IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Un'altra vita

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #1

  • dany
  • Avatar di dany
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 136
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 0
Ciao a tutti voi,
come vi avevo detto, vorrei sapere cosa ne pensate dell’argomento della “vita oltre la vita”. Secondo voi è possibile oppure no? Vi è mai capitato di ricevere dei “segnali”, chiari, da un vostro caro che non c’è più (se sì, quali, come)? Avete sentito parlare delle nde?
La mia idea è che… sì, è possibile che la coscienza sopravviva alla morte del corpo fisico e penso che la scienza ad oggi sia in grado di offrirci una “fotografia” soltanto parziale della realtà. Tra l’altro, penso che questi argomenti non siano affatto inconciliabili con la scienza stessa, in particolare con alcune branche della fisica.

Piccoli “segnali” da esseri carissimi che non ci sono più ne ho percepiti, un episodio l’ho già raccontato in un altro post, quindi preferirei sentire voi adesso.

Sulle nde mi sono documentata negli ultimi mesi. Il dato interessante, secondo me, è che le testimonianze provengono da persone di sesso, età, origini, ambiente socio/culturale e credenze religiose diverse ma i racconti sono tutti molto simili e coerenti. Tutti hanno affermato che l’esperienza ha cambiato radicalmente loro stessi e la loro vita, in meglio.
La più parte della scienza, al riguardo, si è espressa riducendo il tutto a semplici reazioni chimiche del cervello, ma c’è molto che non torna in questa spiegazione!... Voi che ne pensate? Conoscete qualcuno, attendibile, che abbia vissuto qualcosa di simile?

Per alcuni tutte queste argomentazioni sono solo illusioni, soprattutto per tutti quegli “scienziati” che ci vogliono “ridotti” a semplici “macchine”, tutte ormoni e reazioni chimiche… Perfino i sentimenti secondo loro sono soltanto questo e nulla o poco di più. Che tristezza!
Forse sbaglio, ma per quanto mi riguarda, a questa visione così grigia e deterministica della realtà, ne preferisco una più aperta…

Dopotutto: “Meglio un ottimista che ha torto, che un pessimista che ha ragione” … (A. Einstein)

Grazie a quanti vorranno esprimersi in merito
Ultima modifica: 9 Mesi 3 Settimane fa da dany.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #2

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1562
  • Ringraziamenti ricevuti 430
  • Karma: 29
Ciao Dany,

considerato che la coscienza stessa dell'essere umano è qualcosa di estremamente complesso e che ancora non è possibile spiegare, direi che non ci sarebbe troppo da stupirsi se questa non andasse completamente distrutta dopo la morte del corpo fisico. Detto in maniera grossolana, così come non riusciamo a capire da dove e come questa coscienza "entri" nella materia, allo stesso modo non sappiamo dove se ne vada a finire e in che maniera potrà esistere dopo la morte.
E' davvero un rompicapo cercare di immaginare come la materia possa organizzarsi in modo da tale da cominciare, ad un certo punto, a "sentire" se stessa e ciò che sta intorno. Siamo materia, siamo fatti di molecole, atomi, però sappiamo di esistere.
Anch'io, come te, non riesco a pensare che siamo soltanto frutto di impulsi elettrici e reazioni chimiche. O meglio, siamo anche questo, ma non so se sia sufficiente a spiegare la nostra esistenza. Forse qualcosa manca all'appello.
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #3

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 138
  • Karma: 3
La verità, per conoscerla, bisogna uscire dall' atmosfera terrestre. E' li, nello spazio sconfinato del cosmo che risiede la vera essenza dell' uomo....ed è li che ritorniamo una volta conclusa la nostra esistenza terrena. Non vorrei peccare di presunzione, ne suscitare malumore in quelli che ci credono fermamente, ma avvalendomi delle mie innumerevoli esperienze posso affermare che non tutti quelli che in vita terrena erano brave e buone persone continuano a rimanere tali quando ritornano alle origini...alcuni diventano esseri abietti, ma non di un' abiezione riguardante la religione, ma proprio come parte di un' energia che è in contrapposizione con altre di tipo diverso....dici bene Dany, il magnetismo è alla base di tutto. Nessuna entità vuole nuocere ad un vivente, piuttosto vuole entrare in armonia con i nostri pensieri e poter interagire nel modo in cui lo facciamo noi, ma non potendo riuscirvi sempre si verifica un contrasto. Ecco, l' avvertire rumori strani, voci e passi, e alcune volte delle apparizioni, non è altro che una simulazione delle nostre stesse azioni che abbiamo ben impresse nella nostra mente...un' entità cerca di sfruttare ciò. Ora mi fermo, perché anche io voglio leggere altri pareri, considerando che quello che ho scritto sono solo teorie arbitrarie, perlopiù costruite mettendo insieme una serie di esperienze che mi portano a sostenerle.
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #4

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 138
  • Karma: 3
@Valle

Hai presente come una stella, un pianeta, o addirittura una galassia intera si formi?...anche queste qui elencate hanno una loro coscienza, per quanto difficile possa essere il solo concepirlo...ma è così..alla fine. La materia viene attratta da una coscienza!
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #5

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1562
  • Ringraziamenti ricevuti 430
  • Karma: 29
Be', come fai a sapere che i corpi celesti hanno una coscienza?
Per quel che riguarda gli animali, lo sappiamo perché sono così simili a noi da esprimersi in maniera a noi simile. Ma se il sole, le stelle e le galassie abbiano coscienza, come facciamo a saperlo?
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #6

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 138
  • Karma: 3
Per deduzione Valle...la coscienza non va per gradi, ma per tipologia. Infatti non sto dicendo che la nostra di coscienza sia dello stesso tipo di quella animale o vegetale, e che comporta la stessa consapevolezza di esistere. Tantomeno posso sostenere che i corpi celesti, insieme a tutto quello che concerne l' universo, esistono per volontà e coscienza analoga a quella umana o animale. Ma una volontà, un obiettivo, che determina certi sostanziali equilibri cè, soprattutto la fuori. Pensi sia casuale la formazione di nuovi pianeti, di nuove stelle....la fine del ciclo vitale degli stessi? che sia casuale anche il nostro, tra i tanti miliardi, "piccolo" sistema solare?...cosa facciamo noi esserei umani? seguiamo inevitabilmente lo stesso destino degli elementi universali, quali la nascita, la crescita..la procreazione, e poi...finiamo...ma non finiamo di esistere perché veniamo di nuovo integrati in una coscienza universale. Come si fa a non notare tutta questa proiezione analogica?

Tutto nell' universo è in continua evoluzione, nulla si crea o si distrugge senza l' obiettivo di sostenere certi equilibri. Se da una parte non posso dimostrare ciò che affermo senza spingere l' immaginazione, dall' altra cè la deduzione e il non poter provare altresì il contrario. Credo che nessuno possa venire a dimostrare il contrario di quello che ho scritto, almeno non senza portare tesi ancor più valide o materiale tangibile a supporto della smentita. Il cosmo pulula di coscienze.
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #7

  • dany
  • Avatar di dany
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 136
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 0
@ Valle, Gemini
Io sono propensa a credere che l’anima (o come la si voglia chiamare: spirito, intelligenza, essenza, aura... non ha importanza) sia da intendersi come energia, parte di un “tutto”; penso che tutti gli esseri viventi ce l’abbiano, non solo noi, a diversi livelli di evoluzione che dipendono dal numero e dal tipo di esperienze passate; penso che “Dio”, del quale noi stessi siamo parte, non sia altro che l’insieme di tutte queste energie e delle leggi e delle forze che governano la vita e l’Universo, dall’atomo alle galassie.

La “coscienza” (anima) credo sia da intendersi come l’insieme delle “informazioni intelligenti” che possano sia garantire la sopravvivenza di un corpo in un dato spazio/tempo che permettere, appunto, all’anima di fare esperienze utili ed evolutive.

Gemini, hai detto: "La materia viene attratta dalla coscienza"; ma secondo me è il contrario: è la “coscienza/anima” ad essere attratta dalla materia perché senza la materia il tempo non può esistere e quindi neppure l’evoluzione.

Grazie ad entrambi per avermi risposto. E riguardo ad esperienze più personali? "Segnali" da persone che non ci sono più ecc?
Ultima modifica: 9 Mesi 3 Settimane fa da dany.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Eterea67

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #8

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 138
  • Karma: 3
dany ha scritto:
Gemini, hai detto: "La materia viene attratta dalla coscienza"; ma secondo me è il contrario: è la “coscienza/anima” ad essere attratta dalla materia perché senza la materia il tempo non può esistere e quindi neppure l’evoluzione.

Vedi dany, non è proprio così. Se non ci fosse una coscienza la materia resterebbe materia ed inerme, il tempo, più che l' evoluzione, non dovrebbe neanche esistere, e per una coscienza che non sia prettamente influenzata dalle esigenze umane è così...pensa, per esempio, ad un' animale, ad un microrganismo, o ad un amasso stellare cosa può mai fregare del tempo! L' evoluzione poi è sempre uno stadio legato alle fasi evolutive dell' anima...ci si evolve prima nello spirito e poi nella forma :wink:

Ti invito ancora una volta ad immaginare come si formano pianeti e stelle...il magnetismo attira a se tutta la materia libera circostante, che siano sedimenti o gas, anche a milioni di km di distanza...alcune comete concludono la loro corsa schiantandosi in stelle o pianeti...non ti fa pensare che quel magnetismo, quella forza di attrazione sia una coscienza a determinarla?...eppure è la materia che viene attratta dalla volontà in esercizio, e non viceversa :wink: Anche se, sotto certi aspetti, le due cose sono strettamente complementari.
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #9

  • lunablu
  • Avatar di lunablu
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 251
  • Ringraziamenti ricevuti 37
  • Karma: 4
Ciao Dany,
ti partecipo le mie idee.
Io purtroppo non ho mai avuto segni dai cari trapassati, e mi tormenta sempre il dubbio se è cosi perchè non possono mandarmeli o perchè non rimane più nulla di loro.
Prima di subire lutti importanti ero più positiva, ricordo di aver letto diversi libri al riguardo, in particolare un libro sulle NDE di Elizabeth Kubler Ross, ero rimasta molto colpita e non avevo più dubbi sull'esistenza dell'aldilà, e pensavo che sia nel caso fossi stata vicina io alla morte o lo fosse stato qualcuno di caro non avrei avuto paura perchè ormai sapevo che tutto non finiva li. Poi dopo quando è successo davvero che la morte è entrata nella mia vita tutte le mie certezze sono sparite di colpo, solo tanta amarezza è rimasta, e una sensazione di immensa solitudine, che tutto nasce e termina in questo mondo.
Certamente non ho smesso di documentarmi, leggo tutti gli studi sulla possibile esistenza della coscienza, dell'anima e quant'altro, però devo dire che più il tempo passa e più mi sento scoraggiata,credo che la mia sensibilità mi crei dei problemi ad affrontare in modo sereno la morte...forse mi pongo troppe domande.
bluemoon
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : DEM

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #10

  • Lancillotto2013
  • Avatar di Lancillotto2013
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Un amico è la cosa più preziosa che tu possa avere
  • Messaggi: 122
  • Ringraziamenti ricevuti 44
  • Karma: 3
dany ha scritto:
... vorrei sapere cosa ne pensate dell’argomento della “vita oltre la vita”.
Secondo voi è possibile oppure no? Vi è mai capitato di ricevere dei “segnali”, chiari, da un vostro caro che non c’è più (se sì, quali, come)?

Grazie a quanti vorranno esprimersi in merito
Vita oltre la vita? Ma questa che vedi quaggiù non è la Vita (con la V maiuscola).
Mi fa tenerezza questo chiedere segnali, io ogni mattino esco (lassù) dal Vero Me stesso, come una copia azzurra.
Poi scendo giù sino a qui, molto in basso.
Lo prendo come un dovere, come timbrare il cartellino in ufficio .. da una parte.
Lo prendo, questo viaggetto nella realtà, relativa e inconsistente, come .. una grande scocciatura.
Ma ciò che è giusto svolgere e fare Uno lo deve pur fare.

Prego, io mi sono espresso, poi a te il capire ..

Questa immagine è nascosta per gli ospiti.
Effettua il login o registrati per vederlo.

Un ricercatore del Sé deve appoggiarsi alla propria investigazione, dopo aver abilmente avvicinato un Istruttore, il quale deve possedere la perfetta conoscenza del Brahman e una grande compassione.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #11

  • DEM
  • Avatar di DEM
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 473
  • Ringraziamenti ricevuti 93
  • Karma: 6
Ciao dany
Mi sono rivista in quello che ha scritto
@ lunablu

Ma non é cosi ..ho scoperto che la pace e la calma porta a scoprire,percepire ,captare quello che nella (frenesia del volere sentire )non avviene..

Ho scoperto che più la medirazione é impegnativa e piu rivelazioni ci sono ..

Non è semplice ma la perseveranza é la chiave per aprire le porte di questo ne sono certa

Ho scoperto.che se chiedi aiuto all'universo arriva a darti consiglio..
Tramite sogni ,simbologie numeri e frasi che portano a riscontri tangibili e veritieri...
È mi sono accorta che questi messaggi insegnamenti ci sono sempre stati per me e per tutti... solo che ci accorgiamo quando siamo realmente pronti e consapevoli per captare,capirli.e comprenderli..

Ci saranno sempre momenti di sconforto la morte É SCONFORTO ma riuscire a comprendere per non soffrire é il minimo che possiamo fare per sentirci meno impotenti ..


Buona vita a tutti
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Eterea67

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #12

  • ParanormalStudio Emiliano
  • Avatar di ParanormalStudio Emiliano
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 1842
  • Ringraziamenti ricevuti 438
  • Karma: 19
Come Valle anche io resto molto perplesso sulla relazione tra materia e coscienza. E' tutto un mero meccanismo "meccanico" come gli ingranaggi di un carillon che una volta rotto è rotto e basta, oppure c'è un'energia che si crea (o entra) all'inizio e ne esce alla fine? Questo è forse uno dei temi su cui sono meno scettico riguardo l'universo del paranormale. Per quanto mi riguarda il punto non è mai stato l'essere scettico o meno su questa possibilità, ma su come si dice che poi essa si mostri.

E' vero, da una parte abbiamo riferimenti che arrivano da ogni angolo della terra te ci suggeriscono che ci sono esperienze condivise da tutto il mondo e quindi è probabile che qualcosa che non quadra ci sia nella visione razionale... al tempo stesso bisogna capire appunto cosa stare a guardare e cosa no. Forse ragionare su questa "energia" che sopravvive al corpo ha più senso che parlare di "fantasmi", perché se io do fuoco a un pezzo di legno, ciò che accade al pezzo di legno è uguale in america quanto in giappone, perché la reazione chimica che avviene è una cosa concreta, oggettiva. Se pensassimo che come abbiamo premesso anche l'abbandono dell'energia dal corpo sia una cosa altrettanto oggettiva, allora ciò che avviene dovrebbe essere altrettanto uguale in america come in giappone, ma purtroppo non è così: ogni cultura ha la propria rappresentazione di fantasma/anima, con il proprio stile, con le proprie leggi (es. perché il fantasma orientale dovrebbe saltellare e quello occidentale no?). E' in questo frangente che esce il mio scetticismo che non è distruttivo quanto volto a far luce e risolvere queste incongruenze. Ma se ci limitiamo al discorso energia/materia ed eventuale abbandono del corpo allora stiamo parlando di un'altra fase, di un altro aspetto, e li non sono più così scettico.

Posso dire di aver avuto un'esperienza interessante a riguardo, l'avevo accennata ma non l'avevo mai raccontata nel forum. Ma non c'è nulla di male nel farlo e ora la racconterò. Da piccolo ricordo che quando morirono i miei nonni c'era l'usanza di tenere la porta aperta della casa "per far uscire l'anima". Credo che sia una cosa diffusa al sud, per lo meno parte della mia famiglia è abruzzese e mi dissero che era loro usanza. Anni fa ho perso mio papà per un brutto male, ed è morto in casa; ero li accanto al letto quando ha dato l'ultimo respiro ed era una giornata di piena estate, soleggiata, senza vento (o per lo meno, potrei dire che non c'era ma come ben capite sarebbe stata l'ultima cosa a cui avrei fatto caso quel giorno). La cosa particolare è che un istante dopo la morte (o per lo meno la mia mente ricorda in quel particolare momento psicologico che fosse questa tempistica precisa), la finestra della camera che era solo accostata per far passare un filo d'aria si spalancò totalmente alle spalle di mia madre, si spalancò non violentemente, ma in modo deciso, tanto che lei si affrettò a chiuderle, ma le dicemmo di non farlo e le lasciammo aperte. La coincidenza dell'evento mi stupì. E' un dubbio che mi porterò dietro a vita.

Ma con questo dubbio alla mano mi chiedo: perché un eventuale residuo di energia dovrebbe perdere forma umana nei casi in cui si mostrasse? E se ammettessimo che la forma è una sorta di modellamento dell'energia acquisito col tempo, perché mai lo spirito dovrebbe essere vestito? Sono più propenso a credere in un'alone di energia in una termocamera che in qualcuno che dice di aver visto uno spettro in abiti ottocenteschi per intenderci.

Infine per quanto riguarda il tema vegetale/minerale, anche qui credo sia giusto chiedersi se una pianta o un filo d'erba agisce solo come un carillon nel suo sviluppo e nelle "scelte" che prende in esso (perché anche le piante compiono scelte nello sviluppo), oppure se è solo una questione chimica/fisica anche la scelta di fare una cosa piuttosto che un'altra. Ma il chiederselo per me si limita ai soli vegetali, la terra a mio avviso è inerme ed i movimenti che compie sono dovuti ad altri fattori, non ad una "scelta" compiuta dal sasso stesso. Quindi sulla teoria dei pianeti e magnetismo come rappresentazioni di energie intese come anime, non mi trovo concorde.
Paranormal Studio è un progetto Hunters 12.

Il nostro sito:www.hunters12.com/paranormal
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #13

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 138
  • Karma: 3
@Emiliano

Si è vero che al sud abbiamo l' usanza di lasciare la porta aperta quando una persona muore, anzi ti dirò di più, vengono coperti anche tutti gli specchi presenti in casa. Per quanto riguarda l' energia, la coscienza, o molto più comunemente chiamata anima, si tende a pensare che sia quest' ultima ad abbandonare il corpo...senza considerare che è il corpo stesso, nel caso di decadenza di parametri biologici essenziali, ad abbandonare lei. Dici bene inoltre, un gigantesco sasso inerte come può essere definito la terra non si muove di volontà propria, non ha una coscienza individuale...ma questo che vuol dire? Bisogna prendere in considerazione questi fattori di cui parli, che hanno fatto si che la terra ed altri pianeti si formassero e che perpetuino il loro movimento: chi ha stabilito che l' anima, o coscienza deve agire dall' interno di un corpo?
πνεύματος
Ultima modifica: 9 Mesi 3 Settimane fa da Gemini.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #14

  • dany
  • Avatar di dany
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 136
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 0
@ Gemini

Rispetto come sempre la tua opinione, solo che quando dici “pensa, per esempio, ad un' animale, ad un microrganismo, o ad un amasso stellare cosa può mai fregare del tempo! L' evoluzione poi è sempre uno stadio legato alle fasi evolutive dell' anima...ci si evolve prima nello spirito e poi nella forma” mi viene in mente che forse non sono stata chiara nell’esprimere il concetto che volevo esprimere :wink:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #15

  • dany
  • Avatar di dany
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 136
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 0
Ciao lunablu,
sicuramente rapportarsi con la morte è sempre un’esperienza traumatica che ci scuote nel più profondo di noi stessi. La perdita di persone a noi care ci lascia in preda allo sconforto totale e ci spinge a porci tanti interrogativi, purtroppo destinati a restare senza una risposta certa. Io personalmente ho capito sulla mia pelle e alla lettera il vero significato di frasi come “vuoto incolmabile”, “è morta una parte di me insieme con questa persona”, “solo alla morte non c’è rimedio” ecc….
Ma forse uno dei nostri problemi è proprio quello di voler tentare di spiegare con la ragione ciò che invece non può essere spiegato solo razionalmente… È più che normale secondo me che tu ti faccia tante domande adesso, vorrei poterti dire che io ho saputo darmi risposte valide, ma forse non ce ne sono… Posso solo consigliarti di continuare, quando ne hai l’occasione, a documentarti e ad approfondire questi argomenti. Magari, col tempo, questo potrebbe anche aiutarti a raggiungere uno stato d’animo di maggiore serenità ed accettazione che io - molto personalmente - penso predisponga maggiormente all’“ascolto” e alla “ricezione” di eventuali loro “messaggi”.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #16

  • dany
  • Avatar di dany
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 136
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 0
@ DEM

È proprio vero…
“Di notte, in un bosco, nel silenzio, potresti sentire un grillo anche a decine di metri di distanza…
In una discoteca non potresti sentirlo neppure se lo tenessi tra le mani”.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #17

  • Gemini
  • Avatar di Gemini
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 930
  • Ringraziamenti ricevuti 138
  • Karma: 3
dany ha scritto:
@ Gemini

Rispetto come sempre la tua opinione, solo che quando dici “pensa, per esempio, ad un' animale, ad un microrganismo, o ad un amasso stellare cosa può mai fregare del tempo! L' evoluzione poi è sempre uno stadio legato alle fasi evolutive dell' anima...ci si evolve prima nello spirito e poi nella forma” mi viene in mente che forse non sono stata chiara nell’esprimere il concetto che volevo esprimere :wink:

O magari non è che non ti sei espressa bene, ma sono io a non aver afferato il senso.
πνεύματος
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #18

  • dany
  • Avatar di dany
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 136
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 0
Suggestiva la tua esperienza, Emiliano, e immedesimandomi in te immagino sia stato molto toccante quel momento… Grazie...
Riguardo poi a quello che dicevi dei fantasmi… Una volta ho sentito anche una teoria secondo la quale nelle “apparizioni” nulla vi sarebbe di paranormale come comunemente viene inteso. Molto semplicemente si tratterebbe di una sorta di “errore” spazio/temporale, una specie di varco che si crea tra presente e passato – per ragioni che non si conoscono ancora - e che semplicemente ci “mostrerebbe” una immagine “proveniente” dal passato, una “scena di vita vissuta” da qualcuno vissuto in epoche differenti dalla nostra.
Secondo la teoria di questi studiosi, questo spiegherebbe il perché vi sarebbero testimonianze non solo discordanti riguardo all'aspetto e all'abbigliamento di queste "figure", ma anche che raccontano di apparizioni di "persone" “sospese a mezz’aria”: in quel frangente, loro dicono sia possibile che si stesse “osservando” una scena avvenuta nel passato (ad es nel punto dell’apparizione un tempo vi era una scala o, che so, una duna e via discorrendo... Quindi la figura apparirebbe "sospesa"). Interessante secondo me.

Scusate, non so se sono stata chiara, sto cercando di spiegare a parole mie quanto ascoltai in un documentario pieno di teorie e terminologie che non sono facili da masticare per chi non ha nozioni approfondite di fisica quantistica.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #19

  • ParanormalStudio Emiliano
  • Avatar di ParanormalStudio Emiliano
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 1842
  • Ringraziamenti ricevuti 438
  • Karma: 19
dany ha scritto:
semplicemente ci “mostrerebbe” una immagine “proveniente” dal passato, una “scena di vita vissuta” da qualcuno vissuto in epoche differenti dalla nostra.

Questa tesi l'ha sostenuta la Sig.ra Zaborra quando siamo andati ad indagare al Castello di San Pelagio (intervista nel link sotto).
www.hunters12.com/paranormal/indagini/sanPelagio.php?tab=parte1
Paranormal Studio è un progetto Hunters 12.

Il nostro sito:www.hunters12.com/paranormal
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Un'altra vita 9 Mesi 3 Settimane fa #20

  • dany
  • Avatar di dany
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 136
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 0
Gemini,
molti concetti li ho appresi da letture di alcuni "tomi" :hahahaha: e penso di non avere né lo spazio né le abilità per riassumerli efficacemente... Quindi, se non hai capito, è perché forse non mi sono spiegata bene :wink:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
Tempo creazione pagina: 1.203 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.