IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Semplici sogni o qualcosa di più?

Semplici sogni o qualcosa di più? 1 Mese 3 Settimane fa #1

  • Hououin Kyouma
  • Avatar di Hououin Kyouma
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Salve a tutti!

Volevo esporvi una teoria sui sogni.

Dico subito che la mia è più una speranza che altro, i sogni sono ancora oggi un mistero, mi piace quindi pensare che vi sia dietro qualcosa di più il "semplice" subconscio.

E se i sogni fossero segmenti di altre linee temporali? Prendendo per vera la teoria delle linee temporali, abbiamo infiniti passati presenti e futuri nei quali esistiamo con piccole e/o grandi differenze.
Ecco che allora nei sogni che facciamo potremmo avere frammenti più o meno confusi di quello che ci succede nelle linee affianco, così come gli altri nostri io potrebbero sognare la nostra realtà.

Stesso discorso si potrebbe fare per i Deja Vu, ricordiamo di aver già fatto qualcosa perché in effetti lo abbiamo già fatto in un altra realtà, ma comunque, in qualche modo, ne abbiamo memoria.

D'altronde è risaputo che il nostro cervello viene usato davvero in minima parte, chissà cosa ci nasconde quella grande parte apparentemente "dormiente".
Se è vero che noi siamo ovunque nel tempo e nello spazio e questi ultimi sono dentro di noi, bé, tutto è possibile.
"Nessuno conosce il futuro, ed è per questo che per l'uomo è possibile accettare tutte le sventure, tutte le infelicità, tutti gli incidenti più ingiusti e andare avanti."
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Semplici sogni o qualcosa di più? 1 Mese 3 Settimane fa #2

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2041
  • Ringraziamenti ricevuti 355
  • Karma: 15
Ciao, inizio dicendoti che in realtà, secondo gli ultimi studi scientifici, pare che usiamo il 100% del cervello. Se usassimo solo il 10%, quando una parte del cervello viene lesa (per esempio a causa di un incidente o una malattia) non dovrebbero esserci problemi, e invece ce ne sono eccome. Basta che una piccola parte del nostro cervello non funzioni per far sorgere grossi problemi nelle funzionalità corporee.

Per il resto penso che bisogna fare un distinguo tra vari tipi di sogno. Da una parte ci sono i sogni di realtà plausibili che potrebbero anche realizzarsi nel breve periodo. Dall'altra ci sono sogni pazzeschi, dove le leggi della fisica sono totalmente stravolte...

Se nel futuro gli scienziati riuscissero a provare l'esistenza d'infiniti universi paralleli, tutto ciò che viene sognato, pensato, immaginato potrebbe esistere in un'imprecisata zona dell'universo. Ma finora queste sono solo affascinanti teorie speculative che fanno sognare :wink:
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
Ultima modifica: 1 Mese 3 Settimane fa da Nyma.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : roland

Semplici sogni o qualcosa di più? 1 Mese 3 Settimane fa #3

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 138
  • Karma: 3
Nyma ha scritto:
Ciao, inizio dicendoti che in realtà, secondo gli ultimi studi scientifici, pare che usiamo il 100% del cervello. Se usassimo solo il 10%, quando una parte del cervello viene lesa (per esempio a causa di un incidente o una malattia) non dovrebbero esserci problemi, e invece ce ne sono eccome. Basta che una piccola parte del nostro cervello non funzioni per far sorgere grossi problemi nelle funzionalità corporee.

Mi meraviglio Nyma, davvero….è quasi tale e quale al pensare che se ci amputano un arto esso potrebbe ricrescere. Le percentuali dovrebbero indicare le facoltà non espresse del nostro cervello, ma non è che, per esempio, se la regione preposta alla respirazione ed al battito cardiaco vengono danneggiate , altre aree inutilizzate ne potrebbero prendere il posto. ll presunto 100% (ma anche il presunto 10%) presuppone l' integrità assoluta dell' organo in un individuo sano.
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Semplici sogni o qualcosa di più? 1 Mese 3 Settimane fa #4

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2041
  • Ringraziamenti ricevuti 355
  • Karma: 15
I cervelloni che hanno compiuto lo studio devono essere stati proprio degli sciocchini a non aver preso inconsiderazione questo fatto. :marameo:
Tornando seri, io non sono d'accordo con il tuo ragionamento e ti spiego perché con un altro esempio. Facciamo finta che il cervello siano le mani. Con le mani si possono fare tantissime cose. Noi usiamo le nostre mani al 100%, il che vuol dire che usiamo tutte le falangi, tutti i legamenti, i nervi ecc. se poi c'è qualcuno di più o meno abile di qualcun altro nei lavori manuali è una sua particolare potenzialità, ma non vuol dire che usi una percentuale superiore o inferiore della struttura delle mani.

Qualche link per dimostrare che gli studi esistono:
Sfruttiamo solo il dieci per cento del cervello?
Sfruttamento del 10% del cervello
Quanto cervello usiamo?
Ricopio dall'ultimo articolo proposto: "Sappiamo che le cellule cerebrali inutilizzate sono propense al decadimento quindi, se una grossa percentuale del cervello non fosse utilizzata, un’autopsia dovrebbe confermare questa ipotesi. Conferma che, invece, non è mai arrivata."
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
Ultima modifica: 1 Mese 3 Settimane fa da Nyma. Motivo: aggiunto link/correzione
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Semplici sogni o qualcosa di più? 1 Mese 3 Settimane fa #5

  • RungeKutta
  • Avatar di RungeKutta
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 22
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
Per conoscere una prospettiva più ampia ti consiglierei di leggere

Racconti d'un Viaggiatore Astrale e I nove scalini

di Anne Givaudan e Daniel Meurois. Raccontano come hanno fatto a superare i confini del sogno e in che altre realtà si sono venuti a trovare.
Io ho dovuto "ripulire" alcune delle loro considerazioni perchè condizionate dalla fede o dalle convinzioni personali.
RungeKutta
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Semplici sogni o qualcosa di più? 1 Mese 2 Settimane fa #6

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 138
  • Karma: 3
@Nyma
Ora non vorrei uscire fuori tema allo sproposito, ma continui a vedere la cosa sotto il profilo anatomico dell' organo chiamato cervello...e poi le mani non sono il cervello :wink:
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Semplici sogni o qualcosa di più? 1 Mese 2 Settimane fa #7

  • Stefano Feruglio
  • Avatar di Stefano Feruglio
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 82
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 0
Nyma ha scritto:
Ciao, inizio dicendoti che in realtà, secondo gli ultimi studi scientifici, pare che usiamo il 100% del cervello. Se usassimo solo il 10%, quando una parte del cervello viene lesa (per esempio a causa di un incidente o una malattia) non dovrebbero esserci problemi, e invece ce ne sono eccome. Basta che una piccola parte del nostro cervello non funzioni per far sorgere grossi problemi nelle funzionalità corporee.

Per il resto penso che bisogna fare un distinguo tra vari tipi di sogno. Da una parte ci sono i sogni di realtà plausibili che potrebbero anche realizzarsi nel breve periodo. Dall'altra ci sono sogni pazzeschi, dove le leggi della fisica sono totalmente stravolte...

Se nel futuro gli scienziati riuscissero a provare l'esistenza d'infiniti universi paralleli, tutto ciò che viene sognato, pensato, immaginato potrebbe esistere in un'imprecisata zona dell'universo. Ma finora queste sono solo affascinanti teorie speculative che fanno sognare :wink:

Quando una parte anche minima del cervello viene lesa, ci sono delle disfunzioni... Verissimo... Ma se io distinguo tra pensiero e corpo, invece che considerarlo un tutt'uno... Pensiero inteso come coscienza... Ti chiedo allora: sei sicura che i danni cerebrali creano delle disfunzioni totali? O invece creano solo una disfunzione corporea, locale che semplicemente non permette alla tua coscienza di manifestarsi attraverso il tuo corpo in maniera corretta...??? Per quale motivo un danno cerebrale dovrebbe intaccare la tua coscienza? Mi risulta più logico pensare che intacchi solo la possibilità di manifestarsi come vorrebbe....

Prendiamo una persona in coma con danni cerebrali... un vegetale insomma... Siamo sicuri che la sua coscienza in realtà non possa essere perfettamente intatta? E che semplicemente abbia difficoltà a manifestarsi attraverso ad esempio la parola???
Questi sono concetti che vanno un po' oltre al Paranormale "spicciolo"... che suppongo in un po' di tempo saranno dimostrati anche dalla scienza...
Un saluto. :)
xxx
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Semplici sogni o qualcosa di più? 1 Mese 2 Settimane fa #8

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Online
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 295
  • Ringraziamenti ricevuti 46
  • Karma: 0
Credo, almeno perchè rendo significatamente plausibili certe sedute, che il cervello non abbia niente a che fare con lo spirito, ovvero, il cervello elabora, ma non pensa. Non sto certo sminuendo l'importanza del cervello che naturalmente risulta fondamentale per noi, così come risulta fondamentale per lo spirito che ne ha bisogno per la nostra materialità. Solo quando l'esistenza avrà varcato l'ultimo ostacolo, lo spirito la farà da padrone, per così dire... non avendo più bisogno del cervello. Infatti i disincarnati che effettivamente si presentano, elaborano, riescono a farlo pur non avendo più materia cerebrale.

Il nostro vero IO non può di conseguenza essere identificato con neuroni del cervello, impulsi di nervi o schemi spazio-temporali dettati dai medesimi. La vera coscienza si potrebbe più o meno identificare come un computer virtuale dentro un computer reale, ovvero il cervello. Sarebbe interessante anche da considerare quando in una persona si innescano personalità multiple (ovvero l'alternarsi di due o più personalità) che si manifestano in taluni soggetti, e che ogni "multiplo" possiede auto consapevolezza. Forse perchè nell'Universo tutto è un flusso di informazioni intelligenti ed interagenti?

Sia come sia, il mistero e le possibilità del cervello abbinato o meno alla coscienza, difficilmente sarà del tutto chiarito, se non vi includeremo anche i fenomeni medianici, paranormali e mistici della psiche. Ritorna in mente il solito refrain, certi fatti fanno purtroppo parte di fenomenologie che scienza e filosofia scientifica si ostinano a rifiutare. Nessuno può essere certo di cosa, a livello inconscio, siamo o captiamo. Ci sono cose che fanno e non fanno parte della coscienza, anche se affiorano a nostra (apparente) insaputa.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Semplici sogni o qualcosa di più? 1 Mese 2 Settimane fa #9

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2041
  • Ringraziamenti ricevuti 355
  • Karma: 15
@Stefano Ferruglio, in tutta sincerità non capisco il discorso. E non lo capisco perché secondo me si dà troppa importanza alla coscienza paragonandola a qualcosa di magico, straordinario, inspiegabile. Come detto in un altro post, secondo me la coscienza è qualcosa di originato dal cervello, quindi non ha nulla di speciale. Che cos'è e dove si trova la nostra coscienza?

Comunque ci stiamo fossilizzando sul cervello. Che ne pensate della teoria dei sogni ipotizzata da Hououin Kyouma?
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
Ultima modifica: 1 Mese 2 Settimane fa da Nyma. Motivo: aggiunta link
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Semplici sogni o qualcosa di più? 1 Mese 2 Settimane fa #10

  • RungeKutta
  • Avatar di RungeKutta
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 22
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
@Hououin Kyouma
Aggiungo un altro libro

L'arte di Sognare di Castaneda

:)
RungeKutta
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.927 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.