IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001


Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: L'incredibile storia di Dan Brodsky-Chenfeld

L'incredibile storia di Dan Brodsky-Chenfeld 2 Mesi 1 Settimana fa #1

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1519
  • Ringraziamenti ricevuti 413
  • Karma: 28
Ciao a tutti,

stasera ho visto un video che narra la storia di Dan Brodsky-Chenfeld, un campione del mondo di paracadutismo che nel 1992 fu vittima di un incidente aereo.
L'aereo sul quale volava con il suo team precipitò, uccidendo sedici delle ventidue persone a bordo.
Dan si risvegliò sei settimane dopo in ospedale, con fratture multiple, senza memoria dell'incidente, e la prima cosa che si ricordò era una scena che gli sembrava di aver vissuto pochi minuti prima:

si trovava in caduta libera, ma c'era qualcosa di diverso dal solito. La caduta libera solitamente è veloce, rumorosa, mentre in quel caso gli sembrava di essere semplicemente sospeso in aria, ma senza cadere attraverso di essa. Si girò e vide il suo amico James che volava verso di lui e che, avvicinandosi, gli disse:

<<Dan, che cosa ci fai qui? Non dovresti essere qui, devi tornare giù.>>
<<Vieni anche tu con me?>> gli rispose Dan
<<Non posso>> fu la risposta di James, il quale si girò e proseguì nel suo volo.

Quando la fidanzata di Dan andò a trovarlo in ospedale, lui le chiese: "So che James è morto. Che cosa ne è stato degli altri?"
La fidanzata rimase molto stupita e gli chiese come poteva sapere della morte di James, e lui le disse che glielo aveva detto James stesso.

Per concludere con una nota positiva, Dan si rirpese e negli anni successivi vinse per cinque volte consecutive il campionato del mondo di paracadutismo insieme al suo team (ricostruito), nonostante i medici gli avessero detto che non avrebbe più potuto lanciarsi.

La cosa che mi ha colpito è: essendo rimasto in coma per sei settimane e non avendo nemmeno memoria dell'incidente aereo, come poteva Dan sapere della morte di James? Chiese delle condizioni degli altri, ma sapeva della morte di James. Anche il "sogno" o la "visione" è molto particolare, non trovate?

Se masticate l'inglese, potete andare a vedere il video che narra della sua storia a questo link. E' molto bello:

www.theatlantic.com/video/index/417843/t...ofessional-skydiver/
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

L'incredibile storia di Dan Brodsky-Chenfeld 2 Mesi 1 Settimana fa #2

  • Anathema
  • Avatar di Anathema
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 409
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 4
E' interessante, ma non credo ci sia molto di paranormale.
Prima di perdere i sensi il cervello avrà certamente memorizzato la situazione di grave pericolo in cui era finito e ha elaborato un "sogno"...
Magari, fosse morta una sola persona su 22 ci sarebbe stato qualcosa di interessante se proprio lei gli fosse apparsa, ma essendo morte 16 persone su 22 (di cui uno era lui, quindi con soli altri 5 superstiti) diciamo che sognare una delle vittime che gli dice che è morto era più probabile che sognare uno dei vivi che gli dice che si è salvato.

Non so se mi sono spiegato, mentre scrivevo mi sono accorto della "contortezza" del pensiero :)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

L'incredibile storia di Dan Brodsky-Chenfeld 2 Mesi 1 Settimana fa #3

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1519
  • Ringraziamenti ricevuti 413
  • Karma: 28
Sì, in effetti anch'io mi sono dato una spiegazione del genere. Ci sono alcune note "stonate" nella spiegazione razionale, che in qualche modo fanno riflettere, per esempio il fatto che probabilmente l'impatto abbia fatto perdere conoscenza immediatamente a Dan, il quale non avrebbe avuto probabilmente il tempo di fare una valutazione della gravità dell'incidente (ma magari l'aveva già fatta prima dell'impatto) né della gravità delle condizioni dei propri compagni.
Infatti Dan non ricordava l'incidente. Altro elemento strano è che probabilmente Dan aveva potuto fare una valutazione simile per tutti i compagni del team, che non morirono tutti, ma sognò proprio il compagno che era morto.
Comunuqe può benissimo essere come dici tu. Magari addirittura è possibile che Dan non avesse perso i sensi immediatamente e avesse anche visto James già morto o in condizoni gravissime e quindi il suo cervello abbia elaborato il sogno.
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

L'incredibile storia di Dan Brodsky-Chenfeld 2 Mesi 1 Settimana fa #4

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 803
  • Ringraziamenti ricevuti 117
  • Karma: 2
valle ha scritto:
Magari addirittura è possibile che Dan non avesse perso i sensi immediatamente e avesse anche visto James già morto o in condizoni gravissime e quindi il suo cervello abbia elaborato il sogno.

Si anche per me questa è l' ipotesi più vicina al reale. Probabilmente Dan, dopo lo schianto, si trovava nelle imminenze dell' amico James ed ha avuto il tempo di elaborarne la morte forse proprio per le condizioni in cui versava quest' ultimo...stiamo comunque parlando di un tipo di incidente dal quale è molto difficile non essere ridotti in brandelli, in condizioni pietose insomma. Dan e i sopravvissuti sono stati molto fortunati, a parte tutto.
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

L'incredibile storia di Dan Brodsky-Chenfeld 2 Mesi 1 Settimana fa #5

  • Anathema
  • Avatar di Anathema
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 409
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 4
Pur avendo perso i sensi nell'impatto è molto probabile che abbia avuto qualche secondo di panico prima di perdere i sensi, che magari non ricorda ma inconsciamente ha metabolizzato.
Per quello dicevo: se avesse sognato l'unico compagno morto sarebbe stato interessante, ma essendo morte la maggior parte delle persone sull'aereo, era più probabile sognare che un compagno fosse morto e poi lo era davvero che il contrario.
Scusate i termini un po' sgradevoli, dato che si parla di persone morte, ma è per spiegare il senso.

Ovviamente potrebbe anche essere una pura esperienza di premorte... Ma onestamente tra le tante che ho sentito questa non mi ha lasciato particolarmente impressionato.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

L'incredibile storia di Dan Brodsky-Chenfeld 2 Mesi 1 Settimana fa #6

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 1925
  • Ringraziamenti ricevuti 337
  • Karma: 15
Storia interessantissima, ma appunto una spiegazione razionale già l'avete trovata e io concordo. Possibile che i sensi di Dan abbiano registrato gli attimi del disastrato. Lo shock potrebbe aver cancellato i ricordi dalla memoria che può essere rievocata coscientemente, ma non dall'inconscio che si è manifestato in sogno mentre Dan era svenuto.
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
Ultima modifica: 2 Mesi 1 Settimana fa da Nyma.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.646 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.