IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Esperienze di pre-morte... infernali

Esperienze di pre-morte... infernali 2 Anni 1 Mese fa #1

  • Mart
  • Avatar di Mart
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 85
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 1
Ho trovato un articolo che racconta casi di esperienza di pre-morte particolarmente negativi. Metto il link a fine post.
L'aspetto che viene rimarcato nell'articolo, e che fa pensare anche me, è che le rappresentazioni del presunto inferno che vengono fuori da questi racconti sono comunque di matrice occidentale: in pratica si parla di demoni, di punizioni terribili (gente crocifissa, mostri che squarciano il petto ai "condannati", ecc.). Inoltre, la grande maggioranza dei casi di pre-morte riguarda scenari "positivi": ambienti caldi, pacifici, ricchi di una natura rigogliosa e di presenza benefiche.
La mia idea è che la coscienza, che probabilmente è sullo spartiacque tra questo piano d'esistenza e quello per così dire "spirituale", al momento della morte elabora una sua interpretazione dei fatti della vita terrena appena conclusa, che può assumere contorni terribili se si sono fatte nefandezze (nell'articolo si parla, ad esempio, dell'esperienza di uno spacciatore), filtrata in qualche modo dal proprio background culturale. Un cinese, per intenderci, non "interiorizzerà" le sue malefatte con il diavolo, ma con qualche mostro della tradizione asiatica orientale. O no?
www.vice.com/it/article/esperienze-di-pre-morte-negative
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di pre-morte... infernali 2 Anni 1 Mese fa #2

  • XwarlockX
  • Avatar di XwarlockX
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 32
  • Ringraziamenti ricevuti 3
  • Karma: 0
Spiegazione plausibile...
Magari nella sua carriera da spacciatore oltre a spacciare ha anche commesso altre azioni negative e magari si è portato dietro il senso di colpa o comunque la sensazione di aver vissuto in qualche modo una vita "sporca":
Quella sottile linea di confine...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di pre-morte... infernali 2 Anni 1 Mese fa #3

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1737
  • Ringraziamenti ricevuti 486
  • Karma: 30
Anche in questi casi resta la valida la teoria, che poi è anche quella che ritengo più probabile, secondo la quale ciò che la persona vive in quella condizione non sia una realtà obiettiva, ma un'allucinazione prodotta da un cervello in una situazione "estrema": probabilmente le endorfine prodotte in quei casi danno con maggior frequenza allucinazioni rasserenanti, ma come capita ad un tossicodipendente che vive il cosiddetto "bad trip" (il brutto viaggio), così al morente, o quasi morente, può succedere di vivere scenari infernali invece che paradisiaci.

Questa è ovviamente un'ipotesi, ma se si considera che la nostra mente non è soltanto "mente" ma è qualcosa di profondamente fondato nella materia, nella biochimica del cervello e del sistema nervoso, e che l'umore, la lucidità di pensiero, l'equilibrio mentale sono indissolubilmente legati allo stato biochimico del momento (si pensi alla depressione, all'euforia, al sesso, all'effetto delle droghe, ecc.), allora non è assolutamente sorprendente che in un momento critico come quello del trapasso si possano generare scenari come quelli descritti nelle cosiddette NDE.
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di pre-morte... infernali 2 Anni 1 Mese fa #4

  • Mart
  • Avatar di Mart
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 85
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 1
Credendo nella vita dopo la morte - o per meglio dire, nella sopravvivenza della coscienza al trapasso fisico - non mi trovo molto d'accordo. Penso che la coscienza debba "adattarsi" temporaneamente alla nuova situazione ed elabori, nel suo piano d'esistenza che non è esattamente il nostro, un'esperienza "riassuntiva" dei trascorsi terreni.
Questa esperienza è filtrata dalla cultura di appartenenza durante la vita terrena, per cui noi vediamo draghi, demoni e angeli, magari un cinese o un indiano "vedono" altri soggetti mitici.
Nell'articolo dice che lo spacciatore, che ha vissuto una NDE tremenda dove una sorta di dinosauro gli squarciava il petto, quando lui gridava "Dio aiutami" il tormento, simile a quello di Prometeo (archetipo?); cessava. Probabilmente la coscienza, in quel momento, aveva bisogno di liberarsi di energie molto negative attraverso uno shock, per recuperare una sorta di equilibrio. Inquietante la storia della donna che ha visto dei diavoli tormentare un ragazzino che era con lei in macchina quando ebbe un incidente stradale: in questo caso, credo che la coscienza avesse un grosso rimorso per aver coinvolto un'altra persona in un incidente quasi mortale (dubito che, se esistesse un aldilà come descritto dalla religione cristiana, un dodicenne finirebbe all'inferno tormentato dai diavoli...).
E' la mia teoria, ripeto però che sono condizionato dal fatto di credere nell'esistenza delle dimensioni sottili.
Ultima modifica: 2 Anni 1 Mese fa da Mart.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di pre-morte... infernali 2 Anni 1 Mese fa #5

  • alceste
  • Avatar di alceste
  • Offline
  • Utente bloccato
  • Messaggi: 1796
  • Ringraziamenti ricevuti 832
  • Karma: 7
@ Mart

È inevitabile che si sia fatto il tentativo di spiegare le esperienze di pre-morte in termini diversi da un’esperienza spirituale. La scienza riduzionistica cerca di spiegarle in termini fisiologici, neurologici, psicologici o di reazioni chimiche. Ma gli studiosi del campo, tra cui medici e scienziati, hanno smontato razionalmente questi tentativi di interpretazione, insistendo sul fatto che non spiegano la globalità delle esperienze di pre-morte. Nella conclusione del suo splendido studio, Melvin Morse scrive: “Le esperienze di pre-morte si presentano come un insieme di eventi, e non se ne può comprendere la globalità esaminandone i singoli elementi. Non si può capire la musica studiando semplicemente le frequenze che formano una nota, e non occorre una profonda conoscenza delle leggi dell’acustica per apprezzare Mozart. Le esperienze di pre-morte restano un mistero”.

Resta il fatto che "l'uomo comune",che vive con un determinato Credo in una determinata Religione allora "vedrà" quello in cui ha sempre creduto,anche se sono solo illusioni e storpiature della Vera Dimensione.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di pre-morte... infernali 2 Anni 1 Mese fa #6

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1737
  • Ringraziamenti ricevuti 486
  • Karma: 30
Alceste, secondo me sei partito bene e poi ti sei un po' "incartato", se permetti il termine...
Perché se sostieni che le NDE siano esperienze di un mondo "altro", ma poi convieni che i contenuti dell'esperienza siano delle illusioni o storpiature che dipendono dal substrato culturale del singolo, allora finisci per ammettere ciò che sostengono i teorici dell'allucinazione. Mi verrebbe da dire: se l'esperienza può essere "parzialmente allucinata" allora perché non potrebbe esserlo del tutto?
Non ho letto Melvin Morse, e potrebbe rivelarsi una lettura interessante, ma sono assolutamente d'accordo con l'affermazione secondo la quale le NDE restino un mistero.
Il mistero più grande che la scienza ancora non riesce a spiegare è come nasce la coscienza di sè. Possiamo investigare ed imparare cose interessantissime sul cervello, sui neuroni, sulle comunicazioni biochimiche tra neurone e neurone, l'effetto dei neurotrasmettitori sulla psiche, ecc... ma ancora non riusciamo a spiegarci come un insieme di sostanza organica possa avere consapevolezza di esistere, possa pensare, provare emozioni, ecc...
Questa riflessione, da sola, potrebbe essere uno degli indizi più importanti a favore dell'ipotesi dell'esistenza di un'anima, di uno "spirito vitale", chiamiamolo come vogliamo... qualcosa che trascenda la materia.
Personalmente non nego questa possibilità, anche se non ne abbiamo la prova.

E con questa conclusione, mi sono "incartato" pure io, dicendo il contrario di ciò che ho detto all'inizio. :marameo:
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di pre-morte... infernali 2 Anni 1 Mese fa #7

  • alceste
  • Avatar di alceste
  • Offline
  • Utente bloccato
  • Messaggi: 1796
  • Ringraziamenti ricevuti 832
  • Karma: 7
Il termine * allucinazione* che ho usato è da riferirsi alla errata percezione e della reale comprensione delle Dimensioni Superiori.;non includo minimamente con questo termine le influenze da parte delle reazioni neurali indotte.

Nel caso dell' OBE per esempio,le Dimensioni che si percepiscono sono molto limitate e sono fonte di*allucinazioni*;in questi casi si tratta di *allucinazioni* indotte dalla Dimensione Astrale ( mi spiace ma devo usare questo termine... ).La medesima deduzione vale anche per le NDE.
Ovviamente non si può comprendere questa affermazione senza essere arrivati al confine tra la nostra dimensione terrena e là dove comincia l'illusoria Dimensione del Mondo Astrale.

In ogni caso la mia era una considerazione rivolta all'utente Mart,che ha già nozioni interiori sulle Dimensioni Sottili,ed è per questa ragione in grado di non equivocare. :wink:
Ultima modifica: 2 Anni 1 Mese fa da alceste. Motivo: Modifica
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di pre-morte... infernali 2 Anni 1 Mese fa #8

  • Mart
  • Avatar di Mart
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 85
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 1
alceste ha scritto:

Nel caso dell' OBE per esempio,le Dimensioni che si percepiscono sono molto limitate e sono fonte di*allucinazioni*;in questi casi si tratta di *allucinazioni* indotte dalla Dimensione Astrale ( mi spiace ma devo usare questo termine... ).La medesima deduzione vale anche per le NDE.
Ovviamente non si può comprendere questa affermazione senza essere arrivati al confine tra la nostra dimensione terrena e là dove comincia l'illusoria Dimensione del Mondo Astrale.
Ho un amico che intorno ai 20 anni d'età ha avuto più volte esperienze di OBE (out of body experience) quando andava a dormire. Si spaventava molto, in pratica si ritrovava a vedere sé stesso steso a letto, oltre che camera sua dall'alto... Non se ne dava una spiegazione, e un po' si vergognava a parlarne. Nel suo caso non c'era nessuna "visione" ulteriore, né diavoli né angeli né luci o tunnel. In questi casi è davvero difficile trarre una conclusione, la Dimensione Astrale la percepiamo ma essendo immersi nella materia fatichiamo a capirne i meccanismi, a mio parere.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di pre-morte... infernali 2 Anni 1 Mese fa #9

  • alceste
  • Avatar di alceste
  • Offline
  • Utente bloccato
  • Messaggi: 1796
  • Ringraziamenti ricevuti 832
  • Karma: 7
@ mart

Nel caso del tuo amico si può affermare che ha sperimentato solamente" l'uscita dal corpo",ma il suo Corpo Astrale è rimasto accanto al suo corpo fisico,nella stessa stanza;non è andato oltre...Quindi non si può nemmeno considerare un "Viaggio Astrale",ma una semplice O.B.E.

Infatti,quando si viene in contatto con il Mondo Eterico,la prima impressione che se ne ha,è sempre di una luce stellare,brillante e scintillante.Il Piano Astrale invece,inizialmente appare come una nebbia densa nella quale regna confusione di forme mutevoli,di colori cangianti che si mescolano e si compenetrano l'uno nell'altro.

Questa caleidoscopica apparenza inizialmente può creare sgomento,al punto di essere facilmente sopraffatti dalla sensazione che non si riuscirà mai a comprendere qualcosa di quella Dimensione:ci troviamo infatti su un piano dove le Forze e le Energie si incontrano.

Per questo motivo si raccomanda di acquisire la qualità del discernimento o discriminazione;infatti solo impiegando la mente che *analizza*,sceglie e separa si acquista la comprensione e il dominio del Piano Astrale.

Inoltre il Piano Astrale è per eccellenza il Piano dell'illusione,di maya,degli incessanti miraggi fantasmagorici ed ingannevoli.Questo accade perchè ogni individuo umano è grandemente occupato in un continuo lavorìo con la materia astrale...

Comunque nessun falso miraggio,nessuna illusione possono impedire a lungo e ritardare il progresso dell'uomo che si è proposto il compito di percorrere il Sentiero,sottile,simile al filo della lama di un rasoio,che conduce attraverso solitudini desolate,attraverso le più dense foreste,attraverso le più profonde acque del dolore e dell'angoscia,attraverso la valle del Sacrificio e si inerpica fino alle vette dove si ha la visione della Grande Porta della Liberazione..
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Mart

Esperienze di pre-morte... infernali 2 Anni 1 Mese fa #10

  • valle
  • Avatar di valle
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1737
  • Ringraziamenti ricevuti 486
  • Karma: 30
L'esperienza onirica del tuo amico può anche essere solo questo: un sogno. Conosco persone che nel sogno si vedono sempre in "terza persona", cioè dall'esterno, come se il punto di vista fosse una videocamera. Io, per esempio, vedo invece in prima persona, come nella realtà. Se il punto di vista esterno lo si alza, sempre oniricamente parlando, si "vede" se stessi dall'alto.
Sogni a parte, esistono esperienze dissociative che possono condurre allo stesso fenomeno della cosiddetta OBE. Certi anestetici, di cui preferisco non fare nomi per evitare "disgraziate sperimentazioni", producono molto spesso il fenomeno dissociativo. Una persona che conosco (per motivi di lavoro) l'ha provata e si è spaventato moltissimo perché pensava d'essere morto.
C'è sempre una spiegazione... basta sapere dove cercarla.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.589 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.