IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: [Telescrittura] La diversità sostanziale de' dimensione nostre

La diversità sostanziale de' dimensione nostre 7 Anni 2 Mesi fa #1

  • roberto7101
  • Avatar di roberto7101
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 380
  • Ringraziamenti ricevuti 155
  • Karma: 1
Ciao a tutti.
Vedo che in questo forum si parla poco di questo argomento, che invece è la base da tenere ben presente, da parte di chi, si pone alla ricerca di risposte... risposte che spesso sono cercate nei posti sbagliati o provenienti da fonti poco attendibli.

Provo a farlo io, citando come al solito gli insegnamenti dei nostri Maestri, provenienti dalle nostre sedute medianiche!

Mi auguro diventi motivo di discussione, di approfondimento, perché è solo da una fonte attendibile, scevra da qualsiasi condizionamento, da concetti precostituiti o da qualsiasi volontà esterna e soprattutto totalmente esente da qualsiasi secondo fine, che sia questo notorietà o fonte di guadagno, che può arrivare la vera conoscenza.

A voi l'ardua sentenza :scratch:


La diversità sostanziale de' dimensioni nostre

Ne' l’interpretazione di alcuni concetti che vi trasmetto, in difficoltà sovente vi scorgo e, in parte, confusione vostra dovuta è a imperizia mia, non essendo io Maestro provetto, tal qual desìo avarìa d'essere, e però, pur difficoltà cagionata è da diversità sostanziale de' dimensioni nostre, a le qual pe' logica, valori e misure diverse corrispondono.
Esempio semplicissimo vi porgo: Se carissimo fratello Tommaso resuscitare podarìa dopo tanti anni, pe' esso sarìa RIDESTARSI DA SONNELLINO DURATO ANCOR MENO D'UN ATTIMO! Io inver, de' meglio mio fò per Verità illustrarvi; voi, de' vostro meglio fate pe' comprenderle, faticosamente setacciandole attraverso stretto buratto de' mente fisica, e sinché codesta costretti sarete ad usare, cose de' Trascendente assai nebulose, se non inverosimili, vi risulteranno! Sorpreso non son, dunque, de' maraviglia vostra ne' apprendere che, spirto novello, scegliere po' d'incamminarsi longo percorso umano o pur scegliere di conservar materia sottilissima ne' ruolo di spirto elementale, che badate, giammai sperimenterà quella greve!
Se dir mio insufficiente giungevi, non soddisfandovi, dispiaciuto alquanto mi dichiaro, niente potendo aggiungere pe' istruirvi, allorché un dato fatto parte fà de' tanti Misteri, e però tenere di conto sempre dovete radicale diversità de' due dimensioni: la nostra, compendio di pura essenza spirituale; la vostra, aggregato di materia bruta. La nostra, eterna; la vostra, caduca. La nostra, pe' voi insondabile e invisibile; la vostra, pe' noi perfettamente conosciuta e visibile più di prima!
Di già codesto, sufficiente dovarìa essere per rendervi consapevoli de' nostra e vostra realtà, nonché di nostre e vostre facoltà, certamente a misura de' Mondi ai qual apparteniamo. Noi, intensamente vibriamo, e sol co' forza de' pensiero trasportiamoci, a l'istante in ogni dove, in ogni piano, fisico e ultrafisico; a l'inverso, trascurabili son vibrazioni vostre, nonché forza vostra di pensiero che, sovente, non vi serve ne pur ad agire coerentemente! Noi, in grado siamo di scorger e analizzare molecole fisiche più infinitesimali; voi, costretti ad adoperare lenti siete, pe' oggetto scorger a pochi centimetri di distanza. Noi, trasmettervi possiamo scintille d'intuito, in aiuto a progresso o salvezza vostra e persin scintille di creatività artistica, che produrre vi fan talvolta, autentici capolavori!
Omo, in Terra, conoscete che a tanto giunga? Dimande vostre, pressanti, petulanti e sciocche son, purtroppo sovente, e ripeto che non a tutte risposta c'è, in ispecie se limiti superate di curiosità o decenza.
Ne' corso d'una certa riunione d'un gruppo che non dico, udito ho domande arroganti di qualcun che approfondire pretendea tema su Regole Spirituali, e ben so che pur voi di più pretendereste di chiarir, e però licenza non ho di ragguagli porgervi. Dico solo che bon Capo di Stato obbligato è a Regole istituire, atte a perfetto funzionamento di tutto l'insieme, indispensabile ad Armonia Universale!
E pur se argomento meglio e più a fondo toccarìa, non resultarìa a portata de' intelletto vostro, v'assicuro!
Assai ben fate Figli, a proseguire co' perseveranza su difficile strada d'apprendimento, che di gran utilità vi sarà, ne' dopo... mal fate, a troppa speme coltivare di comprendere ciò che, pe' Essere incarnato, incomprensibile sempre resterà!

Sante
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato. I ricchi comprano rumore. L'animo umano si diletta nel silenzio della natura, che si rivela solo a chi lo cerca.
Charlie Chaplin
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.