IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Anima e altre dimensioni

Anima e altre dimensioni 6 Anni 4 Mesi fa #1

  • Gnatz
  • Avatar di Gnatz
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 12
  • Ringraziamenti ricevuti 3
  • Karma: 0
Da tempo riflettevo sul fatto che l'uomo possa avere un'anima o no. Per anima intendo un qualcosa che contenga la nostra libertà di scelta, il nostro libero arbitrio, in altre parole la nostra Volontà, la nostra causa prima.
Analizzando ontologicamente la domanda, le risposte a cui si può arrivare sono due:

- Viviamo in un mondo strettamente deterministico e causale, dove ogni avvenimento è conseguenza del precedente e ogni avvenimento futuro è già definito e calcolabile analizzando la situazione presente che contiene implicitamente tutte le informazioni su quel che è stato in precedenza. Il libero arbitrio è un'illusione e siamo semplicemente burattini in mano alle leggi dell'universo, che sono di conseguenza lo schema su cui si muove il mondo materiale. Da un punto di vista scientifico, si può dire che ogni istante dell'universo è rappresentabile come una funzione che implichi tutte le posizioni e le velocità di tutte le particelle in un dato istante (oltre alle proprietà delle particelle). Conosciute queste e conosciute le leggi che stanno alla base, e conosciuta la funzione in un istante, si possono calcolare presente passato e futuro dell'intero sistema.

-Viviamo in un mondo acausale, in cui l'avvenimento futuro può assumere le forme che vuole in base a un fattore di "casualità" sconosciuto che in qualche modo interagisce con il sistema e ne determina la conformazine. Quindi la posizione di tutte le particelle dell'universo e della loro velocità sono determinate da forze e leggi inerenti alla materia, più forze misteriose che spostano quelle particelle in direzioni volute da loro.

Secondo le osservazioni della fisica moderna, le particelle seguono moti casuali e sono assimilabili a funzioni d'onda. Questo significa che può assumere una qualsiasi delle posizioni probabilisticamente indicate nella sua funzione d'onda al momento in cui un osservatore decide di scoprire dove si trovi. Ora non voglio iniziare dibattiti sul fatto che una particella esista in quanto particella o se si "sparpagli" statisticamente in uno spazio grande quanto, di fatto, l'universo, semplicemente è interessante notare come la particella appaia in posti che non sembrano determinati da nessuna delle leggi finora conosciute.Questo ci porta a due possibilità

-La particella segue delle leggi che non abbiamo ancora scoperto ma sono di fatto leggi esterne alla particella. Questo rimanda all'ipotesi di un mondo deterministico.

-La particella segue delle leggi contenute in se stessa, detto in maniera più convenzionale la particella si muove dove vuole lei.
Questo rimanda all'ipotesi di un mondo acausale

Per ora non è stato ancora dimostrato né che ci sono leggi interne né che ci sono leggi esterne alla particella, quindi non sarebbe possibile andare oltre. Ci sono però fenomeni, come l'entanglement, che lasciano pensare come la particella possa effettivamente avere una memoria interna, essere quindi un'entità a suo modo pensante ed essere quindi un'entità a suo modo viva. Per di più mi piace pensare di essere in qualche modo vivo e, se sono vivo io, devono essere vive anche le particelle di cui sono composto. Per queste considerazioni sono quindi più propenso a scegliere l'ipotesi dell'universo acausale, congetturando quindi l'esistenza di un fattore misterioso, interno alle particelle, che determini in misura più o meno consapevole, l'andamento dell'universo e il suo sviluppo nel tempo.
E qui entrano in gioco, secondo me, le altre dimensioni: se quelle informazioni non possono essere contenute all'interno delle tre dimensioni spaziali, deve esserci almeno un'altra dimensione in cui queste informazioni sono contenute.
Ho sempre visto con un occhio di riguardo tutte le ricerche sulle altre dimensioni, sembra che gli scienziati ricerchino le altre dimensioni come un qualcosa di incredibilmente complesso che l'universo avrebbe creato senza motivo per rendere più complicata la struttura di se stesso. Nessuno si è mai chiesto il perché della loro esistenza, né cosa ci sia dentro, né in che modo gli esseri umani ne sono partecipi.
Questo fattore misterioso risponde, secondo me, a ad almeno due delle domande.
Nelle dimensioni extra, quelle dimensioni invisibili che vanno oltre le tre dimensioni visibili, sarebbe contenuta la vita di ogni singola particella. E quella vita è la stessa vita che ci permette di dire "io sono", "io esisto", che fa la differenza tra l'illusione della scelta e il libero arbitrio. Ammetteremo così che ogni particella ha la sua consapevolezza interna, molto vaga, che prende una forma olistica mano a mano che si va a congiungere e relazionare con altre particelle, formando, dopo 14 miliardi di anni, quella che attualmente ci piace pensare sia la nostra anima
Purtroppo la scienza non è ancora arrivata a determinare se le particelle sono effettivamente "vive" o "morte", sinceramente non saprei neanch'io come fare a dimostrare queste affermazioni scientificamente ma spero che un giorno qualcuno se ne esca con un qualche esperimento per verificare quale delle due ipotesi sia la verità.
Non mi piace pensare di essere un automa in balia delle leggi per cui questo è in breve il ragionamento con cui sono riuscito a giustificare il mio desiderio di avere un'anima. Il bello è che in realtà per me è stato solo un punto di partenza per un discorso molto più ampio su tematiche che da filosofiche potrebbero un giorno diventare scientifiche.

Spero abbiate voglia di leggerlo, spero ci siano opinioni concordanti ma soprattutto in disaccordo, così potrò ricalibrare il tiro sulle mie speculazioni.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Nyma

Anima e altre dimensioni 6 Anni 4 Mesi fa #2

  • lechateau
  • Avatar di lechateau
sono ignorante su fisica er chimica, ma come intuizione dico che tutto è "nuovo", forse determinato da causa anteriore, ma sicuramente tutto ciò che accade è nuovo nell'universo. Cioè, non era scritto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Anima e altre dimensioni 6 Anni 4 Mesi fa #3

  • Gnatz
  • Avatar di Gnatz
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 12
  • Ringraziamenti ricevuti 3
  • Karma: 0
Cosa intendi per determinato da causa anteriore?

Secondo me l'idea di libero arbitrio e di destino sono conciliabili
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Anima e altre dimensioni 6 Anni 4 Mesi fa #4

  • alceste
  • Avatar di alceste
  • Offline
  • Utente bloccato
  • Messaggi: 1795
  • Ringraziamenti ricevuti 834
  • Karma: 7
Indubbiamente una profonda esternazione di una "ricerca" meditativa sulla definizione dell'Anima;ovviamente nessuno è in grado di smentire o confermare ;ma questo è exoterismo,io per mia formazione sono esoterista,dunque cerco le spiegazioni non all'esterno ma all'interno di me stesso:attenzione però a non fraintendere il Ricercatore...Non è la mente che "cerca risposte"ma quella particella,che è il tema del tuo ragionamento.

Quella particella volgarmente denominata Anima per convenzioni millenarie ,trae origine da una Entità-nucleo denominata Spirito dalla quale Essa ha origine ed alla quale ritorna.

Ma,a differenza delle particelle cosmiche che inevitabilmente sono soggette alla distruzione poichè composte di materia,il nucleo-Spirito ha Coscienza di Se stesso.

L'Io sono o l'Io esisto non appartengono alla mente,in fattispecie alla nostra personalità,destinata alla decomposizione naturale;se così fosse,accettando una eventuale rinascita,si dovrebbe iniziare tutto il processo di auto-riconoscimento.

Non siamo marionette manovrate da un Grande Burattinaio,ma questo dobbiamo comprenderlo acquisendo prima la Coscienza di quella particella appartenente al Nucleo-Spirito;In seguito alla Coscienza otteniamo la Consapevolezza di essere" uno il tutto",e questa è Conoscenza...

Certamente libero arbitrio e destino sono conciliabili...Ma solo a scopi Evolutivi,non passivi-punitivi.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Anima e altre dimensioni 6 Anni 4 Mesi fa #5

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2386
  • Ringraziamenti ricevuti 423
  • Karma: 16
Bellissima riflessione, Gnatz!
Mi permetto anch’io di riportare alcune mie personalissime riflessioni.

Io penso siano vere un po’ entrambe le cose: intendo dire che l’universo sia sia deterministico che acausale. A primo impatto mi rendo conto che questa concezione potrebbe sembrare contraddittoria e impossibile, quindi cercherò di spiegare meglio i miei pensieri.
Io parto dalla considerazione che quella che chiamiamo Anima sia una parte infinitesimale della “sostanza” che ha reso possibile la nascita dall’universo: la Legge. L’Anima si trova in una dimensione (attualmente ancora sconosciuta alla scienza) in cui non c’è tempo e non c’è spazio. Ed ecco che due minuscole particelle possono comunicare anche se sono a più di 300.000km di distanza, perché in realtà quella distanza è un’illusione che ci viene data dai nostri sensi terreni. Ho letto di studiosi che parlano di realtà non-locativa.
Se io potessi tornare indietro nel tempo, assisterei a fenomeni che sono tutti già scritti nei libri di storia e potrei dire che il passato è già deciso. Se potessi, invece, viaggiare avanti nel tempo non saprei nulla di ciò che mi trovo ad assistere: potrei, allora, pensare che sia inutile riportare il futuro in un libro, perché tanto il futuro non è ancora scritto anche se lo sto vedendo con i miei occhi? Essendo il tempo un fattore/dimensione (dipende da come lo si vuole chiamare) che percepiamo noi, in quanto esseri viventi consapevoli dal fatto che ciò che ci sta intorno deperisce e noi stessi invecchiamo, è plausibile pensare che segua la direzione ‘passato->presente->futuro’. Ma considerato dal punto di vista dalla dimensione in cui sta quella che chiamiamo Anima, non c’è il tempo, oppure si può dire che il tempo c’è, ma è condensato in un puntino in cui il passato che il presente e il futuro di una persona sono sovrapposti. Penso sia per questo che si dice che l’Anima è immortale.
I corpi fisici presenti in questa dimensione, secondo me, agiscono secondo precise leggi matematiche e se noi fossimo in grado di scoprire la Legge che regola le leggi diventeremo una sorta di divinità, perché comprenderemo l’Origine dall’Anima.
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
Ultima modifica: 6 Anni 4 Mesi fa da Nyma.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Telecinesi involontaria 6 Anni 4 Mesi fa #6

  • Gnatz
  • Avatar di Gnatz
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 12
  • Ringraziamenti ricevuti 3
  • Karma: 0
io per mia formazione sono esoterista,dunque cerco le spiegazioni non all'esterno ma all'interno di me stesso:attenzione però a non fraintendere il Ricercatore...Non è la mente che "cerca risposte"ma quella particella,che è il tema del tuo ragionamento

Secondo me il miglior mezzo di ricerca è la spiritualità, intesa come percezione della realtà. Da quella percezione prende luogo il procedimento intellettuale volto a cercare, a partire dalle considerazioni interne, quelle spiegazioni interne alla realtà
Non siamo marionette manovrate da un Grande Burattinaio,ma questo dobbiamo comprenderlo acquisendo prima la Coscienza di quella particella appartenente al Nucleo-Spirito;In seguito alla Coscienza otteniamo la Consapevolezza di essere" uno il tutto",e questa è Conoscenza...

In qualche modo credo che le nostre anime siano collegate, in un'altra dimensione, e la sommatoria olistica di tutte le anime formerebbe una sorta di coscienza dell'universo, che mi verrebbe da chiamare semplicemente Dio
Io penso siano vere un po’ entrambe le cose: intendo dire che l’universo sia sia deterministico che acausale.

Non è immediata ma di fatto credo anch'io non siano concetti contraddittori. In qualche modo anche il mondo delle altre dimensioni deve funzionare, quindi deve avere delle leggi che lo regolano, per quanto queste possano essere diverse da quelle a cui siamo abituati
Immaginiamo ad esempio che qualcuno abbia fatto una profezia sulla seconda guerra mondiale, 50 anni prima. Immaginiamo quindi che sia stato in grado di "risalire la sua mente" fino ad andare ad osservare il piano del libero arbitrio degli uomini che sarebbero vissuti nel futuro. 50 anni dopo sarebbe potuta succedere qualunque cosa che impedisse la seconda guerra mondiale, ma questa si è realizzata appunto perché le persone implicate volevano che si realizzasse.
In quest'ottica mi viene anche da credere all'idea che le profezie possano avere un fondamento scientifico...
Ma considerato dal punto di vista dalla dimensione in cui sta quella che chiamiamo Anima, non c’è il tempo, oppure si può dire che il tempo c’è, ma è condensato in un puntino in cui il passato che il presente e il futuro di una persona sono sovrapposti. Penso sia per questo che si dice che l’Anima è immortale.

Sull'immortalità dell'anima non ho dubbi... mi chiedo come sia possibile e perché quest'anima debba e possa reincarnarsi in altri corpi come molti credono...
I corpi fisici presenti in questa dimensione, secondo me, agiscono secondo precise leggi matematiche e se noi fossimo in grado di scoprire la Legge che regola le leggi diventeremo una sorta di divinità, perché comprenderemo l’Origine dall’Anima.

Con un po' di ottimismo credo sia proprio quello il destino dell'uomo!
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Anima e altre dimensioni 6 Anni 4 Mesi fa #7

  • lechateau
  • Avatar di lechateau
Gnatz ha scritto:
Cosa intendi per determinato da causa anteriore?

Secondo me l'idea di libero arbitrio e di destino sono conciliabili

hai ragione, mi spiego meglio. Determinato da causa anteriore significa che se fumo 40 sigarette al giorno avrò un tumore ai polmoni , ma anche (per chi crede nel karma evolutivo come me) se io ho abusato di donne in un'esistenza terrena potrei essere in una determinata esistenza una donna che subisce, questo effetto ha una causa anteriore, di vite anteriori

Per il resto concordo che il destino "a lungo termine" lo creiamo noi, con le nostre azioni. Ma in un arco di un'intera vita....non di 50-60 anni...io credo che ognuno di noi abbia centinaia o migliaia di anni....ciò che viviamo è causato da nostre azioni di questa vita o di vite precedenti

Spesso mi scontro sulla reincarnazione con chi non ci crede. La mia intuizione è : perchè un bambino muore a 6 mesi e un altro vive 100 anni ? Se non ci fosse reincarnazione sarebbe una bella disparità di trattamento, nonoistante l'idea del paradiso e della vita eterna. In questa vita ci sarebbe ingiustizia....con la reincarnazione non c'è ingiustizia. Tutti viviamo a lungo, tutti subiamo e tutti facciamo subire, tutti saremo uomini e donne etc etc
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Anima e altre dimensioni 6 Anni 3 Mesi fa #8

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2386
  • Ringraziamenti ricevuti 423
  • Karma: 16
Riporto in questo topic un'intuizione che mi è venuta una mattina subito dopo essermi svegliata. A voi le critiche e i commenti.

"Tutti gli esseri viventi hanno un'anima, perché l'anima è la causa stessa della vita. L'anima non è soggetta alle leggi dello spazio né a quelle del tempo e quindi c'è sempre e ovunque. Se la si volesse immaginare, si potrebbe pensare a una rete di onde radio che rendono possibile il funzionamento dei cellulari. Se le onde mancano i cellulari smettono di funzionare. Questa grande rete è lo Spirito e la "parte" di Spirito che entra a contatto con gli esseri viventi è l' Anima che rende possibile la vita. E' come se tutti gli esseri viventi fossero immersi fra le onde dello Spirito e questo fornisse per un periodo di tempo una parte di sè. Immagino che più esseri viventi ci sono, più la rete dello Spirito sia tesa, e meno esseri viventi ci sono, più la rete dello Spirito sia "rilassata". "
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.