IL FORUM

DISCUTIAMO DI PARANORMALE DAL 2001


Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Esperienze di trapassi

Esperienze di trapassi 4 Mesi 3 Giorni fa #1

  • Quandosioscuralaluna
  • Avatar di Quandosioscuralaluna
  • Online
  • Gold Boarder
  • Tell all the truth but tell it slant
  • Messaggi: 624
  • Ringraziamenti ricevuti 64
  • Karma: 3
Avendo letto varie risposte interessanti dal topic "Uomo alto nero" apro un sondaggio.

Vorrei domandare a chi ha assistito al trapasso di un proprio caro se quest'ultimo fosse religioso praticante (specificare anche la religione) e se ci sono stati dei discorsi, dialoghi prima di morire che riguardassero Dio.

Ho notato un contrasto tra le 'visioni' di queste persone comune con quelle dei Santi i quali hanno sempre affermato che in punto di morte saremo circondati da demoni che ci rinfacceranno tutti i nostri peccati.

Qui potete raccontare le vostre esperienze...


:aa:
Quando una fantasia viene condivisa da un gran numero di persone, essa diventa realtà.
(Anonimo)

<<Naître, mourir, renaître encore et progresser sans cesse, telle est la Loi>> Kardec
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di trapassi 4 Mesi 3 Giorni fa #2

  • aghatae
  • Avatar di aghatae
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Lavorando come infermiera ho assistito al trapasso non solo di miei cari ma anche di molti pazienti....e posso affermare che la dolce morte da film non mi è mai capitato di vederla. Ho visto la lunga agonia delle persone e credimi tempo per chiacchierare zero. Però posso dirti che su alcuni volti ho visto il sorriso subito prima di morire.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di trapassi 4 Mesi 3 Giorni fa #3

  • ParanormalStudio Emiliano
  • Avatar di ParanormalStudio Emiliano
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 997
  • Ringraziamenti ricevuti 256
  • Karma: 18
aghatae ha scritto:
Però posso dirti che su alcuni volti ho visto il sorriso subito prima di morire.

Come infermiera saprai benissimo i meccanismi che applica il corpo umano prima di morire, tra cui quelli per auto-sedarsi. Il sorriso è ben spiegabile.
Paranormal Studio è un progetto Hunters 12 Pictures.

Il nostro sito:www.hunters12.com/paranormal
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di trapassi 4 Mesi 2 Giorni fa #4

  • Eterea67
  • Avatar di Eterea67
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 53
  • Ringraziamenti ricevuti 17
  • Karma: 3
ciao a tutti,
io colgo l'occasione per raccontarvi l'unico trapasso a cui ho assistito . Ho già parlato di mia nonna nel post sull'uomo nero ma di fatto al momento del trapasso non ero lì, invece quando morì la mamma di mio marito ero presente e nel mio piccolo spero di averla accompagnata e aiutata nel passaggio forse più delicato (a parte la nascita) della vita.
premetto che ero legata con mia suocera da un affetto sincero e ad oggi posso dire che tra le persone conosciute sia stata la persona più buona e umile che sia entrata nella mia vita.
dopo la morte del marito ha cominciato a manifestare demenza senile e piano piano si è ammalata fino a che negli ultimi 3 giorni prima del trapasso è entrata in coma.
Era a casa di mia cognata, e dista da noi circa un'oretta, la sera che è morta mio marito era piuttosto stanco,eravamo stati da lei la sera prima e voleva andare il giorno dopo ma io quella notte l'ho sognata con mio suocero accanto( premetto che non è la prima volta che mi capita di sognare una persona la stesso giorno che poi si rivela il giorno della morte, e in un occasione anchecon una morte prematura) comunque sapendo di questa mia capacità percettiva abbiamo deciso di andare quella sera stessa.... e così al suo capezzale abbiamo abiamo parlato e in modo naturale ognuno diceva cose (sopratutto i figli) su di lei e di come era stata una buona madre.... respirava malissimo e sembrava quasi avesse paura a lasciarsi andare... io almeno ho intuito questo e così approfittando di questo scambio ho cominciato a dire di quanto fosse stata una donna buona e umile , anche con me che non ero la figlia è sempre stata meravigliosa, non l'ho mai sentita e dico mai giudicare nessuno, esprimere anche solo una volta asprezza verso qualcuno, era incredibile, e così parlando ho cominciato a dirle che se mai nella sua umiltà avesse paura di un qualsiasi Giudizio avrebbe dovuto stare tranquilla perchè doveva essere felice dell'opera compiuta con la sua famiglia e con tutti e che Dio non avrebbe potuto che accoglierla con lo stesso Amore che lei era stata capace di dare agli altri...credetemi, non ho fatto in tempo a pronunciare quelle parole che abbiamo sentito il suo respiro alleggerirsi ,ci siamo avvicinati, l'abbiamo presa per mano e dopo pochi attimi è andata... sento ancora tanta commozione nel raccontarvi questo episodio.... dopo qualche giorno l'ho sognata e la vedevo nel letto di morte dove io la vestivo e dopo qualche settimana ancora l'ho sognata dove mi diceva che era felice e che stava bene... rassicurandomi e dicendoi di non soffrire per lei.
io credo fermamente che quando le persone siano vicine al trapasso possano sentirci e anche dopo... spesso quando devo assistere ad un funerale ci tengo a collegarmi con l'anima del defunto per dirgli di non aver timore e gli spiego quello che io ho come conoscenza sul trapasso... sono certa mi sentano.
questa è l'unica esperienza che posso raccontare... non so se possa essere utile per il sondaggio ma è sincera e umilmente vuole dare un contributo per aiutare a credere che esiste qualcosa oltre la materia.
:) :) :) :)
......
Ultima modifica: 4 Mesi 2 Giorni fa da Nyma. Motivo: cmq = comunque
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di trapassi 4 Mesi 2 Giorni fa #5

  • Quandosioscuralaluna
  • Avatar di Quandosioscuralaluna
  • Online
  • Gold Boarder
  • Tell all the truth but tell it slant
  • Messaggi: 624
  • Ringraziamenti ricevuti 64
  • Karma: 3
Eterea67 ha scritto:
ciao a tutti,
io colgo l'occasione per raccontarvi l'unico trapasso a cui ho assistito . Ho già parlato di mia nonna nel post sull'uomo nero ma di fatto al momento del trapasso non ero lì, invece quando morì la mamma di mio marito ero presente e nel mio piccolo spero di averla accompagnata e aiutata nel passaggio forse più delicato (a parte la nascita) della vita.
premetto che ero legata con mia suocera da un affetto sincero e ad oggi posso dire che tra le persone conosciute sia stata la persona più buona e umile che sia entrata nella mia vita.
dopo la morte del marito ha cominciato a manifestare demenza senile e piano piano si è ammalata fino a che negli ultimi 3 giorni prima del trapasso è entrata in coma.
Era a casa di mia cognata, e dista da noi circa un'oretta, la sera che è morta mio marito era piuttosto stanco,eravamo stati da lei la sera prima e voleva andare il giorno dopo ma io quella notte l'ho sognata con mio suocero accanto( premetto che non è la prima volta che mi capita di sognare una persona la stesso giorno che poi si rivela il giorno della morte, e in un occasione anchecon una morte prematura) comunque sapendo di questa mia capacità percettiva abbiamo deciso di andare quella sera stessa.... e così al suo capezzale abbiamo abiamo parlato e in modo naturale ognuno diceva cose (sopratutto i figli) su di lei e di come era stata una buona madre.... respirava malissimo e sembrava quasi avesse paura a lasciarsi andare... io almeno ho intuito questo e così approfittando di questo scambio ho cominciato a dire di quanto fosse stata una donna buona e umile , anche con me che non ero la figlia è sempre stata meravigliosa, non l'ho mai sentita e dico mai giudicare nessuno, esprimere anche solo una volta asprezza verso qualcuno, era incredibile, e così parlando ho cominciato a dirle che se mai nella sua umiltà avesse paura di un qualsiasi Giudizio avrebbe dovuto stare tranquilla perchè doveva essere felice dell'opera compiuta con la sua famiglia e con tutti e che Dio non avrebbe potuto che accoglierla con lo stesso Amore che lei era stata capace di dare agli altri...credetemi, non ho fatto in tempo a pronunciare quelle parole che abbiamo sentito il suo respiro alleggerirsi ,ci siamo avvicinati, l'abbiamo presa per mano e dopo pochi attimi è andata... sento ancora tanta commozione nel raccontarvi questo episodio.... dopo qualche giorno l'ho sognata e la vedevo nel letto di morte dove io la vestivo e dopo qualche settimana ancora l'ho sognata dove mi diceva che era felice e che stava bene... rassicurandomi e dicendoi di non soffrire per lei.
io credo fermamente che quando le persone siano vicine al trapasso possano sentirci e anche dopo... spesso quando devo assistere ad un funerale ci tengo a collegarmi con l'anima del defunto per dirgli di non aver timore e gli spiego quello che io ho come conoscenza sul trapasso... sono certa mi sentano.
questa è l'unica esperienza che posso raccontare... non so se possa essere utile per il sondaggio ma è sincera e umilmente vuole dare un contributo per aiutare a credere che esiste qualcosa oltre la materia.
:) :) :) :)

Bellissima testimonianza!
Quando una fantasia viene condivisa da un gran numero di persone, essa diventa realtà.
(Anonimo)

<<Naître, mourir, renaître encore et progresser sans cesse, telle est la Loi>> Kardec
Ultima modifica: 4 Mesi 2 Giorni fa da Nyma.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : Eterea67

Esperienze di trapassi 4 Mesi 2 Giorni fa #6

  • ParanormalStudio Emiliano
  • Avatar di ParanormalStudio Emiliano
  • Offline
  • Moderatore
  • Messaggi: 997
  • Ringraziamenti ricevuti 256
  • Karma: 18
Io ho assistito a due trapassi tra le mura di casa (nonna paterna e papà), ma non mi va di scendere in dettagli. Qualcosa a riguardo di mio padre era sfuggito durante una "discussione" calda di questo forum, ma ora preferisco tralasciare ogni dettaglio. Mi va solo di dire che probabilmente "sentono" chi sta accanto in quel momento e si riesce a tranquillizzarli negli ultimi passi. Non vado oltre.

Parlando di paranormale e di folclore, nella mia famiglia c'è sempre stata la tradizione di lasciare la porta aperta il giorno e la notte del lutto; ricordo che era stato fatto anche per altri due dei nonni dei quali però non ho assistito al momento esatto della morte. Il motivo di questa usanza mi sembra ovvio. La cosa più strana (se non l'unica) che è accaduta è stata proprio con mio padre: pochi secondi dopo che è morto si è spalancata la finestra, mia madre stava per chiuderla perché ce l'aveva dietro la schiena e io le ho detto di lasciarla aperta. Vento o meno che sia stato, è bello così. Questi sono i casi in cui a mio parere è giusto non porsi domande, di alcun tipo.

Credo poi che ho assistito anche alla morte di un bimbo di pochi mesi quando svolgevo servizio di 118. "Credo" perché sinceramente non so come è andata a finire la storia, so solo che quando siamo arrivati in ospedale era ancora in arresto (e lo era da molto considerato anche tutto l'intervento svolto dai medici sul posto e quant'altro). Quindi è altamente probabile che non ce l'abbia fatta. Non è stato l'unico: sempre in servizio, sotto le mie mani, sono passati a miglior vita altre due persone (in questi due casi lo so per certo). Credo di non dimenticarmi nessuno.
Paranormal Studio è un progetto Hunters 12 Pictures.

Il nostro sito:www.hunters12.com/paranormal
Ultima modifica: 4 Mesi 2 Giorni fa da ParanormalStudio Emiliano.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di trapassi 4 Mesi 1 Giorno fa #7

  • catsofia
  • Avatar di catsofia
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 23
  • Ringraziamenti ricevuti 8
  • Karma: 0
Ciao Quandosioscuralaluna, posso portarti la mia esperienza, anche se non riguarda propriamente discorsi su Dio al momento del trapasso. Mia nonna, cattolica e praticante (anche se un po' a modo suo) gli ultimi mesi della sua vita l'ha trascorsi nel mondo creato dalla demenza senile di cui purtroppo soffriva. Nello stesso periodo, mio papà, malato terminale, stava patendo il suo calvario, ognuno a casa propria. Poiché mio padre era palesemente alla fine dei suoi giorni, abbiamo dovuto affidare la nonna ad una badante che potesse accudirla in quei momenti. Mio padre muore una mattina di maggio. Chiamo immediatamente la badante per avvertirla pregandola di trattenersi un pochino di più per darmi modo di sbrigare le orribili incombenze che i lutti richiedono. Lei mi risponde che immaginava fosse successo qualcosa a mio padre in quanto mia nonna, pochi minuti prima, si era alzata sul letto e aveva pronunciato: " (nome di mio padre) aspettami, sto arrivando anch'io!".
Non nutro nessun dubbio sulla affidabilità della persona che ha riportato il discorso (anche perchè che logica e ragione ci sarebbe a raccontare una cosa del genere) e non ho avuto particolare difficoltà a crederci, mia nonna per tutta la sua vita è stata testimone di avvenimenti veramente eccezionali.
E aveva ragione, dopo poco purtroppo anche lei mi ha lasciata.
Ultima modifica: 4 Mesi 1 Giorno fa da catsofia.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di trapassi 4 Mesi 19 Ore fa #8

  • Quandosioscuralaluna
  • Avatar di Quandosioscuralaluna
  • Online
  • Gold Boarder
  • Tell all the truth but tell it slant
  • Messaggi: 624
  • Ringraziamenti ricevuti 64
  • Karma: 3
Sono testimonianze veramente toccanti e non mi esprimo oltre. : tenerezza
Quando una fantasia viene condivisa da un gran numero di persone, essa diventa realtà.
(Anonimo)

<<Naître, mourir, renaître encore et progresser sans cesse, telle est la Loi>> Kardec
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di trapassi 4 Mesi 17 Ore fa #9

  • Arya
  • Avatar di Arya
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 72
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 2
Ciao, anche io ho assistito alla morte sia di due miei cari (chiedo scusa, ma non mi sento di raccontare i dettagli), sia di numerosi pazienti.
Di una cosa sento di poter essere certa: percepiscono chi gli è accanto anche negli ultimi momenti e penso anche che carezze, parole ecc possano tranquillizzarli. Magari non è così sempre, ma spesso mi sono resa conto che stringere una mano, fare una carezza o parlare ha migliorato la situazione.
Talvolta ho anche avuto la sensazione (non so se sia realmente possibile) che "aspettassero" i loro cari prima di morire, nel senso che dopo pochi minuti che la famiglia era riunita e al completo avveniva il trapasso; come se fino a quell'istante lottassero per restare in vita ancora un po'.
"Come le maree andiamo, veniamo, lasciando la memoria delle nostre orme sulla dura superficie della nostra vita."
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di trapassi 4 Mesi 11 Ore fa #10

  • alceste
  • Avatar di alceste
  • Offline
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1632
  • Ringraziamenti ricevuti 767
  • Karma: 8
Arya ha scritto:
Ciao, anche io ho assistito alla morte sia di due miei cari (chiedo scusa, ma non mi sento di raccontare i dettagli), sia di numerosi pazienti.
Di una cosa sento di poter essere certa: percepiscono chi gli è accanto anche negli ultimi momenti e penso anche che carezze, parole ecc possano tranquillizzarli. Magari non è così sempre, ma spesso mi sono resa conto che stringere una mano, fare una carezza o parlare ha migliorato la situazione.
Talvolta ho anche avuto la sensazione (non so se sia realmente possibile) che "aspettassero" i loro cari prima di morire, nel senso che dopo pochi minuti che la famiglia era riunita e al completo avveniva il trapasso; come se fino a quell'istante lottassero per restare in vita ancora un po'.

Concordo al 100 x 100 con quanto hai descritto...Gli stessi gesti ,gli stessi comportamenti ,puro Amore scevro da pietismo,sono i medesimi che anche a me è accaduto di compiere.E a molte altre persone.

Il" Libro Tibetano dei morti" descrive molto bene quello che hai scritto,includendo il concetto di rinascita a nuova vita come di un nostro simile nell'atto di abbandonare l'involucro mortale.

E anche se l'intervento di una parte della cosidetta Scienza, molto superflcialmente cita episodi inutili ,impietosi ,per questo supremo e ultimo atto di vita,solo episodi di allucinazioni da farmaci,il nostro Amore diversamente è la più grande forma di aiuto,comprensione e ringraziamento,poichè in quegli attimi,in quei occhi possiamo vedere riflessi
noi stessi quando sarà il nostro momento di "andare".
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : lechateau, Eterea67

Esperienze di trapassi 3 Mesi 4 Settimane fa #11

  • Mart
  • Avatar di Mart
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 75
  • Ringraziamenti ricevuti 5
  • Karma: 1
Purtroppo mia madre è mancata qualche anno fa, come forse avevo già detto nel forum. Aveva un cancro ai polmoni, gli ultimi giorni li ha passati in casa, imbottita di morfina. Una pena che purtroppo vivono in molti. Uno degli ultimi giorni che era cosciente ci aveva detto di aver visto un prato verde, enorme, al posto della parete che le si parava davanti (tinteggiata bianca, quindi di un colore diverso da quello descritto).
Qualche giorno dopo, prima di entrare in stato comatoso, faceva dei sogni agitati, in cui riceveva la visita di suo padre e di altri parenti che le dicevano cose... Una volta mi sono sentito chiamare, sono andato nella sua stanza e le ho chiesto se avesse bisogno di qualcosa... Muoveva la testa durante il sogno, faceva una smorfia, è come se stesse ricevendo "informazioni" su di me, almeno questo mi pare di aver capito... Mentre le "riceveva" (biascicava nel sonno) sembrava turbata, ma appena ha aperto gli occhi e mi ha visto ha avuto un'espressione molto serena, insolita in quei giorni così terribili.
L'ultimo sogno/visione che ci ha raccontato riguardava una linea tracciata sul terreno, lei avrebbe voluto varcarla ma non ci riusciva ancora... Dopo poco perse conoscenza, per non riprenderla mai più. Ora, molto o tutto può dipendere dagli antidolorifici a base di morfina e dalla reazione della psiche di fronte al terribile male che non dà scampo... Ma forse qualcosa di più sottile può esistere.
Sono ricordi dolorosi, ma sono felice di scambiarli con voi, se possono servire a comprendere qualcosa sul momento più delicato che ci troviamo ad affrontare come esseri umani.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Il tuo post piace a : DEM

Esperienze di trapassi 3 Mesi 4 Settimane fa #12

  • Franzisca90
  • Avatar di Franzisca90
  • Offline
  • New Boarder
  • Messaggi: 92
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 0
mio nonno, malato di tumore, morto 10 anni fa. raccontava a mia madre che si sentiva a un passo dal varco, ma di non riuscire a passarlo, poi vedeva i suoi amici e parenti defunti.
mia nonna già 2 anni prima di morire diceva che spesso la veniva a trovare suo padre.
purtroppo non sono riuscita ad accompagnare nessuno al momento della dipartita perchè essendo ipertesa sto male a vedere la sofferenza negli altri.
una notte 4 anni fa è morto un mio fidanzato, ho sentito chiaramente una persona appoggiarsi al letto, il giorno dopo ho avuto la notizia
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di trapassi 3 Mesi 4 Settimane fa #13

  • Quandosioscuralaluna
  • Avatar di Quandosioscuralaluna
  • Online
  • Gold Boarder
  • Tell all the truth but tell it slant
  • Messaggi: 624
  • Ringraziamenti ricevuti 64
  • Karma: 3
Queste storie molto toccanti sembrano segnalare la presenza della vita dopo la morte ma soprattutto un fatto curioso: non viene menzionato nessun imminente giudizio, inferno né paradiso.

Quei parenti e amici defunti che aspettano, il 'varcare la soglia ' non sono elementi che si trovano nella religiosità cristiana o generale, o per meglio dire non vi è nessuna menzione dei Novissimi. Al contrario le storie di Santi pullulano di lotte contro i demòni...

Le NDE per esempio parlano sempre e solo di questa luce, questo amore.
Quando una fantasia viene condivisa da un gran numero di persone, essa diventa realtà.
(Anonimo)

<<Naître, mourir, renaître encore et progresser sans cesse, telle est la Loi>> Kardec
Ultima modifica: 3 Mesi 4 Settimane fa da Quandosioscuralaluna.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Esperienze di trapassi 3 Mesi 4 Settimane fa #14

  • Quandosioscuralaluna
  • Avatar di Quandosioscuralaluna
  • Online
  • Gold Boarder
  • Tell all the truth but tell it slant
  • Messaggi: 624
  • Ringraziamenti ricevuti 64
  • Karma: 3
Cosa ancora più interessante...che sembra queste anime vaghino sulla terra, per riportare l'esempio del fidanzato di Franzisca90.

Perfino lo stesso P. Amorth, ora deceduto, aveva ipotizzato che alcune anime rimanessero sulla terra perché confuse o comunque legate a qualcosa di terreno lasciato in sospeso. Lo avevo letto durante un insolito esorcismo. Ovviamente l' ipotesi è fortemente condannata dalla dottrina cattolica o al massimo si tratta di spiriti maligni o anime in pena.

È un fatto provato -e noi lo sappiamo dai casi di molti esorcisti e dai resoconti che molti hanno fatto nella storia, nell’antropologia e nelle altre religioni- che non tutte le anime, dopo la morte, vanno immediatamente in Paradiso o in Purgatorio o all’Inferno. Alcune restano “intrappolate” a causa dei loro attaccamenti materiali e del loro risentimento e odio nei confronti degli altri, o perché hanno consegnato se stesse al demonio …

Sappiamo che anche i demoni hanno una loro gerarchia: perché un capo diavolo non potrebbe comandare a un dannato di tormentare un’anima? Lo deduco anche dai casi in cui ho riscontrato una forza molto inferiore a quella che riscontro con la presenza di demoni.
Esistono anime vaganti, che ancora non hanno ricevuto una destinazione definitiva.
Vi racconto un episodio eccezionale, di cui conservo le cassette registrate. Un giorno mi si presenta una signora che accusa dolori forti e strani. Prego ed ella va come in trance. Interrogo l’eventuale presenza che è in lei: “Dimmi, in nome di Dio, chi sei”. Risponde alle mie domande senza troppa difficoltà. Dice di essere un albanese di origine calabrese. Venuto in Calabria per il giorno in onore dei defunti, guidando l’auto in stato di ubriachezza è morto in un incidente, uccidendo anche un altro. Vedo che se parlo di diavoli e di inferno si terrorizza. Chiedo: “Sei all’inferno?” Risponde con forza: “No!”. “Dove sei?”. “Nel buio” risponde. Resto perplesso. Gli chiedo come sia entrato in quella donna, e mi risponde con una storia molto particolareggiata, che poi la signora, quando uscirà dallo stato di trance, mi conferma. Dice che è stato costretto a entrare lì per opera del custode del cimitero, che si era servito di parti del suo cadavere per un maleficio.
Gii chiedo se desidera vedere Dio. Risponde con un lungo “si” privo di disperazione e con grande desiderio. Un giorno gli parlo di Maria Santissima; non ne sapeva nulla e mi disse subito che sua madre si chiamava Carmelina. Incominciai a istruirlo; ascoltava con interesse. Mi venne il dubbio che fosse veramente nel buio (lo Sheol ebraico?). Alla domanda se era disposto a chiedere perdono a Dio dei suoi peccati rispose di si. Gli ho fatto una confessione un po’ generica sotto condizione e l’ho assolto sotto condizione.
Poi gli chiesi quando se ne sarebbe andato. Rispose: “Tra una ventina di giorni”. “E dove andrai?” “A espiare”. Forse in purgatorio? Quella sera, quando la signora tornò a casa, il personaggio le disse chiaramente: “Ti ho fatto soffrire molto, ma non è stata colpa mia. Quando sarò in cielo pregherò molto per te”.
Il caso pone grossi problemi teologici. Ma pure San Francesco -riporta la tradizione- risuscitò una donna morta in peccato mortale, la confessò e poi quella si riaddormentò in pace …

Molti sono gli interrogativi che restano aperti in questo campo. i teologi contattati mi hanno già detto che le definizioni autorevoli sono troppo scarse, e sono troppo pochi gli studi su questa materia; scarsi gli approfondimenti biblici, rari gli studi patristici, minimi i contributi teologici. Per cui già qualcuno si è rifiutato di dare una risposta scritta o mi ha detto: “devi accontentarti di opinioni personali, da confrontarsi con il pensiero di altri; e solo alla fine di un lungo cammino si potrà pensare a ottenere interventi decisivi da parte dell’autorità ecclesiastica” …



diosalva.net/anime-azione-defunti-dannati
Quando una fantasia viene condivisa da un gran numero di persone, essa diventa realtà.
(Anonimo)

<<Naître, mourir, renaître encore et progresser sans cesse, telle est la Loi>> Kardec
Ultima modifica: 3 Mesi 4 Settimane fa da Quandosioscuralaluna.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.563 secondi

Utilizziamo cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su 'Chiudi' ne autorizzi l'uso.