IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti

Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti 4 Mesi 2 Settimane fa #1

  • Stefano Feruglio
  • Avatar di Stefano Feruglio
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 81
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 0
Ciao a tutti. Sono nato negli anni 70 e la mia vita è sempre stata basata sulla razionalità, sulla logica, statistica, fisica ecc... Non sono credente. Cioè non credo in un Dio specifico o quello inteso dalle Religioni. Mai e poi mai avrei pensato di scrivere in un forum tipo questo. Ora io vorrei raccontare per integrale tutta una faccenda, ma vorrei prima capire: Qui c'è qualcuno che mi può aiutare? Intendo uno che ne sa più di quello che penso di avere capito io... Oppure se io inizio a raccontare per la maggiore ci saranno persone che mi derideranno, faranno battute ecc... ???
Io mi sento di partire in questo modo: Mi sono documentato sulle tavole Ouija, molti sostengono che siano pericolose, molti non ci credono ecc....
Io ho visto dei video su Youtube e non posso pensare che siano tutte bufale... Io infatti ora penso che non lo siano. Ma andando oltre a questo concetto di tutto quello che riguarda le regole della tavola, di chi si contatta ecc.... Tecnicamente stiamo parlando di un mezzo di comunicazione con il quale consciamente delle persone tentano un contatto... Perchè di fatto si tratta di cercare un contatto. Come definireste queste persone? Definireste pericoloso il loro intento? Grazie.

Beh allora io chiederei successivamente: In relazione a quanto sopra, come definireste invece una persona che non usa nessuna tavola perchè non cerca dichiaratamente e consciamente nessun contatto ma riesce a percepire in una stanza vuota un senso di squilibrio... Che corrisponde alla consapevolezza di non essere soli... Come definireste una persona che percepisce la volontà altrui di comunicare e che è in grado di porre le domande semplicemente pensandole e può ricevere le risposte semplicemente in base allo spostamento di alcuni piccoli oggetti? Ovvero se costui avesse una tavoletta davanti, il puntatore si sposterebbe da solo ma senza la necessità di porci sopra il dito... Di questo che pensereste??? Cioè questa cosa sarebbe una seduta spiritica obbligatoria??? la definireste pericolosa? Come definireste tale persona? Grazie 1000 se qualcuno vorrà rispondere...
xxx
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti 4 Mesi 2 Settimane fa #2

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1552
  • Ringraziamenti ricevuti 427
  • Karma: 29
Io direi che questa ipotetica persona si troverebbe già in una situazione così eccezionale e straordinaria, che probabilmente la tavola Ouija non produrrebbe cambiamenti poi tanto significativi nella sua vita.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti 4 Mesi 2 Settimane fa #3

  • Stefano Feruglio
  • Avatar di Stefano Feruglio
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 81
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 0
Penso tu mi possa aiutare. Io ho sentito che non ero solo. Da giorni giravo per casa da solo (non casa mia, o meglio dove non ci abito da anni) e mi sentivo come un gatto... insofferente. C'erano particolari luoghi di casa che mi innervosivano... non so quale fosse il motivo... ma proprio il fatto dal sentirmi come tradito dalla vista.... cioè non vedevo quello che però in realtà sentivo... poi ho capito che era solo un desiderio di comunicare ed ho accettato... ma non volevo risposte... però ho fatto una domanda pensandola e mi è arrivata la risposta... Ma in un modo non spiegabile dalla fisica o dalla matematica o dalla razionalità....
All'interno della mia famiglia ci sono alcuni retroscena non nuovi a fenomeni di questo tipo, ma io ho sempre cercato di starne fuori... Solo che è la medesima razionalità di prima che ora ti deve obbligare a cambiare visione.... se cambi visione poi però cambia tutto... Grazie per la risposta.

Poi aggiungo che nel momento in cui io ho come dire acconsentito... il mio pensiero era come aperto... era leggibile. Una sensazione davvero particolare. Ti accorgi che non puoi mentire, che non ha più senso... Ma più di tutto è come mi è stata inviata la risposta... poteva inviarmela come voleva perchè sentivo la sua forza... Se avessi chiesto risposte tipo si rompi un piatto e no rompi un bicchiere.... so che lo avrebbe fatto... cioè che poteva farlo.... Però sentivo che non voleva farmi del male... voleva solo farmi capire che mi sbagliavo su come la pensavo e che alla fine della vita c'è altro... (almeno io così ho inteso). A quel punto ho mollato e sono uscito a pigliare una boccata d'aria... Grazie.
xxx
Ultima modifica: 4 Mesi 2 Settimane fa da Stefano Feruglio.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti 4 Mesi 2 Settimane fa #4

  • ParanormalStudio Emiliano
  • Avatar di ParanormalStudio Emiliano
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 1815
  • Ringraziamenti ricevuti 434
  • Karma: 19
Stefano Feruglio ha scritto:
Ora io vorrei raccontare per integrale tutta una faccenda, ma vorrei prima capire: Qui c'è qualcuno che mi può aiutare? Intendo uno che ne sa più di quello che penso di avere capito io... Oppure se io inizio a raccontare per la maggiore ci saranno persone che mi derideranno, faranno battute ecc... ???

Diciamo che su questo dipende cosa ti aspetti e cosa sei disposto a sentirti dire. Di certo, non sono ammesse prese in giro, ma tu sei disposto anche a sentirti dire che ti sei immaginato tutto? Questa non sarebbe una presa in giro, semplicemente un'opinione valida tanto quanto chi ti direbbe che hai davvero capacità particolari. Quindi bisogna anche capire se sei disposto ad accettare tutti i pareri, da quelli che più ti aggradano a quelli che meno ti aggradano, o se cerchi solo conferma a qualcosa che già mi pare sei abbastanza convinto stia accadendo. Nel primo caso hai fatto bene a scrivere qui, nel secondo potresti avere dei problemi nella discussione.

Detto questo, non ho ben capito il tuo caso. Fammelo riassumere in poche parole e dimmi se ho capito bene. Stai affermando che in un momento di particolare apatia della tua vita ti sei sentito bisognoso di comunicare con qualcosa o qualcuno (forse per volere di questo qualcosa o qualcuno) e ci sei riuscito ponendo domande mentalmente e ricevendo risposte sempre mentalmente. E' corretto?

Se il mio riassunto è corretto, il mio parere è che è dura stabilire se davvero hai avviato un contatto tramite particolari doti sensitive, oppure se "ti sei fatto una domanda e ti sei dato una risposta da solo". Puoi farci un esempio di domanda e risposta che hai ricevuto? Così da poter inquadrare la cosa.
Paranormal Studio è un progetto Hunters 12.

Il nostro sito:www.hunters12.com/paranormal
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti 4 Mesi 2 Settimane fa #5

  • Stefano Feruglio
  • Avatar di Stefano Feruglio
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 81
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 0
ParanormalStudio Emiliano ha scritto:
Stefano Feruglio ha scritto:
Ora io vorrei raccontare per integrale tutta una faccenda, ma vorrei prima capire: Qui c'è qualcuno che mi può aiutare? Intendo uno che ne sa più di quello che penso di avere capito io... Oppure se io inizio a raccontare per la maggiore ci saranno persone che mi derideranno, faranno battute ecc... ???

Diciamo che su questo dipende cosa ti aspetti e cosa sei disposto a sentirti dire. Di certo, non sono ammesse prese in giro, ma tu sei disposto anche a sentirti dire che ti sei immaginato tutto? Questa non sarebbe una presa in giro, semplicemente un'opinione valida tanto quanto chi ti direbbe che hai davvero capacità particolari. Quindi bisogna anche capire se sei disposto ad accettare tutti i pareri, da quelli che più ti aggradano a quelli che meno ti aggradano, o se cerchi solo conferma a qualcosa che già mi pare sei abbastanza convinto stia accadendo. Nel primo caso hai fatto bene a scrivere qui, nel secondo potresti avere dei problemi nella discussione.

Detto questo, non ho ben capito il tuo caso. Fammelo riassumere in poche parole e dimmi se ho capito bene. Stai affermando che in un momento di particolare apatia della tua vita ti sei sentito bisognoso di comunicare con qualcosa o qualcuno (forse per volere di questo qualcosa o qualcuno) e ci sei riuscito ponendo domande mentalmente e ricevendo risposte sempre mentalmente. E' corretto?

Se il mio riassunto è corretto, il mio parere è che è dura stabilire se davvero hai avviato un contatto tramite particolari doti sensitive, oppure se "ti sei fatto una domanda e ti sei dato una risposta da solo". Puoi farci un esempio di domanda e risposta che hai ricevuto? Così da poter inquadrare la cosa.


Innanzitutto ringrazio per le risposte. Tornando a quello che dicevo nel primo post, mi rendo conto che qui forse si può parlare, quindi ritengo di potermi esprimere in maniera più chiara. Desidererei solo che il mio post fosse rimesso nella sezione "Spiritismo, fantasmi e infestazioni" cioè dove lo avevo postato io originalmente e NON in fenomeni psichici. Ringrazio se mi potete accontentare.
Primariamente intendo sottolineare che io non voglio convincere nessuno, cioè l'intento di questo mio post non è tentare di persuadere qualcuno sull'esistenza o meno di alcuni fenomeni... Io vorrei capire o essere aiutato a capire, quindi se il 99% delle persone leggendo penseranno a delle idiozie, allucinazioni, sogni ecc... io lo comprendo benissimo e la cosa non mi disturba affatto...
Ti rispondo: Si, io sono disposto a sentirmi dire anche che mi sono immaginato tutto... Io accetto tutti i pareri. Non cerco affatto una conferma ad un qualcosa al quale io ho già a priori deciso di credere... Quindi ritengo di avere fatto bene a scrivere qui... perchè penso di essere nel secondo caso.
Per quello che riguarda il mio caso, beh la faccenda è un po' più complessa di come la ho esposta... Questo è un episodio culmine capitato, ma che e stato preceduto da diversi altri episodi "minori".... In pratica non è corretto pensare che come hai detto tu "in un giorno particolare della mia vita....ecc".

Prima ho scritto che io non voglio convincere nessuno... In realtà l'unica persona che voglio convincere sono io stesso: Ma di che mi voglio convincere??? Mi voglio convincere di non essere pazzo o di non stare impazzendo... Già perchè pensi anche a quello, però nel mio caso le cose cambiano perchè questo episodio culminante è avvenuto (contrariamente si suole pensare a tutt'altro contesto) in pieno giorno, in una stanza illuminatissima, con due persone che hanno assistito e testimoniato esattamente quello che sostengo io... In più ho pure avuto la geniale idea di immortalare l'accaduto con delle fotografie...

Detta così la situazione un po' cambia... Io desidero si dell'aiuto ma ho del timore ad esporre chiaramente i fatti perchè per il momento ci tengo a mantenere una certa privacy sulla mia persona. Queste cose che sto scrivendo le sanno 4/5 persone.... però non vorrei mai che qualcuno di questi o altri miei conoscenti per caso si imbattano in un post tipo questo e per via delle descrizioni possano ricondurre il fatto alla mia persona. Almeno non per il momento.
Quindi se io parlo di una mela che cade (potrebbe essere pure una pera, ma la sostanza non cambia) intendo o proprio una mela o un qualcosa di analogo.... Per i vari episodi che ho vissuto non vado tanto a sottilizzare su alcuni particolari che (io) ormai ritengo irrilevanti....

In pratica negli ultimi anni la mia famiglia ha subito molte perdite... In prossimità di queste disgrazie (morti non violente) si sono ripetute delle coincidenze che mi venivano raccontate dai miei familiari... io ascoltavo però si trattava solo di cose che capitavano agli altri.... quindi poi sia per il fatto di volerne stare fuori sia per il fatto che c'è sempre il dubbio non ho mai voluto scavare... Quindi in pratica sostanzialmente le "coincidenze" erano tipo che ogni volta che si stava per verificare una disgrazia (che poi regolarmente si verificava) cadeva un quadro... Sempre lo stesso. Nel mio caso il quadro è un altro oggetto...
Dopo la quarta o quinta volta una sera di circa 7/8 anni fa all'improvviso (ero in compagnia di amici) mi è caduto un oggetto che portavo al collo e che apparteneva o simboleggiava un mio caro deceduto da anni. Li mi sono sentito gelare, i miei amici si sono accorti del mio stato di pallore. Sono passato in un paio di secondi da uno stato di rilassamento ad uno stato di ansia, di insicurezza. Premetto che tale catenina quando immediatamente sono andato a raccoglierla era chiusa... Cioè mi è uscita dal collo cadendo verso il basso senza sfilare la testa e senza aprirsi... Ora uno può dire che la catenina si è aperta e cadendo si è richiusa... Io questo discorso lo accetto ed in effetti è il medesimo che mi hanno fatto i miei amici. Solamente che loro lo hanno fatto un po' sbeffeggiandomi... al che io ero comunque sicuro che o era successo qualcosa di brutto o sicuramente sarebbe successo da li a poco... In un mix di ansia nervosismo ed inquietudine io ho tentato di spiegare ai miei amici che all'interno della mia famiglia queste cose erano abbastanza "tollerate" (in particolare non da me) e ho raccontato che mi sembrava per esempio al quanto strano che in una casa ci sia un quadro ed ogni volta che capita una disgrazia questo cada sempre senza motivo, senza che si stacchi il chiodo ecc.... Chiaramente la cosa è stata presa sotto gamba dai miei amici i quali hanno continuato a non dare peso alla cosa.... Io ero a migliaia di chilometri di distanza e due giorni dopo vengo a sapere della morte (avvenuta 2 giorni prima) di un altro parente. Di istinto chiedo se qualcuno mi poteva dire la posizione del quadro... Dentro di me la risposta la sapevo già poteva essere solo una: Il quadro era caduto.

A questo punto ho aperto Google ed ho iniziato a sfogliare alcuni concetti di statistica... Io posso supporre che se per esempio segna il Milan (o la squadra che volete) e un quadro a casa mia cade sia una coincidenza. potrebbe esserci una possibilità su 100 mila che accada, oppure una su mille o magari una su cinquanta. Ma mettiamo anche che ci sia una possibilità su 15 che segnando il Milan cada un quadro. Se lo stesso quadro ricade altre 5/6 volte di seguito SOLO se segna il Milan.... Beh qui stiamo parlando di una possibilità su quindici elevato alla sesta che in pratica fornisce meno di una possibilità su 11 MILIONI... Ma siamo partiti da 1 possibilità su 15 (che per conto mio è bassissima) se invece fosse una su 50 ci troveremo a dover elevare 50 alla sesta... Non penso serva andare oltre. Da quel momento la mia stessa razionalità mi ha fatto capire che non potevano essere solo coincidenze semplicemente per un fattore matematico... la probabilità che si tratti di coincidenze di fronte a numeri così impressionanti è pressochè impossibile....

Usando l'intelletto ho iniziato a pensare che se cambiano i parametri del ragionamento, forse è meglio cambiare modo di pensare e quindi ho ripulito tutta la mia mente da qualsiasi preconcetto.... nel primo post ho scritto chiaramente che sono interessato a capire e a delle persone che ne sanno più di me su questo argomento.... Io sto scrivendo qui per sapere di più ma non significa che non so nulla.... Quindi mi sono documentato sulla fisica quantistica, su esperienze di premorte ecc....Da una parte la scienza non concepisce la vita dopo la morte, ma dall'altra non riesce nemmeno ad affermare che non esiste. La scienza dice solo che ad un certo punto il corpo umano muore. Si sa che se si danneggia il cervello il corpo ne risente..... Ma la scienza non è ancora in grado di stabilire dove risiede la coscienza... Ci sono degli articoli riguardanti la fisica quantistica che sostengono (in parole povere) la possibilità che la coscienza sia racchiusa in parti microscopiche dei neuroni chiamate microtuboli i quali continuano ad esistere anche dopo il decesso e la decomposizione del corpo.....
Mi chiedo siamo sicuri che la nostra coscienza ed il nostro corpo non siano 2 cose indipendenti, cioè che interagiscono.... ma che la coscienza possa esistere a prescindere???

Se prendiamo una persona e la mettiamo in una stanza e gli chiediamo di descrivere la stanza (o un prato o un qualsiasi luogo)... Tale descrizione non potrà mai corrispondere alla stanza reale perche la descrizione è solo la soggettiva percezione della persona... Un daltonico la descriverebbe diversamente... Un sordo pure.... Le onde elettromagnetiche della televisione noi non le vediamo ma però ci sono... Giusto? Un cane, avrà udito ed olfatto differente quindi per lui la stanza risulterà diversa... Un pipistrello che è dotato di sonar anche se cieco potrebbe individuare nella medesima stanza un insetto ecc.....
Quindi noi umani (inteso come soggetti sani) con i nostri 5 sensi pretendiamo che la nostra percezione di un qualcosa corrisponda alla realtà??? Mi sembra strano, assurdo. più che i 5 sensi secondo me l'uomo ha una percezione globale delle cose, poi negli ultimi millenni forse l'uomo ha deciso di fidarsi solo dei 5 sensi lasciando che altri sensi perdessero di efficacia nel non usarli... Sono solo ipotesi...
Ora io penso che da questo post possano uscire molte teorie e posso anche raccontare altri episodi intermedi... capitati, però voglio prima chiarire quello che quel giorno mi è capitato...

Sostanzialmente dopo la settima volta (giuro non so più nemmeno se siano di più) che il quadro è caduto ed io ero in casa in quel periodo (ma non vivo più li da molti anni) seguendo un consiglio sbagliato ho tolto il quadro perchè secondo la sua logica togliendo il quadro il problema si sarebbe risolto... Invece io avevo cercato di spiegare che secondo me il quadro era solo un mezzo per comunicare... e siccome ormai quello faceva colpo, la comunicazione sarebbe continuata in quel modo.... Togliendo il quadro non si sarebbe fatto altro che incitare la ricerca di un altro sistema per comunicare... Io comunque continuavo a dire che all'interno di quella casa ed in particolare in una stanza c'era un'altra coscienza... la sentivo, mi sentivo osservato...ecc..Ma parlo di una coscienza intelligente, interattiva, pronta, veloce, energica. Infatti nel giro di due giorni (ero da solo in casa) e stavo solo aspettando che capitasse altro.... In pratica nel lasso di mezzora ho trovato un oggetto che era posizionato dall'altra parte della stanza (e che per giorni non ci sarebbe stato motivo alcuno di spostare) esattamente di fronte a dove avrebbe dovuto stare il quadro che avevo tolto... Io sentivo che l'intento era quello di farmi capire che non potevo averla vinta e di lasciarmi andare ed accettare... A quel punto ho chiamato due persone (una delle quali abbastanza efferata in materia) e ho spiegato l'accaduto. Ho anche aggiunto che proprio quel determinato luogo della casa mi innervosiva... La persona efferata mi ha detto che pure a lei sembrava che l'intensità della situazione stesse aumentando..... A me pareva di percepire un aria simile a quella che si taglia con un coltello... Alla fine la persona efferata (che comunque ha sempre cercato di stare come me al di fuori di determinate situazioni) mi ha detto: dai fai una domanda! Io sul momento non avevo afferrato bene il concetto e stupidamente ho chiesto come fare la domanda, a chi??? Mi ha detto falla come vuoi... pensala solamente... A quel punto io mi sono fatto coraggio (ero un po' innervosito), mi sono concentrato guardando fisso quella zona della stanza che più mi dava fastidio e ho chiesto una cosa che mi è uscita di getto, forse provocatoria. Mi è arrivata la risposta istantanea tramite un disegno, geometrico perfetto tracciato con estrema precisione. Un disegno che esprimeva chiarissimamente la risposta alla mia domanda, ma più di 1000 frasi.... La risposta era quella che io immaginavo. Ma per il momento non desidero dire chiaramente la domanda, la risposta e dove/come esattamente sia stata disegnata. Il concetto che ne ho tratto io è stato comunque positivo, cioè una risposta positiva...

Un esempio simile del tutto ma che mi avrebbe impressionato molto meno potrebbe essere:
Io voglio domandare: (cioè lo penso in modo intenso come se mi rivolgessi a qualcuno che so benissimo in grado di intendere e volere) C'è qualche aspetto della mia persona che ti infastidisce? E a quel punto vedo che su un foglio prima completamente bianco si materializza un disegno a biro o matita o pennarello... (ma a scrivere non c'è nulla) di Paperon De Paperoni come a significare che l'avarizia non è una bella cosa... Poi tu quel foglio lo puoi fotografare, conservare, ecc.... resta di fatto che un foglio che prima era bianco porta un disegno fatto a biro che risponde alla tua domanda, che si è materializzato davanti a te, che hai fotografato mentre si materializzava (non ho pensato di fare un video con un telefono moderno, ho scattato solo 4 foto con un vecchio cellulare che comunque viste al PC mi fanno capire che non sono pazzo) in più con due persone alla luce in pieno giorno che confermano il tutto.....

Io ho fatto l'esempio del foglio..... (qui non sto minimamente prendendo in considerazione trucchi ecc...) ma dico che è meno impressionante perchè quello che realmente è capitato oltre a restare un dato di fatto, (cioè ho il disegno come sul foglio) in più ha il fatto che nella sua realizzazione ha infranto tutte le leggi della fisica, della gravità.... Uno scienziato direbbe che una cosa del genere è impossibile. Io ho iniziato il post parlando delle tavole Ouija appunto perchè se ne avessi avuta una (che non mi sogno di usare) sul tavolo, sono sicuro si sarebbe mossa da sola.... Grazie a tutti.

Scusa ho riletto solo ora:
"Detto questo, non ho ben capito il tuo caso. Fammelo riassumere in poche parole e dimmi se ho capito bene. Stai affermando che in un momento di particolare apatia della tua vita ti sei sentito bisognoso di comunicare con qualcosa o qualcuno (forse per volere di questo qualcosa o qualcuno) e ci sei riuscito ponendo domande mentalmente e ricevendo risposte sempre mentalmente. E' corretto?"

NO NO le risposte non sono per nulla mentali.... Anzi vanno oltre le leggi della fisica. parlo di spostamenti. Di mutazioni. Ecco mi viene questo esempio: immagina di avere una bella palla di pongo sul tavolo e le risposte le ricevi semplicemente perchè il pongo si affloscia (inspiegabilmente da solo) e si dispone sul tavolo creando un disegno, una scritta o quello che sia.... Il livello che intendo è questo.
xxx
Ultima modifica: 4 Mesi 2 Settimane fa da Stefano Feruglio.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti 4 Mesi 2 Settimane fa #6

  • ParanormalStudio Emiliano
  • Avatar di ParanormalStudio Emiliano
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 1815
  • Ringraziamenti ricevuti 434
  • Karma: 19
Ora mi è più chiaro, anche se all'inizio continuavo a non capire perché chiedevi di mettere il posto sotto l'argomento spiritismo, giacché parlavi di premunizioni e segnali che non indicavano necessariamente la presenza di uno spettro. Non stavo considerando quindi la tua richiesta fin quando per fortuna ti sei sbottonato un po' di più e hai finalmente spiegato che a tuo avviso sia questa entità a mandarti i segnali tramite la caduta di oggetti. Dunque correggerò topic e titolo.

Per il resto che dire, finché parlavi di "se capita una specifica cosa tutte le volte che segna il milan vuol dire qualcosa", si poteva anche obiettare su quante volte fosse capitato (senza accorgersene) anche quando non segnava il milan. Per aver senso quella cosa dovrebbe accadere sempre ed avere la certezza che solo ed esclusivamente in quell'occasione accade. C'è chi dice di vedere ovunque un determinato numero, il punto è che di numeri ne vede a centinaia ma si accorge sempre e solo di quello per cui è fissato, così da poter dire "tutte le volte che vedo un numero, è quello; non può essere una coincidenza". Quindi la domanda sarebbe stata: l'oggetto in questione è caduto sempre, immancabilmente ed esclusivamente in quelle circostanze, e c'è modo di dire con assoluta certezza che non è accadute al di fuori di questo "immancabilmente ed esclusivamente"?

Certo però, mettersi a fare queste obiezioni e osservazioni risulta stupido ed inutili quando poi ci dici che di punto in bianco viene scritto o disegnato qualcosa, che sia su un foglio o un muro. Sarebbe fare le pulci su un briciolo di sabbia di una intera spiaggia. Hai pienamente ragione a dire che in questo caso fornire una foto di prova sarebbe inutile, semmai sarebbe interessante vedere un video di quanto accade; è l'unico modo per poter renderci in qualche modo partecipi, a meno che quello che vuoi è solo documentare la cosa che però reputi troppo personale per essere condivisa (ma a questo punto purtroppo mi pare normale che non potremo coglierla ed apprezzarla).
Paranormal Studio è un progetto Hunters 12.

Il nostro sito:www.hunters12.com/paranormal
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti 4 Mesi 2 Settimane fa #7

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1552
  • Ringraziamenti ricevuti 427
  • Karma: 29
Ciao Stefano,

intanto ti dico che ho letto volentieri i tuoi racconti e che in qualche modo mi hanno catturato, se non altro per il modo che hai di spiegarti, che ho trovato piacevole.
Per quanto riguarda la fenomenologia in sè, hai riportato fatti di natura diversa, su alcuni dei quali sono in generale d'accordo con te e su altri lascio un punto di domanda.
Confermo che una catenina che cade dal collo e viene ritrovata agganciata a terra, non è lontanamente ragionevole pensare che possa essersi richiusa da sola cadendo. E' un fatto che sfida le leggi della fisica. Posso immaginare un lucchetto che, cadendo, possa richiudersi. Questo perché il suo raggio di movimento, seppure di 360° è comunque limitato. Ma una catenina, quando si apre, si apre del tutto e i due capi della catena se ne vanno per i fatti propri, inoltre c'è una molla che tiene il gancio chiuso, quindi non vedo come possa succedere.

Confermo anche che il fenomeno del quadro, se così come da te riportato, è altamente fuori da ogni probabilità ragionevole.

Dirti però se questo significa che qualcuno o qualcosa voglia comunicare con te, non è nelle mie possibilità. Certo la sensazione d'essere osservato, guardato, il sentire qualcuno in un luogo, si può anche spiegare in termini psicologici, ma non è detto che non ci siano altre spiegazioni.
Quindi la mia personale risposta è che è meglio che tu segua la strada che ritieni di dover seguire, senza necessariamente esser vincolato al razionale, alla statistica o alla matematica.
Mantieni comunque uno sguardo critico su ciò che succede e non lasciarti trascinare in un vortice destabilizzante.
Cerca, come hai fatto oggi, sempre l'opinione di un terzo per capire se anche altri siano inclini a pensarla come te, ma alla fine non so se si potrà mai dare una risposta definitiva a situazioni come questa.
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti 4 Mesi 2 Settimane fa #8

  • KitCarson1971
  • Avatar di KitCarson1971
  • Online
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 265
  • Ringraziamenti ricevuti 43
  • Karma: 0
Ciao Stefano. Almeno per quanto mi riguarda sfondi una porta aperta. Anche se tutto ciò che affermi fosse una boutade. Ho visto troppe cose strane per non affermare a convalida ciò che dici. Rimane come sempre (purtroppo...) la causa fondamentale e sicura alla quale fare riferimento, e cioè: da dove arriva, perchè e come si compone tutto ciò? E' questa una domanda da sempre ricercata e che necessariamente non può trovare una vera inattaccabile sicura matrice.

Se ne osservano solo le cause e le spiegazioni latitano. Di certo rimangono i fatti e le testimonianze come la tua, la quale a mio avviso "dovrebbe" basarsi molto sulla telepatia che, di per sè è già un fenomeno paranormale. La usavo (molto stupidamente) sui 13/14 anni, facendo voltare verso di me le persone che mi precedevano, fissandole in un punto preciso della loro nuca, intimando loro di girarsi, con questo facevo ridere i miei compagni di giochi. Abusavo di questo, molto stupidamente, ripeto. Ma questo già allora mi provava che le nostre facoltà vanno oltre le spiegazioni convenzionali. Ti esorto quindi a non temere queste "manifestazioni", anzi, se ti va, prova ad ampliarle.
Un saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti 4 Mesi 2 Settimane fa #9

  • Stefano Feruglio
  • Avatar di Stefano Feruglio
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 81
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 0
valle ha scritto:
Ciao Stefano,

intanto ti dico che ho letto volentieri i tuoi racconti e che in qualche modo mi hanno catturato, se non altro per il modo che hai di spiegarti, che ho trovato piacevole.
Per quanto riguarda la fenomenologia in sè, hai riportato fatti di natura diversa, su alcuni dei quali sono in generale d'accordo con te e su altri lascio un punto di domanda.
Confermo che una catenina che cade dal collo e viene ritrovata agganciata a terra, non è lontanamente ragionevole pensare che possa essersi richiusa da sola cadendo. E' un fatto che sfida le leggi della fisica. Posso immaginare un lucchetto che, cadendo, possa richiudersi. Questo perché il suo raggio di movimento, seppure di 360° è comunque limitato. Ma una catenina, quando si apre, si apre del tutto e i due capi della catena se ne vanno per i fatti propri, inoltre c'è una molla che tiene il gancio chiuso, quindi non vedo come possa succedere.

Confermo anche che il fenomeno del quadro, se così come da te riportato, è altamente fuori da ogni probabilità ragionevole.

Dirti però se questo significa che qualcuno o qualcosa voglia comunicare con te, non è nelle mie possibilità. Certo la sensazione d'essere osservato, guardato, il sentire qualcuno in un luogo, si può anche spiegare in termini psicologici, ma non è detto che non ci siano altre spiegazioni.
Quindi la mia personale risposta è che è meglio che tu segua la strada che ritieni di dover seguire, senza necessariamente esser vincolato al razionale, alla statistica o alla matematica.
Mantieni comunque uno sguardo critico su ciò che succede e non lasciarti trascinare in un vortice destabilizzante.
Cerca, come hai fatto oggi, sempre l'opinione di un terzo per capire se anche altri siano inclini a pensarla come te, ma alla fine non so se si potrà mai dare una risposta definitiva a situazioni come questa.

Ti ringrazio per la risposta... Ci sono altre cose... Un membro della mia famiglia al quale ero attaccato e dal quale discendo in maniera diretta tecnicamente era un sensitivo. E' mancato 2 anni fa. Non è morto all'improvviso..... in ospedale ci avevano detto che sarebbe durato poco. Io a quel punto (stiamo parlando di circa un anno prima di quanto detto sopra)... lo sapevo che sarebbe successo qualcosa... Infatti ho osservato in dettaglio tutti gli oggetti in casa ed il loro posizionamento... Quando per telefono mi hanno avvisato della sua morte, io mi sono recato all'ospedale. Solo che prima ho voluto fare un giro per tutta la casa: 2 cose ho notato: Un oggetto che prima stava in una posizione verticale ribaltato (ma non dalla parte dove naturalmente sarebbe dovuto cadere, ma dalla parte opposta... poi ho visto un enorme lampadario che 10 minuti prima era spento e che non accendiamo mai... acceso.... il mio sguardo è stato attratto da un lampadario acceso in una stanza con le finestre spalancate già di per se luminosa.... in pratica mi è sembrato come se volesse salutarmi e dirmi di non preoccuparmi affatto... perchè io questo ho intuito dalla luce che ho visto.... Prima il lampadario era spento. Ne sono sicuro al 100%. Beh io non penso che questo membro della mia famiglia fosse pazzo... magari non ci andavo molto d'accordo ma mi voleva un gran bene... Qualsiasi genere di attività da sensitivo la ha condotta in maniera da autodidatta... senza chiedere un soldo. Era una persona al tempo abbastanza conosciuta sotto questo aspetto...Ora io mi chiedo, vi chiedo? Secondo voi una persona pratica sedute spiritiche per 30 e passa anni senza ottenere alcun risultato??? Dai chi lo farebbe. Se lo faceva vuol dire che otteneva ciò che desiderava.... in vita mi ricordo da bambino di aver trovato un registratore e schiacciando play ho sentito la sua voce che chiedeva un contatto con degli spiriti. Ero un bambino e li ho chiuso il registratore... in pratica usava la metafonia oltre 40 anni fa.... In vita questa persona mi aveva sempre detto di tenere a mente 2 numeri... Non capivo perchè me lo dicesse ma me lo aveva ripetuto spesso... Esempio 6 e 16 (non sono questi). In pratica la vita sua e del suo partner era stata segnata da quei 2 numeri ma proprio in tutto... dalla data di morte, al numero civico... Tutto è sempre ruotato attorno a quei 2 numeri... Beh l'episodio citato in precedenza è capitato il (sempre esempio) giorno 06-06-2016. Guarda caso il giorno dell'anniversario del loro matrimonio e di fronte alle 3 persone più care che avevano... Chiaramente sperimentando sulla propria pelle certe cose (ma ne anche molte altre minori o simili) poi la visione di tutte le cose tende a cambiare... Io vorrei capire, però so anche che se sono voluto sempre stare fuori è perchè dal mio punto di vista se entri in queste cose poi non ne hai più la possibilità di uscire... Solo che io non ci volevo entrare, ma ci sono finito dentro per caso o tirato per i capelli.... Grazie a tutti.
xxx
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti 4 Mesi 2 Settimane fa #10

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1552
  • Ringraziamenti ricevuti 427
  • Karma: 29
Sai, Stefano, circa il fatto che una persona possa dedicare trent'anni della propria vita ad una pratica dai dubbi risultati non mi sorprenderebbe. Non sto dicendo che fosse così per il tuo parente, ma se la mettiamo su questo piano, che cosa dovremmo dire delle tante religioni diverse e spesso incompatibili tra di loro, praticate dai popoli? Se una persona è credente per un'intera vita, si suppone che abbia avuto la prova di ciò in cui crede, secondo il ragionamento che hai fatto.
Ma spesso sappiamo che così non è, altrimenti i vari "credo" dovrebbero essere tutti veri, e già questo sarebbe una contraddizione.
Rispetto il tuo stupore di fronte a certi fenomeni vissuti, e ripeto che non sono in grado di dare delle risposte. Ma lo dico sul serio, non perché non abbia voglia di prendere una posizione. Semplicemente non so dare delle risposte.
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : ParanormalStudio Emiliano

Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti 4 Mesi 2 Settimane fa #11

  • Stefano Feruglio
  • Avatar di Stefano Feruglio
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 81
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 0
KitCarson1971 ha scritto:
Ciao Stefano. Almeno per quanto mi riguarda sfondi una porta aperta. Anche se tutto ciò che affermi fosse una boutade. Ho visto troppe cose strane per non affermare a convalida ciò che dici. Rimane come sempre (purtroppo...) la causa fondamentale e sicura alla quale fare riferimento, e cioè: da dove arriva, perchè e come si compone tutto ciò? E' questa una domanda da sempre ricercata e che necessariamente non può trovare una vera inattaccabile sicura matrice.

Se ne osservano solo le cause e le spiegazioni latitano. Di certo rimangono i fatti e le testimonianze come la tua, la quale a mio avviso "dovrebbe" basarsi molto sulla telepatia che, di per sè è già un fenomeno paranormale. La usavo (molto stupidamente) sui 13/14 anni, facendo voltare verso di me le persone che mi precedevano, fissandole in un punto preciso della loro nuca, intimando loro di girarsi, con questo facevo ridere i miei compagni di giochi. Abusavo di questo, molto stupidamente, ripeto. Ma questo già allora mi provava che le nostre facoltà vanno oltre le spiegazioni convenzionali. Ti esorto quindi a non temere queste "manifestazioni", anzi, se ti va, prova ad ampliarle.
Un saluto

Grazie, scusa... se ne hai voglia mi potresti fare degli esempi di fenomeni che ti sono capitati?
xxx
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti 4 Mesi 2 Settimane fa #12

  • Stefano Feruglio
  • Avatar di Stefano Feruglio
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 81
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 0
Ti ringrazio per l'aiuto che stai cercando di darmi. Io potrei raccontare altri fatti più o meno simili ai precedenti, però dal mio punto di vista non avrebbe senso... Penso che vedendo una bottiglia di un litro sollevarsi da sola sopra ad un tavolo o vedere una bottiglia da dieci litri fare la medesima cosa non sposterebbe di una virgola la mia attenzione dal fatto che una bottiglia non si alza da un tavolo. Indipendentemente dal peso. Quindi la questione è la bottiglia che si alza (e teoricamente non lo dovrebbe fare) non il suo peso o le sue dimensioni... Quindi io mi chiedo: Ma se parliamo o comunichiamo con coscienze intelligenti e reattive... Ma con chi comunichiamo??? Se puoi comunicare con chi è già morto significa che la vita (in senso ampio) non ha fine. Logicamente allora mi viene da pensare che se uno sta su questo mondo ci deve essere un motivo? Le cose tipo il sorgere del sole, le maree non capitano per caso... Quindi il vivere in pratica cosa sarebbe? Non potrebbe essere che il concetto di morte come normalmente viene inteso sia solo una costruzione mentale che l'uomo con la propria cultura si è creato... Sempre più dubbi, pero sempre più certo che vita e morte potrebbero pure essere le due facce della medesima moneta.... Grazie ancora...
xxx
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti 4 Mesi 2 Settimane fa #13

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1552
  • Ringraziamenti ricevuti 427
  • Karma: 29
Sicuramente la nostra conoscienza della realtà che ci circonda è parziale. Proprio ieri ho rivisto un'intervista ad una studiosa di cui non ricordo il nome, la quale sottolineava che la materia come noi la conosciamo, compresi gli aspetti microscopici della materia (atomi, elettroni, ecc.) costituisce probabilmente solo il 5% della materia esistente nell'universo. E di conseguenza tutti i nostri studi e le nostre esperienze riguardano una fetta limitata della realtà. Di tutto il resto gli scienziati hanno a volte degli "indizi", nel senso che ci si rende conto che "i conti non tornano" nelle osservazioni, che manca qualcosa all'appello, per dirla in parole povere.
Tuttavia se potessimo oggi rispondere alle domande che ti stai facendo, sul perché della vita, sulla vita oltre la vita, avremmo in mano la soluzione dei più grandi misteri dell'universo :wink:
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti 4 Mesi 2 Settimane fa #14

  • Stefano Feruglio
  • Avatar di Stefano Feruglio
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 81
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 0
Io ti chiederei allora in modo diretto: Me se tu avessi la convinzione assoluta di aver/poter interagire con una coscienza capace di intendere/volere/esprimersi in modo lucido ed immediato, sarebbe una condizione sufficiente a farti pensare alla vita oltre la vita o saresti portato a cercare qualche altro genere di spiegazione? Te lo chiedo come tua opinione personale, non come concetto generale. Cioè in prima posizione metteresti la vita oltre la vita o cosa? Scusa se mi permetto domande invadenti. Se non voi rispondere capisco e ti rispetto. Ancora grazie.
xxx
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti 4 Mesi 2 Settimane fa #15

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1552
  • Ringraziamenti ricevuti 427
  • Karma: 29
Non considero invadenti queste domande, siamo qui per parlare. Il fatto è che probailmente sarei molto disorientato se mi succedesse qualcosa di simile.
Secondo l'educazione religiosa che ho ricevuto, i morti sono morti e non hanno più coscienza (diversamente dal credo cattolico) fino alla fine del mondo, al ritorno di Cristo, ecc... Secondo questa interpretazione, è facile che ogni manifestazione spiritica sia prodotta da Satana o da altri demoni. Ipotesi che è ammessa anche dai cattolici.
Oggi, in realtà, io non sono più convinto di nessuna di queste dottrine. Quindi, per me, potrebbe essere tutto. Potrebbe trattarsi di trapassati, potrebbero essere spiriti ingannevoli che si spacciano per anime di defunti, potrebbe essere il diavolo, potrebbe essere tutto uno scherzo della mente....
Uso il condizionale perché senza trovarmi in una di queste situazioni è davvero difficile dire che cosa penseri "nel caso in cui..."
Sono domande che mi faccio anch'io.
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'entità comunica e mi da segnali ricorrenti 4 Mesi 2 Settimane fa #16

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 896
  • Ringraziamenti ricevuti 135
  • Karma: 3
...questa discussione sta diventando interessante...leggerò volentieri altre teorie, ipotesi, tesi...
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.940 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.