IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Il diavolo è il diavolo o... è l'uomo?

Il diavolo è il diavolo o... è l'uomo? 3 Mesi 1 Settimana fa #21

  • roland
  • Avatar di roland
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 84
  • Ringraziamenti ricevuti 9
  • Karma: 1
L'interessante discorso mi spinge verso una riflessione:abbiamo già detto che in molti casi il male nell'uomo appare come conseguenza ambientale.
Mettiamo che così non fosse e sia invece presente un vero e proprio"gene del male",di cui sicuramente avrete sentito parlare.

In teoria non esiste,o non lo hanno ancora individuato ma c'è però una certa predisposizione di base nelle persone,indipendentemente dal vissuto...potrebbe esistere una differenza interna nell'umanità,dove sia presente una parte più buona(diciamo quella che popolerebbe un mondo di pace)ed una comunque incapace di natura a vivere nel bene,senza bisogno di frenare istinti o altro?

come insegna la storia antica,sono esistite altre razze di ominidi che sono poi state soppiantate dal sapiens.
magari è esistita veramente una razza"buona"che per ovvi motivi è stata eliminata nel corso del tempo ma della quale si conservano ancora i geni....in pratica,è sopravvissuto il male e forse,quello che si dovrebbe cercare è il gene del bene,pensandoci,il meno adatto a sopravvivere.
qui può entrare in gioco una o più di un'entità che abbia modificato,scelto o sperimentato su di una base di ominidi,il bene ed il male e da qui le diverse fazioni(dio e diavolo)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Il diavolo è il diavolo o... è l'uomo? 3 Mesi 6 Giorni fa #22

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 291
  • Ringraziamenti ricevuti 46
  • Karma: 0
Ciao Roland
Per ora il gene del male che citi rimane una metafora, una scusa all'abominio. Nella logica umana il male non dovrebbe esistere, questo è il punto essenziale. Qualunque risposta che si da a questo quesito rimane invariabilmente al di qua della soglia. L'equazione, la risposta a questa domanda non sarà mai evasa, l'agnosticismo di tanti "credenti", il "gene della religione"... non ha mai spazzato via il mistero del dolore, questa (purtroppo) è la realtà.

Come spiegarsi poi le tante anomalie genetiche, oppure le piccole psicopatologie che si riflettono sul nostro vivere quotidiano. Siamo un manicomio chimico, dove la programmazione genetica a volte comanda aberranti comportamenti, non solo per l'essere umano, ma pure nella tanto decantata perfetta natura, dove si arriva a sbranare la propria genitrice, così come lo fanno alcuni ragnetti, è tradizione delle formiche invece, mangiucchiarsi il partner, mentre le mantidi si divorano tra di loro, invece certi scorpioni di sani principi usano sterminare i piccoli della nuova femmina da corteggiare, proprio alla stessa stregua del leone. L'uomo si sa è più intelligente... conduce a rotazione guerre fratricide in nome di Dio, in nome del quale sgozza ancora miti agnellini per celebrare riti religiosi.

Se tutto sto popò di "regolarità" cromosomica che si evidenzia nel mondo animale e umano può fare ribrezzo, figuriamoci quando si addizionano imperfezioni genetiche.... Per fortuna che c'è il libero arbitrio, così siamo a posto... 'A lè un mond lèdar...
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : roland
  • Pagina:
  • 1
  • 2
Tempo creazione pagina: 0.579 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.