IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Medianità inutile...

Medianità inutile... 2 Anni 3 Mesi fa #1

  • alceste
  • Avatar di alceste
  • Offline
  • Utente bloccato
  • Messaggi: 1796
  • Ringraziamenti ricevuti 832
  • Karma: 7
È molto utile far conoscere cosa siano in realtà la medianità e lo psichismo, perché
l’umanità nella sua ricerca per le cose insolite e per le sperimentazioni stravaganti, si è
immersa con la sua ignoranza nella peggiore magia nera e nella stregoneria. Recentemente ho
scritto a proposito di un certo medium, citando le parole di Manly P. Hall, un professore
americano di talento e scrittore di occultismo. Le riporto di nuovo per te: «Forse a questo
punto sarà saggio spiegare la differenza fra un medium e un chiaroveggente. Per una persona
normale non ci sono differenze, ma per il mistico queste due fasi di visione spirituale sono
separate da un intero arco di evoluzione umana.
Un chiaroveggente è colui che ha elevato il serpente della spina dorsale al cervello, e
grazie al suo sviluppo ha acquisito il diritto di percepire i mondi invisibili con l’aiuto del terzo
occhio, o ghiandola pineale… Chiaroveggenti non si nasce, si diventa. Medium non si
diventa, si nasce. Il chiaroveggente diventa tale solo dopo anni, talvolta vite, di autodisciplina;
d’altro canto il medium… può ottenere risultati in pochi giorni». Bisogna comunque
aggiungere che il medium è limitato ai livelli inferiori del Mondo Sottile. I piani più alti non
gli sono accessibili, poiché la sua triade superiore non prende parte ai fenomeni da lui eseguiti
— la medianità arresta il corretto sviluppo evolutivo, e deve essere considerata una
regressione.
Ho anche scritto di quanto sia dannoso concentrarsi su un solo centro, come prescritto nei
libri di pseudo-occultismo. Questo tipo di concentrazione stimola un centro a spese degli altri,
gettando nel caos l’intero schema della loro polarizzazione. È un processo che causa un danno
reale nel campo delle vibrazioni, perché vìola l’equilibrio dello schema vibratorio costituito.
Ricordi cosa si dice nell’Insegnamento circa il lavoro del Maestro su tutti i centri del
discepolo, compresi i sette cerchi di chiaroveggenza e di chiarudienza? I Grandi Maestri
sorvegliano attentamente la condizione dell’organismo del discepolo, e non aprirebbero mai
un centro a spese di un altro. Il corretto sviluppo, o evoluzione, risiede solo nell’armonia, o
equilibrio. L’apertura di uno o due centri conduce unicamente allo psichismo inferiore o alla
medianità. Anche la scrittura automatica va considerata come un certo tipo di ossessione,
perché di solito durante il processo di scrittura automatica avviene una sollecitazione sul
centro fisico della mano, e anche su quello del cervello. Se praticata sovente, diventa molto
pericolosa e può concludersi nella paralisi. Nessun medium può essere considerato un Agni
Yogi. Solo la spiritualità e podvig ci portano ad accettare il calice del fuoco. «La medianità è
come un granello d’impurità nel calice igneo di un Agni Yogi».
L’Insegnamento parla molto dello psichismo. Non so quanto tempo ci vorrà prima che tu
possa leggerlo, quindi ti riporto due Discorsi molto importanti:
«In verità, un medium non ha centri aperti, e non è capace di visione psichica, per il
contatto con i mondi superiori. Gli uomini si sbagliano a giudicare le capacità del medium, e
Noi sovente dobbiamo constatare, con dolore, quanto si lascino incantare dai fenomeni fisici.
Una materializzazione li attrae come una calamita. [Anche Noi abbiamo fatto ricorso alle
manifestazioni fisiche, ma le circostanze mutano]. Noi preferiamo il canale dello spirito e, per
le missioni sacre, usiamo solo il canale dello spirito. Talvolta un Arhat può attendere per
secoli prima di affidare una missione sacra. Alcune missioni richiedono condizioni particolari.
Noi Arhat ci atteniamo al principio dell’adeguatezza al fine. L’esperimento della Madre
dell’Agni Yoga si distingue non tanto per lo splendore quanto per la sua portata universale. Il
mondo sa del Fuoco Bianco. Il mondo sa della Luce invisibile. Quando Noi vogliamo rivelare
energie sottilissime, agiamo solo mediante energie sottilissime. Quando l’Arhat deve affidare
il Sacro, procede con la massima cautela. Quando l’Arhat riconosce la Legge eterna, esulta, e
proietta gioia nell’Infinito.

Helena Roeric

Condivido e divulgo,ovviamente.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : DEM

Medianità inutile... 2 Anni 3 Mesi fa #2

  • Quandosioscuralaluna
  • Avatar di Quandosioscuralaluna
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1067
  • Ringraziamenti ricevuti 114
  • Karma: 4
Non condivido per nulla in quanto mi è sembrato di leggere Harry Potter.
Senza offesa. Sono tutte elucubrazioni senza uno straccio di prove.
:gattonero: :gattonero:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Medianità inutile... 2 Anni 3 Mesi fa #3

  • ParanormalStudio Emiliano
  • Avatar di ParanormalStudio Emiliano
  • Online
  • Moderatore
  • Messaggi: 1940
  • Ringraziamenti ricevuti 459
  • Karma: 20
A prescindere dalla condivisione personale o meno, è una teoria che a mio avviso porta le stesse basi (quali?) della maggior parte delle altre.

Però ho trovato comunque interessante leggerlo a prescindere dal mio giudizio finale, quindi grazie comunque per il contenuto.
Paranormal Studio è un progetto Hunters 12.

Il nostro sito:www.hunters12.com/paranormal
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Medianità inutile... 2 Anni 3 Mesi fa #4

  • Quandosioscuralaluna
  • Avatar di Quandosioscuralaluna
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1067
  • Ringraziamenti ricevuti 114
  • Karma: 4
Io invece trovo l'argomento parecchio confusionario.


"IIn verità, un medium non ha centri aperti, e non è capace di visione psichica, per il
contatto con i mondi superiori"


I miei due amici erano medium fatti e finiti. L'uno vedeva sia anime dei morti che demoni, l'altro aveva un dono impressionante di chiaroudienza. Entrambi hanno vissuto nell'anonimato e solo amici e parenti sapevano di queste loro capacità.
In particolare quello con il dono della chiaroudienza....
Gli capitavano raramente dei momenti ma quei pochi venivano confermati con estrema dovizia di particolari. La chiaroudienza gli provocava mal di testa atroci che analisi né tac riuscivano a trovarne degli squilibri o eventuali tumori.

Quindi non comprendo l'argomento posto da Alceste; sarebbe opportuna una spiegazione personale.

In che modo il medium è inferiore e non accede ai piani superiori? Vedere anime defunte, demoni ed avere il dono di chiaroudienza non mi sembrano propriamente piani inferiori.

Il piano superiore solitamente è riservato ad anime mistiche e molto vicine al concetto di spiritualità divina(vedi santi).

Però mi trovo assolutamente d'accordo con questa affermazione:

"La medianità arresta il corretto sviluppo evolutivo, e deve essere considerata una
regressione"




Esatto. È una regressione perché la molteplicità di interferenze arresta lo sviluppo armonioso della propria personalità. Io stessa ho scritto che non mi permette l'approfondimento dell'animo umano, quindi se proprio devo 'usare' qualcosina la userei per casi estremi.

Per carità, vi sono anche lati belli e positivi ma sono veramente pochi e anche quelli tendono a fregare parecchia energia. Della serie... Non succede come in Melinda.....
:gattonero: :gattonero:
Ultima modifica: 2 Anni 3 Mesi fa da Quandosioscuralaluna. Motivo: sintassi
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.667 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.