IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001


Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Sogno "premonitore" o semplice fantasia?

Sogno "premonitore" o semplice fantasia? 6 Anni 5 Mesi fa #1

  • Zerlina
  • Avatar di Zerlina
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 3
  • Karma: 0
Salve a tutti. Mi presento, sono Zerlina, mi sono appena iscritta a questo forum.
Premetto che non mi sono mai interessata al paranormale, se non in una brevissima parentesi all'epoca dell'adolescenza (non che poi io sia così vecchia :P ), ho ricevuto un'educazione di stampo cattolico, ho fatto quasi tutte le scuole in un istituto di suore, ma appena arrivata "l'età della ragione" (appena dopo la Cresima, circa 15 anni), ho smesso di credere in dio ed in qualsiasi altra "entità".
Non credo in UFO, fantasmi, inferno, paradiso, sono felicemente atea e...insomma, sono donna di poca fede :D .
Cosa c'entro io con tutto ciò, quindi? Proverò a spiegarlo.
Ho avuto alcuni "scontri" con accadimenti a cui non do' spiegazioni: il primo a circa 14 anni, quando sognai la morte della madre della mia migliore amica, che era peraltro in ottima salute. Era un sogno talmente idiota che non lo dissi appunto alla mia amica, lo tenni per me con paura. Sei mesi dopo sua madre morì di tumore, scoperto ormai alla fase terminale.
Sognai anche la morte di un bambino che aveva attirato ogni organo di informazione , perché rapito, lo sognai prima che il corpicino venne appunto ritrovato.
Un anno fa, durante un furioso litigio con mia madre, rivelandole di avere voglia di morire, lei gridò il nome di suo cugino defunto anni prima, e ho impressa l'immagine della abat-joure (distante 3mt da noi) che si illuminò da sola senza che l'interruttore cambiasse di posizione.
Ho dato a questi avvenimenti le etichette di superstizione, casualità, casistica, contatto di corrente :P

A febbraio 2010 successe un'altra cosa che ancora oggi mi scuote.
Pochi mesi prima conobbi (molto superficialmente) un uomo, mi attraeva, ma non lo conoscevo così bene da sapere alcunché di lui, non sapevo come contattarlo, non ci provai nemmeno, sinceramente.
Sapevo solo che suo padre e sua madre li aveva persi anni prima.
Quella sera di febbraio mi capitò di pensare appunto a suo padre; verosimile sognarlo, visto che appunto prima di addormentarmi lo stavo pensando.
E appunto, lo sognai.
Eravamo in una casa, che ho impressa nella mia mente, c'era un'altra persona, un uomo, che però non vedeva il padre di questo uomo, che riuscivo a vedere solo io.
Capita questa cosa mi spaventai, lui mi parlò. Non riesco a ricordare le parole esatte usate, ricordo però l'argomento; di parlava appunto di suo figlio. Mi disse che stava rischiando la vita, di aiutarlo, perché lui dall'aldilà stava soffrendo per il figlio che buttava via la sua vita tra droga e pensieri suicidi.
Mi disse di andare nella stanza accanto, la cucina, e di guardare fuori dalla finestra.
Obbedì, e nella cucina semibuia trovai il figlio, completamente obnubilato dalle sostanze appena assunte. Fuori dalla finestra, un importante monumento italiano, perfettamente illuminato, lo vedevamo quasi dall'alto. Da quello capii dove ci trovavamo.
L'uomo mi baciò, poi mi svenne tra le braccia. Infine, io scappai urlando mentre cercava di "drogare" anche me.
Oddio, detta così sembra una cosa davvero stupida.

Il giorno dopo, quindi senza avere il tempo di rielaborare il sogno ed aggiunger i elementi ad hoc, lo raccontai alla mia migliore amica, ridendone.
Un mese dopo, un amico in comune con questo uomo mi disse dove si trovava l'abitazione di quest'ultimo; era un attico (quindi un appartamento posto in alto), proprio dietro al monumento in questione. Questo amico era stato ospite anni prima a casa di quest'uomo, e disse: "Dalla sua cucina vedevamo il monumento".
Rimasi di sasso, visto che fino ad un attimo prima ignoravo perfino la CITTA' dove abitava questa persona.

Mesi dopo lo rividi, lo frequentai, abbiamo avuto una storia sentimentale.
Ho scoperto che fa uso di droghe, abusa di alcol, è profondamente infelice e fa "brutti pensieri".
Ho pensato addirittura di contattare il CICAP (si chiama così, no?), per far valutare la cosa, ma ho troppo paura di essere considerata pazza.
Qui parliamo di eventuali "contatti dall'aldilà", roba da schizofrenia...
Se me lo stessi inventando, sarei da ricovero immediato.
Se non me lo stessi inventando...cosa devo fare? Lo dovrei dire a lui, di questo sogno, di suo padre?
Come potrei aiutare un uomo con questi problemi, quando il padre, nel sogno, ha usato la parola..."amore", quando questo uomo non di lascia amare?

Vorrei riuscire a contattare lo psicologo che hanno fatto vedere a Le Iene, quello esperto di ipnosi. Forse, tramite ipnosi, potrei ricordare tutti i dettagli di quel sogno...no? Voi cosa dite? E' tutto verosimile?
O sono definitivamente pazza?

Scusate per la lungaggine, davvero.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Sogno "premonitore" o semplice fantasia? 6 Anni 5 Mesi fa #2

  • hackboy
  • Avatar di hackboy
  • Offline
  • Master of forum
  • Se anche tu sei diverso per scelta... seguimi !
  • Messaggi: 3487
  • Ringraziamenti ricevuti 67
  • Karma: 9
CIAO ED INZANZITUTTO BENVENUTA NEL FORUM!
Interessantissime le tue esperienze... suggestive direi!
Allora veniamo al discorso serio da fare: Non è facile inanzitutto spiegare questi avvenimenti...potrebbero aprirsi mille pensieri diversi...dalla salute mentale, dalla religiosità, il paranormale...come fra l'altro hai già elencato te.
Posso dirti che lo senario che si è creato deve essere solo da te gestito e non deve essere interferito da nessun altra persona.
Forse dovresti quindi dire te e parlae te con questa persona per rimetterla nella retta via senza pero' dire che hai avuto contatti con l'aldilà e cose del genere...sii reale e ferma nei tuoi pensieri atti a risolvere un problema di una persona che conosci che ho visto hai avuto pure una relazione.
SOLO TU SAI DEI TUOI PRESUNTI CONTATTI CON L'ALDILA' USALI PER RISOLVERE TE IL PROBLEMA PARLANDO CON QUESTA PERSONA ED AIUTANDOLA, SENZA DIRE CHE TE L'HA DETTO SUO PADRE O CHI PER LOUI NON PIU' IN VITA...Per essere diretti con le persone terrene dobbiamo essere noi stessi e solo noi a esprimere i nostri pensieri e confrontarci..anche pensando o sapendo di suggerimenti di terzi o in questo caso di terzi...dell'aldila'.
Concludop dicendo di non spaventarti di queste casiste paranormali ma di conviverci...potrebbe essere un dono... o un aiuto... mille cose... tu trai sempre quella piu' favorevole a te e a chi ti sta intorno.
Casi come il tuo il CICAP ne riceve 10.000 all'anno...e di documentabile c'è veramente poco perchè possano aiutarti.,.. Poi la loro analisi è prettamente scentifica...e poco umana o spirituale...essendo unorganizzazione di scienziati e equiparati.
Se possiamo aiutarti...esprimiti e sarai ascoltata..le risposte pero' le troverai solo te da sola!

Postaci pure altri episodi o se vuoi o hai bisogno di approfondire sono qui!!
Un saluto benvenuta ancora!!
:birra:
La difesa intransigente di uno stile di vita
Come definire la realtà?
Ciò che tu senti, vedi, degusti o respiri non sono che impulsi elettrici interpretati dal tuo cervello.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Sogno "premonitore" o semplice fantasia? 6 Anni 5 Mesi fa #3

  • Zerlina
  • Avatar di Zerlina
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 3
  • Karma: 0
Prima di tutto grazie per la calorosa accoglienza :)

Ribadisco che, purtroppo o per fortuna, i miei incontri o scontri con le stranezze occulte sono state quelle sopra citate, non una di più.
In sé, a rendere verosimile il mio sogno, c'è l'indicazione del punto esatto dove si trova la casa di questa persona, che ripeto che ignoravo completamente.
E' come se questo defunto, tramite questa "prova", avesse messo davanti ai miei occhi scettici una prova tangibile della sua presenza.
Ho un gran bisogno di parlarne con qualcuno, ma non solo temo di non essere creduta: mi sembrerebbe di venir meno ad una promessa di silenzio mai stipulata.
Io sono sinceramente innamorata di questo uomo, ma so anche che non c'è da scommettere un ghellino su un'ipotetica seria relazione con lui, razionalmente so quanto mi potrebbe far male. D'altro canto, se tutto ciò fosse vero, io dovrei aiutarlo.
Ma come? Più che amarlo sinceramente non so fare.
Non sono una psichiatra, nemmeno una psicologa, posso dargli appoggio, ma non posso dar lui la volontà...la volontà di cambiare, che può nascere solo da lui stesso...
Ho paura di farmi del male, di fargli del male.
Eppure sento che non dovrei nascondergli a lungo questa storia del padre, per paura che lui me lo rinfacci in futuro. Ma se non fosse vero? Alimenterei delle speranze vane...
E poi, perché da me, perché sarebbe venuto da me, e non direttamente dal figlio? Perché?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Sogno "premonitore" o semplice fantasia? 6 Anni 5 Mesi fa #4

  • hackboy
  • Avatar di hackboy
  • Offline
  • Master of forum
  • Se anche tu sei diverso per scelta... seguimi !
  • Messaggi: 3487
  • Ringraziamenti ricevuti 67
  • Karma: 9
Non disperarti...vivi la cosa con serenità piu' che puoi, vivi come se questo fatto non fosse successo, mi spiego....
Devi fare del tuo indipendentemente da quel che è successo in un sogno, se poi qualcosa di sopranaturale vuole che ci sia una nuova comunicazione o fatto sarà sua cura e non tua aspettare eventuali fatti.
Vivi la vita terrena realizza le realtà con questa persona... e vedi se veramente è una persona che puoi reputare importante per una relazione, poi metti in chiaro tutto quello che ti senti dentro, se vorrà ascoltarti è perchè il suo cuore è aperto a cio' se fosse diverso è perchè è differente da te...
Non è facile per te prendere in carico questo fardello e questo problema, sia per motivi sentimentali, sia per motivi del sogno che hai fatto... Ma non lasciarti coinvolgere dal sogno, lascia invece che a parlare sia il tuo "IO"...
Se vuoi parlare e dire altro fai pure c'è sempre qualc'uno che ti ascolta! ! !
Saluti
La difesa intransigente di uno stile di vita
Come definire la realtà?
Ciò che tu senti, vedi, degusti o respiri non sono che impulsi elettrici interpretati dal tuo cervello.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Sogno "premonitore" o semplice fantasia? 6 Anni 5 Mesi fa #5

  • Maddy1983
  • Avatar di Maddy1983
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 684
  • Karma: 3
se vuoi aiutarlo devi farlo a prescidere dal sogno! sii tranquilla e pensa bene a quello che fai! la situazione è complicata, ma se te te la senti vai avanti! non sentirti costretta, non sei mica Melinda Gordon!!!!
Questo è il mio punto di vista, se non ti piace, ne ho degli altri (Groucho Marx)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Sogno "premonitore" o semplice fantasia? 6 Anni 5 Mesi fa #6

  • Zerlina
  • Avatar di Zerlina
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 3
  • Karma: 0
Non volevo sembrare un santone, o peggio, il bambino de Il Sesto Senso...
ma mi metto nei panni di Lui: se io fossi nella condizione d'aver perso mio padre e non aver mai superato la cosa (con conseguente distruzione della mia vita), vorrei sapere se accadesse -per di più a qualcun altro!- una cosa del genere che COMUNQUE riguarda me.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Sogno "premonitore" o semplice fantasia? 6 Anni 5 Mesi fa #7

  • hackboy
  • Avatar di hackboy
  • Offline
  • Master of forum
  • Se anche tu sei diverso per scelta... seguimi !
  • Messaggi: 3487
  • Ringraziamenti ricevuti 67
  • Karma: 9
LA VITA E' FATTA PER ESSERE VISSUTA NONOSTANTE GLI OSTACOLI O LE BELLEZZE CHE CI CAPITANO ALL'INTERNO...NON C'E VIA DI FUGA... E' COSI'...SIAMO SOLO DI PASSAGGIO...
La difesa intransigente di uno stile di vita
Come definire la realtà?
Ciò che tu senti, vedi, degusti o respiri non sono che impulsi elettrici interpretati dal tuo cervello.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Sogno "premonitore" o semplice fantasia? 6 Anni 5 Mesi fa #8

  • Maddy1983
  • Avatar di Maddy1983
  • Offline
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 684
  • Karma: 3
no no nessuno dice che sei un santone (meglio santona visto che sei una femmina ahahhaha) o che altro! cmq a mio parere ora non è il momento! sarebbe peggio... poi non so! valuta tu la situazione! :ok:
Questo è il mio punto di vista, se non ti piace, ne ho degli altri (Groucho Marx)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.466 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.