IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001


Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: inconscio illuminazione

inconscio illuminazione 2 Anni 2 Mesi fa #1

  • Lancillotto2013
  • Avatar di Lancillotto2013
  • Offline
  • New Boarder
  • Un amico è la cosa più preziosa che tu possa avere
  • Messaggi: 86
  • Ringraziamenti ricevuti 42
  • Karma: 3
c'è secondo voi un collegamento trà illuminazione e inconscio?

Carl Gustav Jung :biggrin: mi pare lo confermasse, in parte, con la sua teoria e metodologia psichica.


translate.google.com/translate?hl=it&sl=...ng%2FJungRamana.html

Guardare sia pag 1 che pag 2 (sono linkate già alla traduzione in italiano) :clap:
Un ricercatore del Sé deve appoggiarsi alla propria investigazione, dopo aver abilmente avvicinato un Istruttore, il quale deve possedere la perfetta conoscenza del Brahman e una grande compassione.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

inconscio illuminazione 2 Anni 2 Mesi fa #2

  • DEM
  • Avatar di DEM
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 436
  • Ringraziamenti ricevuti 74
  • Karma: 6
Senza letture in proposito,mi viene di risponderti Si ,l'inconscio è collegato all'illuminazione
L'inconscio è una forma anzi la forma di coscienza dimenticata,accantonata,l'illuminazione è la rievocazione di una coscienza dimenticata perciò un collegamento all'inconscio..
Promossa? : )
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Lancillotto2013

inconscio illuminazione 2 Anni 2 Mesi fa #3

  • creamy
  • Avatar di creamy
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 8
  • Ringraziamenti ricevuti 4
  • Karma: 1
Con l'illuminazione raggiungiamo la piena conoscenza del nostro io e del nostro inconscio, quindi secondo me sono collegati....
Sono promossa anch'io? Spero! :)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Lancillotto2013

inconscio illuminazione 2 Anni 2 Mesi fa #4

  • Lancillotto2013
  • Avatar di Lancillotto2013
  • Offline
  • New Boarder
  • Un amico è la cosa più preziosa che tu possa avere
  • Messaggi: 86
  • Ringraziamenti ricevuti 42
  • Karma: 3
beh non è che uno sia promosso da un altro, se no a quest'ora avrei illuminato anche le formiche .. se spettasse a me il promuovere l'altro promuoverei chiunque perché a chiunque io tengo moltissimo, anche un sasso è la gemma più preziosa dell'universo, una formica l'essere più importante al pari di un sole maestoso che brucia nel cosmo.

La prima è risposta giusta dal punto di vista razionale - logico secondo moderna psicologia.

Sappiamo però che la persona usa più un emisfero che l'altro: e per quanto ne sappiamo la razionalità umana si compone di una logica di un lobo e di una emotività di un altro lobo cerebrale.
Quindi la risposta è giusta ma la razionalità umana darà sempre una risposta logico-emotiva, anche il più razionale sarà sempre un mix di razionalità calcolatrice di un lobo condizionata però e anche dalle rappresentazioni grafiche e tensionali emozionali dell'altro lobo cerebrale.

Questo non sarà ammesso da uno scettico.. ma lo è da qualsiasi Medico facendo un esame sul cervello: infatti si può vivere bene anche con metà cerebrale (un singolo lobo)... poi stà a vedere cosa ti rimane ..razionale o emotivo .. ma vva bè ..altro discorso.


La seconda invece è logica di Cuore o di Pancia .. come preferite, è la pancia è la sede dell'Anima e il cuore è la sede multidimensionale dello Spirito Coscienza o IO (scritto maiuscolo) .. quindi non di quell' "io" che fa mix tra reale e irreale, tra conscio e inconscio ..ma và dritto dritto nel Centro dell'animo o centratura o "cerco un centro di gravità permanente ..come cantava Battiato.."


I due pensieri sono validi entrambi, uno per la vita e la relazione nel mondo mondano, ma la seconda pare (a me) colpisca direttamente o sorga dal centro stesso dell'Essere, come frutto di un parziale risveglio, di un inizio e di un collegamento con un piano che sovrasta conscio e inconscio, li penetra e .. li Unisce .. appunto, si li unisce o vuole unirli .. quindi c'è una Volontà che supera la ragione umana del semplice Viver la vita .. per cosi com'è, pur analizzandola e osservandola.

Come un Guardare Oltre, un guardare al cielo dopo aver ben conosciuto cioè che essendo a terra guardi in Orizzontale..

Come la Nascita in noi di una Vista che guarda anche in alto e non solo ciò che ci circonda o ci stà sotto il piede.


Carl Gustav Jung si recò in India 100 anni fa e imparò da grandi maestri (Yoga Sovra-Mentale): e si risveglio' ...

Illuminazione non è parola esatta (se posso permettermi) è Svegliarsi (sopra le illusioni - raziocini - sogni) ed è Liberarsi (dalle catene del pensiero della mente mondana.. e anche dal suo chiacchiericcio egoico persistente .. che a volte ammettiamocelo : Non ci lascia vivere nemmeno un momento di sosta e di pace durante la giornata.
:study:

La mente e l'ego di difesa (egoismo di sopravvivenza arcaico dell'Uomo ..di Neanderdhal .. per dare il giusto paragone-idea-immagine) non siamo noi .. ma sono ns. Creazioni: dobbiamo schiarirli e unirli all'Animo nostro.. ma dominandoli e illuminando i loro pensare sbagliati ..che influenzano il ns. io umano e il ns. IO più elevato (Coscienza universale individuale o Atman creativo).

Cosi io penso e ho visto: ora bocciatemi : impression :biggrin: .. perché come dico sempre non sono un maestro ..però neanche un allievo,.. ho fatto tutto da me .. mai avuto un maestro (in carne e ossa .. intendo) :birra:
Cmq credo siate entrambe voi persone molto intelligenti.. ma il cuore ci comanda, comanda anche il cervello conscio e inconscio e semi-conscio
... e su questo c'è poco da fa:
L'amore del Cuore è molla di BENE più potente di ogni cosa.. cosi potente che persino gli Dei e i più alti Ideali .. la devon rispettar : drinktwo :
Un ricercatore del Sé deve appoggiarsi alla propria investigazione, dopo aver abilmente avvicinato un Istruttore, il quale deve possedere la perfetta conoscenza del Brahman e una grande compassione.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : creamy, DEM

inconscio illuminazione 2 Anni 2 Mesi fa #5

  • Nyma
  • Avatar di Nyma
  • Offline
  • Moderatore
  • Tempus Edax Rerum
  • Messaggi: 1483
  • Ringraziamenti ricevuti 269
  • Karma: 14
Io sto ancora leggendo le pagine che hai linkato. :wink:
Per ora mi è piaciuta moltissimo la citazione: "Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte."
Interessante anche la risposta di Jung alla domanda "credi in Dio?" - "Non ho bisogno di credere. So".
A primo impatto, senza troppi ragionamenti complicati, verrebbe anche a me da dire che sì, c'è un collegamento tra illuminazione e inconscio. Tuttavia, essendo solo all'inizio di questo genere di studio/riflessione, non sono in grado di argomentare la risposta. A dire il vero c'è una cosa che non mi torna: Sé=Dio. Sto ancora riflettendo sulla differenza tra mente cosciente e inconscio; tendo a immaginare l'incoscio come dei neuroni senza sinapsi.
Eadem mutata resurgo
Dio è un cerchio il cui centro è ovunque e la cui circonferenza è da nessuna parte.
Ultima modifica: 2 Anni 2 Mesi fa da Nyma.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Lancillotto2013

inconscio illuminazione 2 Anni 2 Mesi fa #6

  • Lancillotto2013
  • Avatar di Lancillotto2013
  • Offline
  • New Boarder
  • Un amico è la cosa più preziosa che tu possa avere
  • Messaggi: 86
  • Ringraziamenti ricevuti 42
  • Karma: 3
La visione del Cerchio è una corrispondenza anche del Vecchio PARMENIDE ..vero antagonista occidentale del Buddha, anche se Il Gotama resta "imitabile per le profonde spiegazioni complete" sia psicologiche che spirituali, terrene e ultraterrene delle coscienze e degli IO Individuali.

Qui c'è altro da leggere !!!

ve lo consiglio :

www.parmenide.info/

it.wikipedia.org/wiki/Parmenide


Secondo Parmenide lo spazio cosmico esistente non è illimitato, bensì è una enorme sfera.
Esso è interamente riempito dall’ “essere”. L’ “essere” è la sostanza, unica ed omogenea, che, compenetrando tutte le cose (inclusi noi esseri umani e l’aria) che i nostri sensi percepiscono nel cosmo, costituisce il cosmo stesso. Infatti nella “visione” del filosofo di Elea il cosmo non è composto dalle numerose entità – pianeti, stelle, persone, animali, alberi, fiori, case, montagne, nuvole, ecc., di diverso aspetto e colore, suscettibili di trasformazione, movimento, nascita e morte – che ogni giorno appaiono dinanzi ai nostri occhi, bensì è costituito dall'essere, che è una sostanza unica, eterna, non generata, enorme, limitata, sferica, immobile, non diveniente ma sempre uguale a se stessa, omogenea, isodensa, non divisa in molteplici 'cose' bensì continua.

Dunque: Esiste soltanto l'essere. Questo essere, che è unico, viene percepito dagli esseri umani come "spezzettato" in molteplici cose, da tutte le cose che la nostra vista fallace quotidianamente ci mostra:


Personalmente, conoscendo e non per "credendo" ma bensi per "libero vivendo" :cheers: , ho spiegazioni più dettagliate e mie, però e comunque non in contrasto con Parmenide ne con C.G. Jung.

Più che un inconscio vedo Un Essere SuperConscio ma senza qualità (copro mente anima e nemmeno coscienza spirito-spiritual-spiritualista).

E più che un conscio ..vedo una Pia Illusione, una fuga da se stessi, anzi un diniego per dubbio e poi per vanità e paure... da un Unico Sé Stessi.

Vedo un Grande che da solo in eterno stà, come un Adamo in pace e equilibrio possente, principio senza inizio e fine senza un termine, con ambo i sessi primigeni non sviluppati, generatore di Dei e Esseri col semplice "pensare", e come dicono del Siva e del Brahman e del Krishna gli Induisti : Quel Primordiale.

Stranamente tutto coincide, con dura meditazione e fortissima volontà .. e un po di studio (che non fai mai male).


Però vorrei sentire cosa ne pensate Voi, se avete mai affrontato il discorso, e a che punto e che idee avete in merito.

Per Jung è sicuro che ha dato una bella AVANZATA positiva e amplia di orizzonti alla stantia psicologia di Freud

it.wikipedia.org/wiki/Freud_-_Passioni_segrete

che si occupava troppo delle problematiche delle pazienti femmine .. per scovarne antichi traumi dell'infanzia... ma senza analizzarne oltre i contesti (oltre a famiglia, nevrotismo e malattie, tick e follie auto-indotte, e soffermandosi a mio parere .. un po' troppo sull'esito dei traumi e delle nevrosi psichiatriche (delle pazienti in particolar modo) senza però avere quella visione profonda e universale che solo Jung riusci ad ottenere frequentando i migliori maestri di Yoga Meditativo del secolo scorso.

Jung ;) è andato effettivamente alla radice del Vero e della Natura Reale delle cose, S. Freud più statico sulle fasi razionali, sul curare e medicare .. ma per guarire si dovrebbe andare alla radice dei mali, di tutti i mali : cosi si eviterebbero persino le cure di Freud alle pazienti.

Insomma Jung è prevenzione profonda e Freud analisi osservativa del danno già attivo .. e mera cura.. :picchiatest :birra:
Un ricercatore del Sé deve appoggiarsi alla propria investigazione, dopo aver abilmente avvicinato un Istruttore, il quale deve possedere la perfetta conoscenza del Brahman e una grande compassione.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Nyma, creamy

inconscio illuminazione 2 Anni 2 Mesi fa #7

  • lechateau
  • Avatar di lechateau
la visione del Tutto che permea Tutto e noi siamo parte del Tutto, quindi siamo Dio , come lo sarebbe anche il topo la pietra o il verme, è affascinante. Ma.....Lui come potrebbe stuprare torturare affamare assetare schiavizzare etc etc etc

E' la crudeltà umana che mi spinge a riflettere che noi siamo staccati e indipendendti dal Creatore, quindi il Tutto non esiste come Unico ma come pezzi sciolti, autonomi.

Lui è terzo rispetto a noi, benchè noi abbiamo una parte piccolissima di Lui...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

inconscio illuminazione 2 Anni 2 Mesi fa #8

  • Lancillotto2013
  • Avatar di Lancillotto2013
  • Offline
  • New Boarder
  • Un amico è la cosa più preziosa che tu possa avere
  • Messaggi: 86
  • Ringraziamenti ricevuti 42
  • Karma: 3
Noi vediamo il male e il bene perché ne abbiamo contatto ..ma si tratta di un contatto mentale.
In realtà queste dimensioni, terra materia, astrale, paradisi e infrni, purgatori e limbi .. sono nella ns. immaginazione, è un immaginativo a cui noi stessi diamo energia e vibrazione, cosi sembrano veri e reali, costanti, sempre ciclici e in continua evoluzione.. eppure nemmeno l'evoluzione esiste.. no nemmeno quella, il cambiamento è solo irreale ..come tutte queste sotto-dimensione volute e sognate dal ns. vero IO SUPERIORE ..che è un grande ATMAN .. espanso e fluttuante egli è il creativo dei mondi relativi, che sono relativi proprio perché APPAIONO VERI .. ma non lo sono mai stati.

Dire questo a una persona mondana o credente, cmq credente in scienza / filosofia / religione è come demolirgli tutto, ed è questo che un Vero Jnana Yogi deve fare per iniziare il primo gradino verso il ritorno nell'Eternità e nel suo Pari Nibbana, nel Sé Permanente.

Come ci conferma Gotama il Buddha.. bisogna disfarsi di tutte le idee e le credenze che gli sono state insegnate dagli altri e che la società ci vorrebbe inculcare con i suoi mass media e i suoi costanti messaggi subliminali, bisogna perdere l'ego, la mente che ci chiacchiera in testa .. e le esigenze che il corpo vuole imporci .. perché anche il corpo se ci domina ..è al servizio dell'EGOismo e non di noi stessi.

Noi non siamo ne ego, ne mente ne corpo, siamo particelle del Vero Sé, che è un Sovrumano più umano dell'umano mai visto sulla Terra e nei cieli celesti del Dio Creatore di materia e astrale .. cosi tanto invocato e pregato.

Anche se la relgione è un mezzo e la psicologia pure e la scienza anche.. esse sono mezzi relativi e arriveranno solo sino a un certo punto..ma non oltre: il ns. Nucleo e la ns. Essenza Reale non è discernibile mediante mente, corpo, immaginazione, sogni astrali, e pure l'Atman .,.che è la prima Sadhana O SAVIKALPA sarà da superare .. sino a raggiungere la seconda e ultima Sadhana .. il NIRVIKALPA.

Giustamente Krishna disse ad Arjuna : oh valoroso arciere dal forte braccio, sappi che l'anima trapassa quando il corpo deperisce, ma l'anima è immortale e mai muore, l'acqu non la bagna, il vento non la tocca, il fuoco non la brucia e la terra non la infanga.
Quindi ora vai a fare il tuo dovere di soldato e combatti i tuoi nemici, rendendo onore a me che sono Il vero DIO, e se morrai sarai eroe in terra e in cielo, se vivrai sarai eroe solo in terra ma dai cieli verrai acclamato come il Glorioso Eroe vincitore di battaglie contro gli usurpatori.

Eil Signore Supremo disse anche "l'uomo ha dovere di fare fare e produrre movimento ed eventi.. ma non di attribuirsi alcun merito", perché il merito spetta a me e non al suo finto egoismo (EGO).

PS: se questa non è la mia prima esistenza in un corpo, ma nagari la decima volta, e io ho sempre vissuto bene sia qui che in altri luoghi molto lontani, anche senza corpo, ego e mente .. ALLORA :cheers: vi direi "cari amici, vi rassicuro si vive bene ..anzi meglio senza l'intralcio del corporeo fisico che mi fa da scatola e contenitore. :biggrin:
Un ricercatore del Sé deve appoggiarsi alla propria investigazione, dopo aver abilmente avvicinato un Istruttore, il quale deve possedere la perfetta conoscenza del Brahman e una grande compassione.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

inconscio illuminazione 2 Anni 2 Mesi fa #9

  • lechateau
  • Avatar di lechateau
Io non riesco a comprendere e ad accettare la teoria della grande illusione che tutti viviamo, come se vivessimo un grande scherzo creato da una mente ingannevole

Io arrivo fino alla comprensione di una mente che ti spinge a credere che esista solo il piano fisico e nient'altro, come se niente di ciò che non vedi non esiste, e quindi puoi fare tutto ciò che vuoi . Mentre una mente e un occhio liberati dal velo vedrebbero miliardi di altre cose

Ma il piano fisico e la nostra vita terrena esistono, in concretezza, tutto avviene e tutto è' assolutamente concreto nel creato. l'unica differenza è' la consapevolezza che l'uomo illuminato da all'eterno rispetto all'effimero che viviamo sul nostro piano
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

inconscio illuminazione 2 Anni 2 Mesi fa #10

  • Lancillotto2013
  • Avatar di Lancillotto2013
  • Offline
  • New Boarder
  • Un amico è la cosa più preziosa che tu possa avere
  • Messaggi: 86
  • Ringraziamenti ricevuti 42
  • Karma: 3
beh ti capisco, c'è stato un tempo che sfuggend oe scappando da me stesso anche io arrivai a concepire queste cose, esattamente come ogni uomo mondano e scettico e razionalista pensa e ripensa .. ma .. senza risultato finale.. solo con apparente risultato e spiegazioni parziali.

scienza e psicologia, mente e pensiero ego, e persino il pensiero della Coscienza più profonda non spiegano e non arrivano a ciò che dico, capisco che c'è molta difficoltà, anche perché non sempre badiamo che abbiamo due lobi .. uno più razionale e uno dedito più a immaginazione: e sentirsi dire che la Logica è Illusione e Sogno Immaginativo ..mentre L'immaginativo astratto è il VERO REALE .. sconvolge e turba il sonno di parecchi, innesca profondi dubbi, paure e paure... ma non bisogna farsi prendere da questi iniziali "Humani Sentimenti Egoici" che la mente ci propina e ci fa pensare a raffica... pur di distrarci da una corretta analisi profonda (come invece fece e portò a termine il Sig. Gotama piuttosto che il Sig. Shankara che il Sig. Bodhidharma e mille e mille altri ben DOTATI MAESTRI dell'umanità e delle Divinità della Maya -.Mente).

Un esempio brillante sui miei strani discorsi (che non sono TEORIE eh.. io sono un PRATICO.. cioè faccio meditazione e discriminazione) :

Gli Upanishad furono i primi scritti in cui si spostò il luogo della "seconda morte" dal cielo alla terra, identificandone la giusta soluzione con la conoscenza dell'identità atman-Brahman. L'ignoranza della propria individualità (atman o purusha) mette in azione il karma, la legge di causa ed effetto della spiritualità orientale (...) Secondo come si agisce, secondo come ci si comporta, così si diventa. Chi fa bene diventa bene. Chi fa male diventa male. Si diventa virtuosi con le azioni virtuose, malvagi con le azioni malvage (Brihadaranyaka Upanishad 4, 4, 5). La reincarnazione (samsara) è la via pratica con cui si raccoglie il frutto delle proprie azioni. Pertanto l'individuo è obbligato a entrare in una nuova esistenza materiale finchè tutto il debito karmico che ha accumulato è pagato (Shvetashvatara Upanishad 5, 11). Gli Upanishad giungono a considerare il destino finale dell'uomo come una fusione impersonale tra atman e Brahman, raggiungibile esclusivamente tramite la conoscenza esoterica. In questo nuovo contesto, il karma e la reincarnazione sono gli elementi chiave che segneranno da ora in poi ogni particolare sviluppo dell'Induismo."

:study:
www.sezioneaureastudio.it/2011/08/teoria...eincarnazione-1.html
Un ricercatore del Sé deve appoggiarsi alla propria investigazione, dopo aver abilmente avvicinato un Istruttore, il quale deve possedere la perfetta conoscenza del Brahman e una grande compassione.
Ultima modifica: 2 Anni 2 Mesi fa da Lancillotto2013.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Nyma

inconscio illuminazione 2 Anni 2 Mesi fa #11

  • DEM
  • Avatar di DEM
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 436
  • Ringraziamenti ricevuti 74
  • Karma: 6
Conoscenza o conoscenze esoteriche?Potresti spiegare in cosa consistono?
Io ho l'impressione che l'uscita del corpo eterico dal corpo fisico voluta sia una chiave per aprire un mondo che crea contatti e insegnamenti con intelligenze superiori !
È una conoscenza esoterica di cui parli?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.535 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.