IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3

ARGOMENTO: fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 3 Giorni fa #1

  • Lestat_01
  • Avatar di Lestat_01
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 4
  • Karma: 0
Ciao a tutti,

da poche settimane mi sono trasferito a Roma per lavoro. In questa città non ho parenti né amici, ma solo colleghi. Con uno di questi mi sono ritrovato a socializzare in modo particolare e, parlando del più e del meno, sono venuti fuori discorsi che riguardavano temi un po' particolari, come l'esoterismo, l'occultismo e via discorrendo. Devo dire più da parte sua, che da parte mia, visto che non sono particolarmente erudito in materia e in ogni caso il gravitare dei discorsi di questo collega sempre più intorno a tali argomenti cominciava a sembrarmi un po' fuori luogo. Non riuscivo a capire se fosse più una sua ossessione oppure se in qualche modo stesse cercando di sondare il mio interesse e la mia disponibilità ad approfondire.

Probabilmente questo collega, che chiamerò Luigi (per privacy evito il suo vero nome), ha percepito il mio imbarazzo e ha detto qualcosa del tipo che non era più il caso di parlare di queste cose sul posto di lavoro, che non è il luogo adatto, però gli avrebbe fatto piacere se mi fossi unito a lui ad una cena tra amici. Erano persone interessanti, mi sarei trovato bene, e così via...
Non mi era ben chiaro se l'invito a cena presso questi amici fosse legato ai discorsi "alternativi" fatti poco pima oppure no, però non volevo sembrare sgarbato a rifiutare un invito, che comunque poteva essere un gesto di gentilezza verso un collega appena arrivato in città e senza amici.
Così ho accettato. Preferirei non averlo fatto, con il senno di poi, o forse è soltanto coincidenza, non lo so.

Due giorni dopo mi presento a casa di questi signori, una residenza storica situata nel cosiddetto "Quartiere Africano" di Roma, contesto già di per sè suggestivo. Luigi mi presenta al gruppo, persone piuttosto eleganti sia nell'aspetto che nel parlare. I padroni di casa, soprattutto, una coppia sulla sessantina, appaiono come dei veri "Signori", perfettamente intonati, del resto, alla loro dimora storica.
Mi sento un po' fuori luogo, con il mio abbigliamento un po' casual, ordinato ma non particolarmente ricercato. Ma non sapendo cosa aspettarmi esattamente dalla serata, mi ero presentato nel modo a me più consono.

Qualche chiacchiera di presentazione, degli antipasti, un assaggio di vino e poi la cena ha inizio... Di fianco a me ho il collega Luigi, mentre di fronte i padroni di casa. La signora mi incute un certo timore, a guardarla. Elegante, cordiale, bella donna, però... uno sguardo sin troppo penetrante che mi mette soggezione.
Sarà la situazione nuova, il contesto non famigliare, sarà il senso di inadeguatezza, ma ho come il fastidioso sentore che in questa cena io sia in qualche modo uno dei "centri" o forse addirittura un obiettivo di qualche tipo. Comunque si discorre di lavoro, della città di Roma, del quartiere africano. Argomenti piuttosto tranquilli, senza neanche sfiorare la sfera dell'occulto, come avevo invece temuto, viste le inclinazioni di Luigi.

Questo nei discorsi, ma l'atmosfera era diversa e diverso è stato anche ciò in cui mi sono imbattuto poco dopo, quando ho fatto due passi nel salotto e data un'occhiata all'enorme ed elegante quanto fornita libreria.
Scorrendo rapidamente gli scaffali, i titoli dei libri parlavano molto chiaramente degli interessi dei padroni di casa. Materie esoteriche, occultismo, spiritismo erano i temi dominanti, seppur accompagnati da qualche testo di filosofia, storia, letteratura e così via.
In quel momento il mio cervello ha tracciato una linea di connessione diretta tra i discorsi un po' ossessivi di Luigi, la cena, la residenza storica, l'aspetto inquietante della signora di casa ed i testi che vedevo nella libreria.
L'altro punto sulla linea? Ero io quel punto. Ancora non capivo bene perché, ma era come se quella gente volesse da me qualcosa. Ed era una sensazione di disagio quella che cresceva dentro di me.

Dalle mie spalle sopraggiunge la signora di casa, proprio mentre tengo in mano uno dei suddetti testi. Mi chiede se mi piace la libreria, e mi invita a prendere qualunque testo mi incuriosisca, anche portandomelo a casa, se voglio, tanto potrò restituirlo con tranquillità in un secondo momento.
Con tutti vorrei interagire, in questo momento, tranne che con la signora. Mi ero quasi sentito sollevato d'essermi potuto alzare da tavola, per non doverla più guardare negli occhi, ma adesso eccomela di nuovo davanti. Quegli occhi azzurri e magnetici sono belli ma hanno anche un nonsochè di gelido, forse perfino malvagio. Forse più per togliermela di torno che per l'interesse reale, ringrazio, richiudo il libro e rispondo che lo leggerò con calma a casa e lo restituirò presto, magari tramite il mio collega Luigi. Ecco la seconda cosa che non avrei dovuto fare. Portare quel libro a casa! Ma a quel punto era più semplice fingere di volerlo leggere, piuttosto che rischiare di "offendere" la signora. Il libro era: Il grimorio della strega. Incantesimi, invocazioni, amuleti e divinazioni
di Charles Godfrey Leland
.
Non so nemmeno perché avevo raccolto proprio quello dallo scaffale, ma ricordo che nel farlo ho riso tra me e me pensando che la strega del libro potesse essere proprio la padrona di casa.

Due ore dopo sono a casa, seduto sul mio letto, con la coperta sulle ginocchia ed il gatto appisolato accanto a me mentre do' un'occhiata al libro che, mio malgrado, mi ritrovo tra le mani. Mi sento un po' uno sciocco con un libro del genere in mano, ma la curiosità fa sì che cominci a leggerlo.
Bene, anzi male, dopo pochi minuti il gatto, che prima dormiva assolutamente sereno, scatta in piedi come una molla, e come soltanto i felini sanno fare. Passando da uno stato di pace imperturbabile ad una condizione di allarme rosso. Emette quella specie di "ringhio" che soltanto quando minacciati o spaventati i gatti emettono, e poi punta la porta aperta della stanza. Con un solo balzo il gatto supera me ed il letto, atterra sul pavimento e soffia puntando alla porta, mentre inarca la schiena e rizza il pelo, con le orecchie tirate indietro. Insomma reazione adrenalinica dell'attacca-o-fuggi che un animale mette in atto solo di fronte ad un altro animale o altra minaccia importante alla sua incolumità.
So che il gatto non ha reazioni di questo genere per niente e mi sento un po' preoccupato. Al punto che, pur non avendo sentito nessun rumore, mi alzo comunque dal letto per andare a guardare la porta d'ingresso e le altre stanze alla ricerca di "qualcosa" che possa aver spaventato il gatto. Ma niente, non trovo niente, non vedo nulla di anomalo. Però il gatto non si da' pace e continua a correre intorno soffiando ed emettendo suoni strani.

All'improvviso sento freddo. In casa faceva già un po freddino, ma non a quel livello. Sento proprio il gelo che cala nella stanza e contemporaneamente un vago odore di bruciato. Non di plastica bruciata, come si potrebbe avvertire in caso di problemi elettrici, ma odore come di sostanza organica bruciata, come quando si bruciano dei capelli o dei peli, per intendersi. All'improvviso non mi sento più solo nella stanza, è come se ci fosse qualcuno a spiarmi, sento incombere una sensazione di pericolo e di odio nei miei confronti. Mi viene spontaneo urlare "Ma che [email protected]@@ succede qui dentro?? Chi sei??
Poi segue una specie di tonfo e in pochi secondi tutto ricomincia a normalizzarsi. La temperatura sale, la puzza di bruciato si disperde, il gatto si aggira ancora sospettoso, annusa e cerca in tutti gli anfratti, ma non è più terrorizzato. E' come sulle tracce di qualcosa.

Mi giro a guardare il libro ancora aperto sul mio letto, lo chiudo immediatamente ed il giorno dopo lo riporto a Luigi, dopo aver passato una notte praticamente insonne. Lui insiste che lo riporti io di persona ai proprietari la prossima cena, ma io non mi sogno nemmeno di tenerlo ancora in casa.
Non so se tornare in quel luogo da quelle persone. Non ho voluto chiedere niente a Luigi per non fare la figura del pazzo visionario, ma mi è rimasta la sensazione che quella gente stia cercando di tirarmi dentro qualcosa. Ed il pesante sospetto che l'accaduto di quella notte in casa mia non sia soltanto suggestione, ma qualcosa che mi sia portato dietro da casa di quelle strane persone.
La temperatura può essere un'impressione... forse, ma non mi convince. La puzza di bruciato la vedo già più dura, non arriva e non svanisce in così breve tempo senza un motivo individuabile. E poi il comportamento del gatto in concomitanza di tutto ciò? Guardava in un punto preciso, non era solo nervoso.

Secondo voi devo tornare in quella casa la prossima volta che mi inviteranno? Perchè so che mi inviteranno ancora. Sono incuriosito e spaventato al tempo stesso. Deve esserci qualche intenzione nei miei confronti che ancora non comprendo.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 3 Giorni fa #2

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Online
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1236
  • Ringraziamenti ricevuti 191
  • Karma: 3
Ciao Lestat, ma come un vampiro che teme le streghe :twisted:... :hahahaha: ?? Intanto interessante quello che riporti e... fossi in te ci riandrei alla cena, e paradossalmente troverei il modo ti tirare in ballo il tema esoterico. Però intendiamoci bene, se sei il tipo che si suggestiona facilmente, e magari non interessato ed intraprendente verso l' occultismo fai l' esatto contrario, rimanda il libro (che intanto io avrei letto per curiosità) e lascia perdere tutto altrimenti saranno guai seri per te. Non vorrei metterti fisse addosso, e anzi prendi con le pinzette quel che ti dico, ma volente o nolente dal momento in cui hai accettato l' invito ed hai fatto parte di qualche "gioco" ora sei appunto in gioco. Non mi sorprende che la misteriosa signora abbia avuto qualche tipo di ascendente su di te, probabilmente è lei che muove le pedine...hai un' animo sensibile, per questo hai percepito un disagio che va oltre, e non si ferma, all' imbarazzo e all' inquietudine che il personaggio emana a livello fisico. I gatti poi...e che ne parliamo a fare...
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 3 Giorni fa #3

  • the_believer
  • Avatar di the_believer
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 556
  • Ringraziamenti ricevuti 121
  • Karma: 3
Beh appunto uscire con gli amici di un collega conosciuto da poco, significa in qualche modo mettersi in gioco. Certo, non ti aspettavi un'atmosfera così austera, ma allo stesso tempo il tema dell'occulto non è stato nemmeno toccato durante la cena, giusto? Quindi mi pare che se loro nutrono questi interessi sono anche piuttosto rispettosi degli interessi altrui. Ad ogni modo se ti senti in imbarazzo restituisci il libro tramite il tuo amico / collega e digli che non sei particolarmente interessato ad uscire con i suoi amici. Fine della storia. Io personalmente affronterei la situazione, tornerei e cercherei di capire che tipo di coinvolgimento hanno per l'occulto (che è evidente dalla libreria). Magari è un cerchio spiritico o una congrega di streghe e stregoni. Oppure sono semplicemente interessati dal punto di vista intellettuale. Facci sapere... ciao

PS Oh, rileggo ora che il tuo amico insiste che lo riporti di persona.
"La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l'ignoranza è forza". George Orwell, 1984
Ultima modifica: 7 Mesi 3 Giorni fa da the_believer.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 2 Giorni fa #4

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 641
  • Ringraziamenti ricevuti 115
  • Karma: 0
Ciao Lestat. La tua esposizione è, oltre che dettagliata, quasi romanzata, chiara, che non da adito a richieste di ulteriori spiegazioni da parte tua. Complimenti. Il manifestarsi della fenomenologia paranormale non ha ancora del tutto delle collocazioni precise. Il fenomeno paranormale non rispetta canoni o precisi paradigmi, ma si manifesta sempre in modo ambiguo e sfuggente. Quanto ti è successo (a casa tua) ne è la riprova. Questo è un principio acquisito e constatato. Nella notevole gamma che questa fenomenologia propone, l'uomo, che ne è quasi in toto l'interprete, vi agisce in modo discontinuo e con variabili e diversi aspetti.

Se non te la senti di continuare "l'avventura", propendo anch'io per la restituzione del "libro", non di persona, ma tramite "l'amico" Luigi. Il suo può sembrare tutto, meno che un comportamento da amico, nel senso che, di fatto, sapeva benissimo di introdurti alla presenza e ad un livello di conoscenza (i padroni di casa) superiore alla tua, quindi, più o meno, allo sbaraglio.

Il tuo gatto - Non è poi strano il suo comportamento, le manifestazioni di paranormalità negli animali sono molto più numerose e diffuse di quanto si creda. Il tuo gatto ha captato prima di te ciò che poi tu stesso hai rilevato: abbassamento di temperatura e odore sgradevole. Va da se, non c'è bisogno di indorare la pillola se, se ne deduce, che non vi è niente di positivo in questo. Il "tonfo" udito fa il paio con la fine della manifestazione. A parlarti di "fattura" si sfiora il ridicolo, soprattutto quando c'è chi si focalizza "sull'impossibilità" di tali possibilità. Quindi, senza entrare in tale labirinto, ti consiglio di non dare nulla di tuo, di personale, a questi signori, amico Luigi compreso. Rimane solo un'ultima cosa che supera l'oggetto-libro, e cioè la cena consumata e "preparata" da questi "signori". Mi fermo. Nel breve futuro prossimo saprai se tutto è svanito come una bolla di sapone. Te lo auguro.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 2 Giorni fa #5

  • dany
  • Avatar di dany
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 246
  • Ringraziamenti ricevuti 36
  • Karma: 0
Ciao Lestat,
io non lo so se quanto ti è accaduto una volta a casa abbia del paranormale. Tu stesso hai fatto capire che eri in uno stato di turbamento. Certo è che non mi sento di dire che ti possa essere immaginato tutto: freddo, puzza di bruciato, tonfo ecc. E poi c’è la questione del gatto… insomma i gatti non si comportano così senza ragione. Ma su questo utenti più qualificati di me potranno risponderti più esaustivamente.

Sul resto, mi permetto di dirti la mia: io non ci tornerei affatto a casa di quei signori e restituirei il libro tramite l’“amico”. Le virgolette qui sono d’obbligo, perché a mio avviso il comportamento di questo tuo collega non convince proprio per niente. Per me è già strano che dopo poco che vi conoscevate lui abbia cominciato a tartassarti con discorsi di questo genere; una volta appurato che non eri “ferrato” sull’argomento avrebbe dovuto lasciar perdere, se non avesse avuto qualche altro interesse; poi l’invito a questa cena in compagnia di persone che, se ti hanno messo a disagio, un motivo ci sarà…

La cosa che mi fa pensare è anche che tu stesso hai aperto il post affermando che a Roma non hai parenti, né amici, ovvero al momento sei “solo” e non è raro il caso in cui i membri fanatici di congreghe, sette e gruppi di questo tipo cerchino di appiccicarsi addosso proprio a chi si trova in questo genere di situazioni. Non voglio esagerare né metterti ansia addosso, ma il mio invito è alla massima prudenza e diffidenza.

Secondo me non sei affatto “in gioco” solo per aver accettato un invito a cena e preso in prestito un libro; puoi benissimo decidere da adesso in poi di stare alla larga da questi tizi e dire chiaro in faccia e con fermezza al collega che queste persone e questi argomenti non ti interessano, punto e basta. Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 2 Giorni fa #6

  • SyNafey
  • Avatar di SyNafey
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 42
  • Ringraziamenti ricevuti 5
  • Karma: 0
Che storia Interessante!
Quanto vorrei capitasse anche a me qualcosa di simile, ma la vedo molto dura qua dove sono io.

Il fatto che tu sia qua a raccontarlo credo sia un buon indicatore del fatto che la cosa dopotutto ti interessi e intrighi, quindi ti consiglierei di approfondire, magari parlando con traspareza, in modo da avere un quadro completo della situazione e poter decidere se continuare la frequentazione o meno.
Posso azzardare l'ipotesi che, quanto accaduto in casa tua, fosse una sorta di "test" per sondare il terreno, la tua reazione insomma. Sarebbe interessante capire perche' abbiano scelto proprio te.
I must not fear. Fear is the mind-killer. Fear is the little-death that brings total obliteration. I will face my fear.
I will permit it to pass over me and through me. And when it has gone past I will turn the inner eye to see its path.
Where the fear has gone there will be nothing. Only I will remain.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 2 Giorni fa #7

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 234
  • Ringraziamenti ricevuti 54
  • Karma: 1
Ciao. Carino quel libretto, ma non dargli tanta importanza. è soltanto uno dei millemila "grimori" che puoi trovare tranquillamente in vendita. Comprese le "ricette" contenute nel libro, che si trovano in tanti altri libri di Stregoneria, Wicca, Paganesimo ecc. Sicuramente la suggestione ha fatto tanto, ma se da come sembra quelle persone sono a tutti gli effetti praticanti di stregoneria, è molto facile che abbiano appunto voluto metterti alla prova per capire se tu potessi far parte del loro gruppo. Attenzione però, perché non necessariamente Stregoneria significa malvagità. Ci sono tantissime persone nel mondo che studiano e praticano queste arti, senza però arrecare danni a niente e nessuno. Il mio consiglio è, se ti appassiona il mondo dell'occulto e vuoi saperne di più, allora torna tranquillo da quelle persone. Magari gli racconti anche quello che ti è successo a casa,e facendo riferimento alla loro libreria, gli chiedi anche un parere… Ma se invece non ti interessano "queste cose" e non vuoi approfondire in alcun modo, allora restituisci semplicemente il libro e via. Però io lo porterei indietro di persona.
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 2 Giorni fa #8

  • the_believer
  • Avatar di the_believer
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 556
  • Ringraziamenti ricevuti 121
  • Karma: 3
Il problema ragazzi è che stiamo vedendo quello che finora non c'è... a parte l'episodio "paranormale" che è convinto di aver vissuto, nessuno ha mai imposto nulla al buon Lestat contro la sua volontà. Certo, l'amico in questione avrebbe potuto dire "OK, il libro lo restituisco io", ed è forse l'unica cosa che non torna tanto. Il disagio di Lestat è comprensibilie dinanzi a cultori di materie nelle quali non è ferrato, nè tantomeno interessato più di tanto. Tutto il resto sono ipotesi, magari la libreria è un lascito di qualche parente o collezionista, chi lo sa con certezza. E' proprio per questo che il mio consiglio è di non avere paura e di affrontare con discrezione l'argomento.
"La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l'ignoranza è forza". George Orwell, 1984
Ultima modifica: 7 Mesi 2 Giorni fa da the_believer. Motivo: aggiunta
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 2 Giorni fa #9

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Online
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1236
  • Ringraziamenti ricevuti 191
  • Karma: 3
" Mi invita a prendere qualunque testo presente nella libreria e di portarmelo anche a casa"...qualcosa sotto c'è. Saranno a corto di adepti? questo nell' ipotesi di congrega. Intanto sia il collega che il restante, con la cena organizzata, hanno sondato Lestat...ora attendono riscontri e reazioni da parte sua in conseguenza alla visitina ricevuta la notte stessa. Io farei in modo di riorganizzare gli incontri in un lasso di tempo ragionevole, darei una lettura al testo e poi una volta ritornato per restituirlo avanzerei le impressioni alla padron signora...così si potrebbe capire il prossimo step, cercherei di forzare il gioco a a carte scoperte. Qualunque sarebbe l' esito avrei, poi, comunque la facoltà di aderire o meno nella maniera più garbata possibile, ma almeno il far chiarezza e non rimanere coi dubbi...
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : ParanormalStudio Emiliano

Re:RE: fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 2 Giorni fa #10

  • the_believer
  • Avatar di the_believer
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 556
  • Ringraziamenti ricevuti 121
  • Karma: 3
Gemini ha scritto:
" Mi invita a prendere qualunque testo presente nella libreria e di portarmelo anche a casa"...qualcosa sotto c'è. Saranno a corto di adepti? questo nell' ipotesi di congrega. Intanto sia il collega che il restante, con la cena organizzata, hanno sondato Lestat...ora attendono riscontri e reazioni da parte sua in conseguenza alla visitina ricevuta la notte stessa. Io farei in modo di riorganizzare gli incontri in un lasso di tempo ragionevole, darei una lettura al testo e poi una volta ritornato per restituirlo avanzerei le impressioni alla padron signora...così si potrebbe capire il prossimo step, cercherei di forzare il gioco a a carte scoperte. Qualunque sarebbe l' esito avrei, poi, comunque la facoltà di aderire o meno nella maniera più garbata possibile, ma almeno il far chiarezza e non rimanere coi dubbi...
Si, effettivamente non è da tutti invitare un perfetto sconosciuto a prendere libri dalla propria libreria e portarli a casa. D'altro canto, anche questo potrebbe essere un comportamento un po' eccentrico e inusuale, al quale non siamo abituati, e nulla di più...

Inviato dal mio A7Pro utilizzando Tapatalk
"La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l'ignoranza è forza". George Orwell, 1984
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 2 Giorni fa #11

  • dany
  • Avatar di dany
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 246
  • Ringraziamenti ricevuti 36
  • Karma: 0
the_believer ha scritto:
nessuno ha mai imposto nulla al buon Lestat contro la sua volontà

E ci mancherebbe pure. E poi certo, all'inizio, soprattutto coloro i quali hanno le intenzioni che temo sono più che gentili e fanno in modo di conquistarsi fiducia e simpatia. I guai non cominciano mai fin da subito, altrimenti nessuno ci cascherebbe. Ovvio che quelle che si fanno qui siano solo ipotesi, ma per me è tutta la faccenda che è sospetta. Tutto sarebbe stato più "normale" se Lestat avesse mostrato interesse per questi argomenti, al che l'amico lo avrebbe, per così dire, voluto "introdurre". Ma non mi pare che sia andata così e Lestat a me non sembra intrigato, ma solo intimorito. Non è sicuro che queste persone abbiano cattive intenzioni, ma non sappiamo chi siano e se vogliano qualcosa (e, se sì, che cosa) quindi per me sarebbe meglio non rischiare e soprattutto tenere sempre a mente che i casini non è detto che succedano sempre agli altri e mai a noi, se non siamo prudenti. Alla larga
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 2 Giorni fa #12

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Online
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1236
  • Ringraziamenti ricevuti 191
  • Karma: 3
Ma si dai Lestat, presentati di nuovo in abiti ottocenteschi e sorprendili tutti con un cordiale " buonasera a tutti, or dunque signori la mia cena gira nelle vostre vene" :twisted: :hahahaha: :hahahaha:
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 2 Giorni fa #13

  • Anubis
  • Avatar di Anubis
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 45
  • Ringraziamenti ricevuti 5
  • Karma: 0
Gentile Lestat, ci invii la trama di un film o di un romanzo horror, niente male davvero, e se tu fossi stato una donna avrei detto che eravamo dalle parti di Rosemary’s baby di Ira Levin ;-)
A parte la battuta, non mi fraintendere, ti credo!
Sicuramente, a me non convince il tuo collega e il suo comportamento fino all’invito a cena che appare come l’obiettivo finale perseguito nei tuoi confronti come pure l’inizio di un tentativo di coinvolgimento - in un gruppo, setta o chissa’ - che di cena in cena si evolverebbe.
Poi anche alla luce dello strano e
susseguente evento notturno in casa tua, ti consiglierei caldamente di tenerti lontano da “Luigi” e dai suoi amici esoteristi, perché, per rimanere in tema, “gatta ci cova”.
E resta pure il fatto che non ti sei sentito a tuo agio in quella casa, per cui, al di la’ di
tutto, ritornarvi non ti gioverebbe psicologicamente.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 2 Giorni fa #14

  • Isabelle
  • Avatar di Isabelle
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 96
  • Ringraziamenti ricevuti 34
  • Karma: 0
Personalmente sono d'accordo con chi ti ha consigliato di lasciar perdere questa faccenda, perchè se la situazione ti ha messo a disagio, l'atmosfera non ti è piaciuta, la signora aveva qualcosa di "malvagio" (cit.), e insomma hai percepito negatività a fiumi (per non parlare dell'esperienza che hai vissuto tornato a casa), non vedo perchè dovresti assorbirne volontariamente una seconda dose... per curiosità di capire dove si va a parare? Sì, ok, però a volte tanto va la gatta al lardo... e i presupposti per lasciarci uno zampino potrebbero pure esserci, chissà.
A scanso equivoci, io me ne starei lontana e restituirei il libro tramite il simpatico collega che ti ha trascinato lì ben sapendo cosa stava facendo :pipistrello
"Come away, o human child! / To the waters and the wild / With a fairy, hand in hand, / For the world's more full of weeping than you can understand" (W. B. Yeats)
Ultima modifica: 7 Mesi 2 Giorni fa da Isabelle.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 1 Giorno fa #15

  • Anathema
  • Avatar di Anathema
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 593
  • Ringraziamenti ricevuti 141
  • Karma: 4
Lestat_01 ti do un consiglio, da romano:
se la cosa ti puzza, lasciali stare, dai il libro al tuo amico oppure lasciaglielo al portiere (in genere i palazzi che dici ce l'hanno) e tanti saluti.

E' ovvio che se invece tornerai, entrerai in un contesto a te poco familiare (ma comunque interessante) che potrebbe affascinarti tanto quanto turbarti.

Insomma, sta a te...

PS: ovviamente se deciderai di rivederli e dovesse poi succederti altro di strano... Non ti lamentare eh, te la sarai voluta tu :)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : ParanormalStudio Emiliano

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 1 Giorno fa #16

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Online
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1236
  • Ringraziamenti ricevuti 191
  • Karma: 3
@Lestat
Mannaggia la miseria capiterebbe a me una cosa del genere! godrei come una scimmia su una pianta di banane :) , proprio per vedere fin dove si spingono questi signori e magari fare due scintille...e nell' ipotesi losca gli farei rimpiangere amaramente di avermi invitato e coinvolto. Ma mi rendo conto che te non sono io, e come si suol dire c'è sempre pane per chi non ha denti, senza offese a te Lestat che sembri imbarazzato e titubante, e non ti biasimo per questo. Alla fine i pareri fin qui letti sono alquanto concordi, e a livello ipotetico abbiamo questo: se sei un temerario e ti affascina la cosa allora intraprendila con le conseguenze derivanti che nessuno qui potrà prevedere...se invece non hai voglia di inoltrarti in cose che non conosci e tantomeno vuoi conoscere, allora sbarazzati di quel libro senza riaprirlo per la seconda volta, ritieni tutto l' accaduto una esperienza effimera e tieni alla larga garbatamente il tuo collega quando cerca di inoltrarsi in argomenti che potrebbero compromettere la serenità del tuo vivere quotidiano.
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Darth Vader

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 1 Giorno fa #17

  • the_believer
  • Avatar di the_believer
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 556
  • Ringraziamenti ricevuti 121
  • Karma: 3
Beh gente mi sembra che si dia per scontato che questo gruppo sia potenzialmente ostile al buon Lestat, cioè in cerca di adepti nel migliore dei casi (il peggiore ve lo lascio immaginare... vabbè). Circoli di persone che coltivano l'esoterismo e l'occultismo, in qualsiasi sua forma, non sono necessariamente ostili. Mi pare che si confonda un attimino l'idea di "setta", nel suo senso più negativo e derogatorio, con il fatto che un gruppo di persone possa coltivare interessi inusuali. Comprendo che gruppi di occultisti possano essere potenzialmente distruttivi, ma non è detto che sia il caso. Roma è una delle città italiane per eccellenza in cui esistono gruppi di spiritismo, magia, esoterismo, ecc. ma prima di condannare questi individui aspettiamo gli sviluppi. Sempre che il buon Lestat, al cui racconto voglio credere in buona fede, si faccia sentire di nuovo.
"La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l'ignoranza è forza". George Orwell, 1984
Ultima modifica: 7 Mesi 1 Giorno fa da the_believer. Motivo: spelling
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Darth Vader

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 1 Giorno fa #18

  • the_believer
  • Avatar di the_believer
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 556
  • Ringraziamenti ricevuti 121
  • Karma: 3
....Il cui racconto, a ben vedere, di stereotipi tipici di film e racconti horror ne presenta parecchi:

Il ragazzo solo che si trasferisce in un'altra città
Il collega / amico ossessionato dall'occulto
L'invito a cena con "amici"
La dimora storica nel quartiere pittoresco
Gli amici un po' troppo eleganti e austeri e la sensazione di imbarazzo
La padrona di casa dallo sguardo magnetico e penetrante (forse anche malvagio), che tra l'altro ad un certo punto dopo la cena spunta all'improvviso, da dietro
La sensazione di essere l' "osservato speciale" della cena
La grande libreria piena di libri sull'occulto, etc.
L'invito a portare a casa qualsiasi libro e a restituirlo quando si vuole (addirittura si sarebbe "offesa" se non lo avesse fatto)
Il grimorio della strega (la padrona di casa??)
Il gatto che improvvisamente ringhia e fa le bizze e fissa un punto senza motivo
La sensazione di freddo
L'odore di bruciato (capelli?)
Il "tonfo" inspiegabile di notte
La notte insonne
L'amico che si rifiuta di riconsegnare il libro
Il...prossimo invito a cena??

Insomma mi sembra un po' un misto tra Suspiria e Rosemary's Baby
"La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l'ignoranza è forza". George Orwell, 1984
Ultima modifica: 7 Mesi 1 Giorno fa da the_believer.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 14 Ore fa #19

  • Lestat_01
  • Avatar di Lestat_01
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 4
  • Karma: 0
Eccomi di ritorno. Grazie a tutti per le risposte ed i consigli.

Visto che il mio collega non ha preso il libro con sè, ho pensato di lasciarlo nel cassetto della scrivania del mio ufficio. Almeno non sono costretto a tenerlo in casa e poi deciderò che farne.
Devo ammettere che comincio a sentirmi un po' infastidito da questo suo atteggiamento ambiguo. Allo stesso tempo non voglio dargli la soddisfazione di farmi vedere turbato, quindi mi sa tanto che mi comporterò in maniera naturale, come se niente fosse accaduto. Anche perché, come dicono alcuni qui nel forum, in realtà non so nemmeno se qualcosa di davvero paranormale sia avvenuto a casa mia.
Luigi parlava già di "prossima cena"... a questo punto vorrei anche capire dove vanno a parare queste persone e perché. Quindi sto pensando che forse ci andrò alla prossima cena e vediamo un po' che succede.
Qualcuno ha accennato alla preparazione del cibo. Mmm, mi auguro che non arrivino al punto di mettere qualche strano intruglio nel cibo, ma non penso, dai, poi lo preparano per tutti non soltanto per me. Vedrò di tener d'occhio la distribuzione dei piatti. Magari uso la scusa del tipo "no, questo piatto per me è troppo, sono a dieta, datemi quest'altro che è un po' di meno", se ho qualche sospetto, ed osservo la reazione.

Vi terrò aggiornati sugli sviluppi...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fenomeni inspiegabili dopo cena con sconosciuti 7 Mesi 14 Ore fa #20

  • the_believer
  • Avatar di the_believer
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 556
  • Ringraziamenti ricevuti 121
  • Karma: 3
Beh, Lestat non me ne volere ma la situazione è che da un lato non vuoi tenere in casa, per qualche tuo motivo, un libro di stregoneria che decine di persone probabilmente possiedono solo in Italia e che si può tranquillamente acquistare su Amazon. Nulla di particolarmente "trascendentale", quindi. (Sempre che un libro possa avere qualche potere in sè). L' "amico" è ormai un individuo potenzialmente ostile, ma non vuoi dargli la soddisfazione di farglielo capire. Allo stesso tempo, potenzialmente ostili sono ormai per te questi invididui, ma allo stesso tempo sei incuriosito da dove vogliono andare a parare. Uhm... Se vogliono fare qualcosa col cibo sta sicuro che ci riescono. Mi pare una situazione un po' paradossale, certo tipica di molti racconti horror o noir, non inverosimile in sè ma nell'insieme di stereotipi da film horror che presenta, alla quale voglio credere in buona fede, altrimenti non saremmo qua a commentare, come ho già scritto. Facci sapere gli sviluppi.
"La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l'ignoranza è forza". George Orwell, 1984
Ultima modifica: 7 Mesi 14 Ore fa da the_believer.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3
Tempo creazione pagina: 0.168 secondi