IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Per i più esperti in comunicazione con i propri cari

Per i più esperti in comunicazione con i propri cari 1 Mese 4 Giorni fa #1

  • Sandra
  • Avatar di Sandra
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 10
  • Karma: 0
Ciao, chiedo l'aiuto dei più esperti perché sto molto male. Un mese fa ho subito una gravissima perdita, premetto che da subito sia io che mia mamma abbiamo avuto grazie a Dio e a lui, dei segni che ci hanno molto rincuorato facendoci capire che non è scomparso ma che esiste ancora, e per noi è stato meraviglioso che ci abbia regalato questi segnali. Qualche sera fa mia mamma mentre era a letto ha sentito un soffio di vento, una brezza leggera sul viso che gli ha perfino spostato i capelli, ma non ha avuto paura perché ha capito che era lui ed è stata felice. Pochi giorni fa, esattamente ad un mese dalla sua partenza, lei era a casa da sola, stava pregando per lui e nel momento in cui ha preso in mano la sua fotografia ha detto di avere sentito una sensazione fortissima, un freddo intenso non più esterno come il soffio di vento, ma interno, dentro di lei che le ha procurato intensi brividi ed una sensazione talmente forte che si è spaventata moltissimo, ed è corsa fuori dalla stanza che tremava dalla paura. Cosa può essere stato? Io mi sono arrabbiata che lei si sia spaventata perché credo volesse manifestarsi. Ora siamo entrambe molto confuse, non capisco se voleva manifestarsi e dirle qualcosa, oppure se l'ha 'attraversata' per sentirla più vicina. La sera dopo si è spaventata ancora perché di notte le si è acceso da solo il cellulare che era sul comodino. Io le ho detto che così facendo lo blocca nel caso voglia comunicarci qualcosa. Qualcuno di voi sa cosa può essere questa sensazione così forte con brividi così intensi che ha sentito all'improvviso dentro di lei? Vi prego di aiutarmi, ho bisogno di capire. Grazie
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Per i più esperti in comunicazione con i propri cari 1 Mese 4 Giorni fa #2

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 567
  • Ringraziamenti ricevuti 108
  • Karma: 0
Ciao Sandra. Puoi specificare se la mamma oltre a sentire un brivido "interno" ha potuto notare anche un abbassamento della temperatura nella stanza? Se ha notato muoversi le tendine alla finestra o se ha notato il lampadario oscillare? Un picchiettio sui muri e cose non propriamente normali? Luci, televisori, cellulari che a volte si accendono da soli, fanno parte a volte (non sempre) di quel mondo a noi vicino ma altrettanto impalpabile per la pesantezza del nostro composto. Non devi arrabbiarti con la mamma per i fatti che vi stanno accadendo e che vi turbano, sono cose nuove per voi ed è normale sorprendersi, finanche temerli. Cerca di non lasciarti coinvolgere troppo emotivamente, ogni tanto, in qualsiasi ora del giorno, quando puoi, chiudi gli occhi e respira lentamente, profondamente, non pensare a niente, ma solo e soltanto al tuo respiro, fai mente locale esclusivamente su di esso.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Sandra

Per i più esperti in comunicazione con i propri cari 1 Mese 4 Giorni fa #3

  • ParanormalStudio Emiliano
  • Avatar di ParanormalStudio Emiliano
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 2106
  • Ringraziamenti ricevuti 473
  • Karma: 20
Mi dispiace per la tua perdita e non è facile risponderti soprattutto se si pensa di avere in mano delle risposte che non sono quelle desiderate. Ma se davvero vuoi "capire", allora è forse anche giusto guardarsi davvero intorno e guardare davvero ciò che ci circonda.

Il mio parere, che può benissimo esser lontano anni luce dalla verità, è che una brezza o una sensazione di freddo è un segnale che di certo per voi coinvolti emotivamente è molto forte, ma obiettivamente visto dal mio punto di osservazione è un segnale un po' debole per giungere alla conclusione alla quale siete arrivati. E sia chiaro, ti parlo avendo vissuto un'esperienza molto simile alla morte di mio padre: pochi istanti dopo che espirò, si spalancò letteralmente la finestra della camera che era solo accostata. Anche a me piace pensare che forse non è stata una coincidenza, ma scelgo anche di esser ben conscio che può esser stato solamente un caso perché credo che l'unico modo per capire davvero, è quello di non scartare le ipotesi che desideriamo di meno (e spesso sono anche le più probabili). Tornando a te, penso che nella vostra situazione mentale è fin troppo facile avere quelle sensazioni dettate totalmente dalla suggestione oppure che sì, il freddo arriva davvero alla pelle per cause normalissime, ma sembra solo più accentuato perché siete in uno stato particolarmente sensibile.

Forse non avrai mai modo di sapere se quelle sensazioni sono "reali" o meno, ma di certo non c'è nulla di male nel pensare che sia li accanto a voi se ciò vi da forza e coraggio. Stai attenta però: non ti affidare troppo a persone che dicono di "parlare con loro", sia che chiedano un compenso, sia che lo fanno gratuitamente (dal punto di vista economico, ottenendo però la vostra considerazione); affidati a ciò che comunica direttamente a te, non scordandoti però mai del buon senso.
Paranormal Studio è un progetto Hunters 12.

Il nostro sito:www.hunters12.com/paranormal
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Gemini

Per i più esperti in comunicazione con i propri cari 1 Mese 3 Giorni fa #4

  • GigiTV
  • Avatar di GigiTV
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 19
  • Ringraziamenti ricevuti 4
  • Karma: 0
Io ti direi di essere molto prudenti. E’ un periodo che vi sconvolge e vi rende molto sensibili a certi argomenti. A sperare che sia ancora li, credo sia normale. Si percepiscono cose che in condizioni normali non si percepiscono o, meglio ancora, direi che gli diamo un peso diverso. Secondo me ci sono due aspetti da valutare. Il primo è quello di credere o meno alla presenza di forme di vita non materiali (che possano essere i nostri cari oppure no) che possono in qualche modo manifestarsi e, quando siamo più sensibili, siamo ancora più predisposti a “vderli”. Io ci credo. Quando ero in camera di ospedale nelle ultime ore di vita di mio padre mia madre disse “ho visto entrare una sfera di luce, qualcuno è venuto a prenderlo”. Mio padre non mori quella notte ma morì il signore che occupava il letto di fianco. D’altronde certe stanze, in fondo al corridoio, sono dedicate alle persone a cui manca poco… Quindi nulla di eccezionale. Poi c’è l’altro aspetto, quello che mia madre sentiva spesso la presenza di mio padre, aveva segnali, luci, venti, ecc ecc. Fino a quando dopo circa un anno ha trovato un compagno e, guarda il caso, un po’ alla volta tutto il “paranormale” è rientrato e passato in secondo piano. Dove sta quindi la verità non lo so, forse non è dato saperlo. Ognuno si faccia la propria opinione. E’ successa però poi una cosa che fa pensare molto. La racconto anche se significa dilungarsi un po’. Poco dopo che è morto mio padre mio cugino (45 anni circa) ha avuto un grave incidente con lo scooter. Ha fatto circa 3 settimane di coma e quando si è svegliato non era più quello di prima. E’ brutto il termine ma di fatto un andicappato. In grado di parlare benissimo ma completamente in tilt e soprattutto ha perso 20 anni di memoria. Quando racconta dell’incidente dice di averlo fatto con una moto che aveva quando era ragazzo. Non con lo scooter, essendo recente non po' ricordarlo. Così purtroppo per sui figlio. Quando lo vede lo adora e gli parla normalmente ma se non lo vede non sa di averlo perché ha 15 anni, troppo “recente”. Arrivo al dunque. Quando si è svegliato sono stato a trovarlo in ospedale con mia sorella. Appena ci ha visto ci ha detto “ho sognato lo zio” (mio padre appunto, che era appena mancato) e ha detto “eravamo in montagna e stavamo camminando, poi lo zio si è girato e mi ha detto -torna indietro Riccardo che ora tu torni a casa” . Allora mia sorella gli ha chiesto “e lo zio invece?” e lui ha detto “no lo zio ha detto che doveva continuare a salire, che non torna più a casa, e poi mi sono svegliato.” Lui non sa che si è svegliato da un coma, non da una dormita qualsiasi. Chissà dove veramente è stato ma quello che è straordinario è chi mio padre, che era appena mancato, gli ha detto di tornare a casa e ora è vivo.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : KitCarson1971, Sandra

Per i più esperti in comunicazione con i propri cari 1 Mese 3 Giorni fa #5

  • Sandra
  • Avatar di Sandra
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 10
  • Karma: 0
Ciao, grazie per la risposta, in realtà non penso abbia visto qualcosa di particolare in quel momento perché si è così spaventata che è scappata subito dalla stanza e non oso chiederle più nulla di quell esperienza per non turbarla ancora. Il cellulare però le si è acceso da solo qualche sera dopo mentre era a letto. Forse dovrei pazientare e leggere libri sull argomento per conoscere di più il mondo dell oltre. Anzi se avete qualche buona lettura da consigliare ne sarei felice. Grazie ancora
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.155 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.