IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001


Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: [Telescrittura] La mia morte

La mia morte 4 Anni 5 Mesi fa #1

  • roberto7101
  • Avatar di roberto7101
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 380
  • Ringraziamenti ricevuti 155
  • Karma: 0
Ci chiediamo spesso cosa avviene nel momento estremo, cosa prova chi sta lasciando questo mondo per tornare nella vera dimensione.

Soffrirà nel momento del trapasso?

Viene veramente a prenderlo qualcuno dei suoi cari che lo hanno preceduto?

E cosa vede, quali sono le sue emozioni?

Chi, meglio di chi lo ha vissuto e torna per raccontarcelo, può farci rendere conto di questa realtà che TUTTI abbiamo provato, e che continueremo a provare fino all'ultimo giro della ruota delle nascite-morti? (Samsara)

Questa volta è Lucia, questa dolcissima entità, che sente la necessità di diradare un po' la nebbia dai nostri cervelli, e credo lo faccia anche molto bene...

La mia morte

Poiché vi ho parlato della mia accettazione, vi parlo ora della mia morte. Ignoro se tutte le creature vivono la propria morte come io l'ho vissuta. So bene che tali parole vi sembreranno un controsenso, vi sembreranno illogiche, eppure sono fondate sulla verità, credetemi.
Qualsiasi esperienza di vita, è vita, specialmente se rapportata alla compenetra-zione di due dimensioni, che sono molto meno diversificate di quanto a voi possano apparire, almeno sotto certi aspetti.
Morii nel sonno, senza conoscere il penoso stato preagonico, poco prima avevo rassicurato la mamma di sentirmi abbastanza bene, e lei, che mai mi aveva lasciata per un solo momento durante la degenza in clinica, si era assopita tranquillamente sulla poltrona, accanto al mio letto. Mi ero sentita improvvisamente calare a mia volta nel sonno, dolcemente, con l'impressione di oscillare come quando da bimba giocavo sull'altalena; era una sensazione del tutto naturale e l'unica stranezza che allora non seppi spiegarmi è come facessi a mantenermi in sospensione, abbracciando con la vista dall'alto gli angoli più nascosti della stanza.
La mamma intanto, continuava a dormire tutta inclinata da un lato e siccome la poltrona era molto bassa, il suo braccio sinistro sfiorava il pavimento, così mi accostai a lei intenerita, con l'intenzione di ricomporne la postura, ma le mie mani affondarono nel suo corpo come se fosse inconsistente... il suo corpo, non il mio! Io mi sentivo assolutamente solida, e se c'è qualcuno che ci descrive tramutati soltanto in pensieri, erra, a causa del suo insufficiente livello evolutivo, che ancora oblitera i suoi sensi spirituali.
Noi possediamo un vero e proprio corpo, anche se sostanzialmente diverso da quello di una volta e dal vostro attuale, ed è proprio questo corpo che, morendo noi ad un piano, per rinascere in un'altro superiore, si disgrega, né più né meno di quanto avviene per quello fisico, all'atto della morte fisica.
Tutto nel piano fisico come in quello spirituale, soggiace alla legge di morte e rinascita; ogni morte è iniziazione, se così non fosse, che cosa sarebbero l'esperienza e la conoscenza? Che senso avrebbero la Creazione ed il suo Creatore? Nulla, nulla avrebbe un senso, anche un filo d'erba o una goccia d'acqua invece, hanno un senso d'essere.
Alcuni immaginano che la vita spirituale possa paragonarsi al sogno, e voi potete pure accettare l'immagine concettualmente, dal momento che nei vostri sogni ogni accadimento vi appare reale al punto da soffrirne o gioirne addirittura a livello fisico, ma non dovete perder di vista il fatto che tale idea è molto approssimativa e restrittiva, perché malgrado il loro interagire, le due dimensioni sono approntate ad un diverso Sentire, spesso diametralmente opposto.
La morte non è né sonno eterno, né sogno, anche se così mi disse la piccola Nica per quietare la mia ribellione e la mia paura.
LA MORTE É IL PROSEGUO DEL PERCORSO - NON FINE - PROSEGUO NATURALE.
Ma torno a riallacciarmi a quella mia prima esperienza: mi staccai dalla mamma nello scorgere Nica, giunta in quel momento ad incontrarmi, e mi parve ancora più bella, più radiosa, con quegli stupendi fluenti, capelli di fiamma, che facevano grande contrasto sulla lunga tunica che pareva proprio intessuta di raggi di sole... avvertii il suo saluto, ma senza udirla parlare, e poi insieme scivolammo, c'involammo fianco a fianco attraverso la finestra chiusa, la qual cosa a dir la verità mi sorprese moltissimo, ma ancor più mi sorprese lo scoprire che l'aria era tutto un fermento, un andirivieni di corpi come i nostri, affaccendatissimi, diretti di qua, diretti di là; alcuni sfioravano il mare, toccandone quasi la superficie, altri scomparivano nel folto delle boscaglie, altri ancora penetravano nelle case, come se tetti e muri fossero fatti di fumo, mentre Nica sempre al mio fianco, si divertiva un mondo vedendomi passare di sorpresa in sorpresa.
Eh sì!, soltanto piacevoli sorprese mi attesero allora, e una meravigliosa indescrivibile sensazione di libertà, fratelli, la libertà da ogni prigione di sofferenza! E a questo mi portò l'accettazione.
Quindi, non più ribellione, non più pianto, non più angoscia, ma accettazione, e ben più lo compresi quando rivisionai certe mie esperienze del passato; compresi il perché, compresi che era giusto, compresi che avevo tessuto io quella trama, quella tela, e che tutti intessono le loro tele.

Lucia
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato. I ricchi comprano rumore. L'animo umano si diletta nel silenzio della natura, che si rivela solo a chi lo cerca.
Charlie Chaplin
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : cratos, cry

La mia morte 4 Anni 5 Mesi fa #2

  • cry
  • Avatar di cry
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 61
  • Ringraziamenti ricevuti 10
  • Karma: 0
e' tt cio' che volevo sapere!!!! grz Roberto! :-)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La mia morte 4 Anni 5 Mesi fa #3

  • roberto7101
  • Avatar di roberto7101
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 380
  • Ringraziamenti ricevuti 155
  • Karma: 0
Non c'è di che :)
Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato. I ricchi comprano rumore. L'animo umano si diletta nel silenzio della natura, che si rivela solo a chi lo cerca.
Charlie Chaplin
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : cry
Tempo creazione pagina: 0.426 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.