IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Esperienza in ospedale

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #1

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 91
  • Ringraziamenti ricevuti 29
  • Karma: 0
Ciao a tutti. Oggi mi va di raccontarvi una esperienza particolare successa circa due anni fa. Premetto che io credo nel mondo spirituale dal quale ho avuto non poche conferme, quindi per me esistono le entità, i fantasmi, le energie o come vogliamo chiamarle.
Da pochi mesi avevo perso mio padre, e in quel periodo mi ero fatto carico di aiutare sua sorella, mia zia, che aveva problemi di salute e per questo doveva recarsi spesso dai medici, non avendo nessuno che potesse accompagnarla, lo facevo io.
Una mattina come al solito vado a casa sua a prenderla e ci rechiamo all'ospedale che si trova vicino casa (ospedale Ascalesi, di Napoli), dovevamo andare al reparto di odontoiatria che si trovava normalmente al secondo piano. Quindi attraversato il cortile dell'ospedale prendiamo l'ascensore e saliamo al secondo piano. Usciti, attraversiamo la piccola saletta che divideva il reparto dall'ascensore e ci immettiamo nel corridoio del reparto. Questo corridoio è molto grande, largo circa 5-6 metri e lungo almeno un 30 metri, con stanze su entrambi i lati. Subito notiamo qualcosa di strano, perché il corridoio di solito è sempre molto affollato e trafficato, in quanto ci sono sia le stanze dove fanno le visite, che le stanze per i degenti mentre quella mattina non c'era nessuno, silenzio assoluto. Iniziamo a percorrere il corridoio e notiamo che tutte le camere sono vuote, arrivati a circa la metà del corridoio sia io che mia zia vediamo entrare alla fine del corridoio, dalla parte sinistra, un medico o infermiere, con la classica divisa bianca, pantofole bianche e cappellino. Praticamente esce dall'ultima porta sulla sinistra ed entra nella porta immediatamente di fronte, alla nostra destra. Eravamo a circa 10-12 metri. Mia zia mi chiede subito di domandare qualcosa a quel medico, perché il reparto era vuoto. Quindi facciamo pochi passi, arriviamo all'ultima porta sulla destra dove l'abbiamo visto entrare e busso. Niente. Busso ancora, niente. A quel punto penso che quella possa essere una porta che dà su un altro reparto o corridoio, cosi come appunto la porta sulla sinistra dalla quale era venuto lui. Spingo la maniglia, entriamo e restiamo di sasso: la stanza, non enorme, un 15,16 mq, non presentava altro che una scrivania con una sedia, uno scatolone per terra, e un paravento quello tipico da ospedale appoggiato alla parete di destra. Una sola finestra, chiusa. Per assurdo mi affaccio dietro al paravento ma ovviamente non c'era nessuno. Ancora più basito vado alla finestra e la apro, rendendomi comunque conto che fosse chiusa dall'interno e guardo di sotto, dava nel cortile dell'ospedale e ovviamente non era precipitato di sotto. Io a quel punto mi rassegno e capisco che possa essersi trattato di una entità, fantasma, o come vogliamo chiamarlo. Mia zia invece si spaventa e si agita, quindi decidiamo di uscire dalla stanza e controllare la stanza di fianco, magari per assurdo ci eravamo sbagliati entrambi, ma niente, anche la stanza vicina era vuota.
Siamo quindi entrati nell'ultima porta, quella dalla quale era arrivato il "medico", e sbuchiamo in un altra saletta con ascensore, lo prendiamo e saliamo al piano di sopra. Quindi troviamo finalmente gente che va e viene, troviamo una dottoressa e chiediamo: ci dice che il reparto di odontoiatria era quello, e che era stato trasferito dal piano di sotto già da alcuni mesi, che quindi il piano dove eravamo stati era deserto e non era possibile aver visto alcun medico, in quanto non avrebbe avuto alcun motivo per trovarsi in quel reparto dismesso.
Alla fine mia zia si convince che abbiamo visto un "fantasma", io ci scherzo su, ma in effetti è quello che penso anche io senza dirglielo per non farla agitare ulteriormente. Ma quale altra spiegazione potrebbe esserci? Eravamo in due e abbiamo visto entrambi quell'uomo, era a si e no 10 metri da noi, e se anche fosse entrato e uscito subito e fosse tornato indietro, o entrato in qualsiasi altra stanza era impossibile non vederlo. E anche la dottoressa afferma che non era possibile che ci fosse un medico lì, in quanto nessun medico aveva motivo di recarsi in quel reparto, quindi ci dice che ci siamo "sbagliati".
Allucinazione? Ad entrambi e nello stesso momento?
Questo è quanto, mi piacerebbe conoscere il vostro parere, se avete avuto esperienze simili, quale spiegazione "normale" può eventualmente esserci.
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #2

  • Remix
  • Avatar di Remix
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 23
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
Somigliano molto alle mie esperienze . :D
Secondo me siamo pazzi
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #3

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 91
  • Ringraziamenti ricevuti 29
  • Karma: 0
Remix ha scritto:
Somigliano molto alle mie esperienze . :D
Secondo me siamo pazzi

Dici? Però sorge un problema, i pazzi non sono consapevoli di esserlo, per loro sono tutti quanti matti tranne loro stessi. Quindi se abbiamo il dubbio di essere pazzi, vuol dire che non lo siamo, giusto? :D
Scherzi a parte, magari racconta anche qualche tua esperienza, cosi tra "pazzi" ci capiamo meglio! :cool:
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #4

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 2038
  • Ringraziamenti ricevuti 353
  • Karma: 15
Un'esperienza intrigante e allo stesso tempo inquietante. Come spiegazione razionale proporrei la presenza di una porta in qualche modo mimetizzata nella stanza. Magari il medico/infermiere è entrato davvero e poi si è infilato in quella porta che non avete notato. Non escluderei nemmeno che abbiate sbagliato porta. Magari da 10-12 metri di distanza vi è parso che entrasse lì e invece aveva preso una porta attigua; mentre entravate a controllare, lui è uscito e così quando avete controllato anche di là non c'era più nessuno.
Riguardo le ipotesi paranormali... io più che a un'entità avrei pensato a una proiezione astrale di qualche medico/infermiere ancora vivente. Magari qualcuno che ha turni di notte e che allora stava dormendo. Durante il sonno ho letto che il corpo astrale può staccarsi dal corpo fisico e spostarsi negli ambienti che conosce come se fosse una persona reale.
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
Ultima modifica: 3 Mesi 2 Settimane fa da Nyma. Motivo: correzione aggiunta
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #5

  • Remix
  • Avatar di Remix
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 23
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
ho giá raccontato qualcosa nel forum, hai un mio PM , comunque secondo quanto letto in alcuni testi di credi popolari e pagani,roba letta post esperienze e non prima, raccontano che a volte per via di fratture tra il loro piano e il nostro, questi "spettri" sono a loro insaputa visibili,questo non significa che i due piani di esistenza si uniscano, ma sarebbero sempre separati; Per tale motivo sarebbe sbagliato cercare di interferire ed attirare l'attenzione di queste entitá, il rischio é di renderci visibili a loro e trovarci entrambi sullo stesso piano,astrale se volete chiamarlo cosi,un ponte tra i due piani. inoltre alcuni di questi spiriti (cit. A spirito guida)hanno la capacità di portare un vivente nel loro piano solo durante il sonno ,come una sorta di nostro io che si distacca dal corpo e viaggia.. Ma di sté robe ne avrete lette a bizeffe.Nyma ha scritto:
Durante il sonno ho letto che il corpo astrale può staccarsi dal corpo fisico e spostarsi negli ambienti che conosce come se fosse una persona reale.
Queste bilocazioni ,parte della magia occulta/nera*** e non dello spiritualità, sarebbero una capacità volontaria e non di pochissimi medium di altissimo livello :D, sono quasi consapevoli di ció che si cerca,vissute come un sogno lucido;un essere che ripete la quotidianità mi sà piú di anima dannata. A differenza dei nuovi testi sociale/occulti dove la magia nera tratta il maligno e la bianca l'inverso, anticamente veniva considerata magia nera qualsiasi forma o rito dove si pieghi qualcosa alla propria volontà,che sia uno spirito,un elemento o il proprio io astrale,a prescindere dalla natura benevola o maligna delle intenzioni il solo piegare alla propria volontá era giá un'azione negativa .
Ultima modifica: 3 Mesi 2 Settimane fa da Remix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #6

  • Remix
  • Avatar di Remix
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 23
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
Ne consegue che tutto ció che sia un solo rito propiziatorio a che ció avvenga rientri nella magia bianca,ma lasciando che il destino faccia sempre il suo naturale corso; Differentemente tutto ciò che tenti di ottenere informazioni,che tenti o mostri la sola volontà di cambiare il corso degli eventi,il contattare le entità o il dominio sugli elementi ,rientrano nella magia nera come azioni negative dalle conseguenze negative; questo giusto per citare un pò di cultura e storia dell'occulto. Giusto per fare un esempio prendo una cosa a cui non credo:la pozione d'amore; frutto della piú profonda e tetra magia nera,da una parte soddisfa l'egoismo di chi la richiede,dall'altra soggioga la vittima a cui viene tolta la libertà di scelta e quindi il libero arbitrio donatogli da dio;sempre da testi la conseguenza per l'esecutore , oltre all'inferno, é la soggiogazione all'entità maligna,poiché solo una entità maligna può assecondare una richiesta del genere, preceduta dai tentativi di quest'ultima di avere il sopravvento.

"Scusate moderatori unite i post, per favore,e perdonatemi se sembra un pò off topic,giusto per spiegare la catalogazione del fenomeno "bilocazione" nella magia nera,anche se vi sono accenni in storie cristiane ,buddiste e nella parapsicologica"
Ultima modifica: 3 Mesi 2 Settimane fa da Remix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #7

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 91
  • Ringraziamenti ricevuti 29
  • Karma: 0
Mi sembra una buona spiegazione quella di Nyma, anche se la vedo poco probabile in questo caso, in quanto troppo vicini, non potevamo sbagliare porta in due. Anche in virtù del fatto che la stanza a fianco dove siamo entrati dopo, era comunque vuota e quindi non ci sarebbe stato motivo per uno dei medici di entrare lì.
L'ipotesi proiezione astrale mi piace!

@Remix purtroppo non sono d'accordo sull'ultimo messaggio. Conosco quel filone di pensiero, ma proprio perché oltre che "studente" sono anche praticante, ho avuto modo di constatare che le cose stanno in modo molto diverso. Anche il discorso Inferno è veramente molto vasto, sappi solo che per me non esiste inferno inteso come luogo di fuoco e fiamme dove bruciare in eterno, ma in modo generico, l'inferno è qualunque posto e luogo al di fuori del "paradiso". Quindi potremmo dire che anche adesso siamo all'inferno, in quanto lontani dal regno di Dio. Ma è un discorso veramente lungo.
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Remix

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #8

  • Remix
  • Avatar di Remix
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 23
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
MrKrueger ha scritto:
Mi sembra una buona spiegazione quella di Nyma, anche se la vedo poco probabile in questo caso, in quanto troppo vicini, non potevamo sbagliare porta in due. Anche in virtù del fatto che la stanza a fianco dove siamo entrati dopo, era comunque vuota e quindi non ci sarebbe stato motivo per uno dei medici di entrare lì.
L'ipotesi proiezione astrale mi piace!

@Remix purtroppo non sono d'accordo sull'ultimo messaggio. Conosco quel filone di pensiero, ma proprio perché oltre che "studente" sono anche praticante, ho avuto modo di constatare che le cose stanno in modo molto diverso. Anche il discorso Inferno è veramente molto vasto, sappi solo che per me non esiste inferno inteso come luogo di fuoco e fiamme dove bruciare in eterno, ma in modo generico, l'inferno è qualunque posto e luogo al di fuori del "paradiso". Quindi potremmo dire che anche adesso siamo all'inferno, in quanto lontani dal regno di Dio. Ma è un discorso veramente lungo.

Non é il mio naturalmente , si parla da Agrippa e Eliphas Levi, coetanei e testi che parlano di magia naturale,invocazione e comando;come ho spesso ribadito mi riferisco a testi letti e non ad una considerazione personale. Ps:non ti trovi d'accordo a partire da quale punto?
Ultima modifica: 3 Mesi 2 Settimane fa da Remix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #9

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 91
  • Ringraziamenti ricevuti 29
  • Karma: 0
Esattamente questa frase: "Differentemente tutto ciò che tenti di ottenere informazioni, che tenti o mostri la sola volontà di cambiare il corso degli eventi il contattare le entità o il dominio sugli elementi ,rientrano nella magia nera come azioni negative dalle conseguenze negative."
Non riesco a capire come il contattare le entità possa definirsi magia nera ad esempio.
Anche qui il discorso è ampio, la Magia è una sola, non esiste nera, verde, gialla e rossa. La si può utilizzare per fare del bene oppure per fare del male. Ma le conoscenze necessarie, gli strumenti, sono esattamente gli stessi. Dipende dall'uso che se ne fa.
Credo però che stiamo andando un attimino off topic...
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #10

  • Remix
  • Avatar di Remix
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 23
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
Massimo rispetto per la tua opinione,Si é off topic :)e detto questo non ci ritorno al massimo apriamo un'altra topic,cosí tu con la tua esperienza magari consigli dei testi affidabili. Premesso che non prendo per legge questi testi e se non ricordo male, é nel libro dell'evocazione e della bacchetta del comando di Agrippa, e anche in un libro di magia naturale e popolare che nella copertina riportava scritto "bello come un sogno profondo come il sonno(non ricordo l'autore),che viene citato come negativo il comando in se stesso,definendo gli spiriti degli elementi come bambini plagiati dalla nostra volontà e l'evocazione come un disturbo delle entitá sbagliato in se stesso in quanto lo si fá per intenti personali o di terzi,ad esclusione dei propri spiriti guida
Ultima modifica: 3 Mesi 2 Settimane fa da Nyma. Motivo: x = per
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : MrKrueger

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #11

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Online
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 922
  • Ringraziamenti ricevuti 138
  • Karma: 3
Beh, che due persone sbaglino a capire in quale porta sia entrato il fantomatico medico a soli 10 metri di distanza a me sembra assurdo….quante porte possono esserci in 10 metri? Se era l' ultima alla destra dove è entrata la figura, e considerando ogni stanza 4mt x 4mt io direi 2 porte. L' ipotesi astrale ci entra tutta...quella di averla assistita in due, questa presunta proiezione, è alquanto sensazionale...questo medico avvistato, se in vita, deve avere un altissimo potenziale per poter creare (di sicuro inconsapevolmente) queste potenti immagini astrali di se stesso. Forse la persona in questione stava sognando proprio il reparto dismesso, visto che si è proiettato con gli indumenti del lavoro, ha in poche parole ricreato la sua presenza ripercorrendo gli attimi che gli sono davvero accaduti, chissà, forse giorni addietro o addirittura ore prima. Questo perché non è detto che quando si esce in astrale lo si fa vestiti...
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #12

  • Remix
  • Avatar di Remix
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 23
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
Mah!sono totalmente in disaccordo su questo,poiché và contro a tutto ciò che é scritto i merito
. Un immagine cosí dettagliata si parla di bilocazione e non di viaggio astrale, siccome dó per scontato che un medico non sia un praticante medium ,o quanto meno ai vertici della magia nera, spiegandole sul paranormale per me puó essere solo un'anima dannata.
Ho trovato uno spezzone sperando che si esprima piú chiaramente di come faccio io :
Nella parapsicologia è associata allo "sdoppiamento", "proiezione astrale" o "viaggio fuori dal corpo" (esperienze extracorporee). Permetterebbe, secondo chi asserisce di poterla praticare, non solo di avere la sensazione soggettiva, ma anche di trovarsi realmente allo stesso tempo in due luoghi fisici diversi. La distinzione sostanziale fra la bilocazione e la proiezione astrale risiederebbe semplicemente nella natura della presenza del praticante, il quale nella "proiezione astrale" sarebbe presente solo in uno stato incorporeo puramente "energetico", mentre nella "bilocazione" sarebbe fisicamente e materialmente presente. PS:ho ricontrollato anche in altri testi online e in mio possesso,una proiezione astrale dovrebbe essere vista,se possibile,come forma di luce. premetto che non leggo e nemmeno prendo in considerazione le esperienze in merito di chi le racconta,in quanto molti potrebbero inventare giusto per dire qualcosa,come mi é spesso capitato,spesso é gente che non ha mai letto niente sull'argomento,per non parlare di chi racconta sempre la classica leggenda metropolitana della ragazza morta che ti lascia la borsetta,poi vai dalla madre che ti dice che la figlia é morta da un anno .. very lol.. preferisco chiedere a praticanti che non lo fanno per lavoro o leggere testi di occultisti famosi
Ultima modifica: 3 Mesi 2 Settimane fa da Remix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #13

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 91
  • Ringraziamenti ricevuti 29
  • Karma: 0
L'ipotesi proiezione astrale non mi dispiace, chiaramente purtroppo sono consapevole che una risposta definitiva è difficile trovarla. La cosa per me strana non è stato tanto il fatto di "vedere" una presunta presenza, non sarebbe stata la prima volta, ma il fatto di essere stati in due e nello stesso momento a vederla. Come ha scritto Gemini, la distanza era minima, anche se non mi sento di escluderlo assolutamente, ma lo trovo molto improbabile che quel medico fosse entrato nella penultima porta invece che nell'ultima. Anche in questo caso avremmo dovuto sbagliare porta in due. La distanza era troppo ravvicinata, si parla di un 8-10 metri.
Tralasciando il fatto poi che una volta constatato che nella camera non ci fosse nessuno, siamo andati a curiosare nella penultima stanza, senza trovare nulla. Il tutto in un lasso di tempo di si e no 2 minuti.
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #14

  • Remix
  • Avatar di Remix
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 23
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
MrKrueger ha scritto:
La cosa per me strana non è stato tanto il fatto di "vedere" una presunta presenza, non sarebbe stata la prima volta, ma il fatto di essere stati in due e nello stesso momento a vederla.
Questo non sarebbe strano,la bilocazione se notata é visibile a tutti,esperimenti in parapsicologia spesso parlano di suggestione,in pratica quando il nostro cervello vede un immagine inconsueta, o di sfuggita, spesso và in tilt,quindi ci mette tempo a interpretarla e in stato di emergenza la accomuna ad un immagine familiare(questa é scienza confermata da vari test), ed é stato dimostrato che diverse persone che hanno assistito ad un presunto evento, ma suggestionare dal primo ad averlo notato,poi prese da sole e a parte alla fine ognuna di loro dava una descrizione o disegnava una immagine diversa dall'altra,;dando per scontato che si trattasse di un fenomeno raro e strano ma cmq un fake. Un immagine cosí definita e dettagliata,uguale per entrambi,ti ho già scritto che ne penso. Un'anima dannata,che rivive gli ultimi momenti o qualcosa di incompiuto,materializza se stessa com'era gli ultimi momenti,ha un'ergia molto forte,qui mi meraviglia sia stata vista dall'altra ma non da te.prova ad informati di suicidi o casi disperati su quell'ospedale
Ultima modifica: 3 Mesi 2 Settimane fa da Remix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #15

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Online
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 922
  • Ringraziamenti ricevuti 138
  • Karma: 3
Ciao Remix, dici di essere in disaccordo con l' astrale...parli di anima dannata e bilocazione in un contesto contraddittorio...ci spieghi un attimino cosa sono per te le anime dannate? che senso avrebbe bilocarsi per un morto? la bilocazione genuina, da vivi, dovrebbe implicare anche un minimo sindacale di interazione non credi? Ed in ultimo perché, secondo te e quello che c'è scritto, una presunta anima in pena potrebbe essere visibile alla collettività e non una proiezione astrale? Non ho voglia di polemiche, sono solo curioso.
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : MrKrueger

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #16

  • Remix
  • Avatar di Remix
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 23
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
Gemini ha scritto:
Ciao Remix, dici di essere in disaccordo con l' astrale...parli di anima dannata e bilocazione in un contesto contraddittorio...ci spieghi un attimino cosa sono per te le anime dannate? che senso avrebbe bilocarsi per un morto? la bilocazione genuina, da vivi, dovrebbe implicare anche un minimo sindacale di interazione non credi? Ed in ultimo perché, secondo te e quello che c'è scritto, una presunta anima in pena potrebbe essere visibile alla collettività e non una proiezione astrale? Non ho voglia di polemiche, sono solo curioso.
Grazie per avermi fatto notare e certo, a disposizione della sua curiosità, in pratica leggendo quanto da me quotato,noto che c'é un fraintendimento, dove ho io mi sono spiegato male o lei ha frainteso. Non ho mai detto bilocazione di morto, ho detto bilocazione o anima dannata , dove "o" implica che sono due opzioni/possibilità diverse a se stanti. Anima dannata: cioé un morto che ha lasciato qualcosa di incompiuto o qualcosa per cui non ha mai trovato pace e non é mai riuscito a perdonarsi,non ha seguito la luce o cosa altro ci sia.ho ribadito mille volte che non é una mia opinione ma quanto scritto in testi di occulto e parapsicologia, ho fatto uno screen da testi di parapsicologia,ed é quindi quest'ultima,piú molti altri testi,stessa che contrasta la proiezione astrale in una visione di una normale figura umana.Remix ha scritto:
"proiezione astrale" sarebbe presente solo in uno stato incorporeo puramente "energetico", mentre nella "bilocazione" sarebbe fisicamente e materialmente presente. PS:ho ricontrollato anche in altri testi online e in mio possesso,una proiezione astrale dovrebbe essere vista,se possibile,come forma di luce.
Remix ha scritto:
Mah!sono totalmente in disaccordo su questo,poiché và contro a tutto ciò che é scritto i merito
. Un immagine cosí dettagliata si parla di bilocazione e non di viaggio astrale, siccome dó per scontato che un medico non sia un praticante medium ,o quanto meno ai vertici della magia nera, spiegandole sul paranormale per me puó essere solo un'anima dannata.
Penso che qui si capisca che parlo di un medico e che non lo vedo come un praticante di magia nera,quindi una persona viva , e che sono piú orientato sulla opizione anima, quindi defunto. Spero di essere stato piú comprensibile adesso :). Ribadendo ennesimamente che non considero nemmeno i racconti di chiunque su YouTube e in TV o forum vari ma guardo solo testi, Giovanni battista Scaramelli ,per esempio,nel "discernimento dé spiriti" spiega indirettamente il perché un'anima dannata si presenta piú chiaramente . E molti altri testi fanno notare un'energia differente tra le due cose che ne giustificano sia la visibilità che la capacità di interagire.Remix ha scritto:
Premesso che non prendo per legge questi testi e se non ricordo male, é nel libro dell'evocazione e della bacchetta del comando di Agrippa, e anche in ...
Non ho nemmeno detto che la proiezione astrale é piú visibile di un'anima dannata, ho detto che una proiezione astrale non puó essere una proiezione dettagliata da sembrare una persona normale, solo tre opzioni possono esserlo secondo logica e testi:una persona normale che ancora doveva svuotare l'ufficio,:), una bilocazione o un'anima dannata. Per ultimo,non dico che un'anima dannata sia piú visibile,ho detto che non mi meravigli che lui da praticante abbia notato una fonte di energia elevata,mi meraviglia che l'abbia vista sua zia.
Remix ha scritto:
Questo non sarebbe strano,la bilocazione se notata é visibile a tutti. Un'anima dannata,che rivive gli ultimi momenti o qualcosa di incompiuto,materializza se stessa com'era gli ultimi momenti,ha un'ergia molto forte,qui mi meraviglia sia stata vista dall'altra ma non da te.prova ad informati di suicidi o casi disperati su quell'ospedale
. il "qui" distingue per la seconda volta che parlo di bilocazione o anima dannata e mai di bilocazione di morto
Ultima modifica: 3 Mesi 2 Settimane fa da Remix.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #17

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Online
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 922
  • Ringraziamenti ricevuti 138
  • Karma: 3
Bene Remix, ora è più chiaro e...dammi del tu :wink: . Lasciando a parte il fatto che ogni essere umano resta comunque qualcosa di incompiuto (che poi dovremmo discutere anche sulla compiutezza soggettiva e non universale di questi...come vogliamo chiamarli, compiti da assolvere?), e mettendo da parte anche il fatto risaputo che ogni uomo non vorrebbe mai morire -temiamo la morte è inutile fare dell' ipocrisia su questo- allora stando ai fatti dogmatici prima o poi tutti noi saremo dei dannati incompleti? Ma non è questo il punto...se ti dicessi che le anime dannate non esistono (insomma per la nostra terrestre percezione potrebbero essere reali) tu cosa ne penseresti? Io ti dico che le bolge dei legionari terrestri sono pura fantasia dantesca.
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : MrKrueger

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #18

  • Remix
  • Avatar di Remix
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 23
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
Gemini ha scritto:
.se ti dicessi che le anime dannate non esistono (insomma per la nostra terrestre percezione potrebbero essere reali) tu cosa ne penseresti?.
Le anime dannate sono piú che occulto,sono un credo fondato in quasi tutte le religioni,ed é qualcosa di forte tanto da essere un grande e pesante fardello insopportabile in vita e non le piccole cose incompiute(per fare un esempio pratico fantastico:-due medici per negligenza fanno morire una pazientare,il primo per suo carattere se ne frega e pensa solo a come non andare in carcere,l'altro si danna la vita ed arriva al suicidio;per cui implica anche spesso una predisposizione morale,emotiva,soggettiva). Detto questo ho massimo rispetto per la tua opinione come degli altri,è un controsenso:-se devo dare ragione ad un credente dell'occulto quando mi dice che qualcosa intrinseca di quest'ultimo non esiste,come (sempre massimo rispetto per mister Krueger) mi viene detto che la magia non ha distinzione(nera,bianca etc..), allora devo dare anche ragione agli scettici quando dicono che l'occulto non esiste e basta. Non vi dò nemmeno torto,piú che altro penso che siano punti di vista diversi,modi di vivere o credere diversi a volte convenienze e auto-convinzioni , io da ignorante e non conoscendovi credo,anche se non credo molto, di piú ai testi dei grandi scrittori dell'occulto; che leggo poiché essendo che ho letto di tutto e di piú ,perché non dovrei leggere anche queste opere.
Ultima modifica: 3 Mesi 2 Settimane fa da Nyma. Motivo: x=per
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #19

  • MrKrueger
  • Avatar di MrKrueger
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 91
  • Ringraziamenti ricevuti 29
  • Karma: 0
Remix ha scritto:
Gemini ha scritto:
.se ti dicessi che le anime dannate non esistono (insomma per la nostra terrestre percezione potrebbero essere reali) tu cosa ne penseresti?.
Le anime dannate sono piú che occulto,sono un credo fondato in quasi tutte le religioni,ed é qualcosa di forte tanto da essere un grande e pesante problema da non riuscire a sopportare quando sei in vita e non le piccole cose incompiute. Detto questo ho massimo rispetto per la tua opinione come degli altri,è un controsenso:-se devo dare ragione ad un credente dell'occulto quando mi dice che qualcosa intrinseca di quest'ultimo non esiste,come (sempre massimo rispetto x mister Krueger) mi viene detto che la magia non ha distinzione(nera,bianca etc..), allora devo dare anche ragione agli scettici quando dicono che l'occulto non esiste e basta.
Salve Remix. Vedi il punto è, citando la tua frase: " Le anime dannate sono più che occulto, sono un credo fondato in quasi tutte le religioni".
Stiamo quindi parlando di credo...di fede...ma le prove dove sono?
Inoltre l'inferno come rappresentato dalle religioni può spaventare soltanto chi appunto si affida al credo, alla fede. Ma per chi riesce ad andare oltre, ti assicuro che non c'è alcun motivo di avere paura dell'inferno. Inteso come luogo fatto di fuoco e fiamme, dove soffrire per l'eternità.
Sul discorso Magia si, non ha distinzione. La si può praticare per fare del bene o per fare del male. Ma resta una sola. Ti faccio un esempio classico. Nella ritualistica si parla spesso di filtri d'amore, pozioni, dei famosi legamenti...tutte queste belle cose vengono però quasi sempre definite parte della magia rossa. Ma se proprio vogliamo puntualizzare, visto che con un legamento ad esempio, andiamo a soggiogare la volontà altrui, e a imporgli di fare qualcosa contro la sua volontà, allora dovremmo parlare di magia nera, e non rossa. Io personalmente definisco quindi la magia una sola, se poi vogliamo darle dei colori, allora bianca serve a indicare tutte le operazioni finalizzate al bene, e nera per le operazioni atte ad arrecare danno a cose o persone. Ma di base la Magia è una sola.
Non sempre ciò che l'occhio vede corrisponde alla realtà.
Ultima modifica: 3 Mesi 2 Settimane fa da Nyma. Motivo: testo maiuscolo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienza in ospedale 3 Mesi 2 Settimane fa #20

  • Remix
  • Avatar di Remix
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 23
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
MrKrueger ha scritto:
Vedi il punto è, citando la tua frase: " Le anime dannate sono più che occulto, sono un CREDO FONDATO IN QUASI TUTTE LE RELIGIONI".
Stiamo quindi parlando di credo...di fede...ma le prove dove sono?
Buon dì mister.
Credere al paranormale non é sempre fede? Comunque é un credo su qualcosa che in molti non hanno mai visto e in cui pochi sono realmente convinti della sua esistenza, dove chi dice di aver visto spesso viene preso per pazzo. Cit.:Mi dici di non aver mai visto un fantasma? Io non ho mai visto dio!
In un'altro topic(prevedo il futuro) tu spiegavi ad un'altro che diceva che l'occulto sono cavolate e che non ci sono prove, il perché non si possono dare le prove della sua esistenza, ed adesso mi chiedi le prove? :)

Ri-cito me stesso:Remix ha scritto:
Non vi dò nemm
eno torto,piú che altro penso che siano punti di vista diversi,modi di vivere o credere diversi a volte convenienze e auto-convinzioni , io da ignorante e non conoscendovi credo,anche se non credo molto, di piú ai testi dei grandi scrittori dell'occulto; che leggo poiché essendo che ho letto di tutto e di piú ,perché non dovrei leggere anche queste opere.
Ultima modifica: 3 Mesi 2 Settimane fa da Remix. Motivo: Scrivo da cell,é un inferno!
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
Tempo creazione pagina: 0.940 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.