IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Errore spazio temporale?

Errore spazio temporale? 3 Mesi 4 Settimane fa #1

  • Robbass
  • Avatar di Robbass
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 5
  • Karma: 0
Salve a tutti!
Premessa
Ciò che sto per esporre è una vicenda accaduta a me personalmente circa 2 anni fa.
Ho provato a cercare delle spiegazioni in tutto questo tempo, qualcuno mi ha consigliato di chiedere a qualche studioso di fisica quantistica (credo anch'io che sia la pista più logica), ma non conosco alcuno e quindi cercando sul web vicende simili ho trovato questo interessante forum che spero possa essermi utile a darmi qualche risposta o qualche consiglio sulla strada da seguire.

Una sera d'autunno, le 20:30 circa, stavo rientrando a casa per cena. Parcheggio l'auto e raccolgo vari effetti personali (cellulare, tabacco, occhiali da sole, chiavi di casa, chiave auto e qualche altro oggetto) tenendoli tutti con la mano sinistra ad esclusione della chiave auto con la destra per chiudere più facilmente.
Mi avvio verso la porta d'ingresso delle scale condominiali, passo la chiave auto alla mano sinistra insieme ai vari oggetti e prendo con la destra le chiavi di casa.
Apro il portoncino e mentre mi accingo ad accendere la luce delle scale, cade dalla mano sinistra la chiave auto che istintivamente cerco di stoppare col piede, ma essendo ancora al buio, non calcolo bene la distanza e quasi la spedisco al piano di sotto al livello dei garage. In un istante ho sperato appunto non finissero giù per paura di rompere il circuito dentro la chiave. Per fortuna si ferma proprio sul limite del cadere giù, ad angolo tra la ringhiera e il primo gradino (1 di 4) che conduce alla porta del mio appartamento che si trova subito a destra.
Quindi chiudo la porta del condominio, faccio due passi, "raccolgo la chiave auto sempre con la mano sinistra" e salgo i 4 gradini, inserisco la chiave di casa nella serratura e nel farlo cade nuovamente la chiave auto dall'altra mano (come detto all'inizio reggevo diverse cose con la stessa), ma questa volta, ecco la parte assurda, provo di nuovo ad evitarne la caduta, ma non la sento cadere al suolo, il che mi ha stranizzato subito, tanto da pensare lì per lì che si fosse impigliata alla giacchetta di lana che indossavo.
Completo l'apertura della porta e cerco la chiave auto, che non trovo né impigliata alla giacca, né sullo zerbino, né dentro il vaso con pianta adiacente la porta. Mi guardo intorno e nulla, sbigottito, sporgo la testa verso le scale e la trovo nuovamente nel posto dove l'avevo raccolta venti secondi prima. Non ci credevo, la raccolgo, entro in casa e i miei familiari notano il mio volto shockato, non avevo parole.

Dopo aver raccontato loro l'accaduto, la prima cosa che mi disse mio fratello fu: "di sicuro non l'avevi raccolta" e risposi che ricordavo benissimo l'atto di chinarmi e di averla afferrata e la doppia prova sta nell'averla vista scivolare nuovamente dalla mano e tentato di evitarne la seconda caduta.

Spero di essere stato abbastanza chiaro, scusate se mi sono dilungato, ma ricordo tutto bene ed in maniera nitida come fosse accaduto poco fa e ci tenevo ad inserire dettagli per rendere al meglio l'idea.
Non credo dimenticherò.
PS: dopo un paio di mesi la stessa chiave è scomparsa misteriosamente, ma sono sicuro che prima o poi spunterà! :)
Ultima modifica: 3 Mesi 4 Settimane fa da Nyma. Motivo: maiuscolo non necessario art.3.4 del regolamento
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #2

  • Anathema
  • Avatar di Anathema
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 540
  • Ringraziamenti ricevuti 129
  • Karma: 4
Ciao Robbass,
mi spiace ma devo concordare con tuo fratello... Credo proprio che la chiave tu non l'abbia raccolta.
Nonostante la sicurezza del ricordo, sembra strano ma in alcuni casi possono accadere episodi del genere... Pensare di fare una cosa ed essere convinti di averla fatta.

Tra l'altro la mia modesta opinione, è che non mi viene in mente nessun fenomeno che potrebbe spiegarlo...
Ovviamente ora interverrà chi so io (non faccio nomi stavolta :P) che ti dirà si tratti di apporto o cose simili... Ma francamente la spiegazione più semplice in genere è quella giusta.

Buona Natale
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : ParanormalStudio Emiliano

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #3

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 513
  • Ringraziamenti ricevuti 104
  • Karma: 0
Anathema ha scritto:
Ciao Robbass,

Ovviamente ora interverrà chi so io (non faccio nomi stavolta :P) che ti dirà si tratti di apporto o cose simili...

Buona Natale

Trattasi di apporto irrefragabile, non v'è dubbio alcuno... o cose simili...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #4

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1133
  • Ringraziamenti ricevuti 178
  • Karma: 3
Robbas sei stato molto chiaro nel descrivere quello che ti é successo... ma personalmente non vedo nessi con gli apporti, e forse neanche KitCarson che lo ha rimandato scherzosamente...o almeno credo. Forse di errore spazio-temporale-attuativo s'é trattato si, ma solo nella tua testa che forse era sovrappensiero... Hai semplicemente perso qualche colpo, il che non é ne biasimabile ne costituente motivo di preoccupazioni quando si ha avuto giornate particolarmente stressanti.
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #5

  • roland
  • Avatar di roland
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 92
  • Ringraziamenti ricevuti 10
  • Karma: 1
ciao Robbass,non potrebbe essere che le chiavi siano cadute,come tu hai visto,e per un caso strano ma fortuito,si siano riposizionate,rotolando,scivolando o rimbalzando,nella stessa posizione di prima non facendo rumore?
te lo dico perché a me è successo più di una volta che cadessero oggetti ripetutamente e si incastrassero o comunque tornassero a riposizionarsi con le stesse modalità,in modo quasi meccanico.
la differenza è che,nel mio caso,vedevo chiaramente l'oggetto cadere...una sensazione strana,certo,e penso sia una peculiarità(una delle tante)di una realtà di cui ancora,forse,non conosciamo il completo funzionamento.
diciamo che vedo,dietro questi avvenimenti,una normalità"paranormale",nel senso che sono cose che rientrano nel normale corso della vita,ma rimangono comunque episodi che di normale hanno poco,o comunque ho la sensazione che non li comprendiamo a pieno.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #6

  • valle
  • Avatar di valle
  • Online
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1739
  • Ringraziamenti ricevuti 486
  • Karma: 30
Mi piace la riflessione di Roland sugli eventi "normali" ma che di normale non hanno nulla. Credo che possa descrivere bene alcuni accadimenti che apparentemente possono essere spiegati, ma la cui vera natura e significato ci rimangono piuttosto oscuri o quantomeno dubbi.

In questo preciso episodio della chiave, tuttavia, non saprei. Potrei rispondere come il fratello dell'interessato: "pensi di aver raccolto la chiave ma non l'hai fatto, forse volevi prenderla ma hai detto lo faccio tra un attimo e poi sei salito".
In questo caso però non si spiega come possa aver sentito di nuovo cadere la chiave davanti alla porta di casa. Che cos'è caduto? Niente? E quindi oltre alla sbadataggine precedente ha avuto anche l'allucinazione di sentire cadere per la seconda volta la chiave? Oppure sono caduti altri oggetti dalla mano e lui ha concluso che fosse caduta la chiave?
L'altra spiegazione per cui la chiave sia nuovamente caduta e sia andata a rotolare proprio lì non mi convince proprio per niente perché una chiave non è una pallina "rimbalzina". Può scivolare per qualche decina di centimetri, al massimo un solo rimbalzo, ma non fa molta strada.

Vorrei chiedere a Robbas. Non hai sentito la chiave cadere, la seconda volta, ma l'hai sentita sul piede oppure niente? Perché se l'avessi percepita con il piede allora, per quanto incredibile, avresti potuto calciarla nel medesimo posto di prima, per quanto strano. Ma se non hai sentito la chiave cadere, non l'hai sentita nemmeno con il piede.... viene naturale pensare che la chiave non sia caduta.
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #7

  • Robbass
  • Avatar di Robbass
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 5
  • Karma: 0
Ciao Anathema, la tua opinione è la stessa che avrei espresso messo al posto di chiunque abbia sentito o letto questa vicenda. Il punto sta proprio qui, vivo, almeno credo, nella vostra stessa realtà, capita di avere qualche "svarione", distrazione o come vogliamo chiamarla, ne sono cosciente e quando mi è capitato e mi sono reso conto o mi hanno fatto accorgere, c'ho sempre riso su... se arrivo ad esporre ciò è perché ho vissuto qualcosa di particolare.
Una doppia distrazione con una doppia prova che mi hanno portato ad immaginare tutta questa storia dovrebbero allora annullarsi!
Quindi è la normale realtà, e non dovrei pormi domande...
Non cerco una spiegazione catalogata, non credo ci sia una spiegazione a tutto, ma se qualcuno fosse a conoscenza di qualcosa di simile mi darebbe qualche tassello in più magari. :) buone feste
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #8

  • Robbass
  • Avatar di Robbass
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 5
  • Karma: 0
Ciao KitCarson, vengo a conoscenza da questo forum della parola apporto, ho cercato il significato e dal mio punto di vista credo sia poco associabile all'accaduto.
Ciò che per me è più misterioso adesso è capire se il tuo commento è sarcastico o meno
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #9

  • Robbass
  • Avatar di Robbass
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 5
  • Karma: 0
Ciao Gemini, mi trovi concorde sulla prima parte del tuo commento, da metà in poi, per non essere ripetitivo rimando alla risposta che ho dato ad Anathema...
e grazie per le rassicurazioni sul mio stato mentale ;P
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #10

  • Robbass
  • Avatar di Robbass
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 5
  • Karma: 0
Ciao roland, nelle scale condominiali i suoni hanno un riverbero elevato, dalla posizione in cui ero al momento della seconda caduta davo le spalle, in più 4 gradini...
anch'io le ho viste cadere, provato istintivamente a bloccarne l'arrivo al suolo... credo più al fatto che non conosciamo molte cose...
;)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #11

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 513
  • Ringraziamenti ricevuti 104
  • Karma: 0
Ciao Robbass
Su quanto ti riguarda, le ipotesi interpretative di Roland e di Valle sono dettate da buon senso e sono da condividere, ma forse nessuno di loro è il competente che tu vorresti interpellare, e neppure io lo sono. Io posso pianamente rispondere, senza troppe pretese di essere ineccepibile: tanto siamo tra noi... Posso provare a "lasciarmi andare" Anathema permettendo...

E' evidente che tu di esperienze simili, con le chiavi, non ne avevi mai avute prima. E non ne hai avute dopo, infatti dici che sono passati un paio d'anni. Di primo acchito ogni spiegazione razionale fa acqua da tutte le parti e non sono aderenti ai fatti. A volte cercando a tutti i costi spiegazioni "logiche" e raziocinanti, si cerca di far entrare in una scatola di sardine un elefante, escludendo (forse perchè risulta troppo facile?) la sardina stessa... Se io ti offrissi solo l'interpretazione che va d'accordo con la logica spicciola, non sarei a posto con la coscienza. Anche perchè c'è chi potrebbe insinuare che hai avuto un"piccolo"... episodio delirante, con all'ucinazioni visive e auditive...

Dopo il preambolo desidero invece raccontarti una "favola" (favola che almeno mi diverte un pò...) che tiene presente il fatto chiavi in...mano. Hai mai sentito parlare di universi paralleli? E' da diverso tempo che non dubito più della loro esistenza. Qualche scienziato emulo di Muzio Scevola ci metterebbe la mano sul fuoco... suggerendo l'esistenza di un Universo fantasma, simile al nostro, che non è possibile vedere ma che interferisce con il nostro. Con l'ipotesi degli universi paralleli si possono intravvedere delle logiche spiegazioni per dei fatti singolari che violano le leggi naturali, e che fino ad oggi erano sembrate inesplicabili. Così, ad esempio, per il comportamento anomalo di una particella elementare: il mesone K. La scoperta di questa anomalia di comportamento fruttò agli scienziati che la scoprirono il premio Nobel. Mi fermo, non dubito che in futuro avremo modo e maniera di inoltrarci su questo sentiero.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #12

  • valle
  • Avatar di valle
  • Online
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1739
  • Ringraziamenti ricevuti 486
  • Karma: 30
KitCarson,

sono molto affascinato da questa idea degli universi paralleli. Tra l'altro la ritengo anche una possibilità neanche troppo remota, anzi forse potrebbe essere proprio ciò che possa spiegare tutta una serie di cose, dal paranormale al soprannaturale, al divino, ecc.
Anzi, forse sarebbe davvero l'unico modo logico per spiegare anche le dimensioni che hanno a che fare con la religione e la spiritualità. Questo universo avrebbe leggi ben precise e "rigide" (più o meno), ma nulla esclude che esista qualcosa al di fuori dell'universo. Non al di fuori nel senso "geografico" del termine, ma "altro". Cioè potrebbe essere proprio qui a permeare il nostro, ma senza confondersi con esso e mantenendo le sue leggi.

Ciò che mi viene spontaneo domandarmi in casi come quello di Robbas è il senso di eventi come questo. O li consideriamo come dei "bug" degli errori per cui accadono delle cose senza senso, oppure non vedo l'utilità di fare sparire una chiave e farla riapparire in un'altra posizione o altro "momento" dello spazio-tempo.
Che cosa sarebbe, un messaggio? Un segno? Un segno di che cosa?
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #13

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 513
  • Ringraziamenti ricevuti 104
  • Karma: 0
Non penso siano messaggi, nè segni volutamente lanciati da qualcuno.
Più che di un universo "parallelo" si parla sempre più di "universi paralleli", teoria per niente recente formulata negli anni '50 da Hugh Everett, dell'Università di Princeton, pur considerata all'inizio solo fantascienza, ai giorni nostri è tutt'altro che rifiutata dai fisici, anche prestigiosi. Sembra assurdo, ma sperimenti più recenti nei laboratori NIST di Boulden hanno dimostrato che le particelle elementari, ad ogni istante, possono trovarsi contemporaneamente in tutte le loro posizioni possibili (nellambito del loro spazio) come se si moltiplicassero. David Deutsch, fisico, ne ha dedotto senza dubbio l'esistenza di infiniti universi sovrapponibili, dove ogni oggetto ha i suoi infiniti destini possibili senza interferire con se stesso. Con delle eccezioni, ovviamente (vedi le chiavi...).

Per ciò che mi concerne, per quel pò di esperienze avute, considero la realtà molto più complessa e variegata di quella che appare e che trovo sempre più difficile mettere in discussione. I nostri mezzi conoscitivi sono estremamente limitati. Cogliamo con difficoltà dolo le forme visibili e misurabili, disponendole nella dimensione spazio-tempo: e così acquistano un loro ordine, accessibili alla struttura del nostro cervello, una leggibilità che lo stesso Cartesio definiva come l'unica possibile espressione di verità. Ma questa è l'apparenza delle cose, la vera essenza è altra e si colloca altrove.

Ammiriamo la bellezza, la luminosità e la bontà di ciò che circonda il nostro orizzonte vitale, ma ciò che vi è dietro e vi "pulsa" dentro, come è possibile descriverlo e definirlo con precisione? Ciò che può elaborare il cervello è poca cosa. Questo noi spesso lo intuiamo, come ne "l'Infinito" di Leopardi, che oltre "la siepe" deve esserci qualcosa d'altro da scoprire che potrebbe dare la risposta alla ricorrente domanda d'immenso e di eterno. Molto a cui fa riferimento Valle potrebbe stare in queste possibilità. Sarebbe per noi un continuo navigare in universi paralleli, che si intersecano senza (quasi) mai darsi fastidio.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #14

  • roland
  • Avatar di roland
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 92
  • Ringraziamenti ricevuti 10
  • Karma: 1
opinione mia,non sono certo un esperto in materia,ma:nonostante sia un sostenitore dell'esistenza,o comunque la possibilità che esistano universi paralleli,non sono così convinto che gli esperimenti sulle particelle provino una presunta interferenza tra di essi.
un conto è dire che una particella può trovarsi in più posti contemporaneamente,un altro è un oggetto,o una persona.
che possano esistere modi,volontari o meno,di intrecciare questi universi,non lo nego,perchè per quanto ne so,magari ci sono e sono comunemente usati da chissà quali esseri in chissà quante dimensioni,però,purtroppo,fino a che non mi capiterà personalmente di fare un'esperienza che va oltre un mazzo di chiavi(non per sminuire,solo per il fatto di avere un dubbio,intendo un'esperienza eclatante)continuo a dubitare,anche se rimango in speranzosa attesa della PROVA.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #15

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2166
  • Ringraziamenti ricevuti 381
  • Karma: 16
La mia parte razionale la pensa come Anathema, ovvero che si tratti di una distrazione, però...
Anni fa lessi in rete una testimonianza che si potrebbe definire simile a quella di Robbass, ma molto più intensa e piena di discrepanze (ovvero, non era cambiata solo la posizione di una chiave, ma molto, molto altro). Tra le varie ipotesi si era parlato dello slittamento in un'altra worldline, o in un universo parallelo.
Bisogna prima di tutto prendere in considerazione la possibilità che possano esistere infiniti universi che presentano variazioni anche minime uno dall’altro. Per esempio in uno indosso un modello di scarpe nere, in un altro indosso lo stesso modello ma blu, in uno poso le chiavi nel tavolino all’entrata, nell’altro le tengo in tasca.
Nel caso di slittamento in un’altra worldline, non sono gli oggetti a finire in un universo parallelo, succede un’altra cosa.
Per la scienza non è ancora del tutto chiaro come funzioni in nostro cervello, ma avrete sentito parlare delle proprietà quantistiche dei microtubili delle cellule cerebrali. Entriamo in un campo pseudo-scientifico, certo, ma in questo modo si arriva a un’ipotesi forse meno incredibile di quella di oggetti complessi, con massa e innumerevoli atomi, che vengono misteriosamente teletrasportati in un altro universo.
Potrebbe succedere che l’informazione quantistica contenuta dei microtubuli per qualche motivo riceva un’interferenza spostando la coscienza della persona di questo universo al suo doppio di un universo “vicino”. Poi uno si finisce col pensare “sto perdendo qualche colpo”, oppure “ho gli spiriti in casa che mi spostano le cose”, mentre in realtà... L’ipotesi è intrigante :P
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
Ultima modifica: 3 Mesi 3 Settimane fa da Nyma. Motivo: correzione
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #16

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1133
  • Ringraziamenti ricevuti 178
  • Karma: 3
Multiverso, teoria delle stringhe, dimensioni parallele...si d' accordo sono il primo a considerarli reali, ma non oso immaginare quante altre persone si sarebbero iscritte a questo forum contestualmente a quello che è capitato a Robbass. Mi spiego meglio: se il fenomeno di intersecazione delle varie dimensioni avrebbe interessato davvero quel frangente non credete che sarebbe stato coinvolto il pianeta intero e non solo l' utente Robbass? Non ne avrebbero risentito anche altri organi terrestri? Cioè una cosa del genere proporzionata al pianeta intero ma sapete cosa comporterebbe? O stiamo parlando di dimensioni alternative soggettive?. Credo di essermi spiegato e chiedo lumi a chi più ferrato in materia...
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #17

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2166
  • Ringraziamenti ricevuti 381
  • Karma: 16
Non è la realtà dello spazio-tempo a cambiare mostrando a tutti cose fuori posto, sono le informazioni quantistiche all'interno di una singola persona a subire un'interferenza. Mentre quella singola persona interessata dal fenomeno nota dei particolari strani, per tutte le altre persone quegli stessi particolari sono normali, perché le informazioni quantistiche dentro i loro cervelli non hanno subito modifiche.
Quando parlo di "informazioni quantistiche cerebrali che hanno subito un'interferenza", si deve immaginare qualcosa di simile alla coscienza di una singola persona (o forse la coscienza stessa? Chissà, io uso il termine "coscienza" per farmi capire meglio) che viene traslata nel corpo del suo doppio presente in un altro universo quasi del tutto uguale se non per qualche dettaglio. Quindi, sì, è normale che oltre a Robbass non sia venuto nessun altro a parlare si strani eventi.
Anni fa avevo letto anche che questi slittamenti non sono tanto rari come potrebbero sembrare, solo che se l'interferenza è debole lo slittamento porta la coscienza in un universo "molto vicino", ovvero un universo che è quasi totalmente identico all'altro se non per un dettaglio. E quel dettaglio potrebbe trovarsi dall'altra parte del mondo, quindi uno non se ne renderà mai conto e la sua vita proseguirà come se niente fosse accaduto. Interferenze più forti fanno slittare la coscienza in universi più "lontani" dove sono presenti maggiori elementi discordanti. In questi casi lo slittamento potrebbe provocare anche una momentanea perdita di conoscenza e della cognizione del tempo.
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #18

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 513
  • Ringraziamenti ricevuti 104
  • Karma: 0
Trovo davvero molto interessanti gli spunti di Nyma quando accenna che gli "slittamenti" spazio - temporali non sono poi così rari come si vuol far credere, od anche che il cervello può subire informazioni non quantificabili e "fuori norma"...
L'amica Nyma non lo dice ma in alcune circostanze la pensa come il sotto e pure scritto... La verità è che tutto ciò che circonda l'uomo, e quindi lui stesso, è un mistero ancora sconosciuto a se stesso e comunque una individualità irripetibile, unica, diversa dalle altre, con stratificazioni evolutive distinte e spesso distanti tra di loro. Sia per qualità del vissuto personale e della cultura dominante (vedi religione, contesto sociale, familiare ed economico, tradizioni, ecc...).

Non discutiamo poi delle differenze esistenti tra donna e uomo, che sono innumerevoli e vistose, due mondi così lontani eppure tanto vicini perchè destinati ad integrarsi in unità.
Il mio è un preambolo necessario per entrare nei meandri degli universi paralleli psichici, che sono realmente un guazzabuglio di instabilità e di fluttuabilità, non sempre chiari e leggibili. Meglio che non vada oltre per accennare a quanto avviene nella mente del depresso, dello schizofrenico, dell'autistico o dello psicotico, vere mine a dir poco distruttive e drammatiche. Questi a ben guardare sono dei veri universi paralleli psichici, dai quali forse è bene guardarsi di più da quelli invisibili, quantici, raramente intersecanti e conflittuali.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #19

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1133
  • Ringraziamenti ricevuti 178
  • Karma: 3
Beh...a questo punto andrebbe detto che per ognuno di noi esiste una propria dimensione, algoritmica oltre che quantica...in pratica le dimensioni alternative dovrebbero essere tutto ciò che non siamo, che abbiamo fatto o non fatto, scelto o non scelto...insomma tutte le varianti possibili di noi stessi compreso l' ambiente circostante nelle svariate configurazioni possibili. Ma questo salto quantico al quale andremmo soggetti non dovrebbe, sempre in teoria, essere parallelo...ovvero con quale equazione andremmo a calcolare che quando succede l' intersezione veniamo trasportati in una realtà quasi simile con pochi elementi discordanti? E se gli elementi capitassero all' opposto di quello cui eravamo intenti? Sarebbe un' esperienza molto traumatica per entrambi i soggetti coinvolti...e si perchè primo, non possiamo definire la realtà in cui versiamo come quella di default, e per secondo il nostro doppio ( o triplo o quadruplo etc.) ne risentirebbe altrettanto...
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Errore spazio temporale? 3 Mesi 3 Settimane fa #20

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 513
  • Ringraziamenti ricevuti 104
  • Karma: 0
Ciao Dutùr Gemini. Citando gli innumerevoli e unici psichismi umani, si entra, ovviamente secondo il sottoscritto, in mondi paralleli biologici e psicologici, se non altro dalla parte delle scienze fisiche, le quali tendono ad ammettere nell'intimo della materia, a livello ultra-microscopico, qualche cosa, se non altro, di imprevedibile che potrebbe anche essere considerata affine ad un'attività psichica, che aiuta a ipotizzare la presenza di un principio extrafisico, di un mondo (mondi) soprasensibile.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
Tempo creazione pagina: 1.078 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.