IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: vi racconto le mie esperienze

vi racconto le mie esperienze 2 Mesi 4 Settimane fa #1

  • cass2
  • Avatar di cass2
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 4
  • Karma: 0
Ciao a tutti! Mi sono appena iscritta al forum, cercavo un po'per caso dei forum o siti in cui si parlasse di paranormale e mo sono imbattuta qui.
Sono una ragazza di 36 anni, sposata con un figlio e una normalissima vita.
Da un po'di tempo ho deciso di riavvicinarmi al mondo del soprannaturale, sono anni che ne ho preso le distanze, senza un motivo preciso, avevo deciso di non pensarci più e non mi è accaduto più nulla.
Però è come se sentissi che fa parte del mio essere e mi sono chiesta per quale motivo mi ero allontanata.
Vi racconto le mie esperienze passate così magari mi date dei pareri.
Tutto parte da ragazzina, avrò avuto 13 14 anni. Premetto che mia mamma ci ha sempre creduto(leggeva i tarocchi) e probabilmente per questo non ne ho.mai avuto timore, una notte nel mio letto ho sentito chiaramente un pianto femminile, singhiozzava e io mi sono svegliata proprio con questo pianto.
Ho creduto che fosse mia madre che, nella stanza accanto, magari piangeva nel sonno, così le chiesi se poteva essere stata lei ma mi dissrche le sembrava strano perché non lo ricordava e comunque non si era svegliata con gli occhi gonfi.
Decisi di non farci caso. La notte successiva successe ancora e ancora per qualche altra notte, un pomeriggio il mio cane di punto in bianco cominciò ad abbaiare all'angolo della mia stanza indietreggiando e continuando ad abbaiare.
La stessa sera appena sentii il.pianto provai a chiedere "chi sei?" Il pianto si fermò immediatamente.
Passò qualche giorno e iniziai a sentitre una voce di una ragazzina che chiedeva "papà dove sei?" Il pomeriggio stesso andò via la luce e vidi chiaramente una luce che si muoveva nella stanza. Da lì non sentii ne vidi più nulla. Mi sono sempre sentita "protetta" in quella casa e la dimostrazione arrivò un orribile giorno. I miei sono divorziati allora mia madre lavorava e io ero in casa a studiare, in casa c'era un signore che stava montando le tende, anziano, io nella mia stanza lui si avvicina cominciando ad accarezzarmi, io ero terrorizzata lui cominciò a spingermi verso l'armadio con intenzioni verso di me, non mi avrebbe potuto aiutare nessuno, cominciai nella mia testa a dire aiutami ti prego aiutatemi, in quel preciso momento quel porco si fermò, improvvisamente mi disse di non dire niente a nessuno e disse che doveva andare a prendere la scala che aveva scordato. Io ovviamente chiamai immediatamente mia madre che mi fece venire a prendere, il porco tornò ma io ovviamente non aprii la porta.
In quella casa entrarono anche i ladri che rubarono in tutte le stanze tranne la mia!
Vado più avanti negli anni, cominciai a sviluppare cose, leggevo i tarocchi ma in realtà leggevo ciò che sentivo dentro e ho sempre detto cose vere poi avverate, con delle amiche feci anche diverse sedute spiritiche in cui mi venne detta l'iniziale del nome della persona della mia vita che allora non conoscevo ancora e che può essere poco "coincidenza" in quanto l'iniziale del nome di mio marito è la K quindi decisamente poco comune!
Nel 2006 andai a Londra per qualche mese e con le solite amiche decisi di provare la scrittura automatica, volevo provare da tanto e pensavo che comunque non sarebbe stato facile, probabilmente ci voleva tanta pratica, ma decisi di provare ugualmente.
Con mia grandissima sorpresa la penna iniziò a scrivere in pochi minuti, continuavo a dire alle mie amiche che non ero io a muoverla!
La scrittura non era chiara ma qualche parola si leggeva, erano per lo più disegni quindi capimmo che si trattava di un bambino infatti a domanda diretta la risposta fu si.
Cominciammo a fare domande, eravamo giovani quindi erano tipiche domande da "futuro", una delle mie amiche era perdutamente innamorata di un ragazzo di nome Samuele, per cui quando cominciammo a leggere il nome Samuele pensammo volesse dirci qualcosa su di lei, poi dopo vari tentativi e domande capimmo che era il suo nome Samuele quando era in vita, e, senza raccontare il giro per arrivarci, capii che si trattava di un bambino di nome Samuele e che indirettamente lo conoscevamo, mi disse che si trattava del piccolo samuele di Cogne e che era stata sua madre a ucciderlo ma non perché fosse cattiva ma perché gli voleva bene!
Questa ultima esperienza mi ha colpito molto, continuavo a chiedermi perché avessi parlato con questo bambino visto che non era neanche argomento di conversazione, oltretutto fatto accaduto da 4 anni quindi non recente, e mi chiedevo che a Londra non aveva senso.
Ho scoperto poi che Londra è comunque un centro di molti spiriti, non ho comunque la certezza che si trattasse proprio di lui oppure se era "qualcuno" che voleva farmi sapere questa cosa oppure che si burlava di me.
Vi ho raccontato le esperienze più significative, poi ho mollato tutto per anni, ma io ho sempre creduto, e continuo a credere, di avere delle capacità innate e non voglio sprecarle, vorrei anzi approfondire e utilizzarle al 100%.
Attendo i vostri pareri!
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vi racconto le mie esperienze 2 Mesi 4 Settimane fa #2

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 266
  • Ringraziamenti ricevuti 43
  • Karma: 0
Ciao. Le tue esperienze vanno di buon conto inserite nel novero della parapsicologia più ampia. Provo a risponderti non solo a livello di pura ipotesi, ma con un fondamento di logica, datomi da anni di esperienze di gruppo che comprendeva un grande amico e medium che ci ha purtroppo lasciati. Riconosco in te (come in una moltitudine di altre persone) un collegamento "funzionale" tra ciò che normalmente ci evidenzia, con i suoi caratteri fondamentali, e ciò che viene considerato "paranormale", ovvero ciò che è insito nell'essere umano, più o meno latente, un "qualcosa la cui definizione e importanza sconfinano a volte oltre la vita stessa. Per quanto mi consta, ammetto oltre ogni ragionevole dubbio, che l'essere umano possiede (gli animali ancor di più) realmente dei tipi di percezioni che vanno oltre quelle comuni dei 5 sensi riconosciuti e studiati dalla scienza. Noi siamo ben altro che soli e "finiti"...

Entriamo nel vivo delle tue esperienze. Il cane o gatto che fissano un punto ben definito di una stanza, è un avvertire un qualche "cosa" che, senza scomodare entità disincarnate, può comunque consolidarsi anche tramite la psiche di un componente famigliare, magari si evidenzia di più quando il soggetto è in età puberale. Il pianto di notte che udisti lo includerei quasi ...a colpo sicuro in una forma di poltergeist. Interessante invece la lettera "K" datoti nella seduta medianica. Se ammettiamo ragionevolmente l'ipotesi che nell'essere umano esiste un "quid" di origine spirituale che rappresenta il suo "a-priori" esistenziale, nulla vieta un coinvolgimento ad una evoluzione già in atto e, seppur raramente, distinguibile. In tema ho raccontato un aneddoto mio, personale che coinvolgeva mia moglie. Non lo farò più... mi sono bastati i commenti dell'amico Valle... :cool:

Le "verità" effettive che fuoriescono dalla scrittura automatica sono, a mio parere, poco più di nulla... qui la psiche la fa quasi sempre da padrona. Certo non è da escludersi un vero intervento del piccolo Samuele ucciso a Cogne, ma lo psichismo collettivo, in quel momento ha probabilmente innescato il fenomeno. Innescato quasi sicuramente da te, con una tua retrocognizione sul fatto in questione che non tiene mai in considerazione il tempo e gli anni trascorsi a cui alludi (quattro), ma alla particolarità psichica del memento. Un'ipotesi che spesso si rincorre per "spiegare" casi del genere, è quella della quarta dimensione per la quale il passato e il futuro esisterebbero in una dimensione spaziale da noi percepita come tempo e il sensitivo (tu in questo caso...) potrebbe attingere al passato, nella fattispecie alla morte del piccolo Samuele, ma pure alla precognizione, ovvero al futuro, in parte spesso inesatto per le sue innumerevoli varianti. Sto includendo pure il destino, ma questa è tutt'altra storia...
Un saluto.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vi racconto le mie esperienze 2 Mesi 4 Settimane fa #3

  • roland
  • Avatar di roland
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 82
  • Ringraziamenti ricevuti 8
  • Karma: 1
se ci pensate,questi fenomeni che alcuni trattano come provenienti dalla psiche,altri li attribuiscono allo spiritismo ecc...
potrebbero avere un'origine totalmente sconosciuta e magari assolutamente estranea a tutto quello che possiamo immaginare o addirittura potremo mai immaginare.
questa ipotesi mi martella da un po' di tempo.
a volte mi sembra di essere come una formica in uno di quei formicai fatti di vetro e sabbia,avete presente?
una sorta di esperimento,gioco,oggetto di studio da parte di qualcuno che ci osserva e forse ogni tanto interferisce con le nostre vite….una formica avrà mai la coscienza della sua condizione(nel vetro)?
saprà che esistono altre formiche in un posto come la Terra?
verrà mai a sapere che nemmeno chi la osserva e l'ha imprigionata conosce al pieno la sua condizione?
oltre la teca c'è il mondo,l'universo,forse altre dimensioni….
a questo punto,perchè siamo in grado di chiederci certe cose se non ci fosse la possibilità,anche remota di capirci qualcosa?
scusate se risulta ot.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

vi racconto le mie esperienze 2 Mesi 3 Settimane fa #4

  • cass2
  • Avatar di cass2
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 4
  • Karma: 0
Grazie delle risposte, ho letto attentamente i vostri pareri e sono molto interessanti, mi piace molto l'idea di parlarne con altre persone che possano aiutarmi a capire tante cose che ignoro o che mi aiutino ad approfondire argomenti che avevo momentaneamente chiuso dentro di me.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.670 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.