IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001


Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Miracoli si e miracoli no.

Miracoli si e miracoli no. 3 Mesi 1 Settimana fa #1

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 199
  • Ringraziamenti ricevuti 24
  • Karma: 0
Partiamo dal fatto che ogni religione dice che prodigi e miracoli provengono da Dio. Nelle passate civiltà si trova sempre la volontà di un NUME per spiegare l'inspiegabile. Un pensierino va a Zeus-Giove ed ai suoi fulmini. Anche per gli Ebrei la regola era più o meno la stessa. Tra l'altro va SEMPRE ricordato che essi, più che monoteisti erano monoiatri, non credendo cioè all'esistenza di un solo Dio, ma solo che il LORO fosse quello giusto...

Come per altri popoli, gli Ebrei pensavano che i miracoli fossero prerogativa divina e non riconoscendo Gesù come come il Messia, ne derivava che i miracoli operati da Lui fossero opera del demonio. Ad avallare questo c'erano le sue guarigioni operate anche di sabato . A meravigliare gli Ebrei non erano poi i prodigi di Gesù, ma il fatto stesso dell'operarli di sabato: "quest'uomo non è da Dio , perchè non osserva il sabato". Gesù guarì (sempre di sabato) il cieco nato, il paralitico, ecc.

Ma non è tutto oro (miracolo) ciò che riluce, Nel Vecchio T. (Esodo) la prima delle 10 piaghe d'Egitto fu il miracolo delle acque del Nilo che divennero rosse. per questo fatterello si disse che Dio fece diventare di Sangue le acque del fiume per "intenerire" il cuore del Faraone. Esiste una spiegazione molto plausibile a questo, per la presenza di particolari infusori nel fiume egiziano e che tale fenomeno ha delle determinate ricorrenze.

Un altro fatto da sfatare, per cause naturali, è quello rappresentato dalle piogge di sangue ritenute "miracolose". Parlo di fatti accaduti anche nel medioevo. Si tratta di farfalle... e del loro ciclo vitale, che va dalla nascita del bruco in estate fino alla trasformazione in insetto adulto nella primavera successiva: quando in questo ciclo, dalla crisalide esce l'insetto alato, con l'addome gonfio di liquido che espelle durante il primo volo: tale liquido è comunemente giallo, ma in alcune specie , ORA RARE (stò inquinamento...) ma molto comuni nei secoli passati, esso è rosso, proprio come il sangue. Quando nel medioevo, veniva il momento, l'espulsione di questo liquido determinava una vera pioggia di "sangue...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Miracoli si e miracoli no. 3 Mesi 1 Settimana fa #2

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 199
  • Ringraziamenti ricevuti 24
  • Karma: 0
Ri-posto una parte di mia discussione già postata in altro forum, sempre per attinenza all'argomento proposto.
_
_

Va comunque sempre detto (e ricordato) per onestà intellettuale che diverse "soluzioni" erano, sono, e probabilmente rimarranno inspiegabili.

Questa guarigione avvenne a Lourdes, centro per antonomasia della preghiera. La sto discutendo in altre sedi, ma la riporto pure qui quo e qua.

Venimmo a sapere delle traversie della miracolata Maddalena Carini tramite il suo ultimo direttore spirituale, don Marco Sacchi, che incontrammo alcune volte su appuntamento all'inizio anni 2000.

Mettendo insieme le conversazioni di questo sacerdote con le altre indagini sul caso appurammo che: a 31 anni Maddalena aveva un peso di soli 29 kg, "divorato" da 21 anni di insopportabili sofferenze. Sofferenze profuse da: 1) Morbo di Pott (tbc ossea) dall'età di 13 anni. 2) Carie e calcificazioni in alcune vertebre dorsali. 3) Spondilite. 4) Ascesso ossifluente al gran trocantere destro con relativa lesione e riduzione (in pratica mancavano circa 5 cm d'osso). 5) Pelviannessite tubercolare. 6) Peritonite fibroplastica con versamenti. 7) Angina pectoris da coronatite. 8) Mesenterite tubercolare. 9) Pleurite sierofibrinosa. 10) Grave anemia perniciosa. 11) Colecistite con vomito di bile ricorrente. 12) Adenopatite ghiandolare.

Con queste belle cartelle cliniche nel 1947 fu portata a Lourdes, ritornando che stava peggio. Nel febbraio 1948 fu dimessa da una clinica per morire a casa sua. Era da tempo nutrita solo con acqua e zucchero, posta su un'asse bocconi perchè vomitava di continuo. la temperatura saliva spessissimo ai 40°. Con tutto questo Maddalena non morì, volle essere ricondotta a Lourdes. Un speranza assurda per una prognosi infausta. Fu comunque accontentata e il 9 agosto 1948, fu "issata" quasi cadavere sul treno diretto alla grotta di Massabielle (Lourdes). Il 15 agosto data del ritorno, Maddalena era ormai boccheggiante, ma avvenne l'impossibile.

Lei amava non mettersi in mostra e parlava poco, ma da Don Sacchi apprendemmo il " SUO " momento: " in un breve spazio di tempo ho avvertito dei violenti strappi dentro il mio corpo, poi dei forti formicolii in tutta la persona e infine la netta sensazione di essere un'altra, con un corpo nuovo e sano, mentre non avvertivo più le torture interne. Mi venne all'improvviso un gran appetito e la voglia di camminare, scese dalla barella e... camminò, dopo anni che non lo faceva.

Radiologi e luminari non credettero ai loro occhi. La Commissione Internazionale di Parigi dichiarò contro ogni logica la "guerison de cette malade survenu brusquement". Guarigione istantanea poi accertata diagnosticamente, con la scomparsa totale anche del terribile morbo di Pott. Un ATEO come il Prof. Villa che l'aveva in cura, in una sua cartella si legge: "Offenderebbe la verità chi presumesse di negare i fatti. Noi medici sappiamo troppo bene quali sono i confini di una interpretazione razionale di essi". Un medico, Prof. Marengo, ritenuto un luminare e che analizzò nei particolari il caso della Carini ebbe a dire: "Ci troviamo di fronte ad una guarigione completa che non può essere spiegata con le nostre cognizioni mediche. Assolutamente inspiegabile poi, se non si ammette l'intervento di forze soprannaturali, è la istantaneità della guarigione avvenuta proprio quando "l'exitus" era imminente.

Credo sia sufficiente per far riflettere e non dare sempre tutto per scontato e spiegabile....
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Miracoli si e miracoli no. 3 Mesi 6 Giorni fa #3

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 834
  • Ringraziamenti ricevuti 124
  • Karma: 3
KitCarson1971 ha scritto:
Mettendo insieme le conversazioni di questo sacerdote con le altre indagini sul caso appurammo che: a 31 anni Maddalena aveva un peso di soli 29 kg, "divorato" da 21 anni di insopportabili sofferenze. Sofferenze profuse da: 1) Morbo di Pott (tbc ossea) dall'età di 13 anni. 2) Carie e calcificazioni in alcune vertebre dorsali. 3) Spondilite. 4) Ascesso ossifluente al gran trocantere destro con relativa lesione e riduzione (in pratica mancavano circa 5 cm d'osso). 5) Pelviannessite tubercolare. 6) Peritonite fibroplastica con versamenti. 7) Angina pectoris da coronatite. 8) Mesenterite tubercolare. 9) Pleurite sierofibrinosa. 10) Grave anemia perniciosa. 11) Colecistite con vomito di bile ricorrente. 12) Adenopatite ghiandolare.

Beh, in tutta onestà, credo proprio che il sopravvivere per 21 anni ( e non per uno solo al massimo) a tutto questo "bendidio" sia il vero miracolo...e non altro.
πνεύματος
Ultima modifica: 3 Mesi 6 Giorni fa da Gemini.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Miracoli si e miracoli no. 2 Mesi 3 Giorni fa #4

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 199
  • Ringraziamenti ricevuti 24
  • Karma: 0
Gemini ha scritto:
KitCarson1971 ha scritto:
Mettendo insieme le conversazioni di questo sacerdote con le altre indagini sul caso appurammo che: a 31 anni Maddalena aveva un peso di soli 29 kg, "divorato" da 21 anni di insopportabili sofferenze. Sofferenze profuse da: 1) Morbo di Pott (tbc ossea) dall'età di 13 anni. 2) Carie e calcificazioni in alcune vertebre dorsali. 3) Spondilite. 4) Ascesso ossifluente al gran trocantere destro con relativa lesione e riduzione (in pratica mancavano circa 5 cm d'osso). 5) Pelviannessite tubercolare. 6) Peritonite fibroplastica con versamenti. 7) Angina pectoris da coronatite. 8) Mesenterite tubercolare. 9) Pleurite sierofibrinosa. 10) Grave anemia perniciosa. 11) Colecistite con vomito di bile ricorrente. 12) Adenopatite ghiandolare.

Beh, in tutta onestà, credo proprio che il sopravvivere per 21 anni ( e non per uno solo al massimo) a tutto questo "bendidio" sia il vero miracolo...e non altro.
La risposta dell'amico Gemini scricchiola e GEME... Chissà cosa mai produrrà il prossimo eclatante "miracolo" che vado ad esporre:
Ho postato a suo tempo questo post in un altro posto, col permesso della corte lo re-imposto. Si discuteva allora di "miracoli" tanto conclamati quanto storici. Sembra che la fede abbia fatto rispuntare un arto amputato... una gamba. Mi riferisco a Miguel Juan Pellicer un contadino di 23 anni, e alla sera del 29 marzo 1640 mentre dormiva nel suo domicilio di Calanda (Bassa Aragona), al quale rispuntò improvvisamente la gamba destra che gli era stata amputata nell'ottobre del 1637 all'ospedale pubblico di Saragozza. Qui vuole la tradizione che sia venuta, non apparsa (sic) la Madonna nel 40 d.C. adorata da ogni saragozzese e ancor più dal nostro Miguel che la pregava continuamente. Risultò che la gamba era la stessa che era stata asportata e poi seppellita.

Il processo per l'accertamento riunì 9 giudici, NON prelati, scelti tra persone estranee alla gestione delle due basiliche allora esistenti in Saragozza. Furono ascoltati decine di testimoni, dal primario dell'ospedale dove fu operato alle decine di persone che l'avevano visto chiedere l'elemosina davanti alla Basilica del Pilar dove si raccoglieva in preghiera, ostentando il moncone della gamba. Il "Notaio Reale" sull'onda del "miracolo" giunse in città 3 giorni dopo raccogliendo svariate testimonianze , di chi aveva visto per anni Miguel senza una gamba lavorare faticosamente appoggiandosi alle stampelle. Gli stessi che poi constatarono che lo stesso individuo aveva due gambe.

Di assoluta preminenza la constatazione che la gamba comparsa era la stessa che dopo l'amputazione era stata sotterrata entro l'ospedale stesso. Per fortunata evenienza la gamba reimpiantata portava ancora i segni di un morso di cane e della asportazione di una cisti. Il ripristino della gamba fu completo, pur permanendo un segno circolare bluastro nel luogo del reimpianto. Quando i fatti furono definitivamente accertati dal collegio giudicante, Miguel fu chiamato a Madrid, dove il Re Filippo IV di Spagna si inchinò a baciare la gamba miracolata. A tutt'oggi è ancora consultabile il registro in cui il Notaio di un paese vicino il 2 aprile, a 3 giorni di distanza dall'evento "miracoloso", registrò dettagliatamente le testimonianze e le constatazioni che pote'raccogliere sul luogo. La relazione fa ancora parte integrante di un grosso registro che riporta tutte le pratiche notarili che furono registrate nel 1640, rendendo impossibile quindi una immissione di un documento FALSO in tempi posteriori.

Non solo, nella Basilica della Virgin del Pilar c'è ancora gelosamente custodito ed esposto al pubblico un librone che contiene gli atti processuali e la sentenza datata 27 aprile 1641. Il quadro delle "prove" sembra completo, Anche se il mio amico Garlaschelli ha provato, se non a destabilizzare il fatto, almeno a ridurlo...Sembra che non ci sia riuscito, gli ho offerto lo stesso l'aperitivo... Si potrebbe cercare di smontare il tutto con il dar credito agli eventi storici dell'epoca, dalla guerra dei 30 anni, alla peste, all'indipendenza del Portogallo, ecc. Ma ci incammineremmo in strade buie e strette, tutt'altre storie a mio avviso, con altre tendenze e scopi. Di questo presunto -ripeto-presunto miracolo rimangono i documenti con centinaia di testimonianze, le più svariate, di persone che conoscevano il miracolato ma che spesso non si conoscevano tra loro, dando sempre testimonianze univoche. Che dire? Mi appello al grande Max che con il dono del discernimento conciso non dubito che a riguardo dia serie validi indicazioni.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.675 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.