IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001


Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Shakespeare pare fosse italiano, di Messina

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #1

  • dani
  • Avatar di dani
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Tutta la vita umana è immersa nella non verità
  • Messaggi: 315
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 7
secondo vari studi sulla misteriosa vita di Shakespeare sembrerebbe che fosse un nobile messinese fuggito in Inghilterra e avesse cambiato identità, cosa ne pensate ?
chi pensa che le coincidenze non sono dei chari segnali che il destino ci dà circa la strada da intraprendere, in realtà si perde nel cammino della vita di: dani
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #2

  • Nibiru
  • Avatar di Nibiru
dani ha scritto:
secondo vari studi sulla misteriosa vita di Shakespeare sembrerebbe che fosse un nobile messinese fuggito in Inghilterra e avesse cambiato identità, cosa ne pensate ?

si si.. da messinese posso confermarti questa storia.. si dice sia di messina.. :ok:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #3

  • hackboy
  • Avatar di hackboy
  • Offline
  • Master of forum
  • Se anche tu sei diverso per scelta... seguimi !
  • Messaggi: 3487
  • Ringraziamenti ricevuti 67
  • Karma: 9
Avevo sentito in età scolastica un discorso del genere...si, credo sia fattibile perchè no? non trovo nulla di male...d'altronde la miglior cultura ed arte..arriva tutta dallo stivale...peccato ora non sia cosi' ma qui aprirei poi un altro discorso, nn mi sembra il caso
La difesa intransigente di uno stile di vita
Come definire la realtà?
Ciò che tu senti, vedi, degusti o respiri non sono che impulsi elettrici interpretati dal tuo cervello.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #4

  • dani
  • Avatar di dani
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Tutta la vita umana è immersa nella non verità
  • Messaggi: 315
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 7
infatti, tutti i dubbi sulla sua vera identità soni più che legittimi, come faceva a sapere molte cose dell'Italia dove ha anche ambientato molte opere se non ci era mai stato ??poi le tracce di questo nobile messinese si perdono quando in Inghilterra Shakespeare inizia la sua carriera.. strano.. molto strano.. Shakespeare sembrerebbe la traduzione italiana del nome del nobile.. peccato che in England non autorizzano ricerche approfondite.. sarebbe un vero smacco per loro !! soprattutto per lo "pseudo studioso" inglese che ha tirato fuori che gli italiani del sud Italia sono geneticamente meno intelligenti in quanto nella storia non sono usciti personaggi di rilievo in nessun campo :wowo!!:
chi pensa che le coincidenze non sono dei chari segnali che il destino ci dà circa la strada da intraprendere, in realtà si perde nel cammino della vita di: dani
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #5

  • Sputnik
  • Avatar di Sputnik
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 274
  • Ringraziamenti ricevuti 9
  • Karma: 3
Beh sarebbe una piccola vittoria per l'Italia!
Ciò che è creduto da tutti, sempre e ovunque, ha tutte le probabilità di essere falso.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #6

  • Deste
  • Avatar di Deste
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 26
  • Karma: 0
hackboy ha scritto:
Avevo sentito in età scolastica un discorso del genere...si, credo sia fattibile perchè no? non trovo nulla di male...d'altronde la miglior cultura ed arte..arriva tutta dallo stivale...peccato ora non sia cosi' ma qui aprirei poi un altro discorso, nn mi sembra il caso
sono daccordo con te....
purtroppo ora... facciamo pena... :(
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #7

  • Giuseppe Pantaleo
  • Avatar di Giuseppe Pantaleo
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Reincarnazione? Sì, grazie.
  • Messaggi: 101
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 1
La traduzione sarebbe Guglielmo Crollalalanza (shake-speare); ma non sarebbe neanche un nobile messinese bensì un semplice mercante figlio di mercanti il quale sembrerebbe appena saper firmare. Ora, egli avrebbe o fatto scrivere delle opere per altra mano (e quanto è vasta la sua produzione!)oppure chissà come l'Inghilterra si sarebbe appropriata di scritti di altri soggetti (Marlowe? Milton? O chi altri?)attribuendo a lui le opere suddette. Il caso è aperto e sarà difficile chiuderlo. Certo è che se fosse, l'Inghilterra avrebbe sottratto all'Italia uno scrittore notevole. Saluti.

Giuseppe.
Giuseppe Pantaleo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #8

  • carlotta
  • Avatar di carlotta
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1730
  • Ringraziamenti ricevuti 14
  • Karma: 10
Scusate se dico la mia e non è per pariottismo.....forse interpreterò male la frase ma non penso che l'Inghilterra abbia sottratto niente a nessuno.
Cosa l'ha portato a fuggire in Inghilterra cambiando identità?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #9

  • dani
  • Avatar di dani
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Tutta la vita umana è immersa nella non verità
  • Messaggi: 315
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 7
da alcuni vostri commenti ho l'impressione che non avete visto il video, si ipotizza che Shakespeare fosse in realtà un nobile messinese di origine ebraica, la famiglia di qst nobile aveva parenti a Stratford, la presunta città di nascita di Shakespeare, fuggito in Ighilterra perchè in quel periodo non erano ben visti gli ebrei, Shakespeare non era di famiglia ricca ed aveva terminato presto gli studi quindi non era possibile che fosse in grado di scrivere qualcosa... inoltre non aveva viaggiato.. come è possibile che sapeva descrivere in modo così dettagliato i piccoli borghi italiani dove infatti ha ambientato molte sue opere... prima di commentare vedete il video : nonsifa :
chi pensa che le coincidenze non sono dei chari segnali che il destino ci dà circa la strada da intraprendere, in realtà si perde nel cammino della vita di: dani
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #10

  • hackboy
  • Avatar di hackboy
  • Offline
  • Master of forum
  • Se anche tu sei diverso per scelta... seguimi !
  • Messaggi: 3487
  • Ringraziamenti ricevuti 67
  • Karma: 9
parole al vento la verita' e che....ve la dico domani :)
La difesa intransigente di uno stile di vita
Come definire la realtà?
Ciò che tu senti, vedi, degusti o respiri non sono che impulsi elettrici interpretati dal tuo cervello.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #11

  • dani
  • Avatar di dani
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Tutta la vita umana è immersa nella non verità
  • Messaggi: 315
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 7
hackboy ha scritto:
parole al vento la verita' e che....ve la dico domani :)
ci lasci con questo machiavellico dubbio :o.O:
chi pensa che le coincidenze non sono dei chari segnali che il destino ci dà circa la strada da intraprendere, in realtà si perde nel cammino della vita di: dani
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #12

  • hackboy
  • Avatar di hackboy
  • Offline
  • Master of forum
  • Se anche tu sei diverso per scelta... seguimi !
  • Messaggi: 3487
  • Ringraziamenti ricevuti 67
  • Karma: 9
TROVATO SU WEB...
Non si tratta di una nuova scoperta, già in data 8 Aprile-2000 il quotidiano londinese "The Times" dava notizia dello studio di alcuni college inglesi e del Prof. Martino Iuvara di Ustica -docente della cattedra di Letteratura Italiana a Palermo-, secondo cui William Shakespeare sarebbe nato proprio a Messina, che in quel periodo era sotto la dominazione spagnola) .



L’attualità dell’argomento deriva dalle iniziative che la Provincia Regionale di Messina, anche sulla scorta di ulteriori approfondimenti a cura dell’architetto-storico Nino Principato, ha intrapreso per diffondere capillarmente l’opera di Shakespeare, ed evidenziarne la sicilianità.



A Messina infatti il 23 aprile 1564 nasceva Michelangelo Florio, figlio di Giovanni e della nobildonna Guglielma Scrollalanza; il padre oltre ad essere medico, intratteneva rapporti commerciali e culturali con vari paesi del Mediterraneo, per questo Michelangelo, la cui formazione era stata affidata ai frati Francescani, e che sin da piccolo affiancava il padre, aveva ampliato la propria cultura con concetti e linguaggi diversi .

Ma la Santa Inquisizione era sulle tracce del Dott. Florio a causa delle sue idee eretiche calviniste, allora la famiglia fuggì verso il nord dell’Italia dapprima Milano, e quindi in Veneto, ove acquista la casa di un mercenario veneziano chiamato Otello che, la leggenda locale diceva, anni prima, avere ucciso, per la sua mal risposta gelosia, la moglie.



Il giovane Michelangelo studia a Venezia, Padova e Mantova e viaggia in Danimarca, in Grecia, in Spagna ed in Austria. Era diventato amico del filosofo Giordano Bruno, che doveva essere bruciato sul rogo per eresia nel 1600. Bruno, dice lo Iuvara, aveva forti collegamenti con William Herbert, Conte di Pembroke e con il Conte di Southampton. Nel 1588, a 24 anni, Michelangelo si recò in Inghilterra sotto il loro patronato, e fu preso in casa di un cugino della madre, che viveva nella cittadina di Stratford-Upon-Avon, e aveva già tradotto letteralmente il cognome come Shakespeare (Shake= Scrollare; Speare= Lancia) ed aveva avuto un figlio chiamato William, che era morto prematuramente.

Arrivato in Inghilterra anche Michelangelo Florio Crollalanza, per non essere rintracciato dalla Santa Inquisizione, avrebbe assunto il cognome tradotto Shakespeare, mentre il nome William avrebbe potuto mutuarlo dal cugino, morto prematuramente, oppure semplicemente trasformando al maschile il nome e cognome della madre Guglielma Scrollalanza nell’esatta traduzione inglese: William Shakesperare.



Non va dimenticato che anche per i biografi di allora, Shakespeare mostrava di avere un accento decisamente straniero, che 15 delle 37 opere del poeta sono ambientate in Italia, e una interamente a Messina, "Tanto rumore per nulla" e per di più contiene una espressione nel testo inglese una espressione tipicamente siciliana e intraducibile "mizzica"
La difesa intransigente di uno stile di vita
Come definire la realtà?
Ciò che tu senti, vedi, degusti o respiri non sono che impulsi elettrici interpretati dal tuo cervello.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #13

  • dani
  • Avatar di dani
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Tutta la vita umana è immersa nella non verità
  • Messaggi: 315
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 7
hackboy ha scritto:
TROVATO SU WEB...
Non si tratta di una nuova scoperta, già in data 8 Aprile-2000 il quotidiano londinese "The Times" dava notizia dello studio di alcuni college inglesi e del Prof. Martino Iuvara di Ustica -docente della cattedra di Letteratura Italiana a Palermo-, secondo cui William Shakespeare sarebbe nato proprio a Messina, che in quel periodo era sotto la dominazione spagnola) .



L’attualità dell’argomento deriva dalle iniziative che la Provincia Regionale di Messina, anche sulla scorta di ulteriori approfondimenti a cura dell’architetto-storico Nino Principato, ha intrapreso per diffondere capillarmente l’opera di Shakespeare, ed evidenziarne la sicilianità.



A Messina infatti il 23 aprile 1564 nasceva Michelangelo Florio, figlio di Giovanni e della nobildonna Guglielma Scrollalanza; il padre oltre ad essere medico, intratteneva rapporti commerciali e culturali con vari paesi del Mediterraneo, per questo Michelangelo, la cui formazione era stata affidata ai frati Francescani, e che sin da piccolo affiancava il padre, aveva ampliato la propria cultura con concetti e linguaggi diversi .

Ma la Santa Inquisizione era sulle tracce del Dott. Florio a causa delle sue idee eretiche calviniste, allora la famiglia fuggì verso il nord dell’Italia dapprima Milano, e quindi in Veneto, ove acquista la casa di un mercenario veneziano chiamato Otello che, la leggenda locale diceva, anni prima, avere ucciso, per la sua mal risposta gelosia, la moglie.



Il giovane Michelangelo studia a Venezia, Padova e Mantova e viaggia in Danimarca, in Grecia, in Spagna ed in Austria. Era diventato amico del filosofo Giordano Bruno, che doveva essere bruciato sul rogo per eresia nel 1600. Bruno, dice lo Iuvara, aveva forti collegamenti con William Herbert, Conte di Pembroke e con il Conte di Southampton. Nel 1588, a 24 anni, Michelangelo si recò in Inghilterra sotto il loro patronato, e fu preso in casa di un cugino della madre, che viveva nella cittadina di Stratford-Upon-Avon, e aveva già tradotto letteralmente il cognome come Shakespeare (Shake= Scrollare; Speare= Lancia) ed aveva avuto un figlio chiamato William, che era morto prematuramente.

Arrivato in Inghilterra anche Michelangelo Florio Crollalanza, per non essere rintracciato dalla Santa Inquisizione, avrebbe assunto il cognome tradotto Shakespeare, mentre il nome William avrebbe potuto mutuarlo dal cugino, morto prematuramente, oppure semplicemente trasformando al maschile il nome e cognome della madre Guglielma Scrollalanza nell’esatta traduzione inglese: William Shakesperare.



Non va dimenticato che anche per i biografi di allora, Shakespeare mostrava di avere un accento decisamente straniero, che 15 delle 37 opere del poeta sono ambientate in Italia, e una interamente a Messina, "Tanto rumore per nulla" e per di più contiene una espressione nel testo inglese una espressione tipicamente siciliana e intraducibile "mizzica"
grazie ! molto delucidante!! peccato che l'Italia come al solito "dorme".. se fosse stato il contrario vedi come gli inglesi avrebbero smosso i servizi segreti e quant'altro! peccato, un vero peccato..
chi pensa che le coincidenze non sono dei chari segnali che il destino ci dà circa la strada da intraprendere, in realtà si perde nel cammino della vita di: dani
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #14

  • hackboy
  • Avatar di hackboy
  • Offline
  • Master of forum
  • Se anche tu sei diverso per scelta... seguimi !
  • Messaggi: 3487
  • Ringraziamenti ricevuti 67
  • Karma: 9
conviviamo coi nosri problemi di paese che sta' abbandonando la cultura e la storia...
La difesa intransigente di uno stile di vita
Come definire la realtà?
Ciò che tu senti, vedi, degusti o respiri non sono che impulsi elettrici interpretati dal tuo cervello.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #15

  • dani
  • Avatar di dani
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Tutta la vita umana è immersa nella non verità
  • Messaggi: 315
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 7
purtroppo è così :( l'Italia è il più bel paese del mondo secondo me.. non c'è una regione che non è ricca di storia o di attrazioni sia naturali che artistiche.. ma spesso, troppo spesso lasciate a se stesse o non valorizzate.. quando vado all'estero mi avveleno quando vedo come valorizzano le quattro cose che hanno.. in Italia mi dispiace dirlo ma c'è molta ignoranza... oltre ad avere la memoria corta... nel caso di Michelangelo Florio c'è di mezzo la sfortuna.. mi sembra di aver letto che i documenti sulla vita di qst signore sono andati distrutti nel terremoto di Messina del 1908.. forse non ci sono i presupposti per avviare degli studi concreti sull'identità di Shakespeare.. ma penso che quello che sappiamo basti ed avanzi.. è la volontà che manca.. i soliti italiani.. :S
chi pensa che le coincidenze non sono dei chari segnali che il destino ci dà circa la strada da intraprendere, in realtà si perde nel cammino della vita di: dani
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #16

  • hackboy
  • Avatar di hackboy
  • Offline
  • Master of forum
  • Se anche tu sei diverso per scelta... seguimi !
  • Messaggi: 3487
  • Ringraziamenti ricevuti 67
  • Karma: 9
abbiam misteri..cose e indagini da fare ben piu' importanti credo..con tutto rispetto per il PAPA' DI AMLETO
La difesa intransigente di uno stile di vita
Come definire la realtà?
Ciò che tu senti, vedi, degusti o respiri non sono che impulsi elettrici interpretati dal tuo cervello.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #17

  • dani
  • Avatar di dani
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Tutta la vita umana è immersa nella non verità
  • Messaggi: 315
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 7
hackboy ha scritto:
abbiam misteri..cose e indagini da fare ben piu' importanti credo..con tutto rispetto per il PAPA' DI AMLETO
ovvio.. qst sarebbe solo una rivendicazione culturale.. l'Italia ha ben altri problemi e soprattutto tante stragi senza ancora colpevoli.. una vergogna..
chi pensa che le coincidenze non sono dei chari segnali che il destino ci dà circa la strada da intraprendere, in realtà si perde nel cammino della vita di: dani
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #18

  • hackboy
  • Avatar di hackboy
  • Offline
  • Master of forum
  • Se anche tu sei diverso per scelta... seguimi !
  • Messaggi: 3487
  • Ringraziamenti ricevuti 67
  • Karma: 9
Il mio è qualunquismo..ma direi prima di nazionalizzare un artista ci sono opere Italiane all'estero dei nostri artisti...una certa donna col velo che dicono sia il quadro piu' inestimabile della storia.. :)
La difesa intransigente di uno stile di vita
Come definire la realtà?
Ciò che tu senti, vedi, degusti o respiri non sono che impulsi elettrici interpretati dal tuo cervello.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #19

  • dani
  • Avatar di dani
  • Offline
  • Senior Boarder
  • Tutta la vita umana è immersa nella non verità
  • Messaggi: 315
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 7
verissimo, ogni volta che vado nei musei all'estero rimango allibita nel vedere che le ns più grandi opere d'arte non si trovano in Italia.. alimentano il loro turismo.. ma non è possibile farle tornare indietro, ti immagini se tutti i paesi rivendicassero le loro opere ! altro che 3 guerra mondiale ! scusa la mia ignoranza, ma io conosco la ragazza con velo di Jan Vermeer e la ragazza con velo di anonimo veneziano.. di chi sarebbe qst quadro di inestimabile valore ?
chi pensa che le coincidenze non sono dei chari segnali che il destino ci dà circa la strada da intraprendere, in realtà si perde nel cammino della vita di: dani
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Shakespeare pare fosse italiano, di Messina 5 Anni 3 Mesi fa #20

  • hackboy
  • Avatar di hackboy
  • Offline
  • Master of forum
  • Se anche tu sei diverso per scelta... seguimi !
  • Messaggi: 3487
  • Ringraziamenti ricevuti 67
  • Karma: 9
GIOCONDA!
La difesa intransigente di uno stile di vita
Come definire la realtà?
Ciò che tu senti, vedi, degusti o respiri non sono che impulsi elettrici interpretati dal tuo cervello.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
Tempo creazione pagina: 0.587 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.