglio e DEVON FARE .. MENTRE NOI PER PRIMI il meglio "MAI LO ABBIAMO FATTO".

Al mediocre il mezzo risultato.
A buoni intenditori.. buona ricerca.
A falsi di idee .. falsi maestri li aspettan.
Un ricercatore del Sé deve appoggiarsi alla propria investigazione, dopo aver abilmente avvicinato un Istruttore, il quale deve possedere la perfetta conoscenza del Brahman e una grande compassione.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.134 secondi