IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Potrebbe essere un’entità?

Potrebbe essere un’entità? 4 Mesi 3 Settimane fa #1

  • Helenahappy2
  • Avatar di Helenahappy2
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 1
  • Karma: 0
Ciao a tutti, sono nuova del forum, volevo raccontarvi delle cose per avere un vostro parere.
Sin da piccola ho avuto paura del buio (non so per quale motivo), questa cosa me la sono portata dietro fino all’età di 16 anni, età in cui mi lasciai con il mio primo fidanzato, iniziai ad uscire, ad andare in discoteca, tornare il sabato brilla, ecc (avevo una comitiva di amici più grandi di me) tornando tardi la sera, ormai salivo le scale tranquillamente (Non più correndo), camminavo al buio perché i miei dormivano (e per chi ha paura sono grandi passi).. alla fine avevo superato la paura del buio.
A distanza di un anno successe una cosa.. mi svegliai nel cuore della notte (quando ci si sveglia per cambiare posizione e poi crollare nel sonno di nuovo), mi girai dal lato opposto, e vidi un’ombra a un passo da me, all’impiedi, così vicina che non potevo alzarmi per andare ad accendere la luce, chiusi gli occhi e mi dissi “hai visto male, hai superato questa paura, li riapro ed era ancora li, l’ho fatto più volte ma non andava via, sarà durata 1 minuto al massimo ma per me sembravano ore.. fin quando non li riapri un’ennesima volta ed era scomparsa, mi alzai di scatto per accendere la luce, e urlai. In molti mi dicono che era solo un sogno ma sono sicura che non lo fosse! Inutile dire che non dormo più senza una luce o la tv accesa. Ad oggi ho 20 anni e vivo da sola non più con i miei, ma in un appartamento nello stesso palazzo, il mio ragazzo è imbarcato e io per gran parte del tempo vivo sola, da quando è partito mi scompaiono cose, sono sicura di averle messe in un punto e poi non le trovo, ma non le trovo più!!! Ho perso un’hardisk e un oggetto per il computer (stupidaggine comprata da tiger) entrambi ero sicura di averli messi nello stesso posto ma niente. Dileguati, e in casa abito sola quindi non può averli toccati nessuno..
Cosa ne pensate? Grazie in anticipo
Ultima modifica: 4 Mesi 3 Settimane fa da Nyma. Motivo: maiuscolo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Potrebbe essere un’entità? 4 Mesi 3 Settimane fa #2

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1813
  • Ringraziamenti ricevuti 500
  • Karma: 30
Ciao Helena,

che una bambina abbia paura del buio non è un fatto sorprendente. Tutti i bambini hanno avuto paura del buio per un certo periodo della loro vita. Magari qualcuno se ne libera prima, qualcun altro dopo (effettivamente sedici anni sono un po' tanti), ma ognuno ha i suoi tempi.
Quel che ti è accaduto intorno ai diciasette anni, però, è inquadrabile nella classica allucinazione ipnopompica (quelle che possono verificarsi nella fase del risveglio).
La gente ti dice che "era solo un sogno" e la cosa non ti soddisfa, ma hanno ragione e torto al tempo stesso. Hanno ragione perché in effetti il tuo cervello non era propriamente sveglio in quel momento, ma hanno torto perché l'allucinazione ipnopompica non è la stessa cosa di un sogno.
Inoltre, volendo essere razionali, perché mai un'entità dovrebbe stare in piedi accanto al tuo letto mentre stai dormendo e sparire dopo un po' che la guardi, mentre non dovrebbe mai presentarsi in stato di piena veglia ed attività da parte tua, per esempio durante il giorno mentre fai le pulizie di casa? Se volesse palesarsi, si paleserebbe indipendentemente dall'orario, e se non volesse farlo, non lo farebbe nemmeno se stai dormendo perché, appunto, c'è il rischio di essere "scoperta" per sbaglio mentre ti rigiri nel letto e apri gli occhi. E poi sparire dopo circa dieci o venti secondi? Perché non dileguarsi subito appena si accorge che ti stai per svegliare?
Mettendo insieme i vari pezzi, ti accorgi che la spiegazione ipnopompica appare quella più logica anche se non certo l'unica possibile.
Mentre la spiegazione dell'entità dovrebbe rispondere di vari comportamenti illogici.
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
Ultima modifica: 4 Mesi 3 Settimane fa da valle.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Potrebbe essere un’entità? 4 Mesi 2 Settimane fa #3

  • Darth Vader
  • Avatar di Darth Vader
  • Offline
  • New Boarder
  • In continua ricerca.......
  • Messaggi: 25
  • Ringraziamenti ricevuti 5
  • Karma: 1
Ciao Helena
Condivido il pensiero di Valle...
Una presenza ti avrebbe dato segni anche di giorno e non avrebbe mai smesso di farlo...
Mentre nel sonno e nel sogno tutto avviene negli stessi istanti...
Ma se hai altri avvenimenti da narrare....non esitare a farlo...
Lo studio e, in generale, la ricerca della verità e della bellezza sono una sfera di attività nella quale ci è consentito di rimanere bambini per tutta la vita.
(Albert Einstein)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Potrebbe essere un’entità? 4 Mesi 2 Settimane fa #4

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 572
  • Ringraziamenti ricevuti 108
  • Karma: 0
Ciao Helena. Inutile rimarcare che la paura del buio è consuetuidine per i bimbi, niente di anormale in ciò, anche se ogni sensazione, positiva o negativa, ha una sua ragione d'essere. Ho notato che su questo forum molti utenti hanno esperienze (corrispondenti ad immagini) ipnopompiche, più o meno come chiunque altro, sei quindi in buona compagnia. Valle interviene spesso su questo argomento con arguzia e particolare efficacia.

Queste (le ipnopompiche), similmente alle immagini ipnagogiche, non costituiscono un fenomeno paranormale, ma, più di queste, danno l'impressione a volte, di allacciarsi a una paranormalità. Infatti non è raro che si possa vedere sul soffitto una parola che tende ad ammonire (o preammonire), come ad esempio: "stai attento", "non devi farlo", ecc. Quello stesso giorno (per dirne una...) potremmo correre il rischio di scontrarsi con una vettura ...o, magari (più semplicemente...) di trovarci nella condizione di fare o non fare una determinata cosa. Qui entrerebbe in gioco "l'ammonizione" ipnopompica, utile, appunto, per prendere una decisione.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.161 secondi