IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Salvata da un angelo quando aveva 6 anni

Salvata da un angelo quando aveva 6 anni 1 Mese 2 Settimane fa #1

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2386
  • Ringraziamenti ricevuti 423
  • Karma: 16


Questa storia mi ha incuriosito perché ho avuto un'esperienza simile. Non sono stata investita, ma un momento prima che accadesse mi sono sentita bloccare all'improvviso come se ci fosse qualcuno che mi trattenesse. Particolare vuole che in quel momento ci fosse mia madre che assisteva alla scena.

Io più che agli angeli penso a una forza sconosciuta uscita da Guenda o dalla madre. Maria Teresa mi sembra una donna molto forte psicologicamente e piena di energia e amore per la figlia. Vedendo ciò che stava per accadere immagino che inconsciamente abbia desiderato intensamente che non succedesse niente e così senza saperlo potrebbe aver trasmesso alla figlia parte della sua energia salvandola.
Se si trattasse di un angelo mi chiedo: perché questi angeli salvano alcuni bambini/persone e con altri sono indifferenti?
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Salvata da un angelo quando aveva 6 anni 1 Mese 2 Settimane fa #2

  • ParanormalStudio Emiliano
  • Avatar di ParanormalStudio Emiliano
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2457
  • Ringraziamenti ricevuti 533
  • Karma: 20
Mi spiacerebbe se le mie parole rovinassero l'idea che si è fatta Maria di quel momento, ma non trovo nulla di paranormale nel suo episodio. Girano in internet filmati di persone che addirittura vengono schiacciate dalla ruota dell'auto dopo esserci cadute sotto magari da una bicicletta e poi si rialzano come nulla fosse... e purtroppo alcune persone prese anche solo di striscio perdono la vita. Dipende tutto dalla forza dell'impatto, dal punto preciso di impatto, dalla tensione muscolare, dalla pressione dell'oggetto nel punto di contatto e tante altre cose. Sua figlia è stata fortunata, diciamo anche "miracolata", ma non perché un angelo ha attutito il colpo. Che lei poi, nel momento in cui ha assistito alla scena ha sentito presenze, ha visto tutto a rallentatore, è stranamente rimasta cauta e immobile anziché agitata come al solito... fa tutto parte di un momento di shock, nel quale molto raramente agiamo come è nostra consuetudine fare, così come ciò che vediamo e percepiamo spesso risulta alterato.

Purtroppo penso che anche nel tuo caso nessuno ti ha trattenuta, forse la tua intuizione e percezione inconscia si è resa conta del pericolo ancor prima che te ne rendessi conto tu consciamente; uno "stop" fatto inconsciamente, alla parte cosciente può sembrare una trattenuta.

Anche ai miei familiari una volta è capitata una cosa di quelle che pensi che solo qualcuno che ti salva può aver fatto si che tanta precisione ti salvasse da un pericolo... bello pensarlo, ma...
Paranormal Studio è un progetto Hunters 12 in collaborazione dal 2015 con Paranormale.com.

Il nostro sito:www.hunters12.com/paranormal
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Salvata da un angelo quando aveva 6 anni 1 Mese 1 Settimana fa #3

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2386
  • Ringraziamenti ricevuti 423
  • Karma: 16
ParanormalStudio Emiliano ha scritto:
Girano in internet filmati di persone che addirittura vengono schiacciate dalla ruota dell'auto dopo esserci cadute sotto magari da una bicicletta e poi si rialzano come nulla fosse...
Di quelli ne ho visti anch'io in internet, ma non ho mai visto nessuno venire investito e colpire così forte il parabrezza da romperlo e poi camminare tranquillamente. Ancora più sorprendente se si pensa che la persona in questione era una bambina minuta di 6 anni.
In un'altra intervista che ho visto in TV ma non trovo online, Maria dice che ha visto la figlia che tornava al suolo come una marionetta mossa da dei fili, quindi pare sia atterrata in modo anomalo, come se una forza l'avesse sollevata da più punti.
Senza un video e solo con il racconto a parole, non riesco a dire con assoluta certezza cosa possa essere successo.
ParanormalStudio Emiliano ha scritto:
Purtroppo penso che anche nel tuo caso nessuno ti ha trattenuta, forse la tua intuizione e percezione inconscia si è resa conta del pericolo ancor prima che te ne rendessi conto tu consciamente; uno "stop" fatto inconsciamente, alla parte cosciente può sembrare una trattenuta.

Anche ai miei familiari una volta è capitata una cosa di quelle che pensi che solo qualcuno che ti salva può aver fatto si che tanta precisione ti salvasse da un pericolo... bello pensarlo, ma...

Sulla mia esperienza sono d'accordo con te. Perché quando ho raccontato a mia madre che non ho visto l'auto e mi sono sentita trattenuta, lei, che ha assistito alla scena, ha detto che io l'auto l'ho vista eccome, e mi sono bloccata un attimo prima evitandola. Mi fido di quello che ha visto lei. Io ricordo solo il rumore dei freni che inchiodano e l'auto che mi sfreccia a qualche centimetro. Chissà se il mio ricordo è distorto per lo spavento o perché il mio cervello, per agire in tempo, ha bypassato la mente conscia.
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Salvata da un angelo quando aveva 6 anni 1 Mese 1 Settimana fa #4

  • ParanormalStudio Emiliano
  • Avatar di ParanormalStudio Emiliano
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2457
  • Ringraziamenti ricevuti 533
  • Karma: 20
Nyma ha scritto:
Maria dice che ha visto la figlia che tornava al suolo come una marionetta mossa da dei fili, quindi pare sia atterrata in modo anomalo, come se una forza l'avesse sollevata da più punti.

Maria ha visto la figlia investita da un'auto. Penso che chiunque con uno shock del genere avrebbe anche potuto poi vedere qualsiasi cosa, dalla scena a rallentatore, all'anima della figlia volare via se fosse morta, alla morte che arrivava a prenderla con una carrozza nera. Bisogna ammettere che non è di certo una testimonianza attendibile.
Paranormal Studio è un progetto Hunters 12 in collaborazione dal 2015 con Paranormale.com.

Il nostro sito:www.hunters12.com/paranormal
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Salvata da un angelo quando aveva 6 anni 1 Mese 1 Settimana fa #5

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2386
  • Ringraziamenti ricevuti 423
  • Karma: 16
Non so se uno sotto shock abbia automaticamente una visione distorta delle cose.
Bisognerebbe sentire la testimonianza di altri. Chi guidava l'auto per esempio, sarà stato sotto shock anche lui, ma probabilmente meno di quanto lo era la madre della bambina. Come al solito possiamo solo fare supposizioni.
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Salvata da un angelo quando aveva 6 anni 1 Mese 1 Settimana fa #6

  • ParanormalStudio Emiliano
  • Avatar di ParanormalStudio Emiliano
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2457
  • Ringraziamenti ricevuti 533
  • Karma: 20
Non è strano però che l'autista, altri testimoni o il padre della bambina non abbiano riportato l'altrettanta straordinarietà della cosa? Una bambina che si muove a rallentatore e che viene posata a terra dopo un impatto come sostenuta da corde invisibili non sarebbe di certo passata inosservata. Di certo si potrebbe dire che dall'esterno della scena la visione sulla dinamica era migliore di chi stava in macchina ad esempio, ma se non è affidabile il guidatore allora in questo caso ancor di meno è affidabile Maria.

E poi nascerebbero tutte le giuste domande sul "perché". Perché un angelo dovrebbe salvare una bambina e non un'altra. Non tutti hanno l'angelo custode? Non era della bambina e passava di li per caso? Alle volte gli angeli custodi si assentano o si distraggono? Tutte domande lecite se la vogliamo mettere sul tema paranormale, ma tutte domande che mi paiono comunque meno probabili del "Maria ha visto male"
Paranormal Studio è un progetto Hunters 12 in collaborazione dal 2015 con Paranormale.com.

Il nostro sito:www.hunters12.com/paranormal
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Salvata da un angelo quando aveva 6 anni 1 Mese 5 Giorni fa #7

  • Guglielmo da Baskerville
  • Avatar di Guglielmo da Baskerville
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 2244
  • Ringraziamenti ricevuti 600
  • Karma: 32
Sono d'accordo con Emiliano su tutta la linea.

Il fatto che Maria Teresa Ruta si sia sentita come "fermata" nella sua emotività nel momento più critico, ed anche il fatto di vedere una scena al rallentatore, sono reazioni di fronte ad uno stress molto grave. Il "rallentatore" è descritto spessissimo da chi è vittima di un incidente o assiste ad un incidente. E' un po' come se il cervello funzionasse con il "turbo" in una situazione estrema. I sensi si potenziano.

Sulla dinamica dell'impatto, io sono dell'idea che si debba ragionare al contrario, cioè partendo dall'esito finale. Mi cade un bicchiere per terra e mi aspetto che si rompa, ma invece rotola e non si rompe? Bene, ne devo dedurre che evidentemente le forze in gioco hanno portato al risultato che vedo. In altri casi i bicchieri si sono rotti, allora significa che in quei precisi casi le forze in gioco erano tali da romperli. E' semplice, no?

Sull'impatto di un corpo umano contro un veicolo che lo travolge, mille possono essere le variabili che determinano la distruttività o meno della collisione: la velocità, la forma del veicolo, il punto di impatto, la posizione dell'investito, il suo peso, il movimento che viene a crearsi, e tante altre.
Avete mai visto che i praticanti di Judo, quando cadono, cercano di rotolare ed estendere le braccia quando battono con la schiena a terra?
I paracadutisti militari venivano addestrati nella famosa PLF (Parachute landing fall), una sorta di capriola in diagonale dove la sequenza era: piedi uniti,gionocchio/anca da un lato, poi rotolamento sulla diagonale, spalla dal lato opposto all'anca e gambe unite distese alla fine. Non facile da fare bene, ma se si fa bene, fa la differenza tra rompersi le ossa nella caduta o restare illesi.

Ovviamente non è che uno si alleni ad essere investito da un'auto, ma l'esito dell'impatto (a culo) può essere molto diverso a prescindere da quella che è la sensazione visiva di chi assiste alla scena.
Mettiamoci anche che i bambini sono molto più elastici degli adulti. Io da piccolo mi sono fatto un'intera rampa di scale rotolando con lo zaino della scuola addosso, e alla fine della rampa mi sono alzato "al volo", cioè mentre rotolavo sono finito sui piedi ed in piedi. Mi sono fatto una risata e ho continuato a camminare come se nulla fosse. Se lo facessi oggi, avrei dolori per una settimana se va bene.

Piccola nota sui sensi incrementati in fase di stress. Il mio primo lancio con il paracadute in tandem (imbragato con istruttore). Nei primi secondi dopo il salto dall'aereo, guardavo avanti, ma con la coda dell'occhio percepivo ogni movimento dell'istruttore e l'ho persino visto raggiungere con la mano la maniglia del drogue e lanciarlo nell'aria, sebbene io guardassi davanti, non dietro di me. Era come se il cervello avesse il turbo, o come un processore overclockato, se vogliamo. Vedevo e sentivo TUTTO. Il nostro cervello ha capacità sorprendenti.
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Salvata da un angelo quando aveva 6 anni 1 Mese 4 Giorni fa #8

  • Anathema
  • Avatar di Anathema
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 707
  • Ringraziamenti ricevuti 171
  • Karma: 4
Se qui ci fosse un "detective" direbbe: non bisogna mai fidarsi dei testimoni oculari.
Perché purtroppo tra quello che avviene e quello che uno percepisce, c'è sempre un margine di discrepanza.
E tra quello che uno percepisce e poi quello che ricorda c'è ancora una ulteriore differenza.

Al netto della buona fede, che in questo caso do per scontata... Non credo ci sia qualcosa di paranormale.

Se ci fosse stato un angelo, anziché fare tutto questo sforzo, poteva applicare una lieve forza allo sportello, così la bambina non sarebbe scesa e non sarebbe successo nulla...
Invece è successo quello che capita mille volte, un incidente e quello che capita una volta su 1000, il bambino anziché morire colpisce la macchina in un modo assurdo e si salva.

Altrimenti, viste le migliaia di bambini che muoiono ogni giorno, bisognerebbe pensare che ci sono persone di serie A, con un angelo custode, e persone di serie B, che o non ce l'hanno, oppure fa altro anziché custodire.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Salvata da un angelo quando aveva 6 anni 1 Mese 5 Giorni fa #9

  • dany
  • Avatar di dany
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 303
  • Ringraziamenti ricevuti 47
  • Karma: 0
Ciao Nyma, sono anche io d'accordo con tutto quanto hanno detto Emiliano, Guglielmo e Anathema, su tutti i fronti. Devo dire che sull'esistenza degli angeli custodi, così come rappresentati in molte credenze, e soprattutto sulla possibilità di un loro "intervento" nella nostra realtà in grado di cambiare il corso degli eventi ho molti dubbi. Certo, se per "angeli" intendessimo persone care trapassate che ci sono rimaste accanto e che occasionalmente ci aiutano... Però, mah... in effetti, anche in quel caso, perché ad alcuni di "loro" sarebbe "permesso" intervenire modificando di fatto il nostro "destino" e ad altri no?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Salvata da un angelo quando aveva 6 anni 1 Mese 3 Giorni fa #10

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2386
  • Ringraziamenti ricevuti 423
  • Karma: 16
Più che a un angelo io pensavo a una forza invisibile che scaturisce da chi è emotivamente coinvolto nella situazione in un modo estremo.
Ma trovo l'esempio del bicchiere che cade portato da Guglielmo più convincente.
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Salvata da un angelo quando aveva 6 anni 1 Mese 2 Giorni fa #11

  • ParanormalStudio Emiliano
  • Avatar di ParanormalStudio Emiliano
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2457
  • Ringraziamenti ricevuti 533
  • Karma: 20
Una forza mentale che ha fatto da scudo e attutito l'impatto?
Paranormal Studio è un progetto Hunters 12 in collaborazione dal 2015 con Paranormale.com.

Il nostro sito:www.hunters12.com/paranormal
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Salvata da un angelo quando aveva 6 anni 3 Settimane 6 Giorni fa #12

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2386
  • Ringraziamenti ricevuti 423
  • Karma: 16
Un qualcosa del genere, visto che in momenti in cui lo stress è ad altissimi livelli il cervello sembra accelerare, non sia mai che si liberino anche capacità prima sopite.
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Salvata da un angelo quando aveva 6 anni 3 Settimane 4 Giorni fa #13

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1327
  • Ringraziamenti ricevuti 202
  • Karma: 3
Nyma ha scritto:
Un qualcosa del genere, visto che in momenti in cui lo stress è ad altissimi livelli il cervello sembra accelerare, non sia mai che si liberino anche capacità prima sopite.

Infatti. Sono dello stesso avviso, il che va a braccetto col "turbo" di Guglielmo. L' attenzione...si chiama attenzione, che per me è sempre stato un senso ulteriore. C' è individuo attento, arguto di natura, in modo inconscio (anzi sopprattutto inconscio) e l' individuo che deve sforzarsi per focalizzare nelle situazioni generali...ma spesso per quest' ultimo è sempre troppo tardi. Per quanto riguarda il rallenty di Maria Teresa non saprei esprimermi sinceramente...sarà, forse, anche questo correlato ad una spiccata attenzione al mondo che ci circonda.
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.